Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
Sam Stone

[658/660] Winnipeg

La storia e i personaggi  

64 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Dopo aver chiesto a mia madre il parere su "Nodo scorsoio" di Faraci, ho pensato di ripetere l'esperimento chiedendole che cosa ne pensasse di questa storia, completamente diversa.

Be', ne è stata a dir poco entusiasta. Ha anche aggiunto il commento: "Il finale sembra un finale da romanzo di Sgorlon". Non avendo ancora letto la storia non posso decifrare con sicurezza l'affermazione, ma dato che i romanzi di Sgorlon si segnalano per avere, in molti casi, finali ambigui o sospesi, suppongo che si riferisse a quello.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Quella che era forse la storia più attesa del 2015 si è rivelata per me una vera delusione. Il taglio che Boselli ha voluto dare al seguito dell'ottima "Giovani assassini" non è all'altezza delle premesse su cui era costruita. Inizio col dire che è una storia personalissima dell'autore, arricchita da alcuni dei suoi migliori personaggi, complessa e articolata proprio come piace a lui; non credo di sbagliare nel dire che qui Boselli abbia voluto proprio scrivere come piace a lui, nel suo stile più genuino, senza "forzarsi" a restare nei canoni ben consolidati della serie.
Però trovo molti difetti nel risultato finale, che come detto hanno deluso le mie aspettative. I principali (ci sono SPOILER, per i pochi che non avessero ancora ultimato la lettura):
1) La storia è davvero eccessivamente verbosa, piena di elucubrazioni, dialoghi pesanti e noiosi, con pochissima azione se non nel finale. Non è certo la presenza di tanti dialoghi a darmi fastidio - anzi, bene che ogni tanto si trovino albi davvero complessi, la cui lettura non si sbrighi in una mezz'oretta. Ma il fatto che metà del tempo sia passato a discutere se Rodelo sia buono o cattivo, a spiegare per filo e per segno ogni singolo dettaglio e ogni decisione, come se l'autore dovesse giustificare ogni sua scelta attraverso le parole dei personaggi.
2) L'evoluzione psicologica del Kid: troppo forzata, non è questo che avrei voluto leggere. Già nel topic di "Giovani assassini" avevo scritto che il controverso finale di quella storia avrebbe per me avuto senso se Rodelo fosse rimasto un cattivo fino alla fine. La sua redenzione non mi ha convinto. Ci è sempre stato proposto come un personaggio negativo, una mela marcia, vederlo alla fine schierato dalla parte dei buoni mi ha fatto storcere un po' il naso. Ma conoscendo Boselli, dovevo aspettarmelo. Qui si è cercato di fare un lavoro di introspezione psicologica, di costruzione di un personaggio non banale - e di questo bisogna dare atto all'autore - ma il risultato purtroppo non mi ha convinto.
3) Il ritrovato Jack Thunder non ha davvero niente del maniaco omicida che avevamo conosciuto quindici anni fa. Lo ritroviamo freddo calcolatore, affarista, vestito di tutto punto - ma che è rimasto del folle e terribile assassino sepolto sotto la miniera? Davvero in questo caso avrei preferito che non lo si riesumasse, se il risultato deve essere questo...

Sono stato abbastanza negativo nel mio commento, ma soprattutto perché mi aspettavo un possibile capolavoro e invece mi ritrovo soltanto una buona storia ma con molti difetti, per il mio gusto. La storia è comunque buona, che è il mio voto nel sondaggio, di sicuro si fa ricordare a differenza di tante altre storielle insipide che abbiamo letto nel passato anche recente.
Su Font si è polemizzato abbastanza, qui ribadisco solo il mio gusto personale in base a cui è un autore che mi piace, anche se in questa storia è limitato da una sceneggiatura secondo me a lui non congeniale.
Infine, non ho votato nel sondaggio sul miglior personaggio: gli unici personaggi degni di nota sono infatti il Kid e Thunder - tutti gli altri, anche la stessa Dallas, non hanno un ruolo particolarmente significativo - ma la direzione in cui Boselli ha deciso di farli evolvere non mi è piaciuta.

Modificato da pecos

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Una semplice curiosità: ma quando Tex prende un pugno da Carson, in preda agli effetti dell'allucinogeno, istintivamente mette la mano destra sul calcio della sua colt?
Per me sarebbe impensabile farlo se il mio migliore amico mi colpisse, tenterei di fermarlo per poi capirne le ragioni, mai metterei mano alla pistola! 
Questo lo chiedo soltanto per capire se non si sia un po esagerato.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Per me una storia del tutto insufficiente...l unico personaggio ad uscirne bene è Jim Brandon!e con questo ho detto tutto...

Nulla di personale naturalmente,ma un vero neo nelle sceneggiature Boselliane.

Aggiungo solo:Dallas è insopportabile,idem il fidanzato.

Il Kid in preda ad una crisi identitaria,Thunder sprecato in una parte a lui poco congeniale.i pard brancolano nel buio.disegni che non aiutano.dopo aver letto questa storia abbandonai Tex per quasi due anni.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.