Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
Sam Stone

[633/634] Tombstone Epitaph

Voto alla storia?  

35 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Leo, mica cambia tanto poco. SPOILERJared Damon potrebbe fuggire e far perdere le sue tracce. D'accordo che non è nella personalit? del giovane, ma Tex si assume comunque un bel rischio. La campagna di stampa contro i Damon per sgretolare sul piano psicologico la loro prepotenza sul piano generale e' una cosa, il fatto che un assassino comprovato (Billie Banyon glielo dice proprio in faccia, davanti a tutti) sia lasciato libero, e' un'altra. Quale smacco più clamoroso, per i Damon, di vedere il giovane Jared in cella in attesa del processo?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Leo, mica cambia tanto poco. SPOILERJared Damon potrebbe fuggire e far perdere le sue tracce. D'accordo che non è nella personalit? del giovane, ma Tex si assume comunque un bel rischio. La campagna di stampa contro i Damon per sgretolare sul piano psicologico la loro prepotenza sul piano generale e' una cosa, il fatto che un assassino comprovato (Billie Banyon glielo dice proprio in faccia, davanti a tutti) sia lasciato libero, e' un'altra. Quale smacco più clamoroso, per i Damon, di vedere il giovane Jared in cella in attesa del processo?

SPOILERSe anche fuggisse, non potrebbe mai far perdere realmente le proprie tracce. Dipenderebbe sempre dal paparino, e quest'ultimo certo non potrebbe lasciare il suo ranch, quindi un legame ci sarebbe sempre... Comunque, credo che nell'economia della storia l'aspetto sia poco rilevante. Ammettiamo pure che il giovane Damon venga arrestato e che si sia in attesa del giudice. Il vecchio Damon, data la presenza dei rangers in città, rinuncia a liberare suo figlio o a fare altre azioni eclatanti, limitandosi (come già ha fatto) a chiamare una banda di professionisti per eliminare i pards. Nel frattempo, Billie comunque continuerebbe l'opera dello zio fino alla conclusione del processo, anche per spezzare quel muro di omert? che ha portato la gente a non andare neanche al funerale di Porter, e che (forse) ha fatto sè che nessuno fosse testimone dell'assassinio dello stesso Banyon... in definitiva cambierebbe poco. La partita, ora, non è tra i pards e il giovane Damon (che fino ad ora è poco più di un pretesto: esaurita questa funzione, o in galera o al ranch è indifferente); la partita ora è con i professionisti (e qui deve essere bravo Boselli a gestire i soliti killer prezzolati rendendoli personaggi interessanti: questa la vera sfida del secondo albo, secondo me) e soprattutto, la partita ora è con il vecchio Damon: mi aspetto (non so perchè) che sia lui il grande vero antagonista del secondo albo...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La partita, ora, non è tra i pards e il giovane Damon (che fino ad ora è poco più di un pretesto: esaurita questa funzione, o in galera o al ranch è indifferente)

