Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum

Voto alla Storia?  

64 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Qui in Norvegia è in edicola adesso: pensate coeme siamo messi! Però ho il vantaggio di poter avvelere di parecchie recensioni e opinioni prima di comprare un albo in vendita alla modica cifra di circa 11,50 €! 

Comunque adesso corro a comprarlo, perchè a me le avventure nel Grande Nrord piacciono moltissimo!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
On 14/8/2018 at 22:52, Dix Leroy dice:

UNDICI E CINQUANTA!

e pensare che noi una volta letto volevamo i soldi indietro.

Heheee... dai ti saprò dire! Comunque io sono sempre a favore dell’artigianato e Tex lo prendo anche perchè, secondo me,lo si può definire una produzione “artigianale” di un prodotto 100% italiano! Quindi, male che vada, ho semplicemente sostenuto una realtà imprenditoriale italiana, se invece la storia mi piace avrò anche passato delle ore piacevoli nel freddo Nord America.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

 

1 ora fa, Salvi83 dice:

Heheee... dai ti saprò dire! Comunque io sono sempre a favore dell’artigianato e Tex lo prendo anche perchè, secondo me,lo si può definire una produzione “artigianale” di un prodotto 100% italiano! Quindi, male che vada, ho semplicemente sostenuto una realtà imprenditoriale italiana, se invece la storia mi piace avrò anche passato delle ore piacevoli nel freddo Nord America.

Tutto vero Salvi83, tranne per il fatto che questa storia in particolare è stata affidata a un noto cartoonist argentino (Lito Fernàndez)

che ha pensato bene di delegare gran parte del lavoro ai suoi assistenti, che hanno realizzato una cosa passabile solo se non si fosse

trattato di uno speciale dedicato al nostro amato ranger. Lo scrittore, che per sua stessa ammissione prepara la sceneggiatura

un po' alla volta, mentre vede arrivare le tavole, è rimasto così amareggiato che ha finito di malavoglia il lavoro, contribuendo

alla poco riuscita resa finale. Chi lo ha visto a colori ha detto che ne esce migliorato, spero almeno che il volume che ti

accingi a comprare sia stampato in quadricromia.

E te lo dice uno che è conosciuto qui per farsi piacere tutto!

Modificato da Dix Leroy

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Comprato! Allora ti dico subito che è in bianco e nero e che a me i disegni non dispiacciono tantissimo, cioè Tex e Carson sono disegnati oggettivamente male, ma i paesaggi, gli ambienti mi sembrano buoni, ricchi di dettagli come piacciono a me. Poi non ho avuto modo di leggerlo ancora, quindi aspetto un po’ prima di dare un’opinione definitiva.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
On 18/8/2018 at 13:59, Dix Leroy dice:

Facci sapere quando hai finito, soprattutto per quanto riguarda il funzionamento di un certo meccanismo

(non narrativo).

 

Ok l’ho letto e che posso dire? 

Innanzitutto che siamo lontani, non geograficamente ma a livello narrativo, da “I Territori del nord-ovest”, ci sono diverse cose che non mi sono piaciute e adesso ve le elenco, poi passo al meccanismo a cui credo ti riferivi.

Prima cosa: i disegni. A uno sguardo più attento devo dire che erano alquanto brutti, ma di questo se ne è già parlato e quindi non mi dilungherò.

La trama, piatta e lineare; il capitano Roscoe che fa pace con Tex nel giro di pochi secondi e senza motivo apparente, pochissimi colpi di scena (e sì che qualche personaggio poteva ben prestarsi al tradimento o al voltafaccia) e il tutto risoltosi con la classica sparatoria finale.

Tex sempre onnipotente e onnipresente, che trascorre gran parte della sua esistenza in Arizona, Texas o comunque stati del sud, ma che conosce il dialetto di una piccola tribù degli indiani del nord, Tex che ha sempre presentimenti corretti manco fosse un profeta, capisco che è l’eroe, ma sempre umano è...

Vi sono inoltre domande a cui non trovo risposta, ad esempio non capisco come alcuni uomini della ciurma possano essere fidanzati con le ragazze indiane, tra l’altro il capitano è perfino fidanzato con la figlia del capo villaggio, ma al tempo stesso non si fanno scrupoli a bombardarne il villaggio e a distruggerne le abitazioni. Non so, ma credo che nella vita reale questo creerebbe una leggere tensione tra me e la mia fidanzata, però può essere che con un mazzo di fiori riesca a far pace...

E poi arriviamo al mostro cannibale, possibile che tutto si risolva con 4 tavole che mostrano in maniera fin troppo semplicistica come potesse muoversi un mostro alto una decina di metri??

ci sarebbe altro, ma è quasi l’una di notte e mi fermo qui...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Una delle storie meno riuscite di Boselli su Tex (per ammissione dello stesso se non sbaglio)... e i disegni non aiutano certo a risollevare la storia.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Contenuto simile

    • Da ymalpas
      Soggetto e Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Roberto De Angelis
      Copertina: Maurizio Dotti
      Periodicità: Mensile 16 novembre 2018
       
      Le avventure di Tex quand’era ancora uno scatenato fuorilegge!
       
