Jump to content
TWF MAGAZINE N°19 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
Sign in to follow this  
Sam Stone

[640/642] Giovani Assassini

Voto alla storia?  

89 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

Vorrei dire la mia su questa storia, recentemente conclusa, che io ho trovato molto buona. Anzitutto, ho apprezzato molto il ritorno di due villain che, in passato, avevano avuto molte potenzialità ma che non erano stati approfonditi come si deve. Durango, anzi, non era quasi stato approfondito: compariva, sparava, ammazzava, e faceva un brutto volo nel fiume. Tuttavia, in un certo senso, si intuiva che quello non era un killer come gli altri. Diciannove anni e dice di aver seguito Tex nella prateria senza che il ranger se ne accorgesse. In più ammazza con una freddezza disarmante, e rivela un'abilità non comune. Il vero personaggio-chiave della storia era Hank, il contadinotto ex-fuorilegge, ma questo è un altro discorso. Però le gesta di Durango, in un certo senso, erano una copia di quelle del Kid. Entrambi compaiono e dimostrano subito la loro abilità, entrambi sono avversari del ranger, entrambi sono giovanissimi (il Kid manco era maggiorenne, all'epoca dei fatti di Heaven!). Devo essere sincero, quando ho visto la faccia di Durango in quella posada messicana, dopo essere stato riconosciuto dal bounty hunter, ho fatto un salto così. Era lui, inconfondibile nel suo sorrisetto strafottente anche per chi (come me) non ha amato alla follia "Terre maledette". E in più, nella scena della chain-gang, TUTTO mi aspettavo, meno il ritorno del Kid, MENO ANCORA che i due fossero fratelli. L'odore di grande storia aleggiava, la certezza l'ho avuta quando ho visto che la missione è stata assegnata ai pards da Morrow (NB: Morrow compare in tre storie, compresa questa, e tutte e tre sono eccellenti). Molto piacevole, poi, l'introduzione della new entry Dallas, risoluta come i due fratelli. Molto bello come vengano approfonditi i due personaggi, come venga raccontata la loro storia senza creare paradossi (Kid aveva detto, in effetti, di aver ammazzato il suo patrigno, maestro di scuola, a tredici anni...), a parte una piccola anacronia nella data di morte di Laney Senior. La storia si evolve bene, e i due riescono addirittura a tenere, seppur per breve tempo, in scacco i pards. Bellissimi lo scontro finale alla miniera e la vendetta in extremis del Kid, un vero giustiziere che, pur con quattro proiettili in corpo e un braccio fuori uso, trova la forza di ammazzare Murdock e Gradson. Lascia tuttavia un po' l'amaro in bocca vedere come è ridotto il ragazzo alla fine di tutto. Voto: 9 abbondante

Share this post


Link to post
Share on other sites

ll fatto che Kit esprima una certa ammirazione, come la chiama Tex, per Kid Rodelo potrebbe non essere casuale. Forse Borden ha voluto farci capire che Kid non è una carogna come Durango, è un criminale ma ha delle attenuanti rispetto al fratello maggiore e probabilmente avranno un destino diverso.

