Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum

Messaggi consigliati/raccomandati

Beh, non è che 50 o poco più albi a 2 euri al pezzo usati più qualche Maxi e Texone recente venduto a metà prezzo mi possono rovinare, posso procurarmeli e poi regalarli ai bimbi del vicinato, se non mi gustano. Oltretutto non avere seguito le discussioni sui forum e non aver letto siti come UBC lascerebbe libero il mio giudizio di lettore senza spoiler o condizionamenti mentali, che purtroppo risultano essere inevitabili. Il nome dell'autore non può essere nascosto, purtroppo, e quello lo devo sapere prima, se non convinco qualcuno a sbianchettarlo. Ci provo, volentieri, ma trovo difficile non essere scettico. Come minimo è impossibile che di punto in bianco, dopo che ho smollato io, sia cambiato tutto di botto. Ci sarà stato un periodo simile agli ultimi 500, e poi un graduale miglioramento. Secondo me chiudere col 600 sarebbe stato un ottimo progetto, all'epoca la pensavo così infatti ho chiuso io, ma forse è la storia di quelli che se non muoiono a 60 anni ringiovaniscono. Spero, me lo auguro, mi piacerebbe, ho voglia di verificare, sono speranzoso, ma ottimista... difficile, assai.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

E` evidente che Tex non puo` essere cambiato radicalmente al giro di boa del numero 600. Credo pero` che a partire dal quel periodo sia iniziato un progressivo miglioramento qualitativo della testata, dovuto - a mio parere - principalmente a due fatti fondamentali: 1) l'allontanamento di Nizzi, autore che ormai aveva dato tutto e che purtroppo e` il principale responsabile del basso livello della fascia 500-600, e 2) la nuova gestione Boselli, che come curatore ha anche il compito di supervisionare le storie che vanno in edicola.

Il mio voto al Tex attuale e` un 8 pieno, con l'unica nota stonata data dalle storie di Faraci, che fatico molto a digerire. Lo sceneggiatore principale comunque rimane Boselli, ed e` ovvio che se e` il suo stile e il suo modo di scrivere Tex a non piacere (anche se oggi e` sotto diversi aspetti cambiato rispetto a quello della fascia 500-600), allora difficilmente si sara` soddisfatti del Tex attuale.

Non dimentichiamo poi che il parco di disegnatori di Tex e` ottimo, a parte qualche eccezione (tra cui comunque non metto Font, che e` tra i miei preferiti e considero ormai una vera colonna della serie). Ovviamente della vecchia guardia rimangono solo Civitelli e Ticci, e non si puo` piu` andare in edicola sperando di trovare Galep, Letteri o Fusco. C'e` anche una sorta di "dispersione" nella parte grafica, nel senso che il numero di disegnatori e` ormai cosi` ampio che il trovarsi di fronte di mese in mese a stili tanto diversi rende un po' spaesati. Manca quella riconoscibilita` che era assicurata quando i nomi ad alternarsi sulla testata erano pochi e si potevano ritrovare a distanza di pochi mesi. La qualita` grafica delle tavole di Tex rimane pero` - pur con qualche eccezione - decisamente alta.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Delle ultime storie (2012/2015), quelle di Boselli:

 

stelline_3.gif Luna insanguinata (riuscita solo a metà)

stelline_5.gif La stirpe dell'abisso  (ritorno d'El Morisco, mistero sui lucertoloni, tanta azione)

stelline_2.gif L'indomabile (disegni di Ortiz, storia ordinaria e niente più)

stelline_4.gif Giovani assassini (Una famiglia da prendere con le molle, davvero una bella storia, ma rovinata dai disegni di Font)

stelline_5.gif El Supremo (capolavoro che sta alla pari con le sue più belle storie della fascia 400-500)

stelline_4.gif Il segreto del giudice Bean (Bella avventura che si lascia leggere volentieri)

stelline_3.gif Tombstone Epitaph ( grande prima parte, delude nella seconda)

stelline_5.gif Salt River (Straordinario Andreucci e avventura tra le più belle di questa fascia)

 

Quelle di Ruju:

 

stelline_3.gif Furia comanche (Non mi ha entusiasmato troppo)

stelline_4.gif Le catene della colpa (Non arriviamo alle cinque stelle, anche per i disegni di Ortiz che rovinano TUTTO)

stelline_3.gif Mezzosangue (Ottima prima parle, cala un po' nella seconda. Ancora, putroppo, i disegni di Font!!!)

