• Avvisi

    • TexFanatico

      BUON NATALE   24/12/2017

      BUON NATALE e felici Festività a voi!
Sam Stone

[631/632] L'oro Dei Monti San Juan

Voto alla Storia?  

45 voti

  1. 1. Voto alla Storia?

    • 10- 6
      5
    • 9 - 5,5
      3
    • 8 - 5
      14
    • 7 - 4,5
      12
    • 6 - 4
      4
    • 5 - 3,5
      1
    • 4 - 3
      0
    • 3 - 2,5
      0
    • 2 - 2
      0
    • 1 - 1,5
      0


Messaggi consigliati/raccomandati

Le tavole di anteprima in effetti hanno un buon ritmo; ma giudicare solo da esse sarebbe eccessivo, perciò non mi esprimo. Se però Boselli si è perfino lasciato andare a un commento quale "ottima", conoscendo la sua refrattarietà a fare complimenti agli altri (donne escluse, ma mi confessè di usare cautela anche con loro :D ) ci sarebbe da ben sperare.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Preso questa mattina. Come mia abitudine legger? la storia completa con l'uscita del prossimo albo, ho dato però una scorsa ai disegni che nel complesso trovo positivi, anche se non mi hanno entusiasmato. Tex viene rappresentato granitico, un po' come quello di Ticci, ed il volto mi sembra eccessivamente imbronciato. In alcune scene i dettagli non sono particolarmente accurati, in altre invece non ci sono proprio.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Uno splendido albo di Tex: questo è il regalo che Nizzi concede ai lettori con la sua ultima storia!Io me l'aspettavo, date le anteprime, ma certo, se ripensavo alle ultime prove dello sceneggiatore, non c'era di che star tranquilli. Invece Nizzi sorprende, con una storia solida e appassionante, che davvero non fa veder l'ora che arrivi Giugno, per capire come va a finire!Per adesso siamo di fronte a una vicenda che è anche drammatica, in cui Tex e Carson (due grandi Tex e Carson, che sono proprio quelli ironici del Nizzi del periodo d'oro) se la devono davvero vedere contro tutto e tutti, politici, banditi, maneggioni e affaristi. Una storia "dalla parte degli indiani" come da tempo non ne vedevamo, in puro stile "Sioux"!Quindi, per Nizzi, un Nizzi che si è finalemnete ricordato di essere stato in passato il più importante sceneggiatore di Tex dopo Bonelli, solo complimenti e lodi!Da parte sua, Filippucci fa un lavoro splendido: è davvero bravo, sia per quel che riguarda i personaggi che le ambientazioni!Il suo stile chiaro e scorrevole, molto classico, sicuramente piacer? anche ai più tradizionalisti - o almeno lo spero!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Uno splendido albo di Tex: questo è il regalo che Nizzi concede ai lettori con la sua ultima storia!Quindi, per Nizzi, un Nizzi che si è finalemnete ricordato di essere stato in passato il più importante sceneggiatore di Tex dopo Bonelli, solo complimenti e lodi!

Da queste tue parole sembrerebbe un Nizzi "d'antan". Il tuo giudizio mi "predispone" alla lettura dell'albo che faro' stasera ! Speròm.... :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Per me lo ?, assolutamente!A leggere questo albo, sembra che cose illeggibili come "Oltre il fiume" e "Attacco alla diligenza" le abbia scritte un altro!Chissà, magari un Nizzi una tantum, che scriva solo quando è davvero ispirato, potrebbe ancora darci buone cose!Ribadisco, comunque, per giustizia verso l'autore, che il magnifico lavoro di Filippucci accompagna davvero bene la sceneggiatura! :)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Preso oggi e letto; devo dire niente male, i disegni mi sono piaciuti molto e la sceneggiatura anche, forse l'unica pecca sono alcuni dialoghi non proprio azzeccati; comunque la storia finora è sul livello del 7, poi dipender? dal prossimo albo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Autoquotandomi, ricordo di aver scritto qualche giorno fa:

Spero con tutto il cuore che questo regalo d'addio ci spinga a dire "Che peccato!" piuttosto che "Meno male!"

