Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
Sam Stone

[Color Tex N. 7] La Strada Per Serenity

Voto alla Storia  

28 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

ejtpqv.jpg

 

 

 

 

Soggetto e sceneggiatura: Roberto Recchioni

Disegni: Pasquale del Vecchio
Periodicità annuale: Agosto 2015

 

 

 

Due bambine e la loro madre sono prigioniere di una banda di Apaches rinnegati... Mentre Tex e Tiger cercano di salvarle, Carson e Kit indagano sul boss del crimine che tiene in pugno la cittadina di Serenity... Le due piste e i quattro pards si riuniranno alla fine in una tempesta di piombo!...

 

 

 

 

208cwmu.jpg   10z77h1.jpg

 

 

 

 

© Sergio Bonelli Editore

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mi spiace per Recchioni ma anche questo Color estivo per me rimarrà in edicola. I colori sono agghiaccianti, e anche Delvecchio non è che mi faccia impazzire...

I colori non mi pare siano molti differenti da quelli di tutti gli altri color estivi. Sono curioso della prova di Recchioni su una storia lunga di Tex. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

 

Mi spiace per Recchioni ma anche questo Color estivo per me rimarrà in edicola. I colori sono agghiaccianti, e anche Delvecchio non è che mi faccia impazzire...

I colori non mi pare siano molti differenti da quelli di tutti gli altri color estivi. Sono curioso della prova di Recchioni su una storia lunga di Tex. 

 

 

Credo proprio che i colori ( :( ) siano sempre esattamente gli stessi.

Comunque un albo che comprerò ma tuttavia non ho chissà quali grandi aspettative, non credo sarà all'altezza di Delta Queen, ma comunque staremo a vedere, bella la trovata della sparatoria correndo col carrello anche se potrebbe essere non del tutto farina del sacco di Recchioni, bella scena comunque e bello anche il dialogo della prima tavola.

Sempre benvenuti i disegni di Del vecchio.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

 

Mi spiace per Recchioni ma anche questo Color estivo per me rimarrà in edicola. I colori sono agghiaccianti, e anche Del Vecchio non è che mi faccia impazzire...

I colori non mi pare siano molti differenti da quelli di tutti gli altri color estivi.

Appunto. Agghiaccianti come quelli degli altri color estivi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

A me invece i colori piacciono anche; e Del Vecchio, anche se non rientra fra i miei preferiti, comunque mi aggrada sempre. A spingermi a lasciare l'albo in edicola è piuttosto la firma di Recchioni.

 

Io invece sono piuttosto curioso di vedere Recchioni alle prese con Tex, e non in una storia breve: il lavoro che sta facendo su Dylan Dog non mi convince per niente, ma magari su Tex sarà una rivelazione :)

Sul fronte disegni/colore, invece, per me andiamo male: sulla colorazione del Color Tex estivo sono già stato critico in passato ed è inutile ripetere qui di nuovo il ritornello (mi auguro solo una svolta, in futuro), mentre i disegni di Del Vecchio, da quanto vedo nelle tavole in anteprima, non mi colpiscono particolarmente.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Anch'io non sono molto convinto del suo Dylan Dog, ma la sua unica apparizione texiana, sia pure in una storia brevissima, è stata a mio parere veramente azzeccata. Se a questo uniamo il mio scarso interesse per i colori (e non perché non apprezzi il color Tex autunnale, ma solo perché sono cresciuto, oltre che con Tex, anche con Geppo e Braccio di Ferro, i cui colori, ahimé, non erano molto dissimili da questi...), si capisce perché acquisterò quest'albo senza ombra di dubbio

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

5agj0o.gif

 

 

 

 

9d8f6d53ad070771a6910933810023c4.png la copertina sarà corretta prima di andare in stampa, ripristinando l'iride degli occhi di Carson...

 

9d8f6d53ad070771a6910933810023c4.png la copertina non sarà corretta, come già avvenuto con la copertina dell'albo di gennaio che riportava un'ombreggiatura sbagliata...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Come sarebbe potuto essere il ColorTex estivo con qualche piccola modifica nella colorazione.
 