 

 

Quelle di Faraci:

 

stelline_2.gif Nodo scorsoio ( tra la mediocrità e la sufficienza, sorretta in larga misura dai disegni di Rossi )

stelline_2.gif Il ricatto di Slade ( storia mediocre, solito inseguimento e sparatorie come da videogame, solo parvenza di Tex)

stelline_2.gif L'inseguimento ( come sopra )

stelline_1.gif Braccato (per me anche una stella in più, ma sono in molti a considerarla con imbarazzo)

 

La tua tabella e` ovviamente soggettiva, ma credo rispecchi bene il gradimento medio dei lettori, almeno sui forum. Personalmente darei una stellina in piu` a "Luna insanguinata" (che a me e` piaciuta tantissimo) e a "L"indomabile" (storia ordinaria, e` vero, ma di livello ben lontano dalle ultime storie ordinarie di Faraci). Anche "Mezzosangue" per me raggiunge le quattro stelle (ma forse qui i disegni di Font hanno abbassato il tuo giudizio). Nel complesso, comunque, il gradimento complessivo mi pare molto elevato, a conferma dell'ottimo livello raggiunto negli ultimi anni.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Per me "Luna insanguinata" e "Giovani assassini" sono due capolavori del Tex moderno, meritano ampiamente il massimo dei voti. Una stella in meno, invece, a "La stirpe dell'abisso". Altro capolavoro è "Le catene della colpa" di Ruju, mentre almeno una stella in più a "Mezzosangue".

Tutte le storie di Faraci citate invece meritano una stella, anzi, "Braccato" nemmeno una. 

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti


Io a questo proposito è meglio che mi taccia. Dal mio punto di vista Tex è morto, stramorto e defunto dopo il 6 centinaio, dal 500 al 600 che ci ha proposto tutta una serie di storie noiose, seriose, burbere, poco spettacolari e in molti casi disegnate in un modo che con Tex ci azzecca quanto i cavoli a merenda. Mi si dice che oggi tira un'altra aria. Mi permetto di dubitare seriamente ma non posso  asserire niente su ciò che non conosco. Spero che il ranger sia diventato meno musone e più guascone, come era il suo carattere prima che diventasse il preside di un collegio di educande, e che finalmente un poco dell'antico smalto sia tornato. 

 

Il Tex di GLBonelli non c'è più, ma come dicevano anche gli altri il nuovo corso non è affatto male, a parte inevitabili cali di spessore in alcune storie.

Non troverai il Tex guascone che ha affascinato molti di noi, ma neanche il Tex imbalsamato e poco riconoscibile di molte storie della fascia che hai citato.

 

Visto che una capata al mare di Alghero non mi dispiace, farò un salto in fumetteria e comprerò qualcosa per documentarmi.

 

Se vai ad Alghero,più che in fumetteria, fai un salto da Beppe.

 

JmP8SoG.jpg

 

 

Ho risolto comprando la fender MEXICO.

 

Bell'arnese fratello. A casa c'è una Ibanez

 

FIriiuwl.jpg

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La fumetteria è proprio quella, la vademecum di Giuseppe Ferrari. Tecnicamente è una libreria, ma ci sono Tex a iosa, dopo i libri a sinistra.Poi birrona al jamaica e spaghetti ai ricci al refetori. Ci passo spesso, quando ho tempo. Anche solo per curiosare. E poi acquisto.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Lo so che la pensiamo diversamente, questo è ovvio. 

