Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
Staff Forum

Il Sesso Degli Angeli

Messaggi consigliati/raccomandati

Piu o meno d'accordo con voi per quanto riguarda la sua vita sentimentale.

Rimane aperta la domanda su eventuali sue scappatelle ( nella riserva e fuori ).

Nessuno che ricordi qualche altra vignetta che potrebbe suggerire qualcosa di più su questo personaggio, per molti versi il più enigmatico dei quattro ?

Che sia davvero tutto d'un pezzo è Dai, non ci credo :D

Personalmente mi fa sorridere la sua espressione - quasi di gelosia - ma anche quelle di Tex e Carson, mentre guardano ammutoliti Kit che si allontana con Linda Colter ( si veda Yukon selvaggio ) piantandoli letteralmente in asso:

Immagine postata

originally edited by YMALPAS (11/7/2006, 17:13)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tex e le donne.

Tesah

L' indiana Tesah è la prima donna ad affacciarsi nel mondo di Tex, facendo la sua apparizione nella prima striscia IL TOTEM MISTERIOSO del 1948 ( si veda anche il Tex Gigante n° 1 La mano rossa ).

Figlia del sakem dei Pawnee Orso Grigio, la ragazza è inseguita da un certo Coffin e dalla sua banda e viene salvata in una delle tante gole che si trovano in prossimit? dell'abitato di Calver City, grazie al provvidenziale intervento di Tex.

E' la prima volta che il nostro satanasso salva una donna e questo è un'altro primato di cui la giovane Tesah può gloriarsi.

:P Premio e ricompensa per il nostro Willer?

Non facciamoci illusioni, tra i due c'è un rapporto quasi filiale, Tex infatti la conosce da quando era solo una bambina, anche se non la rivede da più o meno dieci anni ( la ragazza infatti è cresciuta lontano dalla tribù nella scuola dei padri bianchi di Denver ) e Tesah è diventata davvero un bella fanciulla.

Certo la differenza di età non deve essere tanta, Tex è un bel giovanotto intraprendente e lei è l'immagine della donna che qualche anno dopo diventer? Lilyth. Per Tesah, i tempi semplicemente non sono ancora maturi.

E diciamo anche che il primo Galep ce la presenta inizialmente con un leggero abito che solo maldestramente riusciva a coprire le sue grazie. Dopo intervenne la censura attuando profonde modifiche ai disegni originali come potete vedere ad esempio nelle due immagini sotto:

Immagine postata

Immagine postata

Il panorama cambia e non poco... ma non la prospettiva con cui secondo me dobbiamo vedere il rapporto tra il giovane Tex e la giovane Tesah, che rimane probabilmente casto, malgrado la ragazza abbia fatto sognare ( con la fantasia ) generazioni di lettori.

Giudicate voi.

originally edited by YMALPAS (17/7/2006, 10:29)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

"Ugh, ora mi sento a posto, brava Tesah!", sarà malizioso, ma :lol: ...

originally edited by MISTER P (17/7/2006, 11:41)


Si, in effetti, l'immagine estrapolata dal contesto, non solo per le parole di Tex ma anche per la posizione, "imbarazzante" di Tesah, è piuttosto incriminante :D :D :D

originally edited by YMALPAS (17/7/2006, 12:19)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Questa storia della censura comunque è roba da medioevo.

GLB probabilmente strizzava l'occhio al lettore come dici tu P, occorrerebbe vedere qualche altra pubblicazione a fumetti del periodo, oppure qualche film...

Comunque la bella Tesah, quella non censurata :wub: , è davvero piccante :P e ( come vedete sopra ) non sempre si ricorda di tenere unite le gambe :D

Non fraintendete, le suore di Denver pur qualcosa gli avranno imparato :lol: :lol: :lol:

:censura2:

originally edited by YMALPAS (17/7/2006, 14:11)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Se qualcuno di voi ha il primo numero del Tex nuova ristampa... vorrei sapere che vestito indossa Tesah.

Anche se a livello di censura, con l'aria politically correct che tira in questi tempi, la risposta dovrebbe essere scontata.

C'era più libertà di espressione nel 1948, a tutti i livelli artistici, come testimoniato anche dalle immagini postate da Mister P, ed è una cosa davvero triste per i nostri tempi.

originally edited by YMALPAS (17/7/2006, 16:52)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tex e le donne

Lilith

Immagine postata

Liberato Montales, detenuto nell'isola messicana di Tiburon, Tex si reca a Durango per indagare su un sospetto traffico d'armi che vede come destinatari le tribù dei Navajos e dei Piedi Neri ( si veda il Tex Gigante n° 7 - Il patto di sangue ). Il ranger ha però la sfortuna di incrociare sulla propria strada una banda di navajos ribelli che lo catturano e lo portano nel villaggio di Freccia Rossa, dove viene subito legato al palo della tortura.