Più diverso di così!!! laughing

Mi aspettavo la morte di Durango e anche il ravvedimento di Dallas, altrimenti la presenza di Mike con i nostri non avrebbe avuto senso, faceva intuire chiaramente che avrebbe ritrovato la sua amata sana e salva e... buona <_< Magari anche questo è legato al famoso seguito e forse scopriremo che Dallas è ricaduta nel vizietto delle rapine e Mike è il suo complice :bandito::D
Ovviamente non mi aspettavo ciò che succede a Kid Rodelo e neanche l'omai famosa, o forse dovrei dire famigerata eno, votazione. La critica che ho letto su ubc secondo me è figlia del mito per il quale Tex non sbaglia mai. Non voglio discutere di questa cosa, mi rendo conto che ci sono sensibilit? diverse su tale argomento come su altri quali la centralit? di Tex, il linguaggio ecc. Tuttavia vorrei ricordare, dato che stiamo parlando dell'infallibilit? di Tex nel giudicare gli uomini, cosa dice lo stesso Tex al capitano Lafferty nel finale de Il Pueblo nacosto: Potete esserne orgoglioso, Lafferty! Io mi vanto di scoprirli a naso i farabutti, ma con voi mi è andata male.
E' vero che si tratta di una situazione diversa ma stiamo cmq parlando del naso di Tex che a volte non funziona, forse è raffreddato. :P
Ma secondo me il punto è un altro: sulla base di che cosa si afferma che Tex avrebbe sbagliato? Se Kid torner? a delinquere l'errore non sarà stato il suo, bensì dei due pards che hanno votato in suo favore (e siamo sicuri che si tratti di Carson e Kit? Non facciamoci ingannare da ciò che dice Kid su Tiger Jack, lui non lo conosce per niente, non può sapere quali sono i suoi valori, le sue sensibilit? e quindi il suo giudizio :old:) oppure devono essere infallibili anche loro?
L'ipotesi di un Kid buono al fianco dei nostri non la voglio prendere in considerazione per niente! Da lettore di Zagor non mi è piaciuto il perdono concesso a Capitan Midnight alias Nat Murdo, anche lui con una devastante menomazione fisica e con delle attenuanti (l'amore per Lady emma) che non ritengo sufficienti.
Io penso che nel seguito le cose andranno in questo modo:

Kid all'inizio cerca di condurre una vita tranquilla, quindi la scelta di Tex di non imporre la sua autorit? e di metterla ai voti si riveler? giusta. Poi però succeder? qualcosa che lo spinger? di nuovo verso il crimine e la violenza, e l'onore del naso di Tex sarà salvo :lol2::indianovestito:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anzich? ai voti la prossima volta se lo giocheranno a "rubamazzetto".....  >:azz:  eno

Ma in democrazia si usano i voti. L'analogia non è pertinente. Non è una partita d'azzardo ma una scelta condivisa. A me pare che dimostri la maturit? dei pards.(meno quella di certi lettori :lol2: )

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anzich? ai voti la prossima volta se lo giocheranno a "rubamazzetto".....? >:azz:? eno

Ma in democrazia si usano i voti. L'analogia non è pertinente. Non è una partita d'azzardo ma una scelta condivisa. A me pare che dimostri la maturit? dei pards.(meno quella di certi lettori :lol2: )i
in democrazia si usano i voti e qualche volta anche gli zappetti di legno per tirare a sorte la scelta di quale strada prendere per stare addosso ad un pericoloso delinquente.? successo anche a Tex in versione GLB uy (corvo59 alias admin di bs)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi approprio di un consiglio dato da William Shatner, nell'ambito di una convention, ad alcuni megaiperstrafanatici trekkers : < Get a life ! > ed io aggiungo... con tutti gli annessi e connessi !!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Corvo59  in democrazia si usano i voti e qualche volta anche gli zappetti di legno per tirare a sorte la scelta di quale strada prendere per stare addosso ad un pericoloso delinquente.
? successo anche a Tex in versione GLB  lupe.gif

Veramente l' Tex ha barato con gli zeppetti ( se non ricordo male ) per mandare i pards sul sentiero più sicuro e prendere lui il rischio della caccia al bandito, quindi nessuna democrazia !!

Ma poi di che democrazia si parla, Tex decide in base alle sue proprietà individuali e ogni tanto sta a sentire i pards ma non fa votazioni ( che siamo nel M5S è ) e non d' retta ad un estraneo a meno che sia su territorio sconosciuto e si debba affidare a persone amiche, allora funziona la consultazione dei terzi.
Diciamo papale papale che è un finale costruito per un < segue > è quindi era una soluzione funzionale - stop ....
X Havasu, Shatner ha avuto successo grazie ad un personaggio che affrontava l'avventura a viso aperto senza mai tirarsi indietro e rischiando il tutto per tutto decine di volte, se avesse fatto "get a life" in Star Trek la serie non sarebbe mai nata e lui non starebbe alle convention dei trekkies ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

X Havasu, Shatner ha avuto successo grazie ad un personaggio che affrontava l'avventura a viso aperto senza mai tirarsi indietro e rischiando il tutto per tutto decine di volte, se avesse fatto "get a life" in Star Trek la serie non sarebbe mai nata e lui non starebbe alle convention dei trekkies ...