 

La pensiamo allo stesso modo, se ricordo bene, sul Tex bonelliano e nolittiano, e anche nizziano, siamo della stessa fascia d'età dopotutto. Sul Tex boselliano entrambi avvertiamo immancabilmente le differenze rispetto alle storie del passato. Sul Nizzi della fascia 500-600 mi sa che ti sei perso qualche aneddoto che ti permetterebbe di reinterpretare certe sue scelte e contestualizzare certe storie parecchio criticate. Cinque anni di lontananza pesano. Io che sono rimasto sintonizzato ne ho sentito tante, molte che non si possono neanche raccontare sui forum. Di Boselli mi è parso aperto alle critiche più di quanto si sia disposti a credere leggendo certe sue risposte, è uno sforzo che io ho intravisto e che ovviamente premia le sue ultime storie. Che dovresti leggere ma lontano da pregiudizi, purtroppo i forum e i siti dedicati al fumetto ne creano un'infinità e ce li cuciamo addosso senza neanche accorgercene con una facilità disarmante. Però io ho imparato lentamente a guardare al personaggio, solo al personaggio, che anche se è cambiato  (e forse cambierà anche di più, hai letto la news su Chuck Dixon che si appresta a sceneggiarlo ? ) resta sempre Tex. Poi c'è il discorso dei disegnatori, per me fondamentale, molti li ha scelti Sergio e non è facile metterli su altre serie, non funziona così.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La tua tabella e` ovviamente soggettiva, ma credo rispecchi bene il gradimento medio dei lettori, almeno sui forum. Personalmente darei una stellina in piu` a "Luna insanguinata" (che a me e` piaciuta tantissimo) e a "L"indomabile" (storia ordinaria, e` vero, ma di livello ben lontano dalle ultime storie ordinarie di Faraci). Anche "Mezzosangue" per me raggiunge le quattro stelle (ma forse qui i disegni di Font hanno abbassato il tuo giudizio). Nel complesso, comunque, il gradimento complessivo mi pare molto elevato, a conferma dell'ottimo livello raggiunto negli ultimi anni.

 

Sono d'accordo, le stelline che mancano sono dovute anche ai disegnatori, come facilmente hai indovinato. Dei tre, Mastantuono può anche andare, mi è parso anche più curato rispetto al passato, gli altri due Font e l'ormai scomparso Ortiz non riesco a tollerarli. Da qui i voti, comunque mediamente alti.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sono abbastanza d'accordo sulle "stelle" di Ymalpas:

Boselli: non darei il massimo alla stirpe dell'abisso, causa serpentone un po' ridicolo.

Ruju: alzerei il voto di una stella a tutte.

Faraci: diminuirei di una stella a tutte, anche a rischio di finire sottozero.

OT: sul forum non dovrebbe essere permesso ai sardi, a metà dell'estate, di parlare dei loro programmi ludico-ricreativi, per non fare schiattare d'invidia chi deve restare al lavoro nella penisola :lupo_marrone:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Wasted, io ti consiglio di leggere tutte le storie dal 600 in poi, magari in biblioteca o in prestito da qualche amico e poi quelle che ti piacciono puoi recuperarle con comodo, rivolgendoti anche all'usato !

 

Ti lascio un paio di consigli che spero tu possa seguire:

1- non leggere recensioni, commenti o analisi critiche sulla rete di queste storie; leggile come se fossero fresche da edicola, in questo modo oltre agli spoiler eviti anche di lasciarti influenzare nel tuo giudizio. Purtroppo come ha ben detto Ymalpas, siamo diventati delle spugne nel vero senso del termine, la rete ci lascia addosso cuciti dei pregiudizi che magari non avremmo nel nostro dna.

2- questo fondamentale: leggi le storie senza guardare chi le ha scritte. E' molto difficile farlo, ma sono sicuro che in questo modo il tuo giudizio alla fine sarebbe vero e non falsato.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con Sam Stone con il consiglio n.1 di leggere le storie arretrate senza far precedere la lettura dalla rassegna dei giudizi altrui.

 

Non guardare chi le ha scritte mi sembra impresa ai limiti dell' impossibile per chi frequenta forum tematici con un minimo di partecipazione.

 

Anche evitando anticipazioni web e di leggere direttamente sull'albo il nome degli autori, questi ultimi sono piuttosto riconoscibili da chi ha una certa familiarità con la serie.

 

Il riconoscimento del disegnatore è sicuramente più immediato, ma anche lo stile di scrittura differenzia, fortunatamente, i diversi autori.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non guardare chi le ha scritte mi sembra impresa ai limiti dell' impossibile per chi frequenta forum tematici con un minimo di partecipazione.

 

Anche evitando anticipazioni web e di leggere direttamente sull'albo il nome degli autori, questi ultimi sono piuttosto riconoscibili da chi ha una certa familiarità con la serie.