Una freccia mortale punta minacciosa il petto del nostro tizzone d'inferno.

Ma a un tratto, una svelta figura di donna esce dal cerchio degli spettatori e corre veloce verso il palo del supplizio ponendo la mano destra sulla spalla di Tex? è Lilith, la figlia unica di Freccia Rossa, il capo dei Navajos!

- Che la mano del mio fratello rosso si fermi. Il viso pallido sarà il mio uomo!
- Fulmini! Un matrimonio indiano!

? un matrimonio imposto dalla necessit?, l'alternativa per il ranger è la morte.

- Il viso pallido capisce perchè ho fatto ciò che ho fatto ?
- Credo di sè, Lilith, non mi sposi certo per amore!
- La parola amore suona come il canto di un pettirosso alle orecchie di Lilith, ma essa non l'ha mai intesa dire da labbra d'uomo.

Lilith è stata educata nella missione delle sorelle bianche di Alamosa e odia questa inutile guerra. Si appella così al diritto di prendere Tex come marito, proprio per evitare che inizi a scorrere il sangue tra i navajos e gli uomini bianchi.

- Bene non dimenticher? ciò che hai detto e? non dimenticher? ciò che hai fatto per me, Lilith.
- Tornerai, Tex?
- Torner?, Lilith, e non solo per fare seppellire la scure di guerra!

Tex dice alla moglie che non lo perder?. Ottenuta la tregua dal capo Freccia Rossa, il ranger cerca di scoprire chi fomenta la rivolta tra i navajos e vende loro le armi e per non farsi riconoscere dai suoi nemici si traveste da cavaliere nero: inizia così il mito di Aquila della notte.

Debellato il pericolo rappresentato dal traffico d'armi, il matrimonio di convenienza con Lilith sfocia lentamente in un amore forte e puro. Nell'intimit? della riserva inizia per il nostro tizzone d'inferno il periodo più felice della sua vita, un momento di pace e serenit?, coronato anche dalla nascita di un figlio, che sarà chiamato Kit in onore dell'amico Carson, che lo ha aiutato a sgominare la banda dei mercanti d'armi capitanata da Brennan e Teller.

Ma gli anni felici sono una goccia d'acqua nel deserto. Brennan e Teller, usciti di prigione, sono più che decisi a vendicarsi di Tex. Teller ha l'idea diabolica di spargere il vaiolo tra le tribù navajos, con un carico di coperte infette. Il morbo si propaga velocemente mietendo decine di vittime tra la popolazione rossa. Trovandosi al momento dei fatti nella missione religiosa di Taos in visita al giovane figlio, Tex riesce a salvarsi, non così la moglie. Quando torna al villaggio, è troppo tardi per ritrovare la sua donna ancora in vita. Sui monti Navajos, sulla tomba di Lilith scavata nella dura roccia, il ranger urla tutto il suo dolore. è il tempo della vendetta ( si veda il Tex Gigante n° 104, Il giuramento ).

Gianluigi Bonelli giudic? allora troppo ingombrante la presenza di una moglie nell'universo del suo personaggio. Lilith esce di scena in punta di piedi e raramente il ricordo della donna è riaffiorato nella memoria del ranger. Bonelli non era autore che si abbandonava facilmente a momenti intimistici e retrospettivi, il suo Tex rester? comunque fedele alla memoria di Lilith, non legandosi più a nessuna altra donna. Nizzi la fa occasionalmente rivivere nella storia dedicata al passato di Tiger Jack ( si veda il Tex Gigante n° 384 Furia Rossa ), ne approfittiamo anche noi per rivederla ancora una volta così come l'ha ritratta il grande Giovanni Ticci.

Immagine postata

Lilith, come noi l'abbiamo conosciuta nei numeri sette e otto della serie gigante, nonostante la forte caratterizzazione galeppiana, che ce la presenta piuttosto opulenta nelle sue forme, con la matita dell'artista sardo che disegna generosamente delle bellissime curve, è una presenza poco femminile nell'universo texiano, nel senso che GLB fin dalla sua prima apparizione la raffigura come una donna troppo attiva: al fianco del padre Freccia Rossa, ella è quasi un pard aggiunto per Tex, una donna che interviene quasi con prepotenza nella vita e nelle inchieste del suo uomo, salvo riappropriarsi al momento opportuno delle sue prerogative femminili, nell'intimit? del tepee.

