Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

MAXI TEX: Una Serie Da Chiudere ?

Vota cosa vorresti trovare in edicola:  

36 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Ma allora di cosa stiamo parlando da due anni e da nove pagine fitte fitte di messaggi ? 

 

Beh, ne io ne Sam ne ad esempio Carlo abbiamo mai affermato che il Maxi fosse una serie da chiudere, semmai il contrario, io più volte ho chiesto a Boselli perchè Zagor si possa permettere due Maxi all'anno con circa quarantamila lettori e Tex, che di lettori ne ha ben di più, no. 

Per me l'unico problema è quello dato dalla non programmazione, che non si può certo addebitare a Boselli. Per questo, secondo me, l'unico cosa da fare è potenziare lo staff dei disegnatori impiegati sui Maxi.

Poi ovviamente tu ed altri la pensate in modo diverso, questioni di punti di vista. Secondo me l'interrogativo se è giusto chiuderla non si pone nemmeno, anche contando sul fatto che il mercato dimostra che ci sono tante persone che ancora lo comprano e quindi lo gradiscono.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mi concedete questo piccolo bilancio delle ultime annate?

 

 

Maxi 2014 L'avamposto dell'infamia. Storia di Ruju.  Disegni di Diso Thumbs_up.png

 

Maxi 2013 Alaska. Storia di Boselli.  Disegni di studio Fernandez Thumbs_down.png

 

Maxi 2012 La legge di Starker. Storia di Faraci.  Disegni di Repetto  Thumbs_up.png

 

Maxi 2011 L'ora del massacro. Storia di Segura. Disegni di Ortiz Thumbs_down.png

 

Maxi 2010 La belva umana. Testi di Faraci. Disegni di Diso Thumbs_down.png

 

Maxi 2009 Lungo i sentieri del west. Testi di Segura. Disegni di Ortiz.Thumbs_down.png

 

Maxi 2008 Lo squadrone infernale. Testi di Nizzi. Disegni di Cossu Thumbs_down.png

 

Maxi 2007 Fort Sahara. Testi di Nizzi. Disegni di Diso Thumbs_down.png

 

Io sono fondamentalmente d'accordo con Ymalpas, fatta eccezione per alcuni tratti dei maxi di Segura (che invece ho apprezzato, non nella loro interezza appunto) e per l'ultimo maxi, che invece francamente non mi ha proprio appassionato.

 

Di che stiamo parlando? a parte i pareri di West10, Sam e Carlo, mi sembra che per il resto vi sia un certo malcontento nei confronti di questa pubblicazione (malcontento da me condiviso). Io non ne auspico la chiusura, ma un deciso cambio di rotta, che preveda storie (lunghe, non brevi) all'altezza. Di storie all'altezza, sul Maxi, non ne leggo da un po'.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Pure io non sono d'accordo. Gli unici Maxi che mi hanno veramente deluso sono Fort Sahara, Alaska e Figlio del Vento. Gli altri invece mi han sempre soddisfatto soprattutto perchè ho sempre prediletto la sceneggiatura ai disegni quindi anche quando questi ultimi sono sottomedia questo non mi disturba la lettura.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

I gusti sono ovviamente personali,ad esempio io promuoverei "Fort Sahara","Lungo i sentieri del West","L'ora del massacro" e "La legge di Starker" a pieni voti....... Indubbiamente il Maxi è da rivedere...Ne parlavo giusto ieri con Anatas...Visti i quasi unanimi consensi che riscuote Carson,soprattutto quello con i capelli,baffi e pizzo ancora neri,perchè non sceneggiare qualche sua indagine,con Tex presente a sprazzi,allacciandosi magari con la serie regolare ? Esempio pratico : incriminati Brennan e Teller Tex si concesse un lungo periodo nella riserva,mentre Kit "...andò al nord in missione....",oppure in "Massacro !",Carson,appena giunto a Goldeena con uno squadrone di rangers,racconta a Tex di una sua indagine in Nevada nei pressi del Muddy River... che ne dite ???

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

@Havasu: Sul fatto di differenziare la produzione del Maxi su qualcosa di alternativo proprio a livelli di sceneggiature sono pienamente d'accordo. Un Maxi all'anno con storie di TEx Giovane, oppure Carson protagonista rilancerebbe tantissimo la testata. E penso che anche le vendite aumenterebbero con la giusta pubblicità.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con Havasu pienamente.