Oddio, su questo ci sarebbe da discutere. SPOILERI "professionisti" avrebbero potuto anche essere assoldati per liberare dalla galera Jared e i suoi complici. Dal duello mancato nella main street in avanti, insomma, il plot è un po' anomalo. Oltretutto, Tex avrebbe così inchiodato alle sue responsabilità lo sceriffo, imponendogli di prendere in consegna il giovane Jared.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, a me questo primo albo e' piaciuto moltissimo. Sara' per l'ambientazione cittadina che ho sempre apprezzato nelle storie di Tex o per la trama in puro stile western con tanto di ranches, sceriffi corrotti, ladri di bestime etc, ma resta il fatto che mi son divertito a leggerla. Boselli ultimamente, mi piace parecchio soprattutto quando scrive cosi' e cioe', con un Tex e i pards sempre al centro dell'attenzione, dialoghi frizzanti e in puro stile texiano (bellissimo la conversazione tra Tex e Jared nella main street di Tombstone). Insomma, una prova, questa di Boselli, che ti fa' respirare un bel Tex, malgrado il soggetto non sia proprio originale. Ma e' proprio qui la bravura dello sceneggiatore milanese e cioe' , quella di rendere gradevole una trama gia' vista tante volte sulle pagine del nostro ranger, attraverso ingredienti e situazioni nuove. Come ho gia' detto nel topic de "I pionieri", dopo oltre sessantanni di vita editoriale e con centinaia di storie alle spalle, secondo il mio parere, non si puo' pretendere di leggere di meglio. Naturalmente la speranza e' quella di un secondo albo all'altezza del primo. Staremo a vedere, ma intanto non posso fare a meno di fare i miei complimenti a Boselli. I disegni di Acciarino sono discreti e funzionali alla storia, pur non essendo sensazionali. Deve aggiustare il tiro su diverse cose, ma considerando che questa e' la sua prima prova per Tex, direi che l'esame e' ampiamente superato. Come ha gia' detto qualcuno, il suo Tex, e non solo, mi ricorda vagamente Sejas. Sarei curioso di sapere se e' solo una coincidenza o se il disegnatore e' stato in qualche modo influenzato dal disegnatore argentino.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Come ha gia' detto qualcuno, il suo Tex, e non solo, mi ricorda vagamente Sejas. Sarei curioso di sapere se e' solo una coincidenza o se il disegnatore e' stato in qualche modo influenzato dal disegnatore argentino.

Questa somiglianza ce la vedo anche io, tantissimo, specie nelle caratterizzazioni dei pards. E più in generale mi sembra che Acciarino faccia parte di quella categoria di disegnatori dalla linea chiara, dal segno pulito e classico, di cui appunto anche Sejas fa parte - comunque essendo di Napoli, immagino che Acciarino subisca l'influenza della "scuola di Salerno". In ogni caso, nell'intervista concessa al blog di Zeca, cita Ticci, Villa e Sejas tra i suoi modelli :)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Nonostante la tematica di sfondo non sia granch? originale, devo dire che la storia è stata godibilissima, grazie all'originalità di molte trovate degli autori e soprattutto grazie all'inserimento di personaggi interessanti.

Personalmente, poi, gradisco molto che gli alleati di turno di Tex siano rappresentanti di quel quarto potere già altre vole comparso nella serie, ma quasi sempre relegato (ad eccezione dell'onesto giornalista - di cui non ricordo il nome - comparso in "Bande rivali" e di Sam Brennan dell'"Examiner" di Frisco) a ruoli marginali, tanto più se nei panni di una donna, avvenimento più unico che raro nell'epopea western. Non ho fatto caso se qualcuno lo abbia già evidenziato, ma ho trovato la scena dell'arrivo di Billie Banyon sorprendentemente simile, pur non uguale, all'arrivo di Nat Merrick a Faust in "La lunga pista"...
Ottimi anche i disegni di Acciarino, davvero un bello stile.. Tutti elementi che mi fanno molto ben sperare nella seconda parte della storia :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Qualcuno, su un altro sito, ha trovato "modernista" la presenza del giornale e orrido il titolo. Naturalmente alcune delle più belle storie di GL hanno un giornalista coraggioso tra i personaggi. Memoria selettiva? :rolleyes:

Tu che diciò laughing


Fa un po' ridere la definizione di modernista quando si pensa che "Sangue Navajo" in cui l'eroico giornalista Martin Floyd (a proposito: quando lo ripeschi?) ed i suoi colleghi della carta stampata riescono perfino a far cadere dei politici è del 1961. :indianovestito:

P. S. 1. L'arrivo di Billie Banyon può essere un'altra citazione di "Partita d'azzaerdo" come in "La lunga pista" (ed essedo ormai passati 13 anni non ci sarebbe niente di male), ma anche dei tanti film western e non in cui i protagonisti si aspettano un uomo ed invece ad arrivare è una donna con tutti gli equivoci del caso. _ahsisi