Immagine postata

C'è una bellissima scena a pag. 107, nel numero otto, che vede l'arrivo di Carson nella riserva navajo:

- Buenos dias, senora Lilith! Ogni volta che vi vedo mi sembrate sempre più bella.
- Grazie! Siete molto galante, senor Carson!

E finalmente Tex interviene nella discussione, con una frase dalla portata storica:

- Kit! Se vuoi prendere moglie anche tu non hai che da dirlo! Ci sono nel villaggio due o tre belle ragazze?
- Noo!! Non farmi proposte del genere!

Il mondo bonelliano è quello dell'avventura, dove poco spazio resta per l'amore e il sentimentalismo e la precipitosa risposta di Carson, in un mondo dei fumetti così concepito, anticipava per molti versi la fine di Lilith, una presenza effimera che ha lasciato però una traccia enorme nell'immaginario dei lettori texiani.

originally edited by YMALPAS (19/7/2006, 15:45)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Dal # 192 (IL TESORO DI VICTORIO) Tex, dopo aver inferto una sonora lezione ad uno che ce l'aveva con lui perchè amico degli indiani (il tipo in questione aveva perso il fratello, ammazzato dagli Apaches mentre portava viveri a dei minatori) dice:

"Spiacente per tuo fratello, mister, ma ciò non giustifica il fatto che tu debba odiare tutti gli Apaches per un delitto commesso da alcuni di loro! Dovremmo forse essere tutti impiccati o mandati a marcire nei penitenziari, solo perchè siamo di razza bianca come centinaia di brutali assassini e tagliagole che infestano il West uccidendo coloni indifesi o seminando la morte nei loro assalti alle diligenze e alle banche?"
"Al diavolo! Parli così perchè non hai mai provato cosa vuol dire perdere qualcuno!"
"Ce l'ho anch'io una tomba da ricordare, mister!"
"?"
"Una tomba in una valle della riserva Navajo dove riposa mia moglie morta per colpa di trafficanti bianchi!"
"?!"
"Detto questo, cosa avrei dovuto fare, secondo te? Cominciare a odiare tutti i trafficanti che bazzicano l'Arizona?"

originally edited by MISTER P (19/7/2006, 22:54)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tra Tex e Lilith non e' stato sicuramente un colpo di fulmine ma un sentimento che e' poi venuto dopo.
GL. Bonelli non ci ha fatto sapere molto sul quel periodo ne' quando Kit era piccolo.
Sarebbe bello in futuro leggere qualcosa in riguardo.

originally edited by ANTHONY STEFFEN (20/7/2006, 18:46)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tex e le donne

( da La mano rossa a Doppio gioco )

Prendiamo in esame alcune delle figure femminili che appaiono fino al sesto numero della serie gigante, quello cioè che precede l'incontro e il matrimonio con la bella Lilith.

Premetto innanzitutto che quello che stupisce nei primi sei albi è la presenza, numericamente imponente, delle donne, tutte bellissime?

Segnalo anche una leggera prevalenza delle more sulle bionde.


A Silver City, Joan Baker collabora con il padre, che è proprietario di una tipografia, nella realizzazione del locale quotidiano. Tex Willer, l'uccisore solitario è giunto in città, recita la prima pagina. E il ranger, fresco di nomina, non gradisce. Entra e subito sbotta arrabbiato:

- Ehi tu! Si può vedere quel buffone che ha stampato quel pezzo di carta ?

Inviperita, quella che sotto un cappello da cowboy si rivela essere una graziosa ragazza, risponde al nostro satanasso per le rime:

- Il buffone sono io, ma se intendete alludere a chi ha scritto l'articolo, potete parlare con mio padre?

Immagine postata

Un incontro davvero poco sentimentale, la figlia di Sam Baker è un bel grano di pepe? ci dice il padre, ma anche un angelo, ma da quando la città è caduta nelle mani di una banda di avventurieri senza scrupoli è diventata peggio di un serpente a sonagli! I bandidos si faranno vivi poco dopo e Tex avrà quindi modo di difenderla?

Immagine postata

Marie Gold, una bionda dai precedenti burrascosi, proprietaria del Jolly Bar e associata al malvivente Bud Lowett, appare qualche pagina dopo. I due sono a capo proprio della banda di avventurieri che ha tanto irritato la bella Joan. Rivediamo in breve la scena dell'incontro di Tex con l'affascinante maliarda:

- Uh! Marie Gold, vero ?
- Chi ve l'ha detto ?
- La vostra faccia, mi è stato detto che la padrona del Jolly Bar è la più bella donna del west?

