Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
Sam Stone

[654/655] Inferno A Oil Springs

Voto alla storia  

48 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Storia da cui mi aspetto tanto, vista la mia predilezione per Manfredi che anche su Tex non mi ha mai deluso. Mi dispiace che scriva Tex col contagocce, ma d'altra parte mi auguro che l'esiguo numero di storie del ranger che scrive sia garanzia dell'alta qualita' delle stesse. Come spesso accade nei suoi soggetti, pare aver preso spunto da qualche episodio storicamente documentato prima di iniziare a lavorare di fantasia.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

 

 

In questa tavola Tex non sembra , particolarmente, interessato al bel davanzale..anzi..sembra che voglia coprirlo :azz:

 

Claro, è solo per riderci un po' su, non è certo da questi latitudini che ci scandalizziamo. Vedrai però che qualcuno che abbia da ridire spunterà fuori immancabilmente.

 

 

:azz::censored2:  Una donna quasi nuda davanti a Tex? Non si era mai vista, neanche Gl Bonelli l'aveva mai fatto prima. Maledetti nuovi autori che rovinano le tradizioni e tradiscono il personaggio :bisonte:

8zhblv.jpg

 

:old:

 

 

Io direi benedetti i nuovi autori, invece.

:old:

:bandito::D

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Nel frattempo che aspettiamo l'uscita possiamo ammirare le tavole di Leomacs

 

La prima era già comparsa nelle anteprime del sito SBE.

 

6-Tex-tavole-di-Leomacs.jpg?7fde4a

 

http://www.badcomics.it/galleria/il-tex-delle-prossime-stagioni/6-tex-tavole-di-leomacs/

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il personaggio in primo piano nella prima vignetta della seconda tavola ha un'aria familiare...

 

sarà la pelata o i baffoni spioventi, ma non trovate che somigli al vecchio Damned Dick?

 

damned%20dick%20113.JPG

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Piccola curiosità: il tema del petrolio nel West, per quanto insolito, era già stato affrontato da Manfredi nell'albo No. 4 di Magico Vento "La bestia" (illustrato da Frisenda).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me quel personaggio non è uno dei due amici citati da Natural Killer.

Ha uno sguardo molto più invasato.

Poi se fosse stato Dick o Lefty, l'avrebbero sicuramente scritto nelle anteprime.

 

Staremo a vedere :)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me quel personaggio non è uno dei due amici citati da Natural Killer.

Ha uno sguardo molto più invasato.

Poi se fosse stato Dick o Lefty, l'avrebbero sicuramente scritto nelle anteprime.

 

Staremo a vedere :)

 

Lefty non di sicuro: sta in California a gestire la sua palestra, che ci farebbe 

Damned Dick lo escluderei anch'io. Peraltro quel personaggio non porta il chepì che Dick indossa di solito.

.

Inoltre, per quanto ne so, almeno per il momento Manfredi non sta usando nessuno degli amici storici di Tex così come non usa Kit e Tiger.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sono più che convinto anch'io che nessuno dei due amici storici di Tex da me citati sia presente nel prossimo episodio.

 

D'altra parte la tavola lascia intuire che si tratta di un antagonista...

 

Volevo soltanto far notare come spesso ci si rifaccia a degli stereotipi per rappresentare determinati personaggi (in questo caso il forzuto alto e robusto, calvo e baffi impomatati)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Segnalo dal sito di Fumettologica questo bell'articolo sulla procedura di come nasce un tavola. La tavola in questione è proprio quella della storia in edicola questo mese.

http://www.fumettologica.it/2015/04/tex-leomacs/

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Bella tavola e interessante metodo di lavorazione di Leomax anche se è piuttosto improbabile che tutti gli scatti dal bozzetto alla inchiostrazione finita siano stati realizzati nell'arco dell'intervista...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mi sto chiedendo, data la presenza del titolo "Oro nero" anche nel primo centinaio, se non è il caso di rinominare la discussione con il titolo del secondo albo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mi sto chiedendo, data la presenza del titolo "Oro nero" anche nel primo centinaio, se non è il caso di rinominare la discussione con il titolo del secondo albo.

Stranissimo, sbaglio o non era mai successo che un titolo fosse ripetuto?

A parte che mi sembra che il titolo dell'albo fosse "YUMA" nel primo centenario e non Oro Nero, forse Oro Nero era la storia in generale.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'albo è intitolato "Yuma", contiene due storie: "oro nero" e "yuma",.

 

 

Per essere precisi: l'albo "Yuma" contiene la parte finale della prima storia con Proteus e l'intera storia "Oro Nero" e le prime pagine della storia "Yuma" nota anche come "Gli spietati".

 

 

 

 e fa parte del primo centinaio e non centenario

 

Giusta correzione.

 

Per la cronaca, val la pena di dire che se è vero che che sul mensile non esiste a tutt'oggi un titolo ripetuto, è anche vero che questa non è la prima volta che viene "riciclato" un titolo preso dalle strisce (ovviamente dopo il n.96, in cui cessano le ristampe).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Per la cronaca, val la pena di dire che se è vero che che sul mensile non esiste a tutt'oggi un titolo ripetuto, è anche vero che questa non è la prima volta che viene "riciclato" un titolo preso dalle strisce (ovviamente dopo il n.96, in cui cessano le ristampe).

 

 

Esatto. Ricordo un "Linciaggio".

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Una prima parte della storia piacevole ma non entusiasmante, leggermente al di sotto delle attese che per me con Manfredi sono sempre altissime. Comunque per ora una lettura bella e divertente, una trama cittadina molto classica ma non banale, con diversi personaggi di contorno tutti ben caratterizzati.

 

L'incipit è in questo caso piuttosto insolito e tutto sommato divertente, prima di entrare nel clima teso e pesante della cittadina di Hellsfire. Grande curiosità da parte mia per l'entrata in scena del giudice Felsen "impicca-più-in-alto" nel secondo albo, che si preannuncia come una variabile impazzita in grado di cambiare i rapporti di forza tra le parti... staremo a vedere.

 

Il tema del petrolio per ora fa


solo da sfondo alla vicenda ed appare soltanto nella parte finale dell'albo, dove finalmente vediamo i campi petroliferi - qui Leomacs realizza forse le tavole migliori dell'albo - ma mi aspetto che proprio tra i pozzi di Oil Spring avrà luogo un finale pirotecnico, come nello stile di Manfredi.

 

Una nota stonata, per me,


la sparatoria all'hotel, con Tex e Carson che fanno strage del gruppo di assalitori impiombandoli come piccioni, con un Tex invulnerabile che si presenta davanti a diversi nemici senza minimamente ripararsi... scena un po' eccessiva, a mio parere.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.