Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
Sam Stone

[647/648] Il Ricatto Di Slade

Voto alla storia  

27 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Su quello hai ragione: con molta forza e manualità, qualche pezzetto di metallo potrebbe bastare (e a Tex, data la tenuta, il materiale non manca certo). Le Tokarev, pistole sovietiche della seconda guerra mondiale, molto più complesse della Peacemaker, erano costruite per essere interamente smontate col solo ausilio di un bossolo. Io, comunque, non oserei smontare una Colt senza almeno un buon cacciavite; ma certo Tex non aveva mani tenerelle come le mie. :D

 

Buon Natale anche a te, borden!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Più che discreta storia di Faraci, in particolare il primo albo, davvero ben costruito nell'intreccio.
Slade, Madison e Maxwell sono personaggi ben riusciti e anche i due pards si muovono in modo convincente.
Nel secondo albo invece ci sono troppe sparatorie, alcune anche piuttosto improbabili, con Tex e Carson che in una situazione addirittura sparano all'impazzata allo scoperto contro nemici più numerosi di loro ( che invece sono al riparo) e ne escono senza un graffio. 
Buoni i disegni.
Storia: 7
Disegni: 8

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Nella prima parte sicuramente c'è qualcosa di buono, ma il tutto si perde nella seconda parte. La scaramuccia con messicani completamente decontestualizzata dalla storia, pendagli da forca come alleati dei cattivi che casualmente abitano sempre nelle vicinanze, per non parlare della soluzione finale: petto in fuori e di corsa contro le pallottole. Non è la prima volta che Tex e Carson escono indenni da situazioni del genere con una sortita, ma garantendosi un'adeguata copertura a vicenda avanzando singolarmente. Un'altra cosa che mi ha lasciato perplesso è stata l'espressione di Slade all'apertura della cassetta, un'aria di soddisfazione e meraviglia inverosimile quando ci si trova di fronte a documenti del quale non si conosce il contenuto, in quella situazione avrebbe dovuto buttare tutto per aria per la delusione di non aver trovato nulla, e si poteva dare risalto in qualche modo con un paio di tavole alla lettura del contenuto avvenuta in seguito come confidato dallo stesso Slade.
I disegni li ho trovati di buon livello e non capisco alcune perplessità sul presunto plagio di un paio di vignette...in una storia in cui ce ne sono un migliaio a che scopo un disegnatore professionista dovrebbe copiarne una o due, per altro molto semplici, che potrebbe disegnare tranquillamente con la sinistra (sempre che Bruzzo non sia mancino) mentre con l'altra è impegnato con la forchetta.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Contenuto simile

    • Da natural killer
      Un'antica civiltà perduta tra le sabbie del Messico!
      TEX  N° : 686
      Periodicità: mensile
      LA CITTÀ NASCOSTA
      uscita: 07/12/2017
      Soggetto: Tito Faraci
      Sceneggiatura: Tito Faraci
      Disegni: Andrea Venturi
      Copertina: Claudio Villa

      Kit Willer è scomparso! Reduci da uno scontro a fuoco contro una banda di spietati rapinatori, Tex, Carson e Tiger vagano nel deserto alla sua ricerca. Ma Kit è prigioniero del misterioso popolo della città nascosta!
       
       

       

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.