Poco dopo il ranger si corregger? e la definir? più semplicemente la più bella donna dell'Arizona. La sostanza cambia poco, vediamo un personaggio che cerca di essere compiacente verso delle donne, che l'abile mano di Galep disegna come delle maggiorate pin up!

Immagine postata

Lily Dickart, al fianco del fratello prestigiatore Mefisto, è una spia al servizio dei messicani, un'altra bionda "cattiva" che dominer? la scena del terzo albo da autentica protagonista. La sua bellezza non incanter? il ranger, che nel numero 502 faticher? a riconoscerla.

Immagine postata

Cora Gray, in arte Satania, compare invece nel quinto numero come associata del Golden Horn, il locale di cui è proprietario l'amico Jim Cameron. Un'altra avversaria del ranger, che citiamo ad onore della cronaca, soprattutto in ragione dell'incontro che si pone, come vedete dall'immagine sopra, sulla falsariga di quello di Marie Gold.

Immagine postata

Una piccola menzione anche per la piccola bionda Lou, entraineuse in uno dei tanti locali di Maricopa, che Tex chiama ironicamente bella signora, solo per strapparle qualche informazione sul traffico di sigarette di contrabbando su cui sta indagando. Come si avrà modo di vedere prossimamente, il ranger non sempre si dimostrer? così ben disposto nei confronti di queste prostitute di basso rango.

Immagine postata

La mora Milly Copland, che appare sempre nell'albo Satania, si pone invece sulla scia delle donne, aggiungerei vedove, indifese. Dopo la morte del marito, ingegnere capo di una miniera, ucciso mentre ritornava a casa perchè aveva scoperto qualcosa di losco, la donna è tormentata dall'assassino, un certo Amos Benton che della miniera è invece il sorvegliante capo, che l'aggredisce per ritrovare il diario in cui l'ingegnere aveva trascritto le sue compromettenti rivelazioni.

Immagine postata

Nel piccolo villaggio di baracche di Devil's hole, la bella Milly non è la sola a subire i soprusi del cinico Amos. Anche Dora Linyard, la figlia del proprietario della miniera ha subito minacce tanto pesanti, che l'hanno spinta a dare il suo consenso al fidanzamento ( e quindi a un futuro matrimonio ) con l'esimo mister Benton:

- Salvatemi, Willer! Salvate me e mio padre! Lui non sa in quale inferno vive? non esce mai con nessuno? ma io? io so! Siamo in potere di veri banditi!

Il tema delle donne indifese da salvare si fa sempre più frequente nella serie proprio a partire da questo numero. Lupe Velasco è una giovane messicana, ingenua e romantica. I suoi genitori morirono quando ancora era troppo piccola per ricordarsi di loro e lei è stata allevata da un vecchio zio che lavora nella grande fazenda di Don Esteban, il granduomo che la voleva nel suo letto? Lupe è scappata dal villaggio, pronta a lasciarsi morire di fame, piuttosto che far ritorno al pueblo di Las Bolas:

- Da quando sono scappata dal villaggio non ho più mangiato. Del resto, cosa importa è Io voglio morire e per morire basta non mangiare?

Ma qualche minuto dopo, dimenticando i suoi "truci" propositi, la ragazza messicana farà onore al modesto e sostanzioso pasto preparato da Tex, che ricever? in cambio nientemeno che una proposta di matrimonio da parte della giovane verginella:

Immagine postata

Le immagini si commentano da sole e basti pensare che nell'albo successivo il ranger ricever? una nuova proposta di matrimonio, che nel campo indiano, sotto la minaccia delle armi, non si sentir? proprio di rifiutare!

Immagine postata

Non resisto alla tentazione di postare anche questo primo piano di Lupe, che ancora una volta ci mostra il disegnatore prediligere delle forme piuttosto ampie, un invito? che davvero non può che incitare ( anche se forse sarebbe meglio il verbo eccitare ) i maschietti alla lettura!

originally edited by YMALPAS (16/8/2006, 15:37)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sarebbe ottima la disamina di Ym, se non si basasse sulle versioni censurate degli albi nei primi '60. Ad esempio, Tex nell'originale, non dice a Lou "signora", ma "biondona"! E Mary Gold, Lily Dickart, Cora Gray e forse la stessa Lou hanno le spalle scoperte ed ampi decolt?

originally edited by MISTER P (16/8/2006, 16:18)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo tutte le immagini sono tratte da ristampe dei primi anni '70.

In effetti queste revisioni sono detestabili, ma le vignette che ho inserito credo aiutino molto a capire il clima da caccia alle streghe che regnava in quegli anni...