Bene, dopo questo primo albo posso dire con piena convinzione: "Che peccato!". Che peccato che Nizzi abbia voluto lasciare, e che prima ci abbia obbligati ad assistere ad una decadenza che veramente n° lui n° il prodotto Tex, n° i lettori, meritavano!Che inizio! Se il prossimo albo manterr? le promesse del primo, penser? che qualcuno abbia voluto fare un sontuoso regalo ai vecchi texiani: abbiamo tutto o praticamente tutto ciò che si poteva desiderare, perfino:
una coppia di tizzoni d'inferno che si oppone, pistole in pugno, ad un tentativo di arresto su ordine del comandante di un forte
Ci sono le battute, i battuti (inteso come persone che vogliono fare i furbi e si scontrano con le nocche di Tex), una tribù indiana che ha bisogno di Aquila della Notte, politici, banchieri e giornalisti a caccia di oro e banditi che si occupano del lavoro sporco. Ecco, se proprio vogliamo fare i pignoli, trovo che
troppo presto vengano messi in condizioni di non nuocere Doug Cavendish (morto) e Martin Deecker (catturato). Sarà interessante vedere cosa farà quest'ultimo, e soprattutto se gli daranno tempo di parlare
Aspetto con autentica ansia giugno!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ma tutti voi date per scontato che è l'ultima storia di Nizzi....... ma io no ho letto da nessuna parte questa notizia! Neanche la rubrica della SBE parla dell'ultimo racconto di Nizzi, ma bensì del ritorno di Nizzi! D'accordo che la casa editrice aveva nel cassetto già da tempo questa storia, ma penso che Nizzi, lo ritroveremo ancora su Tex .......... sicuramente con "interventi" più sporadici!!!ciaoMax

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ma tutti voi date per scontato che è l'ultima storia di Nizzi....... ma io no ho letto da nessuna parte questa notizia! Neanche la rubrica della SBE parla dell'ultimo racconto di Nizzi, ma bensì del ritorno di Nizzi! D'accordo che la casa editrice aveva nel cassetto già da tempo questa storia, ma penso che Nizzi, lo ritroveremo ancora su Tex .......... sicuramente con "interventi" più sporadici!!!ciaoMax

Lo ha ammesso lui stesso nel libro di Guarino, purtroppo... Comunque mai dire mai...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Con piacere concordo con Paco Ordonez quando scrive che questa prima parte ci "regala" un Nizzi d'antan. :trapper:

SPOILER ?

Davvero un tuffo nel passato perchè certe scene e certi dialoghi non si vedevano e leggevano da anni: finalmente un classico "interrogatorio" alla Tex; una reazione, al borioso maggiore, degna del Nostro; la classica e glbonelliana sparatoria fuori dall'ufficio dello sceriffo. Il tutto "condito" da classici dialoghi "texiani" e da discrete scene d'azione con i nostri nel ruolo congeniale di implacabili "suonatori" di clarinetto. :old:
Tutto ok? Beh, a dire il vero, qualche stonatura, tipica dell'ultimo periodo nizziano, c'è ( secondo il sottoscritto). :malediz...
L'inizio, innanzitutto, con un Carson non proprio "sveglio" che fa alcune domande "scemotte" a Tex; poi la scena in cui Tex lascia andare i minatori ma che, alla domanda di Carson che gli chiede se gli stessi arriveranno al forte sani e salvi, non ha niente di meglio da dire che, forse, potrebbero andare a "sbattere" contro Deecker ed i suoi uomini senza, per questo, preoccuparsene piu' di tanto: parole che Nizzi ( e pure la Redazione che dovrebbe "vigilare" ) poteva risparmiarsi di far dire a Tex.
In ultimo l'incontro, questo sè, con Deecker ed i suoi scagnozzi e la poco valorosa fuga, secondo la mia personale opinione, dei Nostri che, davanti ad una quindicina di pistoleri, se la battono e vengono salvati dagli Utes. -_nono

Buoni i disegni, un po' "ticciani", di Filippucci. ::evvai::