2wrlrg1.jpg

Di sicuro una colorazione migliore di come la vedremo. Comunque un albo da prendere e poter cosi vedere come Recchioni se la cava con una storia lunga.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La storia potrebbe avere qualche punto di contatto con il texone numero quattro: anche quello era infatti ambientato a Serenity, e il titolo di lavorazione, "Ore di piombo", rimanda chiaramente al titolo del texone "Piombo rovente". Mi aspetterei qualche riferimento alla storia di Nizzi e Zaniboni....

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La storia potrebbe avere qualche punto di contatto con il texone numero quattro: anche quello era infatti ambientato a Serenity, e il titolo di lavorazione, "Ore di piombo", rimanda chiaramente al titolo del texone "Piombo rovente". Mi aspetterei qualche riferimento alla storia di Nizzi e Zaniboni....

 

Scommettiamo sull'omonimia tra le due Cittadine? :D​ 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

 

La storia potrebbe avere qualche punto di contatto con il texone numero quattro: anche quello era infatti ambientato a Serenity, e il titolo di lavorazione, "Ore di piombo", rimanda chiaramente al titolo del texone "Piombo rovente". Mi aspetterei qualche riferimento alla storia di Nizzi e Zaniboni....

 

Scommettiamo sull'omonimia tra le due Cittadine? :D​ 

 

 

Dici che non c'entra proprio niente? La coincidenza tra i due titoli sarebbe incredibile!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Lo ammetto: dopo le idee "innovative" di cui discutemmo qualche giorno fa, questa intervista di Recchioni mi mette di buonuomore: mi aspetto una solida storia di Tex scritta da uno che il personaggio lo conosce - "Tra una storia western e una storia di Tex c'è una bella differenza. In una storia western generica puoi mettere cose che ci starebbero benissimo ma che con Tex non funzionerebbero mai".

Mi piace l'idea di un Tex ricattato da banditi tanto strafottenti da presentarsi addirittura al villaggio navajo, e il fatto che i nostri agiranno divisi!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Contiene spoiler

 

Bello questo colortex!

Si classifica secondo a mio avviso tra i color tex, un soffio sotto Delta Queen.

Ha convinto al 100% Recchioni, soggetto bello, sceneggiature eccellente, il tutto disegnato meravigliosamente da Del Vecchio.

L'unica piccola cosa, non una pecca, un po anormale sta nel modo in cui all'inizio quei due si presentano al villaggio della riserva... un modo abbastanza assurdo (devono essere stati proprio idioti dalla testa ai piedi quei due scalzacani per accettare un incarico così stupido e suicida... oppure erano nati ieri e non conoscevano Tex e compagnia bella).

Per il resto storia spendida, anche se forse avrei preferito le coppie TexCarson e TigerKit.

Nel mio giudizio non ho tenuto conto dei colori, tanto ormai lo sappiamo tutti il solito discorso, comunque secondi me anche questo "scadente?" tipo di colorazione sui disegni di Del Vecchio li rende solo migliori riempiendoli e rendendo più piacevole la lettura.

 

Appena sarà attivato il sondaggio il mio voto è 8.5

Modificato da John Deere

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Preso stamattina.

 

La copertina del mio presenta Carson in versione occhi bianchi, come l'immagine girata in anteprima

 

6rHz9Y7l.jpg

 

Ci sarà anche una variante con gli occhi rifiniti?

 

Stasera lettura, poi seguirà il commento (non ho letto quello di John Deere opportunamente segnalato come spoilerante)

Modificato da natural killer

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Terminata la lettura.

 

RRobe imbastisce una storia di Tex allo stato puro senza fronzoli e caratterizzata da ritmo e azione che sono evidentemente i suoi parametri di riferimento per la scrittura del ranger. Ancora una volta fa valere la sua poliedrica capacità di sceneggiatore con una ottima alternanza delle fasi narrative, buona padronanza dei dialoghi (si vede che Tex lo conosce....) e una sorprendente gestione del quartetto sia quando è in scena al completo che quando si trova diviso nelle insolite coppie Tex & Tiger e Kit & Kit.

Forse poco spazio è lasciato a una caratterizzazione approfondita dei diversi personaggi che si susseguono nell'albo, ma questo può essere interpretato con la volontà di dare maggiore risalto ai protagonisti rispetto al nutrito cast di comprimari. Personaggi come il giudice e il doc ( finalmente un ... collega che mostra qualcosa di diverso dalla capacità di maneggiare aghi e/o bottiglia!) avrebbero meritato un maggior approfondimento, ma anche così il risultato finale è di una storia che si lascia leggere con piacere.