A questo punto si può aprire una nuova discussione sulla censura nei fumetti partendo da:

1 ) un'analisi storico-sociologica,

proseguendo con :

2 ) un'analisi dettagliata dei tagli e dei profondi cambiamenti operati da questa in seno agli albi di Tex,

concludendo quindi con:

3 ) una breve disamina sugli interventi correttivi apportati nelle varie ristampe, anche a livello di copertine.

Temi da trattare singolarmente uno per volta, evitando gli spam ( piccolo avvertimento per Due :P )

originally edited by YMALPAS (16/8/2006, 17:06)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tex e le donne.

Nellie Delaney

Immagine postata

La ranchera Nellie Delaney, ne Il Fuoco [ # 16 ], è una delle primissime vedove in grandi difficolt?.

Sotto il falso nome di Rod Nelson, Tex si fa assumere come guardiano dei pascoli del suo ranch, allo scopo di aiutarla nel far fronte al cattivo di turno, un tale chiamato Brawley, proprietario a sua volta del ranch O. B., che tenta con mezzi poco leciti di impadronirsi delle sue terre.

Sbarazzatosi del soprastante Redmond, che era nelle busta paga di Brawley, Tex rivela alla donna la sua vera identit?, e vedendola in lacrime, mano nella mano, la conforta? come meglio può un tenero consolatore del suo stampo:

- Intorno a voi avete anche degli amici, più di quanto possiate immaginare, non dovete lasciarvi abbattere così.
- Voi? voi non sapete in quali difficolt? mi stia dibattendo! Fra un mese dovr? far fronte alla scadenza di un'ipoteca con la banca? e se non potr? ottenere un rinnovo sarà costretta a vendere l'intera mandria rovinando così l'allevamento, e Redmond dice che la banca non accetter? di rinnovare l'ipoteca sul mio ranch.
- Cosa ne sa Redmond ?
- è Redmond che ha trattato con la banca, e se Redmond che è in buoni rapporti con la banca, dubita della possibilità di un rinnovo, vuol dire che deve averne già parlato.
- Mmm? Posso rivolgervi con tutta franchezza una domanda ?
- Certamente signor Willer!
- C'è qualcosa che vi lega in modo particolare a Redmond ?

Redmond costituisce per la donna solo una preoccupazione tra le tante che la opprimono, egli vorrebbe infatti sposarla, tanto più che la donna è debitrice di duemila dollari nei suoi confronti.

Il ranger mette mano al portafoglio, prendeteli signora Delaney, suvvia! Non fate complimenti! Non volete accettare un prestito da un amico ?!?

Questa è sicuramente una delle scene più sentimentali dell'intera serie: tra i due personaggi si crea un rapporto tenero, che siamo però ben lontani dal poter definire amoroso.

Un rapporto che sarà rinforzato dalle crescenti difficolt? in cui il ranch incorre, in seguito ai continui soprusi della banda campeggiata dal "rispettabile" signor Brawley. Ma Nellie, ancora attaccata al ricordo del marito, è una donna che la solitudine non spaventa?

Alla fine, morto Brawley, la vedova apprende dal ranger, con grande sollievo, di non doversi più preoccupare per l'avvenire:

- Non so cosa dirvi, Tex! So soltanto che ora potr? guardare con più fiducia all'avvenire. Come potr? ricompensarvi ?
- Preparandomi un buon caff?, Nellie.

Fine dell'episodio. Un caff? e non una notte di passione. Fatta giustizia, il nostro tizzone d'inferno è già pronto per una nuova avventura.

Il filone delle vedove in difficolt? non si esaurisce ovviamente con questa breve storia, avremo modo di rivedere delle scene simili, forse anche più esplicite, in cui il distacco del ranger sembrer? meno vistoso e più apparente!

In questa storia, il fuoco rimane quello che divampa nel ranch della povera donna... non il fuoco che scorre nelle vene dell'illustre satanasso!

originally edited by YMALPAS (20/8/2006, 15:01)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Meno male che Ymalpas mi fa ricordare degli episodi dei primi numeri di Tex che avevo rimosso dalla mente. Purtroppo quei numeri li lessi nei primissimi anni '90 quando iniziai la collezione e francamente non me la sentirei di rileggerli.
Ritornando all'argomento e' impressionante come col passare del tempo la presenza delle donne nelle serie e' andata a scemare.
Negli anni '50 quando usci' "Il Fuoco" in Italia le maggiorate facevano girare la testa agli italiani e credo anche a G. L. Bonelli e a Galep che proponevano sempre belle donne con un seno pronunciato. Come faceva Tex a tenere a bada i suoi ormoni con donne simili a fianco?Per di piu' vedovelle da consolare?Fantascienza!!!

originally edited by ANTHONY STEFFEN (21/8/2006, 01:55)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ho riletto ripetutamente tutti i testi delle scene che vedevano un dialogo tra i due protagonisti de Il fuoco, alla ricerca di qualche elemento o parola che potessero giustificare la pretesa di un rapporto ancor più tenero della sola amicizia, ma niente.

