Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum

Voto alla Storia?  

64 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Il mondo è vario, Fernando.

Oh certamente, se è per questo in giro si apprezzano certe ciofeche,... ma sfido io, almeno per i disegni, un lettore texiano che dica che sono apprezzabili, e se lo f?,.. mente spudoratamente.... P. S. Fatti un giro ad esempio su ZTN e poi dimmi cosa ne pensano.... _ahsisi

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

.. fra un po' esce il maxi, fra un po' esce il maxi, chissà che bella storia.... che coglione! :lol2:? :lol2:? :lol2:? :lol2: poi finalmente arriva sabato, vado in edicola, pago 6 euro e 30, mi metto a leggerlo, e dopo trecento pagine arriva HAMATSA.... AMMAZZA CHE CAZZATA! :lol2:? :lol2:? :lol2:? :lol2:

Vedi Jack: c'è chi decide di "farsi "del male leggendo "certi" quotidiani" e chi, invece, Tex ( che tristezza, pero' )...... :_sigh :trapper: P. S.: l'ho sfogliato anch'io e con attenzione dal mio (paziente) amico edicolante ( d'altronde non ci si distacca da Tex con facilit?... ). Ebbene della trama e del ruolo di Tex mi sono fatto la... solita idea ( che i commenti di alcuni forumisti non fanno che confermare ). _thia- Dei disegni ( facce storte, corpi sproporzionati, Tex a volte irriconoscibile ) solo un aggettivo: squallidi. :capoInguerra: Hasta lu?go e.... buona lettura, amigos... >:azz:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Avevo ancora dei dubbi se comprarlo, siere riusciti a dissiparmeli.... trapper.gifPovero Tex sad.gif

Bhe Ted questa è solo l'opinione di qualcuno di noi, puoi sempre sfogliarlo prima, almeno per quanto riguarda i disegni, e decidere se prenderlo o no..... sempre che il tuo edicolante permetta,... io che potevo sfogliarmelo con calma,(con quello che spendo l')... non l'ho fatto e fiducioso, anche perchè il Maxi ripeto, lo aspetto sempre con piacere, me lo sono preso dove non batte il sole.... :_sigh

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

,... io che potevo sfogliarmelo con calma,(con quello che spendo l')... non l'ho fatto e fiducioso, anche perchè il Maxi ripeto, lo aspetto sempre con piacere, me lo sono preso dove non batte il sole.... :_sigh

Pallino, Pallino.... Sfogliare, dovevi sfogliare...... :old: :malediz... :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Inutile. Non ce l'ho fatta. Oggi mi apprestavo a leggere questo Maxi ma ho dovuto fermarmi. E' troppo per me. Questi disegni li ritengo semplicemente impubblicabili e non mi invitano per nulla a leggere questa storia. Potrebbe essere anche la piu' bella avventura di Tex ma queste tavole mi mettono veramente di malumore e non mi farebbero apprezzare la storia. Questo e' il secondo Maxi che ho acquistato e messo li' in libreria senza averlo neppure letto. Mi riferisco a "L'ora del massacro". Causa?una semplice allergia per Ortiz e Segura.

Se e' questa la qualita' dei disegni dei Maxi, meglio investire su altre serie.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Vedi Jack: c'è chi decide di "farsi "del male leggendo "certi" quotidiani" e chi, invece, Tex ( che tristezza, pero' )...... P. S.: l'ho sfogliato anch'io e con attenzione dal mio (paziente) amico edicolante ( d'altronde non ci si distacca da Tex con facilit?...? ). Ebbene della trama e del ruolo di Tex mi sono fatto la... solita idea ( che i commenti di alcuni forumisti non fanno che confermare ). Dei disegni ( facce storte, corpi sproporzionati, Tex a volte irriconoscibile ) solo un aggettivo: squallidi.? Hasta lu?go e.... buona lettura, amigos...

E' vero... la prossima volta mi leggo un annata intera de Il Giornale... :lol2::lol2::lol2::lol2: ma perchè poi tutte 'ste critiche sui disegni? la storia è anche peggio, l'ho risfogliata ieri sera senza badare al ruolo di Tex... sembra il groviera... piena di buchi.... :lol2::lol2::lol2::lol2: .... e Tex poi..... meraviglioso.... :lol2: laughing propongo di eleggere Ammazza divinit? ufficiale di Tex :lol2::lol2::lol2::lol2: non so se si è capito, ma da ieri sera mi sto ancora sganasciando laughing laughing laughing laughing Modificato da jack65

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con Jack65 ... Meglio i disegni (seppur siano fatti da dilettanti, i suoi studenti) che la storia. Un mattone con un Tex molto defilato. I comprimari migliori di lui e tutti a voler morire al fianco di aquila della notte. Molto buonismo. Il peggior maxi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io vorrei sapere come si faceva a muovere quel pupazzone, è meccanicamente impossibile che tre persone, poi disposte come erano riuscissero a farlo camminare; ma vabb? viva la fantasia. :lol2:

Magari il sacerdote di Ammazza (per dirla con il nostro Jack laughing ) ha preso lezioni di ingegneria criminale dal prof. Hellingen°

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

propongo di eleggere Ammazza divinit? ufficiale di Tex :lol2:? :lol2:? :lol2:? :lol2:

:lol2::lol2::lol2::lol2::lol2:
quinto...."non uccidere..... AMMAZZA!" :lol2: laughing :lol2: laughing
Ammazza che ridere...... perlomeno il lato comico ha preso il sopravvento...... :lol2: (6,30 euro.... :_sigh )........ :lol2:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Invece di ironizzare su Hamatsa, leggetevi qualche testo antropologico del tipo...


Immagine postata


Hamatsa è il nome di una società segreta della tribù Kwakwaka'wakw della British Columbia che durante i mesi invernali era dedita a diverse cerimonie in cui si praticavano apparentemente forme di cannibalismo.

Secondo l' antropologo Franz Boas quattro erano le società principali:

- la società guerriera (Winalagalis);
- la società magica (Matem);
- la società della vita dopo la morte (Bakwas);
- la società "cannibale" (Hamatsa).

La società Hamatsa era, di tutte, la più prestigiosa.

Boselli si è rifatto ai miti e leggende del nord, lavorando però parecchio con la fantasia.

La storia non è neanche malaccio, ma certe invenzioni come qualla grottesca del pupazzo, unite ai disegni che mi ricordano le parodie di Tex ( specialmente Carson mi ricorda il Kit Koglion del Tex Miller ), ne fanno un'avventura tra le peggiori di Tex che abbia mai letto.

Ieri sfogliavo distrattamente l'albo "La cella della morte" e non vi dico quanta tristezza a vedere un eroe e una storica testata così maltrattata.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Vabb? dai, almeno dopo aver speso i soldi, un p? di sana comicit? per sdrammatizzare l'accaduto ci vuole, e tornando seri nessuno c'è l'ha col Boselli autore, anche se per me in modo incompleto (perchè la storia non ho finito di leggerla), la storia è mediocre sempre per le stesse ragini ritrite che non st? a ripetere. Io c'è l'ho con la casa editrice, e se anche c'era l'avallo del buon Sergio, avrebbe dovuto non pubblicare questa presa in giro, che oltretutto fa fare una figura barbina alla stessa SBE, in quanto alla fine il risultato non cambia, il lettore è insoddisfatto per non dire peggio.....

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Invece di ironizzare su Hamatsa, leggetevi qualche testo antropologico del tipo...

:lol2::lol2::lol2::lol2: il prof. ymalpas vorrebbe riportare la discussione su un piano di serietà, e invece apprendiamo che Ammazza era una importantissima società segreta della tribù dei............. QUAQQUAQQUA :lol2::lol2::lol2::lol2: Sono in pieno delirio, smettetela di fornirmi assist così invitanti laughing laughing laughing laughing Boselli si è rifatto a questi miti e ha lavorato molto di fantasia? chissà, forse era in pieno delirio pure lui.... :lol2::lol2::lol2::lol2: Modificato da jack65

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Vabb? dai, almeno dopo aver speso i soldi, un p? di sana comicit? per sdrammatizzare l'accaduto ci vuole

"un po'" sè, ma a mio parere si sta un filino esagerando, ora.
S? vero mi ricompongo e torno a leggere l'inedito......, uff neanche quando scherzo vado bene.....

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

All' inizio la storia non mi dispiaceva. A me sono sempre piaciuti i comprimari di Boselli e anche stavolta ho trovato del buono nel capitan roscoe e soprattutto nel vecchio gustosissimo russo. Purtroppo le cose positive si fermano qui. La storia è in effetti infelice in molti suoi passaggi e raggiunge un picco sorprendente di negativit? con il pupazzo. Un serio infortunio del nostro borden che peraltro ha avuto l'onest? di ammettere che questa era una delle sue storie peggiori. Probabilmente è la peggiore...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Posso definirla storia Bordenline? Al confine con il grottesco. Un pentolone di ingredienti mescolati a caso, per un brodo allungato con 1250 personaggi alternati a coprire il nulla. E disegni parrocchiali, senza offesa. Per quello che mi riguarda, per quello che ho letto e visto in quasi 50 anni, il punto più basso della produzione texana.

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Comunicazione di servizio: Boselli mi prega di farvi sapere che per una svista è andata in stampa su questo albo un'introduzione non corretta contenente alcuni errori (tra cui "La trappola invece de "Il tranello" _thia-). La versione corretta e che doveva essere pubblicata sarà presto disponibile su Internet.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Un pentolone di ingredienti mescolati a caso, per un brodo allungato con 1250 personaggi alternati a coprire il nulla.