P. S. 2. A Lucca 2011, all'incontro in memoria di Sergio Bonelli, dicesti che Sergio ti aveva chiesto di fare di una delle donne di questa storia una racchia (e forse anche vecchia) e che tu all'inizio eri contrario ma che allora meditavi di accontentarlo.
Immagino che la donna in questione fosse proprio Billlie... beh lasciami dire che sono contento che tu ci abbia ripensato. ::evvai::

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Qualcuno, su un altro sito, ha trovato "modernista" la presenza del giornale e orrido il titolo. Naturalmente alcune delle più belle storie di GL hanno un giornalista coraggioso tra i personaggi. Memoria selettiva? :rolleyes:

Infatti credo che non si possa dimenticare il Martin Floyd di "Sangue Navajo", ricordato da Monni. A un certo punto, quando si parla di un nuovo giornalista disposto a sostituire il povero Banyon, avevo quasi sperato che si trattasse di lui. :rolleyes:Per quanto ho letto il Tombstone Epitaph era veramente una testata giornalistica; non so se il titolo fosse considerato "orrido", ma cosa vuoi trovare di meglio per un paese che si chiama Lapide? :colt:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io credo che la differenza in positivo rispetto ad altre pur belle storie, l'abbiano fatta i piccoli particolari. La riserva Navajo.... il fuoco del bivacco..... i pards in due momenti diversi seduti a tavola a mangiare..... l'ironia e il buonumore di Carson, ma anche un Tex meno serioso....... quando la sceneggiatura è più rilassata, ed i momenti di "down" sono occupati da Tex e dagli altri, anzich? dalle vicende personali di altri personaggi, tutto il sapore dell'avventura è più texiano.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io credo che la differenza in positivo rispetto ad altre pur belle storie, l'abbiano fatta i piccoli particolari. La riserva Navajo.... il fuoco del bivacco..... i pards in due momenti diversi seduti a tavola a mangiare..... l'ironia e il buonumore di Carson, ma anche un Tex meno serioso.......

E' vero, i particolari sono il punto di forza della storia. Trovo poi che soprattutto i dialoghi siano eccellenti, sia quelli tra i pards che quelli con gli antagonisti. La frase in cui Tex spiega a Carson che il vecchio Damon è indignato perchè i pards hanno accettato il duello è sublime, e così molti altri passaggi (tra cui la scena della cena con Billie). Speriamo davvero che il secondo albo sia all'altezza del primo. Quando uno si sovraccarica di aspettative, diventa più alto il rischio di rimanere delusi. Ma d'altronde, con un primo albo così, è naturale che le aspettative siano alte...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