      A settant’anni di distanza dalla sua prima apparizione, ritroviamo Tex inseguito dagli sceriffi e dai cacciatori di taglie nel primo numero di una nuova serie, rapida e secca come un colpo di fucile, che narrerà gli episodi sconosciuti della giovinezza del nostro eroe! In questo episodio iniziale, di Boselli e De Angelis, scopriamo l’antefatto mai raccontato del primo, storico albo di Tex, “Il Totem Misterioso”, con la nascita dell’odio tra Tex e il losco Coffin e la tragica storia della bella indiana Tesah, tra sparatorie, agguati e galoppate a rompicollo sul giovane destriero Dinamite!
       
       
       
       

       
       
       © Sergio Bonelli Editore
       
       
    • Da ymalpas
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Alessandro Piccinelli
      Periodicità mensile: Agosto / Settembre 2017
      Inizia nel numero 682 e finisce nel numero 683
       
      La storia del ritorno di Lupe e della figlia.
       
       
       

       
       
       
      © Testi e immagini della Sergio Bonelli Editore.
    • Da ymalpas
      Soggetto e sceneggiatura:Mauro Boselli
      Disegni: Corrado Mastantuono
      Periodicità mensile: Gennaio, Febbraio e Marzo 2015
       
       
       
       
      In Texas, la Luna piena colore del sangue annuncia la scorreria notturna di un predone, Il comanche Charvez, tornato dalla morte per riprendere con se il figlio quindicenne Daniel, cresciuto con la madre Ada e il patrigno Rick, vecchi amici di Tex. Il ranger si mette sulle sue tracce!
       
       
       
       
       
      © Sergio Bonelli Editore
       
       
       
       
          
    • Da Sam Stone
      Torna la formula autunnale del Color Tex: quattro episodi completi, tutti a colori! Color Tex
        Stelle di latta e altre storie Uscita: 20/11/2014
      Copertina: Giulio De Vita
      Il sesto numero della serie di Color Tex ripresenta l'originale formula che ha riscosso immediato successo con il n. 4: quattro episodi completi, interamente a colori, ognuno relizzato da autori differenti, molti al loro esordio con le storie del Ranger!
       
      Stelle di latta
      Soggetto e sceneggiatura: Michele Medda
      Disegni: Michele Benevento
      Colori: Oscar Celestini
       
      C’è chi è onorato di servire la Legge e chi getta la propria stella nella polvere...
       
      Incontro a Tularosa
      Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
      Disegni: Giuseppe Camuncoli
      Colori: Beniamino Delvecchio
       
      Tre uomini si danno appuntamento con la morte in un pueblo del Nuovo Messico...
       
      Nel buio
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Luca Rossi
      Colori: Romina Denti
       
      È peggiore il buio della solitudine o quello sordo e cieco del pregiudizio?
       
      Randy il fortunato
      Soggetto e sceneggiatura: Roberto Recchioni
      Disegni: Andrea Accardi
      Colori: Oscar Celestini
       
      Aveva la fortuna delle canaglie.. sinché Tex non diventò la sua ombra!...
       
       
      Tavole in anteprima:
       


       
      Testi e immagini sono Copyright Sergio Bonelli Editore
    • Da bressimar
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Alfonso Font
      Periodicità annuale: Ottobre 2001


      Chi è il divoratore di anime dall'occhio d'oro? E perchè Jim Brandon, dopo aver letto l'enigmatico messaggio che ne fa menzione, abbandona i suoi uomini e si allontana, da solo e in borghese, nei territori del Nord' Tex e Carson, chiamati da Gros-Jean, si gettano subito sulle tracce dell'amico scomparso, su cui grava, oltretutto, l'infamante sospetto della diserzione, ma dovranno fare molta attenzione? Ai pericoli dell'inverno che arriva si aggiunge, infatti, una minaccia misteriosa e sinistra: quella dello Spirito del Vento, il terribile Wendigo!



      [ Nota: il messaggio iniziale di questa discussione è stato modificato per consentire l'inserimento dei dati della storia ]



      Altra storia ambientata in questi posti che solo a prendere in mano l'albo mi viene freddo... e tutti con le loro giacchette di pelo sopra alla camicia... mah..
      scherzi a parte io francamente non ho apprezzato troppo questa storia, forse un po' troppo fantasiosa per i miei gusti, anche se la trama mi è parsa ben sviluppata e con un buon ritmo.. il fatto è che preferisco storie più tradizionali e canoniche...
  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.