Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
Don Fabio Esqueda

Migliore Storia Di Guido Nolitta - Semifinale A

  

23 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Assegno il mio voto a "I ribelli del Canada". Preferenza per:Giungla crudele. Forse sono sullo stesso piano, ma l'avventura canadese la rileggo sempre più volentieri, senza saltare nessuna pagina. L'altra è forse più divertente in alcuni punti, ma più "noiosa" in altri.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

SEMIFINALE CHIUSA

Dunque, ecco la classifica (in verde le qualificate alla finale):

"I ribelli del Canada" 22
"Giungla crudele" 19
"Sasquatch!" 3
"Le colline della paura" 1

Qualche considerazione personale. Nel mio articolo per il quinto numero del magazine non mi sono soffermato su "I ribelli del Canada". E' una storia di cui probabilmente non ho compreso la profondit?, considerato che utenti che stimo molto la considerano eccelsa. Se da un lato mi è parso di vedere un Tex snaturato, pur in linea con la visione personale della'autore (e qui penso alla fuga del ranger, che abbandona i soldati al proprio destino tra gli albi 204 e 205), dall'altro ho sempre trovato piuttosto banale la dicotomia tra l'ingenuo sognatore Roger Goudret e il cinico e violento Big Bear. La rilegger?.
Quanto alle due eliminate, vorrei soffermarmi un attimo su "Sasquatch!", della quale ho davvero sbagliato a non parlare nel magazine. In linea col cinema di Spielberg (penso a "E. T. - L'extraterrestre"e ancor più a "Incontri ravvicinati del terzo tipo"), rappresenta un continuum con la riflessione iniziata con "Caccia all'uomo". Se nella storia di Fusco abbiamo la storia di un'amicizia possibile ma resa nulla dalla realtà violenta dei fatti, qui ne abbiamo un compimento: lo straniero, ciò che è altro da noi, è in realtà un amico che sa dialogare.
Non male anche "Le colline della paura", ma di questa, che ho meno fresca nella memoria, parler? dopo una rilettura.

Modificato da Don Fabio Esqueda

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Qualche considerazione personale. Nel mio articolo per il quinto numero del magazine non mi sono soffermato su "I ribelli del Canada". E' una storia di cui probabilmente non ho compreso la profondit?, considerato che utenti che stimo molto la considerano eccelsa. Se da un lato mi è parso di vedere un Tex snaturato, pur in linea con la visione personale della'autore (e qui penso alla fuga del ranger, che abbandona i soldati al proprio destino tra gli albi 204 e 205), dall'altro ho sempre trovato piuttosto banale la dicotomia tra l'ingenuo sognatore Roger Goudret e il cinico e violento Big Bear.

D'accordissimo con te, Don Fabio: anche a me questi aspetti de I Ribelli del Canada non hanno convinto affatto (e non mi convinse neanche il dietrofront del biondo, di cui ora non ricordo il nome). La storia, a mio parere, risente troppo di queste note stonate e non riesco ad apprezzarla pienamente. Per cui propendo per Giungla Crudele (che pure non mi ha entusiasmato tantissimo, non tanto per la bontà della storia - il primo albo è da urlo - quanto per l'ambientazione troppo "esotica" che nella mia grettezza :P non sono riuscito ad accettare appieno)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione da ora è chiusa.

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.