CONTIENE SPOILER CONTIENE SPOILERQuella delle storie fotocopia.... non ho più voglia di replicare alle solite non risposte, ma è evidente che la prima parte dell'albo "Tombstone Epitaph" l'ho letta con noia, per cui come dice l'autore, ed è un consiglio che accolgo con gioia a questo punto, dovrei rileggermi alcune grandi storie del passato, giusto per levarmi dalla prima insoddisfazione che ho avuto leggendo questa,(e neanche tutta tra l'altro, mi è bastata smetterla a tre quarti). Vero Tex uccide in uno scontro a fuoco Bud Bulton, bella la scena delle colt , la mezzatacca non se la cava con una pistola che gli salta di mano (andiamo da un estremo all'altro), ma finisce diritto tra le braccia di messer Satanasso.... e di seguito qualche bella sberla assestata al suo compagno di sventura, tipaccio grosso ma sistemato a dovere, ok questo mi piace devo ammetterlo come pure mi piace la sbatacchiata allo sceriffo Tom Dish che oltretutto solo dai disegni ha una caratterizzazione che te lo rende già antipatico così, figuriamoci sapendo che è al soldo dei Damon. Irriverente al punto che Carson gli piazza un bel calcio da addormentarlo (e così lo mandano nel mondo dei sogni e non rischiano di averlo contro durante la "discussione" tra i pards e il giovane Jared). Queste due scene, anche se la sparatoria dove il Bulton tira le cuoia è risolta in poche vignette, sono due elementi che ho apprezzato, mi son detto ecco qu? un Tex di carattere che arriva subito al sodo. Non nascondo però che l'attendismo che si crea con la scena dove Jared e i suoi si recano all'ufficio dello sceriffo per affrontare Tex e Carson, mi risulta alquanto noiosa. Certo in un contesto così narrato se Tex e Carson fanno piazza pulita appena arrivati in città, la storia è già bella e che finita.. e non siamo neanche alla fine del primo albo. Bisogna quindi creare tutta una serie di trovate...(nel mondo televisivo si chiamano "filler" se non erro), riempitivi che ad alcuni non piacciono assolutamente e rendono la lettura un p? tirata e noiosa, per poter tirare avanti la storia e svilupparla per tutto il secondo albo. Staremo a vedere, sperando di avere un albo successivo pieno di azione e tatticismo all'essenziale, perchè mi pare che il primo albo alla fine ne è un concentrato. Valuter? meglio la questione finendo di leggere il primo albo e sperando che il secondo non risolva la questione in poche pagine, con un Tex che per la maggior parte del tempo non si sia limitato solo a condurre una guerra "psicologica" anziche far cantare più spesso il suo strumento di nome "Colt"... Nulla da dire sul titolo, visto che c'è stata un p? di polemicuccia sulla scelta dello stesso, contrariamente a ciò che si è sentito dire è un titolo che calza a fagiolo..http://www.tombstoneepitaph.com/... un p? di realtà storica non guasta affatto... Logico se dovessi fare un confronto con la storia dello scorso mese "L'oro dei monti San Juan" e "I volontari di Hermann", per il momento il primo albo di quella storia mi ha soddisfatto di più. Per quanto riguarda i disegni non male quelli di Acciarino, ma ho preferito di gran lunga quelli di Filippucci...:)

Modificato da Sam Stone

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Davvero una gran bella storia, di solito non mi sbilancio mai dopo la prima parte ma stavolta ne vale la pena. Ogni cosa si incastra al punto giusto, come trama la storia è abbastanza semplice ma non per questo meno efficace, anzi. In certi momenti si (ri)vede il Tex ironico che sfotte l'avversario, cosa che mi ha fatto sempre godere fin da bambino, con un bel linguaggio tagliente, e un Carson dongiovanni come non lo si vedeva da tempo.

Spero che nessuno abbia nulla da ridire quando allunga la mano sulla cuoca. Molto ben fatta la trovata delle due donne, soprattutto Billie, e anche gli avversari sono ben delineati, come ricca di tensione è la sfida verbale sulla main street. Aspetto la seconda parte per dire qualcosa di più, e spero non ci siano cali di tensione oppure l'ennesimo bandito redento. Unici appunti: magari Jared all'inizio avrebbe dovuto far fuori anche moglie e figlio, ma anche così ci sta, e Kit che col costume indiano sembra un quindicenne, ma non voglio insistere più di tanto su questi dettagli.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Storia discreta ... Soggetto strausato ok, ma anche altri elementi della storia mi hanno fatto ricordare altri grandi avventure ... Il figlio del boss ricorda vagamente Baker de "La sconfitta". Anche il presunto professionista potrebbe essere un Ruby Scott di turno (con in più dei tirapiedi). Il giornalista coraggioso già visto ... Cose per cui per me parlare di capolavoro è impossibile. I pards sono ben caratterizzati, ma mi sono sembrati troppo speso degli sbirri qualunque. I dialoghi erano un po' noiosi sinceramente. Ottima la scena iniziale e la scena al villaggio Navajo, che mancava da diverso tempo. I disegni direi da rivedere le facce ...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Davvero una gran bella storia, di solito non mi sbilancio mai dopo la prima parte ma stavolta ne vale la pena. Ogni cosa si incastra al punto giusto, come trama la storia è abbastanza semplice ma non per questo meno efficace, anzi. In certi momenti si (ri)vede il Tex ironico che sfotte l'avversario, cosa che mi ha fatto sempre godere fin da bambino, con un bel linguaggio tagliente, e un Carson dongiovanni come non lo si vedeva da tempo.