 

Io condanno l'idea di chiudere i maxi, prima di arrivarci promuoverei iniziative del tipo descritte da Havasu, o un restyling con storie in continuity tra loro.

Scommetto però che anche con un rilancio del genere ci sarebbero masse di scontenti.

Mi sembra già di sentirli: "perchè diavolo fare storie in continuity? così ci tocca aspettare un anno per vedere la continuazione... ecc ecc) :)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

"Legs Weaver" è stato uno spin off di Nathan Never...perchè non provare a riproporre la medesima cosa per il Maxi con Carson protagonista ? L'espediente dello spin off è ormai pratica comune per telefilm e soggetti letterari e molte di queste "costole" hanno riscosso più successo dei prodotti originari,basti pensare a Voyager e Deep Space Nine,spin off di Star Trek,ai vari CSI,costole di quello ambientato a Las Vegas,ad Austin e Cabrillo ,emuli di Dirk Pitt nella Numa di Clive Cussler e molti altri.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'idea dello spin-off con Carson protagonista periodicamente si ripresenta sulle pagine del forum, e l'idea di rendere il MaxiTex una testata dedicata alla spalla storica di Tex mi troverebbe, inutile dirlo, pienamente entusiasta. Una simile idea, come sappiamo, e' stata messa in atto anche da Recchioni su Dylan Dog, con le avventure dell'ispettore Bloch che troveranno spazio, se non ricordo male, sull'Almanacco. Che possa essere un'idea vincente, anche dal punto di vista del mercato, lo testimoniano (oltre agli esempi riportati da Havasu nel post precedente) anche le parole di molti utenti del forum, che vedrebbero di buon occhio l'iniziativa e affermano invece di disertare le uscite attuali del Maxi. Poi, una buona pubblicita' farebbe il resto tra i tanti appassionati di Tex... Ovviamente sono tutti discorsi campati in aria, ma non mi sembra un'idea poi tanto irragionevole e di difficile realizzazione, quindi chissa'...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

"Legs Weaver" è stato uno spin off di Nathan Never...perchè non provare a riproporre la medesima cosa per il Maxi con Carson protagonista ? L'espediente dello spin off è ormai pratica comune per telefilm e soggetti letterari e molte di queste "costole" hanno riscosso più successo dei prodotti originari,basti pensare a Voyager e Deep Space Nine,spin off di Star Trek,ai vari CSI,costole di quello ambientato a Las Vegas,ad Austin e Cabrillo ,emuli di Dirk Pitt nella Numa di Clive Cussler e molti altri.

L'idea dello spin-off mi intriga parecchio, penso possa essere potenzialmente vincente. Poi oltre a Carson si potrebbero dedicare episodi all'approfondimento ad altri personaggi della saga per dare così la possibilità di conoscerli meglio in aspetti sconosciuti fino ad oggi. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

"Legs Weaver" è stato uno spin off di Nathan Never...perchè non provare a riproporre la medesima cosa per il Maxi con Carson protagonista ?

Forse perché la testata si chiama TEX e non KIT CARSON, in edicola c'è il MAXI TEX, e non il MAXI CARSON…..

non so se mi spiego. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io al Maxi, così com'è, ci sono ormai affezionato.

Indipendentemente dalla qualità delle storie (e tra i maxi ci sono stati anche dei capolavori) la possibilità di leggere una lunga storia in più ogni anno la giudico sempre positivamente. Se qualche volta incappo in storie meno riuscite, beh pace.

La sopravvivenza editoriale di una testata è garantita dall'unico giudice realmente decisivo che è rappresentato dal gradimento tradotto in dato di vendita e fintanto che questo parametro continua a essere positivo è dovere dell'editore tentare di mantenerlo continuando la pubblicazione e del curatore far si che la qualità sia il più possibile elevata. Confido in questo senso che Boselli farà del suo meglio per garantire lunga vita al Maxi.

I commenti che noi esprimiamo su questo e su altri forum, quando ragionevoli potranno essere di aiuto a chi confeziona il prodotto per cercare di venire incontro ai nostri desideri, ma non possiamo certo aspettarci di avere un peso determinante nelle strategie produttive di un fumetto che in Italia, così com'è continua a essere al top, perchè c'è ancora tantissima gente che compra Tex.