"Get a life" rivolto a certi fans fanatici significa "Fatevi una vita","Pensate ad altro, non solo a Star Trek", quindi il tuo intervento non c'entra nulla con la frase suddetta. Per quanto ancora leggeremo di quella conta alla fine di quell'albo ?Non avete altro a cui pensare ?Per esempio farmi gli auguri perchè domani compio gli anni ???

Share this post


Link to post
Share on other sites

Azz... non è il topic degli auguri, ma comunque auguri Havasu......^_^

Share this post


Link to post
Share on other sites

X Havasu, Shatner ha avuto successo grazie ad un personaggio che affrontava l'avventura a viso aperto senza mai tirarsi indietro e rischiando il tutto per tutto decine di volte, se avesse fatto "get a life" in Star Trek la serie non sarebbe mai nata e lui non starebbe alle convention dei trekkies ...

"Get a life" rivolto a certi fans fanatici significa "Fatevi una vita","Pensate ad altro, non solo a Star Trek", quindi il tuo intervento non c'entra nulla con la frase suddetta. Per quanto ancora leggeremo di quella conta alla fine di quell'albo ?Non avete altro a cui pensare ?Per esempio farmi gli auguri perchè domani compio gli anni ???
Io direi di metterlo ai voti:Io voto a favore, Tex, Carson, Tiger e Kit pure. Gli auguri di buon compleanno sono approvati a maggioranza assoluta! :colt:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Auguri fatti in dovuta sede .....

Havasu   "Get a life" rivolto a certi fans fanatici significa "Fatevi una vita","Pensate ad altro, non solo a Star Trek", quindi il tuo intervento non c'entra nulla con la frase suddetta.

Ma infatti specificavo proprio quello che intendi, una cosa è parlare di Tex, un'altra è il farlo diventare parte essenziale della propria vita, io fuori dai forum parlo di tante altre cose, quando sto qui mi diverto con tutto ciò che riguarda Tex, Shatner sul set era Kirk, fuori dal set era un altra persona e probabilmente non riusciva a capire la passione sfrenata di alcuni fans che durante le convention escono di testa per i loro beniamini; io ho visto anni fa in fiera a Roma alcune persone inseguire un losco figuro vestito da Tex per farsi le foto, se non sono sfrenati quelli .....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anzich? ai voti la prossima volta se lo giocheranno a "rubamazzetto".....? >:azz:? eno

Ma in democrazia si usano i voti. L'analogia non è pertinente. Non è una partita d'azzardo ma una scelta condivisa. A me pare che dimostri la maturit? dei pards.(meno quella di certi lettori :lol2: )i
in democrazia si usano i voti e qualche volta anche gli zappetti di legno per tirare a sorte la scelta di quale strada prendere per stare addosso ad un pericoloso delinquente.? successo anche a Tex in versione GLB uy (corvo59 alias admin di bs)
caspita ci sei anche te Admin!! :generaleN: Per quanto riguarda la storia di Gianbart ricordo anch'io questo espediente usato da Tex ma non mi ricordo quale avventura!! Sul discorso farsi una vita... e se fosse la vita a farsi noi? Scherzi a parte, il fanatismo nerd è una cosa distinta dalle accademiche discussioni che avvengono nei forum. Il punto sono quei lettori che discutono su vari argomenti ognuno con la sua tesi, un'altra sono quelli che abbandonano la testata solo perchè, a detta loro e per via di quel finale, Tex risulta snaturato, non è più quello di una volta eccetera. Pareri legittimi, certo, ma secondo me sono un po' esagerati. Ah auguri ad Havasu!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anzich? ai voti la prossima volta se lo giocheranno a "rubamazzetto".....? >:azz:? eno

Ma in democrazia si usano i voti. L'analogia non è pertinente. Non è una partita d'azzardo ma una scelta condivisa. A me pare che dimostri la maturit? dei pards.(meno quella di certi lettori :lol2: )i
in democrazia si usano i voti e qualche volta anche gli zappetti di legno per tirare a sorte la scelta di quale strada prendere per stare addosso ad un pericoloso delinquente.? successo anche a Tex in versione GLB uy (corvo59 alias admin di bs)
caspita ci sei anche te Admin!! :generaleN:
ero qui per rispondere a capelli ma mi ha anticipato borden... che ho semplicemente quotato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me la scelta dei voti è appropriata: Il ragazzo alla fine non ha più una mano ed è costretto ad andare in giro in sedia a rotelle, il che mi sembra peggio della prigione. Però staremo a vedere i due seguiti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dall'albo "Veracruz" di Boselli e Pesce, una divagazione sul tema:


Immagine postata

Immagine postata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rispondo solo ora a causa della mia recente registrazione in questo forum.
Scriverò esattamente quello che ho scritto in un altro forum di Tex.
 