Spero che nessuno abbia nulla da ridire quando allunga la mano sulla cuoca. Molto ben fatta la trovata delle due donne, soprattutto Billie, e anche gli avversari sono ben delineati, come ricca di tensione è la sfida verbale sulla main street. Aspetto la seconda parte per dire qualcosa di più, e spero non ci siano cali di tensione oppure l'ennesimo bandito redento. Unici appunti: magari Jared all'inizio avrebbe dovuto far fuori anche moglie e figlio, ma anche così ci sta, e Kit che col costume indiano sembra un quindicenne, ma non voglio insistere più di tanto su questi dettagli.

Far fuori anche moglie e figlio gli avrebbe tolto qualsiasi alibi. Cosè hanno impiccato un ladro di bestiame e basta. Contando sullo sceriffo che avrebbe avvalorato la storia, tutto poteva anche filare liscio... e poi sono senza scrupoli è vero, ma forse non fino a questo punto. E' l'osservazione di un lettore che quoto senza riserve, per fare prima... Jack65, come altri di voi, non fa le riflessioni che un autore deve fare! Ma neanche quelle che un lettore deve fare, tanta è l'ansia di trovare qualche cosa che non va... Non solo lui, eh, sia ben chiaro! Si fa per dire...  E' ovvio che Tex ha le mani legate proprio perchè il povero Porter POTREBBE essere davvero stato un ladro di bestiame, come dice lo sceriffo!!!!!! Che è la legge!!! E' l'assassino del giornalista ERA MASCHERATO!!! Che cos'ha Tex? NULLA! Solo le sue convinzioni... Ma PER ORA non bastano... borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
E' ovvio che Tex ha le mani legate proprio perchè il povero Porter POTREBBE essere davvero stato un ladro di bestiame, come dice lo sceriffo!!!!!! Che è la legge!!! E' l'assassino del giornalista ERA MASCHERATO!!! Che cos'ha Tex? NULLA! Solo le sue convinzioni... Ma PER ORA non bastano...

borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ehm, ehm, ehm ......"che cos'ha Tex? NULLA! Solo le sue convinzioni" (a parte i testimoni oculari, e a parte quello che ha già correttamente scritto Cheyenne) è una frase che - texianamente parlando - non si può proprio leggere..... >:azz:
Come anche "Tex ha le mani legate proprio perchè il povero Porter POTREBBE essere davvero stato un ladro di bestiame, come dice lo sceriffo!!!!!! Che è la legge!!!". No way! -_nono

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ehm, ehm, ehm ......"che cos'ha Tex? NULLA! Solo le sue convinzioni" (a parte i testimoni oculari, e a parte quello che ha già correttamente scritto Cheyenne) è una frase che - texianamente parlando - non si può proprio leggere..... >:azz:
Come anche "Tex ha le mani legate proprio perchè il povero Porter POTREBBE essere davvero stato un ladro di bestiame, come dice lo sceriffo!!!!!! Che è la legge!!!". No way!  -_nono

Ma prendersi il tempo di leggere la seconda parte, no? Cheppalle! In TUTTE le storie di Tex, Tex NON ARRESTA nessuno! NON E' UNO SBIRRO! Di solito nelle storie di GL i cattivi fanno UN ERRORE... tipo gli sparano addosso... o qualcosa del genere... Raramente si arriva a giudici, testimoni e avvocati... Stavolta l'errore lo stavano per fare... Ne faranno altri... Basta aspettare un mese, cazzo!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
E' ovvio che Tex ha le mani legate proprio perchè il povero Porter POTREBBE essere davvero stato un ladro di bestiame, come dice lo sceriffo!!!!!! Che è la legge!!! E' l'assassino del giornalista ERA MASCHERATO!!! Che cos'ha Tex? NULLA! Solo le sue convinzioni... Ma PER ORA non bastano...