Uno spin off con Carson, che personalmente apprezzerei e seguirei con molto piacere, dovrebbe a mio parere trovare spazio al di fuori dei MaxiTex e nascere come collana autonoma, ma temo che attualmente il mercato non offra molto spazio a una nuova serie Western.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

 

"Legs Weaver" è stato uno spin off di Nathan Never...perchè non provare a riproporre la medesima cosa per il Maxi con Carson protagonista ?

Forse perché la testata si chiama TEX e non KIT CARSON, in edicola c'è il MAXI TEX, e non il MAXI CARSON…..

non so se mi spiego. 

 

 

Il fatto che si chiami Tex non fa testo. Il lettore premia la serie, non il singolo personaggio. Non so se Tex sarebbe sopravvissuto così a lungo senza Carson...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

 

28s21z6.gif

 

Uno spin off l'abbiamo già avuto alla fine del 1950 con il giovane Kit Carson protagonista dell'avventura "Duello a Cactus City".

 

Si può dire, Sandro, che possiamo ringraziare puro veleno di TWO...?

 

 

Infatti io l'ho letta in quel forum... pur non essendovi iscritto e ringrazio Puro Veleno per averla pubblicata in formato PDF.

Ma poi si è scoperto chi era il disegnatore di questo piccolo gioiello targato GLB?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

E se è vero che non si può prescindere da Tex, è altrettanto vero che una pubblicazione speciale (ripeto: speciale) può tranquillamente essere dedicata ad uno dei punti di forza della saga.

 

interessante il punto in cui dici se Tex fosse sopravvissuto senza Carson... meriterebbe un topic a parte. A parte questo credo che la tua idea di dedicare un Maxi a Carson non sia da scartare anche se, penso, in Bonelli non lo faranno mai per paura che i lettori, vedendo una testata con su scritto Tex ma senza Tex (o comunque con Tex che magari racconta) potrebbe essere mal accolta dai tradizionalisti (che sono la maggioranza dei lettori).

 

Quindi più probabile che si faccia un volume special fuori serie che una storia del genere sia incorporata nel Maxi che deve rimanere una testata satellite comunque dedicata a Tex.

 

Ma stiamo parlando di argomenti distinti. Il punto è che per il Maxi la Bonelli proporrà albi multistoria per dare fiato ai disegnatori non velocissimi come Diso o il compianto Ortiz. Per quanto riguarda altre sperimentazioni io sarei favorevole ma la parola spetta alla Bonelli e Boselli. Io caldeggio più per una serie di avventure con solo Tex giovane pubblicabili sui Maxi. Il passato del ranger, come dico da tempo, è molto interessante, ci sono periodi sconosciuti o poco trattati: dal suo apprendistato con Gunny Bill alla vita da bandito fino ad arrivare al periodo del matrimonio con la dolce Lilith. Ecco io indirizzerei gli sforzi di una eventuale potenziamento del Maxi verso questo tipo di storie.

 

Però una tantum ci vedrei anche qualche avventura con Carson giovane o con Kit Willer in solitaria, perché no? :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

 

28s21z6.gif

 

Uno spin off l'abbiamo già avuto alla fine del 1950 con il giovane Kit Carson protagonista dell'avventura "Duello a Cactus City".

 

Si può dire, Sandro, che possiamo ringraziare puro veleno di TWO...?

 

 

Non so nemmeno chi è, non frequento più TWO dal 2008 circa. Sono debitore invece, come spesso accade, del sito Baci & Spari, che alla storia ha dedicato un articolo filologico, e di quel satanasso di Francesco Bosco. Non sapete chi è l'artista ? bien, leggetevi l'articolo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

 

 

28s21z6.gif

 

Uno spin off l'abbiamo già avuto alla fine del 1950 con il giovane Kit Carson protagonista dell'avventura "Duello a Cactus City".

 

Si può dire, Sandro, che possiamo ringraziare puro veleno di TWO...?

 

 

Non so nemmeno chi è, non frequento più TWO dal 2008 circa. Sono debitore invece, come spesso accade, del sito Baci & Spari, che alla storia ha dedicato un articolo filologico, e di quel satanasso di Francesco Bosco. Non sapete chi è l'artista ? bien, leggetevi l'articolo.

 

 

 

confermo che Francesco Bosco è un satanasso con cui ho collaborato nell'ultimo Texiani in libera uscita...

 

Leggerò l'articolo sicuramente se lo trovo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.