TexFanatico

Il Mercato Di Tex

Messaggi consigliati/raccomandati

In rete ho trovato un articolo (abbastanza sicuro pare), con i dati di vendita relativi a Dicembre 2011 e Gennaio 2012:Le serie regolari (mensili, bimestrali, semestrali, miniserie):Tex: 210.000 / 215000 copieDylan Dog: 140.000Nathan Never: 45.000Julia: 42.000Zagor: 38.000Dampyr: 34.000Lilith: 34.000Shanghai Devil: 27.000Martin Myst?re: 26.000Brendon: 22.000Alcune delle collane ?annuali?:Dylan Dog color fest (estivo): 86.000Dylan Dog color fest (invernale): 80.000Maxi Dylan Dog: 77.000Almanacco del West: 56.000Almanacco della Paura: 50.000Almanacco della Fantascienza: 23.000Almanacco del Giallo: 21.000Romanzi Bonelli (?Linea di sangue?): 20.000Almanacco dell'Avventura: 14.000 :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Beh, Tex avrebbe perso 5000 lettori... non proprio dei dati rassicuranti, quindi!!C'è anche da dire che in estate la Bonelli vende di più, però un p? preoccupato lo sono. Molto contento invece per i dati del Color, che vende quasi quanto Dylan Dog- anche se non credo che il secondo numero vender? alrettanto, specie perchè tutti ormai hanno constatato la qualità scadente della colorazione!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Le vendite sono riferite solo ai due mesi Dicembre e Gennaio e per fare un bilancio più credibile bisognerebbe tenere conto dell'intero anno. Le vendite sono ancora buone e in confronto alle altre testate non c'e paragone. Io non mi preoccuperei tanto, tex può stere tranquillo per tanti anni ancora ed uscire senza problemi. Satan

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

dai dati che erano stati resi noti l'ultima volta , rispetto a questi , si nota che tutte le testate perdono lettori ( chi più , chi meno). Tex però può stare più che tranquillo, sono invece allarmanti i dati di tutte le altre testate ( eccetto Dylan dog). Dampyr , per es. non pensavo vendesse così poco, e anche alcuni speciali sono al limite della soppravvivenza. spero tanto che le nuove testate di prossima uscita possano andare decisamente meglio. grazie Sam per la disponibilit? B)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

A dire il vero il calo di Dylan è quasi vertiginoso!... basti pensare che un paio d'anni fa alle duecentomila copie ci arrivava... Ora: per me questo calo è del tutto meritato; anzi, se Dylan chiudesse domani io ne sarei quasi (quasi!) contento. Diverso il discorso per Tex, che negli ultimi due o tre anni è ridiventato un fumetto di qualità molto alta: il fatto che un fumetto del genere, di questa qualità, perda lettori, mi fa essere molto pessimista!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ho trovato su un sito un collegamento ad un blog di un certo professor Stefanelli che avrebbe reso pubblico i dati di vendita di tutte le testate Bonelli.

ATTENZIONE I DATI CHE AVEVO INSERITO HO PREFERITO ELIMINARLI, DATO CHE SONO STATI TOLTI ANCHE DAL SITO DA CUI LI AVEVO COPIATI.

IL LINK A QUEL SITO ?: http://www.fumettodautore.com/editoriali/3... mpleti-del-2011

Modificato da Sam Stone

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

dai dati che erano stati resi noti l'ultima volta , rispetto a questi , si nota che tutte le testate perdono lettori ( chi più , chi meno). Tex però può stare più che tranquillo, sono invece allarmanti i dati di tutte le altre testate ( eccetto Dylan dog). Dampyr , per es. non pensavo vendesse così poco, e anche alcuni speciali sono al limite della soppravvivenza. spero tanto che le nuove testate di prossima uscita possano andare decisamente meglio. grazie Sam per la disponibilit? B)

Se per speciali "al limite della sopravvivenza" ti riferisci all'Almanacco dell'avventura che vende 14000 copie, il discorso è diverso, perchè è annuale è perchè costa 6 euro. Se una testata mensile vendesse 14000 copie alla SBE verrebbe sicuramente chiusa. E dico alla SBE perchè di testate che vendono 14000 copie ce ne sono in giro e continuano, fatte da case editrici "minori". Stesso discorso per i Romanzi a Fumetti, che per essere semestrali e costare 9 euro, vendono parecchio. Un dato che invece mi preoccupa è quello di Brendon, invece.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io non la vedo cosi tragica la situazione della Bonelli e quindi di Tex. E' vero che c'e un calo di vendite e perdita di interesse per il fumetto, ma dai commenti che leggo sembra che la Bonelli e Tex abbiano gli anni contati di vita. Sento che qualche testata è al limite della sovravvivenza con 35-30 mila copie, all'ora le altre case editrici dovrebbero chiudere bottega tutte oggi stesso. La Star Comics con le sue mini serie non credo che venda più delle testate Bonelli e comunque continua ad innovarsi e fare nuovi fumetti. Io penso che il giorno che tex vender? poco la Bonelli si ridimensioner? come azienda e produrr? in base a quello che vende senza rimetterci e aumentando un p? il prezzo di copertina. La chiusura di una testata come Tex la vedo una cosa possibile , ma che può avvenire solo tra molti anni. Satan