Nooo.... Solo 1250 personaggi...? :malediz... :lol2: Pochi, dai. Cosa vuoi che siano? L'importante è che si sia "sentita" la presenza di Tex.... >:azz::lol2::colt: Mi son perso l'ennesimo capolavoro.... zzzz

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Contenuto simile

    • Da ymalpas
      Soggetto e Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Roberto De Angelis
      Copertina: Maurizio Dotti
      Periodicità: Mensile 16 novembre 2018
       
      Le avventure di Tex quand’era ancora uno scatenato fuorilegge!
       
      A settant’anni di distanza dalla sua prima apparizione, ritroviamo Tex inseguito dagli sceriffi e dai cacciatori di taglie nel primo numero di una nuova serie, rapida e secca come un colpo di fucile, che narrerà gli episodi sconosciuti della giovinezza del nostro eroe! In questo episodio iniziale, di Boselli e De Angelis, scopriamo l’antefatto mai raccontato del primo, storico albo di Tex, “Il Totem Misterioso”, con la nascita dell’odio tra Tex e il losco Coffin e la tragica storia della bella indiana Tesah, tra sparatorie, agguati e galoppate a rompicollo sul giovane destriero Dinamite!
       
       
       
       

       
       
       © Sergio Bonelli Editore
       
       
    • Da ymalpas
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Alessandro Piccinelli
      Periodicità mensile: Agosto / Settembre 2017
      Inizia nel numero 682 e finisce nel numero 683
       
      La storia del ritorno di Lupe e della figlia.
       
       
       

       
       
       
      © Testi e immagini della Sergio Bonelli Editore.
    • Da ymalpas
      Soggetto e sceneggiatura:Mauro Boselli
      Disegni: Corrado Mastantuono
      Periodicità mensile: Gennaio, Febbraio e Marzo 2015
       
       
       
       
      In Texas, la Luna piena colore del sangue annuncia la scorreria notturna di un predone, Il comanche Charvez, tornato dalla morte per riprendere con se il figlio quindicenne Daniel, cresciuto con la madre Ada e il patrigno Rick, vecchi amici di Tex. Il ranger si mette sulle sue tracce!
       
       
       
       
       
      © Sergio Bonelli Editore
       
       
       
       
          
    • Da Sam Stone
      Torna la formula autunnale del Color Tex: quattro episodi completi, tutti a colori! Color Tex
        Stelle di latta e altre storie Uscita: 20/11/2014
      Copertina: Giulio De Vita
      Il sesto numero della serie di Color Tex ripresenta l'originale formula che ha riscosso immediato successo con il n. 4: quattro episodi completi, interamente a colori, ognuno relizzato da autori differenti, molti al loro esordio con le storie del Ranger!
       
      Stelle di latta
      Soggetto e sceneggiatura: Michele Medda
      Disegni: Michele Benevento
      Colori: Oscar Celestini
       
      C’è chi è onorato di servire la Legge e chi getta la propria stella nella polvere...
       
      Incontro a Tularosa
      Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
      Disegni: Giuseppe Camuncoli
      Colori: Beniamino Delvecchio
       
      Tre uomini si danno appuntamento con la morte in un pueblo del Nuovo Messico...
       
      Nel buio
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Luca Rossi
      Colori: Romina Denti
       
      È peggiore il buio della solitudine o quello sordo e cieco del pregiudizio?
       
      Randy il fortunato
      Soggetto e sceneggiatura: Roberto Recchioni
      Disegni: Andrea Accardi
      Colori: Oscar Celestini
       
      Aveva la fortuna delle canaglie.. sinché Tex non diventò la sua ombra!...
       
       
      Tavole in anteprima:
       


       
      Testi e immagini sono Copyright Sergio Bonelli Editore
    • Da bressimar
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Alfonso Font
      Periodicità annuale: Ottobre 2001


      Chi è il divoratore di anime dall'occhio d'oro? E perchè Jim Brandon, dopo aver letto l'enigmatico messaggio che ne fa menzione, abbandona i suoi uomini e si allontana, da solo e in borghese, nei territori del Nord' Tex e Carson, chiamati da Gros-Jean, si gettano subito sulle tracce dell'amico scomparso, su cui grava, oltretutto, l'infamante sospetto della diserzione, ma dovranno fare molta attenzione? Ai pericoli dell'inverno che arriva si aggiunge, infatti, una minaccia misteriosa e sinistra: quella dello Spirito del Vento, il terribile Wendigo!



      [ Nota: il messaggio iniziale di questa discussione è stato modificato per consentire l'inserimento dei dati della storia ]



      Altra storia ambientata in questi posti che solo a prendere in mano l'albo mi viene freddo... e tutti con le loro giacchette di pelo sopra alla camicia... mah..
      scherzi a parte io francamente non ho apprezzato troppo questa storia, forse un po' troppo fantasiosa per i miei gusti, anche se la trama mi è parsa ben sviluppata e con un buon ritmo.. il fatto è che preferisco storie più tradizionali e canoniche...
  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.