Comunque, al di l' di alcuni ormai "cronici" difetti nizziani ( in questo albo sensibilmente meno marcati ), come si dice: buona la prima! Speriamo anche la seconda! :trapper:
P. S.: certamente molti passaggi di questa prima parte valgono piu' di tante altre storie, ultimamente proposte dalle "nuove" leve di sceneggiatori, che ci presentano, in modo "ondivago", un Tex "dubbioso", molto attento a non dare piu' di un cazzotto al malcapitato di turno, che usa un linguaggio non propriamente "texiano" oppure un Tex "musone", un Tex che spara alla Robocop e cosi' via. _thia-

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Letto il primo albo del ritorno Nizziano : niente di eclatante, ma nemmeno una ciofeca : diciamo una storia onesta ( nemmeno troppo originale, se vogliamo ) ma leggibile, dove Tex fa il Tex a Carson fa il Carson : strano , ma ultimamente non sembravano più loro, ieri li ho ritrovati, sia nei comportamenti sia nei dialoghi. Piccolo SpoilerOvviamente c'è qualcosa che non mi è piaciuto : per esempio, tutta la pappardella iniziale del discorso tra i pard , di norma avrebbero dovuto farla sotto la tenda del villaggio : mi riesce difficile credere che Carson abbia seguito Tex come un cagnolino per centinaia di km e poi improvvisamente abbia chiesto dove si va e perchè Altra cosa poco gradita, il salvataggio all'ultimo secondo da parte del drappello indiano : decisamente un po forzato . Per il resto , tutto l'andamento della storia mi quadra, con una menzione particolare per il momento in cui Tex malmena l'intrallazzone di turno Da segnalare la presenza di molti comprimari tra i fuorilegge, tra i quali mi è piaciuta la caratterizzazione ( pur avendo al momento solo una piccola parte ) dell'ex colonnello con il suo manipolo di soldataglia. Decisamente buoni i disegni, molto belli i paesaggi, ben fatte le scene d'azione e le sparatorie : avrei solo un piccolo appunto sui visi : i pard sembrano più vecchi del normale Giudizio positivo, in attesa del finale del prossimo mese :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ovviamente c'è qualcosa che non mi è piaciuto : per esempio, tutta la pappardella iniziale del discorso tra i pard , di norma avrebbero dovuto farla sotto la tenda del villaggio : mi riesce difficile credere che Carson abbia seguito Tex come un cagnolino per centinaia di km e poi improvvisamente abbia chiesto dove si va e perchè.

In effetti cose del genere si sono viste anche in altre storie, non solo di Nizzi sia chiaro. Se ricordo bene in Fuga da Anderville Carson chiede lumi a Tex quando erano già in viaggio sul treno, però in fondo è un dettaglio.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Rivela poco, ma chiamiamolo

S
P
O
I
L
E
R



Altra cosa poco gradita, il salvataggio all'ultimo secondo da parte del drappello indiano : decisamente un po forzato .

Penso che questo intervento dovesse permettere a Tex - e a noi - di fare la conoscenza con il giovane capo che, a detta del più saggio Yerba Buena - scalpita per combattere contro le giacche azzurre.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Altra cosa poco gradita, il salvataggio all'ultimo secondo da parte del drappello indiano : decisamente un po forzato .

Penso che questo intervento dovesse permettere a Tex - e a noi - di fare la conoscenza con il giovane capo che, a detta del più saggio Yerba Buena - scalpita per combattere contro le giacche azzurre.
Va bene, ma la fuga di Tex e Carson a spron battuto, insomma.... -_nono Trovare qualche altra soluzione, non si poteva è :malediz... :trapper:Chesso', ci poteva stare che i Nostri fossero assediati e, poi, "salvati" ma fuggire.... :capoInguerra:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Storia sopra la media nizziana dell'ultimo periodo ma niente a che vedere col Nizzi classico. Il primo albo è molto movimentato ma non basta certo questo a fare una buona storia di Tex. La sceneggiatura non mi è sembrata il massimo della solidit?. Certe scene sono inutili o superflue, come quella al saloon o al forte. Poi ci sono troppe sparatorie. E gli avversari sono dei birilli che cadono, compreso il banchiere e il suo tirapiedi. Ci sono poi gli episodi che fanno storcere il naso, come la fuga e l'arresto. Ho sperato, per un attimo, in un attacco in notturna allla Denver Gazzette, messa a ferro e fuoco. Sarebbe stato uno scherzetto da Tex. Disegni da leccarsi i baffi soprattutto se pensi a quelli di Ortiz, Font e compagnia bella, ma certi volti sono proprio malriusciti. Insomma siamo lontani dalla media di "Salt River" e dell'Almanacco.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Chesso', ci poteva stare che i Nostri fossero assediati e, poi, "salvati" ma fuggire.... :capoInguerra:

Dai però, volete dire che, di fronte a forze nemiche preponderanti Tex e Carson non possono scappare? :o Mi sembra un po' esagerato. inoltre chissà quante scene del passato sarebbero da bocciare (di Nizzi come di tutti gli altri sceneggiatori!).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Certe scene sono inutili o superflue, come quella al saloon o al forte. Poi ci sono troppe sparatorie.

Sull'inutilit? di certe scene io c'andrei sempre cauto perchè talvolta servono per creare un'atmosfera, altre volte invece servono esclusivamente per arrivare alla fatidica soglia delle 220 tavole. Parlo in generale perchè nello specifico non ho letto l'albo e quindi non sono in grado di giudicare, ma ad esempio in Salt River, tutta la parte iniziale con l'indiano che presagisce la sua morte è inutile nell'economia della vicenda, ma tremendamente bella nella determinazione del climax!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

S
P
O
I
L
E
R

Ci sono poi gli episodi che fanno storcere il naso, come la fuga e l'arresto.

Sinceramente qui mi sembra la ricerca del pelo nell'uovo.

Questione "fuga", mi rifaccio a ciò che ho detto prima. Ricordando che i nostri sono due contro quindici e sarebbe stata follia, non coraggio, affrontarli, e che "fuggitivi" o no Tex e Carson riescono a sfoltire le file degli avversari! :colt:
Questione "arresto", è un finto arresto ed è chiaro dalle parole sussurrate dallo sceriffo. Siamo ben lontani dalla famosa scena del "mani in alto e facciamo i bravi" vista su Le iene di Lamont, sebbene per un breve momento si potesse temere una replica. Al massimo si può dire che Nizzi avrebbe potuto organizzare l'incontro con lo sceriffo senza necessariamente ricorrere ad un escamotage che può risultare sgradito. Ma che la situazione sia ben diversa da quella del Texone lo dimostra proprio la reazione di Tex a quello che avrebbe dovuto essere - nelle intenzioni dell'arrogante maggiore Bright - un vero arresto! In un forte e quindi in presenza di militari armati, si prega di notare :D

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Comprato e letto oggi. Finora, giudizio incerto perchè c'è qualcosa che funziona (una certa dose di ritmo e piacere della lettura) ma anche qualcosa di stonato (probabilmente l'inizio un po' così, senza parlare del salvataggio all'ultimo minuto). La storia guadagna avanzando con essa; potrebbe essere un addio un po' piacevole. Forse saremmo fortunati, ma vedremmo. Di certo, si tratta esclusivamente di una storia per puro divertimento, visto che gli altri personaggi sono decisamente di poco spessore oltre che ripetere una serie di cattivi del loro stampo; anche la scena del salvataggio dei minatori, è rifatta chiaramente sul modello di "Le colline dei Sioux". Considerato che si tratta di una storia conclusiva, ciò poco importa; per il momento mi basta che la storia scorra bene.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti


Ci sono poi gli episodi che fanno storcere il naso, come la fuga e l'arresto.

Sinceramente qui mi sembra la ricerca del pelo nell'uovo.

Questione "fuga", mi rifaccio a ciò che ho detto prima. Ricordando che i nostri sono due contro quindici e sarebbe stata follia, non coraggio, affrontarli, e che "fuggitivi" o no Tex e Carson riescono a sfoltire le file degli avversari! :colt:

Tanto per citare una frase di un utente di TWO, lasciando tutto il suo gratuito sarcasmo da parte:


Naturalmente Nizzi riesce ad essere ripetitivo anche negli errori. Come con il solito irresistibile refrain dei pards che vengono salvati da chi erano andati a salvare....

Oggettivamente è una scena "tanto per" e risolta frettolosamente con un espediente stra-abusato nella serie. Non esattamente il pelo nell'uovo. Modificato da ymalpas

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.