Come già sottolineato, c'è un forte sentimentalismo che avvolge la storia ma deriva più dal soggetto che dal legame, pur forte, esistente tra il ranger e la ranchera.

Quello che voglio dire, al di l' del tema "sesso", è che Tex non d' mai l'impressione di volersi stabilire nel ranch accanto alla donna, è invece l'eroe di sempre che scappa di avventura in avventura... e forse anche dal ricordo della morte della moglie.

Negli anni '50 quando usci' "Il Fuoco" in Italia le maggiorate facevano girare la testa agli italiani e credo anche a G. L. Bonelli e a Galep che proponevano sempre belle donne con un seno pronunciato. Come faceva Tex a tenere a bada i suoi ormoni con donne simili a fianco?Per di piu' vedovelle da consolare?Fantascienza!!!

Tutto vero Anthony. Anche se tutto sommato Nellie, in quanto a bellezza, sia un gradino sotto tutte le altre ragazze che finora abbiamo visto in scena, resta pur sempre una gran bella donna e la capacità di Tex di resistere ai suoi ormoni, forse deriva più che altro dal solo presupposto che lui è un eroe "di carta" !


Questi primi numeri valgono comunque una rilettura, ho preso infatti in considerazione solo un numero limitato di possibili "partner" femminili, se qualcuno di voi si sente di segnalarne qualcuna in particolare... perchè a questo punto io sarei propenso a fare un "grande" salto temporale in avanti al numero 72.

originally edited by YMALPAS (21/8/2006, 09:52)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tex e le donne.

Laura Dawson

L'incontro avviene a bordo dell' "Oregon" sul fiume Mississipi [ # 72 New Orleans ].

Fazzoletto nella mano, questa bella miss si asciuga come meglio può le lacrime che le rigano il viso, attraendo così l'attenzione dei due pards, che la invitano a bere un buon cordiale che le ridar? un p? di calma e il coraggio di raccontare la causa di tante lacrime.

Immagine postata

L'episodio è in se è davvero poco sentimentale, ma rientra comunque a giusto titolo in questa discussione per due motivi.

1 ) Non è facile vedere una ragazza stretta al petto del ranger ( immagine sopra )
2 ) E' altrettanto difficile vedere una ragazza che bacia Carson, seppure sulla fronte ( immagine sotto ).

Immagine postata

L'incontro con una giovane ragazza in difficolt? su un battello è stato ripreso da Nizzi nella storia Yukon selvaggio, dove Linda Colter veniva corteggiata ( vanamente ) da Kit Willer.

Difficile sapere come sarebbe andata a finire se Piccolo Falco fosse stato presente. Ma forse è meglio continuare ad ignorarlo...

originally edited by YMALPAS (24/8/2006, 10:59)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io sulle donne di Tex ho fatto tutto un altro ragionamento: i fumetti di Bonelli presentano mille personaggi diversi, ognuno ha le sue caratteristiche. Tex è un fumetto western dove i personaggi devono essere casti e puri, quasi "dare l'esempio" o cmq essere del tutto assenti da una vera vita sentimentale (passi poi il Carson di Boselli, gli altri, scusate, dan proprio l'idea di 4 pards omosessuali, o almeno di 2: Kit e Tiger), dove vi è una forte misoginia (e non negatelo) forse perchè lo controlla Bonelli in persona (che non riscuote le mie simpatie), dove mai una donna potr? dire "Cristo Santo, Dylan, ma cosa vuoi da me? Abbiamo avuto tutti e 2 ciò che volevamo, e ce la siamo spassata tutta la notte" (Eleonor in "Il battito del Tempo") oppure "Tu sei uno di poche parole, Demian, quindi anche questa volta, non dire nulla" (da "Il ricordo e la vendetta").

Dylan Dog, al contrario, è un fumetto che di bonelli ha solo il nome, mentre tutto il resto si può dire di matrice Sclavi, basti pensare alle piccole frecciatine politiche (se il comunismo è morto, perchè i poveri esistono ancora?" dice Groucho una volta "E poi a te i borghesi non piacciono? Non sei un po' di sinistra?" ricorda Bloch al giovane Dylan innamorato di Lillie Connelly, e sempre Bloch, a proposito di una banda di figli di pap? teppisti "Ora dovremo evitare che ci sia il silenzio stampa su QUESTI mostri".