borden

In verità credo che il linciaggio, per quanto molto diffuso, non fosse esattamente legale, quindi almeno sotto questo aspetto Damon & soci avrebbero potuto essere arrestati. Anche se non penso che avrebbero fatto le ragnatele in gattabuia.
E proprio perchè paparino caro, con la gentile collaborazione di quello sputo di sceriffo e di qualche legale ben immanicato, farebbe uscire il figlio in un batter d'occhio, tanto vale che il signorino si goda ancora qualche giorno di libertà e sia presente alla resa dei conti. Spero solo due cose:
1) che non ci siano pentimenti dell'ultimo minuto, e se proprio non se ne può fare a meno sia qualche comparsa di second'ordine
2) fermo restando che Tex deve personalmente sistemare la faccenda, non mi spiacerebbe se Jared si godesse la stessa medicina che ha fatto assaggiare allo sventurato Porter! -_nono

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo e RIBADISCO perchè lo leggano i barbogi :trapper: di quell'altro forum (ma anche gli spaccamaroni di questo :trapper: ) CHE STATE RAGIONANDO COME SE...... come se sarà la ragionevole Billie ad avere ragione e trovare le prove per condurre Jared davanti a un giudice... Ma secondo voi... Pensate che sarà davvero così che finir????? :lol2:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

la frase di Carson: ANCH'IO MANEGGIO CARATTERI DI PIOMBO... MA CALIBRO 45° destinata ad entrare nella storia, ottima anche l'attesa dell'arrivo della diligenza (avevo capito il trucchetto di genere da assiduo lettore di gialli e scovatore di assassini eheheh)nota di merito anche per la cuoca tettonagrande esordio di Acciarino primo albo ottimo speriamo che kit willer combini qualcosa a livello erotico

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Carissimo Mauro, per quanto mi riguarda ho solo puntualizzato una tua puntualizzazione. Nulla in contrario, d'altra parte, al fatto che Tex non si sia fiondato su Jared trascinandolo per i capelli al fresco, ma - IMHO - avrebbe potuto farlo. Magari sostituendosi allo sceriffo, come dici tu, anche se a quanto ricordo il "corpo dei rangers" creato da GLB per Tex era qualcosa decisamente sui generis, altrimenti non capisco perchè non ci sia un ufficiale, che sia uno, davanti a cui il Nostro scatti sull'attenti. Le pistolettate, se fanno parte di un duello (insomma, se l'avversario è armato e libero e non legato e incappiato) non sono la stessa cosa della legge di Linch. Per me la storia, o meglio l'inizio della medesima, rimane uno dei tuoi migliori in assoluto e più rispettosi della tradizione. Dubito che Billie si riveler? la risolutrice del caso, ma ovviamente spero che la sua collaborazione abbia un certo senso, fosse pure con qualche articolo che irriti i criminali e li spinga a qualche passo falso. E credo anche (insomma, spero!) che Tex, nonostante la sua galante accettazione del patto proposto dalla bella giornalista, non si lascer? scappare l'occasione per mettere una bella manciata di sale sulla coda dei suoi piccioncini. In effetti devo dire che l'unica bonelleria che tutto sommato non mi manca troppo è il Tex che - con fare più o meno burbero - dice alla signorina "Mia cara, vi prego, preoccupatevi del vostro lavoro - e meno male che quella fa la giornalista e non la casalinga rammendacalzini :blink: - e lasciate a noi queste faccende da uomini -_- "

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tante donne ( e tutte utili e funzionali alla storia )

Mi era sfuggita questa parte.

Forse non ci ho fatto caso, ma a me pare che le donne funzionali alla trama siano per adesso solo due, a meno che non si voglia considerare tale la procace cuoca tanto apprezzata anche da Carson :lol:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti


Tante donne ( e tutte utili e funzionali alla storia )

Mi era sfuggita questa parte.

Forse non ci ho fatto caso, ma a me pare che le donne funzionali alla trama siano per adesso solo due, a meno che non si voglia considerare tale la procace cuoca tanto apprezzata anche da Carson :lol:

Mia cara, Cheyenne, dimentichi che su Tex due donne sono davvero tante. :lol2:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.