Non sono capace di commentare in modo "tecnico" un fumetto, ma se la storia, per come è stata sviluppata, mi è piaciuta, non posso dire la stessa cosa del suo finale.
La decisione di Tex di mettere ai voti e tutto quel che ne consegue mi ha fatto chiudere l'albo per verificare se davvero avessi letto "Tex" fino a quel momento.
Per carità, non sono il tipo di lettore per cui "Tex deve essere quello di GLB!", no; Però,comunque, anche da un Tex al passo coi tempi, non mi sarei mai aspettato una decisione così.
E' chiaro che così ha voluto lo sceneggiatore, e quindi non mi resta che attendere fiducioso di vedere cosa succederà "nella prossima puntata".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una buona storia rovinata da un finale davvero pessimo.
Per questo motivo ho dato 4.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, la famosa prossima puntata è vicina.

 

Vedremo chi avrà avuto ragione nella famosa, contestatissima votazione.

 

Vedremo le reali condizioni fisiche del giovane assassino superstite beneficiario della suddetta votazione.

 

Vedremo che strada percorrerà la famiglia allargata una volta giunta in Canada.

 

Vedremo cosa borden ha escogitato nel primo seguito di questa storia.

 

Manca meno di una settimana per iniziare la tripla che ci accompagnerà fino ad ottobre.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senz'altro bella questa storia dal "controverso" finale (che personalmente è mi piaciuto molto proprio per la sua particolarità). Non amo invece particolarmente i disegni di Font, troppo "caricaturale" in alcuni volti, poco preciso in altri, meglio nelle scene dinamiche. Qualche scelta nella storia forse è un po' forzata (qualche intuizione di troppo), ma la lettura è sempre piacevole e alcuni passaggi e il bel finale fanno meritare un 9 al soggetto e alla sceneggiatura (ma non più di 7 ai disegni).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trovo le critiche al finale assolutamente assurde: io neanche ci avevo fatto caso. Che assurdità è che i pards debbano essere tutti d' accordo? Allora tanto vale toglierli e lasciare solo Tex: che qualche volta puo' dare ascolto ai suoi pards nonostante abbia dei dubbi: e infatti ha fatto bene. Chi poi ha ancora dei dubbi legga il seguito in cui Tex spiega bene le sue scelte, tra cui quella di far votare anche Mike, e se li tolga. 

A parte questo, la storia è bella, non bellissima ma gradevole. Il pregio migliore sono proprio i fratelli Rainey, tratteggiati psicologicamente a meraviglia. Gli antagonisti veri, invece, sono piuttosto inconsistenti, anche se il loro scontro con Tex é un' ottima scena drammatica.

I disegni sono buoni.

Voto 8

Edited by Grande Tex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giovani Assassini è stata una pietra d'inciampo per alcuni affezionati lettori texiani. 

Dopo averla riletta, ho lasciato passare un po' di tempo per far decantare i miei pensieri, prima di offrire al forum la mia valutazione della storia, retrospettivamente illuminata anche dalla lettura e dalla metabolizzazione di Winnipeg.

 

Le critiche a questa storia si polarizzano su tre fronti:

 

a) I quartetto dei pards ci appare profondamente diviso, in difformità dal canone texiano che ci presnta un affiatamento fuori dal comune;

 

b) Tex dimostra di non essere un leader, ammettendo che sulla sorte di Kid Rodelo si voti;

 

c) se in futuro Kid seguirà la giusta via, allora Tex si sarà dimostrato non più infallibile giudice di uomini, non avendo creduto in lui; ma se invece Kid tornerà a delinquere, allora Tex avrà commesso un grave errore di valutazione nel permettere che venisse lasciato libero, e avrà sulla coscienza crimini e delitti.