Magico Vento è un fumetto più attuale, invece, dove si mostra un wetsern più cupo e non nuovo alle violenze, dove i nudi femminili appaiono decisamente di frequente (ricordiamo l'esorcismo di una giovane donna indiana da parte del protagonista stesso), meno legate alle tematiche "antiquate" che permeano Tex, paragonabili a quelle di DIabolik, dove da decenni vediamo solo baci holliwodiani tra due personaggi che ormai dovrebbero sfiorare i quaranta ani (se non i 45 lui e i 38 lei), cosa assolutamente ridicola (ammettiamo che si siano conosciuti sui 30 di lui e i 23 di lei).

Io vedo in Bonelli il vero motivo per cui il suo Tex non si discosta mai dal Tex legato alla censura anni '50, semplicemente perchè lui HA deciso (sbagliando, a mio parere) che le donne debbano essere o sceme o criminali, e comunque idegne dell'attenzione del nostro Tex...

originally edited by Grand Admiral Thrawn (24/8/2006, 13:21)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Volendo, possiamo preparare anche noi dei trafiletti da inserire nella discussione?

Non solo puoi, devi Due! La discussione non è proprietà privata, che diamine!


Io vedo in Bonelli il vero motivo per cui il suo Tex non si discosta mai dal Tex legato alla censura anni '50, semplicemente perchè lui HA deciso (sbagliando, a mio parere) che le donne debbano essere o sceme o criminali, e comunque idegne dell'attenzione del nostro Tex...

Non sarei così drastico, Grand Admiral Thrawn!

Certo molto di quello che dici è vero, ma questa discussione si sforza di dimostrare che malgrado tutto, qualche accenno all'amore e al sesso esiste... a questo punto, mi aspetto un commento sulla scena contenuta nell'albo - La caccia - che metter? online tra qualche giorno...

originally edited by YMALPAS (24/8/2006, 14:29)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

<b>Tex, Carson e le... donne!</b>

L'immagine che vedete sotto riporta una celebre scenetta che potete rivedere anche nell'albo <b>La caccia </b> [ # 96 ].

I testi sono di Gianluigi Bonelli, disegni di Letteri.

Si tratta di un episodio quasi unico nell'infinita saga del ranger del Texas, che mostra quello che avviene "dietro le quinte" all'insaputa dei lettori.

Carson, come dimostra anche la storia d'amore di matrice boselliana, quella con Lena Parker, che di mestiere faceva la cantante in un saloon, sembra particolarmente attratto da questo tipo di figure femminili.

L'atteggiamento di Tex, nell'ultima vignetta, lascia intuire il fatto che egli non sia per niente contrario a questo tipo di rapporti, che nel west dovevano comunque essere un p? la norma.

Lo rivedremo prossimamente protagonista di una scena simile, seppure sceneggiata da Nolitta.

Personalmente ritengo che questa immagine contribuisca a fugare ogni dubbio sulla vita sessuale dei quattro pards ( escluso forse Tiger ).

Immagine postata


originally edited by YMALPAS (25/8/2006, 10:51)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Si tratta di un episodio slegato dal resto della storia, a mio avviso Bonelli si è voluto divertire un poco con i lettori, in una tavola che dice tutto e niente.

Forse già a quei tempi giungevano lettere che chiedevano spiegazioni sulla vita - privata - dei quattro paladini del west...

Una cosa comunque mi sembra ovvia: Carson è un grande mattacchione, del resto spesso lo si vede lontano dalla riserva che ritorna... accolto dai sorrisi sornioni del resto della banda.

Comunque P evitiamo gli eufemismi come "interagire", se Tex non fosse giunto in tempo per trascinarlo alla stazione dubito che Carson si sarebbe tirato indietro all'ultimo momento.

Quando Tex gli dice: "Ehi furbacchione, chi diavolo era quella pellegrina?", sembra sfotterlo un p?...

Peraltro davvero difficile credere che Tex sia un'anima candida: anche se probabilmente è più insensibile al fascino delle donne, non vuol dire che sia uno che le ami meno.

Siamo comunque solo agli inizi della nostra analisi, vedremo di precisare meglio questo rapporto con nuovi apporti che lo vedano protagonista.

originally edited by YMALPAS (25/8/2006, 14:12)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Si tratta di un episodio slegato dal resto della storia, a mio avviso Bonelli si è voluto divertire un poco con i lettori, in una tavola che dice tutto e niente.

Forse già a quei tempi giungevano lettere che chiedevano spiegazioni sulla vita - privata - dei quattro paladini del west...