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Dati a dir poco interessanti!!Sbaglio o è la prima volta che vengono resi noti i dati di vendita dei singoli albi?Comunque si conferma che nei mesi estivi ci sono più vendite- o forse le maggiori vendite delle storie di Manfredi dipendono dalla fama di questo autore?Da notare che c'è stato un calo nelle tirature: dalle 304.000 di "Faccia di cuoio" alle 300.000 de "I trappers di Yellostown"... Non pensavo che il Color vendesse più del Texone!E in ultimo: purtroppo Tex alle 220.000 copie non ci arriva!! :(

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Dati a dir poco interessanti!!Sbaglio o è la prima volta che vengono resi noti i dati di vendita dei singoli albi?Comunque si conferma che nei mesi estivi ci sono più vendite- o forse le maggiori vendite delle storie di Manfredi dipendono dalla fama di questo autore?Da notare che c'è stato un calo nelle tirature: dalle 304.000 di "Faccia di cuoio" alle 300.000 de "I trappers di Yellostown"... Non pensavo che il Color vendesse più del Texone!E in ultimo: purtroppo Tex alle 220.000 copie non ci arriva!! :(

A me ha sconvolto il fatto che l'Almanacco 2011 ha venduto più di un albo di Zagor mensile. Non che l'almanacco fosse un brutto albo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Dallo scorso anno, i dati si riferivano all'anno precedente quindi 2010, Tex ha perso circa 30.000 copie, leggevo giusto un articolo che avevo li da un po di tempo, nel quale si spiegava che il mondo del fumetto in generale è in calo, e solo in europa continua a far segnare risultati record come Tex, basti pensare che in america si è raggiunti i 40.000 copie vendute per i fumetti Marvel, il che è sconvolgente, solo Tex e co continuano a resistere, e meno male! ;)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

In effetti se è vero che si tratta del dato più basso da decenni ... :fumo: Pensando al perchè di questo, mi verrebbe da proporre due cause:1) il prezzo più alto dei fumetti.2) l'insoddisfazione per il tipo di storie di Tex. Mi ricordo di quell'utente che aveva aperto una discussione in cui diceva di non essere più entusiasmato come una volta dalle storie di Tex (non mi ricordo il suo nome). Non attriburei il perchè alle storie: se ne fanno ancora ottime e il reparto autori/disegnatori è sempre più vario.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io personalmente ritengo che non sia tanto un problema dellle storie in sè, sempre care a noi circa 200.000 aficionados (che altrimenti non continueremmo a comprare Tex, o almeno non con la consueta costanza), quanto della concorrenza sempre più agguerrita dei nuovi media e dei fumetti di più recente nascita. Il bacino di utenza di lettori di Tex credo vada assottigliandosi sempre più per questioni relative all'anagrafe dei suddetti aficionados (parlo molto in generale, poich? io e molti altri utenti del forum siano tra i 20 2 e i 30), anche perchè le nuove generazioni a quel che mi capita di vedere virano su albi SBE di più recente realizzazione come Dylan Dog o si dedicano ai manga e/o alla Marvel. In sostanza, credo che realisticamente Tex debba ormai attenersi alla nicchia di noi 200.000 irriducubili fedelissimi :_sigh ...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'articolo a cui rimanda il link postato sopra segnala il minimo storico delle vendite di Tex: 198.000 albi registrato negli ultimi mesi del 2012. Un 'anno fa, gennaio 2012, si parlava ancora di 210.000 lettori. Erano 220.000 nel 2008. Se consideriamo che le vendite attualmente superano ancora le 200.000 copie, il calo è da intendersi fisiologico e per il momento non c'è da preoccuparsi più di tanto. Diciamo che ogni quattro/cinque anni si perdono diecimila lettori, cioè:Nel 2017 si avranno 185.000 / 190.000 lettoriNel 2022 si avranno 170.000 / 175.000 lettoriNel 2027 si avranno 160.000 lettoriNel 2037, anno in cui Tex dovrebbe festeggiare i (quasi) novant'anni e ( se non ricordo male ) i 1000 albi della serie regolare, le vendite saranno ancora 130.000 / 140.000Non male, come ipotesi, anche se il calo fra vent'anni penso che sarà comunque più corposo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io non sono ne' stupito, ne' preoccupato. Certo che in SBE questi dati verranno valutati a fondo, e sicuramente affiorer? un minimo di nervosismo per lo sfondamento della quota psicologica di 200.000 copie... Ma, insomma, credo che il fumetto sia ormai un prodotto di nicchia e Tex un personaggio "vecchio" e quindi il calo non arrestabile. Credo si possa andare avanti comunque tanti anni e il mio sogno è quello di andare in edicola tra 30 anni e acquistare il n.1000. Ma certo sarà difficile per la SBE gestire il personaggio al fine di recuperare o almeno difendere i lettori esistenti. Io da sempre cerco di fare opera di proselitismo, ma a mio parere la SBE deve impegnarsi e cercare di attrarre nuovi lettori con esperimenti tipo il COLORTEX ( a mio avviso a oggi un'occasione persa per la scarsissima qualità del prodotto/colorazione). Insomma, guardiamo con nostalgia i numeri spaventosi degli anni 70/80 e allo stesso tempo, se ci teniamo al fumetto in generale e a Tex in particolare, impegnamoci in un passaparola con gli amici e in una lettura con i nostri bambini affinch? il fumetto non venga del tutto abbandonato in favore di alternative apparentemente piu divertenti e alla moda...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.