 

A mio avviso, le contestazioni non colgono nel segno.

 

Innanzitutto, come ho già rilevato in altra discussione, per quanto affiatati i pards sono quattro teste pensanti, e dunque è implausibile pretendere che non abbiano mai divergenze di opinioni, anche su questioni serie.

 

In secondo luogo, Tex è un leader. Però il leader non si limita a comandare, ma ascolta le opinioni di coloro di cui si circonda e le valorizza, tanto più quanto provengano da persone degne di stima.

Ebbene, a chi ha dato ascolto Tex? Ai suoi storici e fidati pards, di cui si fida e ai quali ha più volte affidato la sua vita (per esempio, ogni volta in cui dice Coprimi!, e si lancia in un'impresa ardua se non disperata); e a Mike, che, sebbene da poco conosciuto, ha con lui condiviso non banali momenti di caccia ai tre fratelli. 

 

Infine, se è vero che Tex ha straordinarie capacità di comprensione del cuore degli uomini, non ha poteri soprannaturali e non è infallibile, né gli Autori, secondo me, ce lo hanno voluto così presentare.

A parte questa riflessione, in realtà ancora una volta Tex dimostra di aver fatto la scelta giusta.

Il cuore di Kid, lo scopriremo, è ancora nero alla fine di Giovani Assassini; ma il ragazzo è pronto a mutare. Il nostro ranger in qualche modo percepisce questi avvisi di cambiamento, e allora sceglie di dare ascolto ai due Kit, che, come Mike, vogliono dargli un'altra chance.

 

Piuttosto, le critiche alla sceneggiatura avrebbero dovuto - a mio parere - appuntarsi su un altro aspetto.

 

Infatti, sin dall'inizio dell'albo, i tre giovani assassini ci vengono presentati con una qualche benevolenza.

Ecco, io non capisco perché ciò accada, visto che sia Kid Rodelo che Durango sono, non ne abbiamo dubbi, spietati criminali e Dallas, pur non avendo materialmente ucciso nessuno, partecipa a rapine in cui è messo in conto che i scappi il morto.

 

A parte tale aspetto problematico, la storia è scritta molto bene e Font la interpreta, a mio giudizio, adeguatamente dal punto di vista grafico.

 

Edited by F80T

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che la ragione del perché ciò accada sia molto semplicemente da identificare nella sensibilità di Boselli, al quale piace offrire dei personaggi grigi; quindi sì, giovani assassini, ma presentati, come dici giustamente tu, con una qualche benevolenza, di modo da rendere il tutto più ambiguo e sfumato e da rendere anche credibile un loro possibile (poco importa che avvenga davvero o no, ma che sia sempre latente) ravvedimento.

Tra l'altro a mio avviso Boselli è sempre stato bravo, perché la mia sensibilità è diversa dalla sua e a me i personaggi grigi tendono a dare un certo fastidio se non affrontati in un certo modo, ma cosa non mi è mai pesata: anche se le simpatiche canaglie di Boselli sono agli antipodi dei miei gusti in quanto a personaggi, non me le ha mai fatte odiare.

Ora che ci faccio caso è però vero che, se le sue storie in genere mi piacciono (escludo Patagonia, I ribelli di Cuba e qualche altra sulla serie regolare... quindi veramente poche, data la mole della sua produzione), quelle che prediligo sono proprio quelle che non hanno questo tipo di personaggio, ma c'entra fino ad un certo punto.

 

A proposito di Kid Rodelo, devo ammettere che, pur avendo molto apprezzato "Giovani assassini", una delle storie più adrenaliniche degli ultimi anni, preferivo la sua caratterizzazione ne "I sette assassini", dove una bella lettura era dovuta dal fatto che in fondo fosse un mostro peggiore degli altri proprio perché apparentemente più normale e rispettabile. Poi certo, salvava Donna uccidendo No Face, ma dal dialogo era evidente che lo facesse più per disprezzo nei confronti di quest'ultimo che per altro (non tocco l'albo da almeno dieci anni, ma ho ancora la scena davanti agli occhi come se l'avessi letto stamattina). 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.