Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
Sam Stone

[643/644] L'indomabile

Voto alla storia?  

53 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Rimanendo però l suo posto di comando nel forte e senza dover subire un processo..
per non parlare di possibili epiloghi pure più "cruenti"...

No, la sorte riservata a Atwood proprio non mi convince....  

 

Io invece non credo sfuggirà al castigo. Il colonnello è chiaramente connivente e una volta che Marton farà il nome del suo complice, cosa credi che accadrà?

2l936f7.gif

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

A mio avviso, nelle vignette postate da Ymalpas Tex si esprime in quel modo perchè vuole provocare Atwood in modo tale che si tradisca o quantomeno perda le staffe in modo tale che il ranger stesso possa rompergli la mascella come si merita ( come si è visto, solo il secondo obiettivo è raggiunto ). A giudicare però da quanto dice Tex a Carson a pag. 112 ( "Marton potrebbe decidere di non parlare" ) e soprattutto dal dialogo conclusivo fra Webster e Nantan, le cose non sono andate come pensava Tex: l'inchiesta sul traffico di armi e whisky si è conclusa favorevolmente per Nantan ( Webster pag. 113: "Non solo sei stato completamente scagionato (..... )ma hai avuto una menzione d'onore e un aumento di salario" ), però, come dice Nantan stesso, "il colonnello Atwood è sempre il comandante di Fort Rucker" e Webster ammette che "la giustizia dei bianchi non è perfetta", segno che o Marton non ha parlato o , se ha parlato, non è stato creduto. Vero che Tex , sempre parlando con Carson, si mostra fiducioso nella possibilità che Atwood faccia un passo falso, una volta o l'altra, ma al momento la cosa non si è verificata e , dato che Boselli non ha intenzione di ripescarlo in storie successive, chissà se si verificherò mai.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mi lascia perplesso il fatto che Tex non abbia "convinto" con i suoi modi "gentili" Marton a parlare... dopotutto, lo sceriffo lo avrebbe assecondato in un tale proposito. Forse però a Tex interessa fino ad un certo punto la testa di Atwood: ciò che per lui è importante è la riabilitazione di Nantan ed in seconda battuta l'arresto di Uday.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La storia è buona. L'unica cosa che mi fa riflettere è il finale. La scelta è legata al fatto di creare un seguito? sinceramente non mi vengono in mente storie dove Tex si fa tanti problemi per arrestare i colpevoli, soprattutto i potenti, solo per paura che poi possono farla franca in tribunale. Boselli mantiene il livello ancora alto delle storie.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Buona storia ma non eccezionale, basata su un tema che noi lettori abbiamo visto milioni di volte su Tex. Straquoto comunque chi, in precedenza, ha ipotizzato che ci possa essere prima o poi un seguito: non è assolutamente da Tex porsi troppe domande sul punire un prepotente, benchè goda di protezioni in alto loco.. In voti, 6 sia alla storia che ai disegni di Ortiz

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Storia che passerà alla storia di Tex più perché è l'ultima disegnata da Ortiz, che per il soggetto e la sceneggiatura. Interessante la psicologia dei personaggi sempre ben delineati, e ritengo interessante anche quel finale "aperto". Voto 7 (anche per i disegni, pur se Ortiz non è stato il mio preferito, il suo tratto era ben caratterizzante nei personaggi nelle storie da lui disegnate).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.