 

Evito qualunque commento che possa contenere elementi di spoiler giacchè l'albo è appena uscito e molti ancora dovranno leggerlo.

 

Un cenno ai disegni di Pasquale Del Vecchio realizzati con un tratto molto pulito e preciso che danno una interpretazione molto vicina ai canoni classici del personaggio.

La colorazione è ben curata e rende merito al disegno di Del Vecchio, anche se mantiene le tonalità monocromatiche che caratterizzano la serie a differenza delle colorazioni che abbiamo potuto apprezzare sugli speciali de Le Storie e di Dragonero. Il color di Zagor presenta colori analoghi a questo di Tex, quello di Julia non so per il protrarsi della mia protesta verso Berardi per la gestione finale della saga di Ken Parker.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Recchioni promosso per questa sua classica e robusta interpretazione del ranger. L'autore dimostra un'ottima conoscenza del personaggio e dei meccanismi narrativi della serie, requisito fondamentale per ogni sceneggiatore che si confronti con Tex. Imbastisce quindi una storia nel solco della tradizione ma con qualche elemento di originalità, ad esempio nella figura dell'antagonista principale che però purtroppo non viene approfondita fino in fondo. Forse è questa una delle poche pecche di quest'albo, mi aspettavo qualcosa in più da questo avversario così particolare.

Devo dire che comunque il formato del color Tex estivo non mi convince ancora del tutto. Le storie fino a qui si sono dimostrate tutte leggibili e piacevoli, ma mai niente di eccezionale, e rimango della mia opinione che Tex è un fumetto che dà il meglio di sé in storie lunghe: il formato del Color, con le sue 160 pagine, è destinato a contenere piacevoli intermezzi, ma niente di eccezionale.
I colori sono quelli della tradizione, a cui ci hanno abituato i numeri precedenti e i numeri centenari sulla serie regolare. Da amante del bianco e nero, non mi dispiace una colorazione come questa ogni cento numeri della serie regolare come modo di celebrare la tradizione, ma in una collana che dovrebbe avere nel colore il suo punto di forza vorrei trovare qualcosa di più significativo, senza per forza arrivare allo sperimentalismo del color Tex autunnale. Altrimenti, preferisco mille volte il bianco e nero.

Disegni ben fatti e ben curati, ma forse un po' anonimi: il colore mi impedisce sempre di apprezzare lo stile di un disegnatore fino in fondo.

In conclusione, una buona storia che si merita un 8, e l'auspicio di rivedere ancora Recchioni - a cui vanno i miei complimenti - sulle pagine di Tex.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Contenuto simile

    • Da Sam Stone
      Torna la formula autunnale del Color Tex: quattro episodi completi, tutti a colori! Color Tex
        Stelle di latta e altre storie Uscita: 20/11/2014
      Copertina: Giulio De Vita
      Il sesto numero della serie di Color Tex ripresenta l'originale formula che ha riscosso immediato successo con il n. 4: quattro episodi completi, interamente a colori, ognuno relizzato da autori differenti, molti al loro esordio con le storie del Ranger!
       
      Stelle di latta
      Soggetto e sceneggiatura: Michele Medda
      Disegni: Michele Benevento
      Colori: Oscar Celestini
       
      C’è chi è onorato di servire la Legge e chi getta la propria stella nella polvere...
       
      Incontro a Tularosa
      Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
      Disegni: Giuseppe Camuncoli
      Colori: Beniamino Delvecchio
       
      Tre uomini si danno appuntamento con la morte in un pueblo del Nuovo Messico...
       
      Nel buio
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Luca Rossi
      Colori: Romina Denti
       
      È peggiore il buio della solitudine o quello sordo e cieco del pregiudizio?
       
      Randy il fortunato
      Soggetto e sceneggiatura: Roberto Recchioni
      Disegni: Andrea Accardi
      Colori: Oscar Celestini
       
      Aveva la fortuna delle canaglie.. sinché Tex non diventò la sua ombra!...
       
       
      Tavole in anteprima:
       


       
      Testi e immagini sono Copyright Sergio Bonelli Editore
  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.