Una cosa comunque mi sembra ovvia: Carson è un grande mattacchione, del resto spesso lo si vede lontano dalla riserva che ritorna... accolto dai sorrisi sornioni del resto della banda.

Comunque P evitiamo gli eufemismi come "interagire", se Tex non fosse giunto in tempo per trascinarlo alla stazione dubito che Carson si sarebbe tirato indietro all'ultimo momento.

Quando Tex gli dice: "<i>Ehi furbacchione, chi diavolo era quella pellegrina?</i>", sembra sfotterlo un p?...

Peraltro davvero difficile credere che Tex sia un'anima candida: anche se probabilmente è più insensibile al fascino delle donne, non vuol dire che sia uno che le ami meno.

Siamo comunque solo agli inizi della nostra analisi, vedremo di precisare meglio questo rapporto con nuovi apporti che lo vedano protagonista.

non credo che tex sia presentato come "meno sensibile"al fascino femminile, solo meno provolone!con carson ci si prende qualche licenza ironica in più perchè il personaggio lo permette essendo, appunto, più mattacchione!vedere tex in queste situazioni semicomiche con belle signore striderebbe moltissimo col personaggio, e presentarcelo impegnato in una relazione "seria" sarebbe fuori luogo!


originally edited by RANGER GIRL 81 (26/8/2006, 19:00)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tex e le donne.

Lilly Bijoux

Premetto innanzitutto che concordo anche io con quanto affermato da Rangergirl81 :P è venuto comunque il momento di introdurre in questa discussione proprio una di quelle scene semicomiche con "belle signore" che vede protagonista Tex ( e Jim Brandon ).

La bella Lilly Bijoux ( i disegni sono di Fusco, testi di Nolitta ) si esibisce nel Roman Palace di Great Falls ( # 203 - Il cowboy senza nome - pag 103 ).

Immagine postata

Tex che dopo le passate disavventure con Mefisto storce il naso ogniqualvolta si trova faccia a faccia con un prestigiatore, contribuisce vistosamente all'allontanamento del Mago di Parigi, sparisci ometto? fuori le ragazze! Il suono dell'organo accompagna così l'entrata di Lilly Bijoux e delle Boston Sisters.

- Niente male, eh Tex ?
- Complimenti mister Willer!? chi l'avrebbe mai pensato di trovarvi in questo covo di peccatori ?

Una mano si poggia sulla spalla del ranger, fino ad allora troppo assorto nella contemplazione dello spettacolo per accorgersi dell'approssimare dell'amico Jim Brandon e della Giubba Rossa Donovan.

Poco dopo li ritroviamo tutti seduti allo stesso tavolo e Tex si scusa come può con il capitano della Mounted Police canadese:

- In quanto alla tua maligna insinuazione di poco fa, ti prego di cancellarla dalla mente, vecchio satanasso.
- Dovrei ?
- Ma certo!? anche se non posso nascondere di avere invocato a gran voce le ragazze? però non è stato per guardare quel branco di gallinelle che stanno sgambettando sul palcoscenico.
- Proprio sicuro ?
- Ci puoi scommettere, volevo solo levarmi dagli occhi quel dannato prestigiatore. Tutte le volte che vedo un tipo in frack e cilindro che si esibisce in una serie di trucchi, mi viene in mente un certo Mefisto.

Non c'è molto tempo per le chiacchiere, Lilly ha smesso di "sgambettare" sul palco e si intrufola tra i suoi ammiratori, in cerca di qualche facile "preda"?

Immagine postata

A Lilly piacciono i manichini in divisa? specialmente nei giorni di paga! Seduta sulle ginocchia del povero capitano, che si sente sempre più a disagio, specie dopo la ramanzina comminata all'amico texano, Jim tira un sospiro di sollievo quando la ragazza si alza per andarsene - torna a cantare, meno male - e quindi pensa bene di squagliarsela - comincio a temere che questo non sia il posto più adatto per esporvi il mio problema, sceriffo.

Certo questa è un occasione persa? soprattutto vedendo Tex cercare così goffamente delle scuse, che non hanno convinto nessuno? Se la bella Lilly ( guardate che gambe! :woot: ) avesse adocchiato il bel ranger invece di Jim Brandon, sarebbero state sicuramente scintille? sarebbe stato cioè tutto da vedersi se i suoi - buoni propositi - decantati un attimo prima, sarebbero stati rispettati o meno?

Non una bella figura quella delle Giubbe Rosse canadesi, ci attendiamo a questo punto un dettagliato resoconto dell' utente GiubbeRosse :D

originally edited by DUE (27/8/2006, 10:32)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.