 

Il riconoscimento del disegnatore è sicuramente più immediato, ma anche lo stile di scrittura differenzia, fortunatamente, i diversi autori.

 

Su questo non ci piove, ma dato che il vecchio Wasted pare sia parecchio in disaccordo con le storie di almeno un autore, evitando di leggere il nome sul tamburino, magari quella determinata storia alla fine può pure piacergli.

Questo discorso per dire molto semplicemente che spesso il pregiudizio o l'antipatia verso un autore, possono far variare un giudizio positivo e alterarlo completamente.

 

Difficile questa chiave di lettura, ma non impossibile. :)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Vabbè, non occorre un indovino per sapere che non condividevo il generale entusiasmo circa le storie di un autore e mi faceva venire il nervoso il metro assolutamente diverso con cui veniva giudicato il lavoro di un altro, che veniva accusato di ogni difetto su cui si sorvolava bellamente nel caso opposto. Il Tex musone e Solone che appare come comprimario in storie ingingarbugliate fino a spesso non quadrare, col kit willer babbone non mi piace e ho smollato, non potendo sperare in un cambio. Se non leggo l'autore cambia poco, nessuno degli attuali é diverso come punto di partenza. Adoro Tito fuori da Tex, ma non ho mai lesinato critiche. Li leggeró in emeroteca, e dirò la mia con il massimo dello spirito critico.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

altre mediocri che hanno fatto gridare al capolavoro, tipo Patagonia che è un polpettone. Chiaramente è opinabile il mio punto di vista, non dico di no.

 

Patagonia un polpettone mediocre? Aiuto! Proprio vero che il mondo è bello perchè è vario. A mio parere se quella storia (per me un capolavoro assoluto) non ti piace la vedo dura che possano piacerti le storie post 600 di Boselli, invece secondo me apprezzeresti molto di più le storie di Ruju che vedo in giro sono più nelle corde di quelli che la vedono come te, o almeno così mi pare.

 

In ogni caso venendo all'argomento del topic io per il post 700 avrei un solo desiderio: non vedere più storie di Faraci ed avere al suo posto uno tra Burattini, Rauch o Enna per una storia una tantum. Per il resto Tex mi va benissimo come è ora.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non guardare chi le ha scritte mi sembra impresa ai limiti dell' impossibile per chi frequenta forum tematici con un minimo di partecipazione.
 
Anche evitando anticipazioni web e di leggere direttamente sull'albo il nome degli autori, questi ultimi sono piuttosto riconoscibili da chi ha una certa familiarità con la serie.
 
Il riconoscimento del disegnatore è sicuramente più immediato, ma anche lo stile di scrittura differenzia, fortunatamente, i diversi autori.

 

Su questo non ci piove, ma dato che il vecchio Wasted pare sia parecchio in disaccordo con le storie di almeno un autore, evitando di leggere il nome sul tamburino, magari quella determinata storia alla fine può pure piacergli.
Questo discorso per dire molto semplicemente che spesso il pregiudizio o l'antipatia verso un autore, possono far variare un giudizio positivo e alterarlo completamente.
 
Difficile questa chiave di lettura, ma non impossibile. :)


Wasted è la stessa persona che stravedeva per le mie storie dieci anni fa - no, anche meno di dieci anni fa - e che un paio d'anni fa ha - per me misteriosamente - "smarronato". Ritrovarlo qui, ovviamente, con i suoi pregiudizi intatti e le abituali lagne, non mi fa per nulla piacere. Me ne farò una ragione. Ma solo se smetterà di annoiare con le solite tiritere. Altrimenti smetterò di leggere i topic in cui interviene. Legittimo, no? Mica me l'ha ordinato il medico di dare retta ai rompiballe e ai malati di calura d'agosto Ce ne sono già tanti in giro e in automobile...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

 

 

Non guardare chi le ha scritte mi sembra impresa ai limiti dell' impossibile per chi frequenta forum tematici con un minimo di partecipazione.
 
Anche evitando anticipazioni web e di leggere direttamente sull'albo il nome degli autori, questi ultimi sono piuttosto riconoscibili da chi ha una certa familiarità con la serie.
 
Il riconoscimento del disegnatore è sicuramente più immediato, ma anche lo stile di scrittura differenzia, fortunatamente, i diversi autori.

 

Su questo non ci piove, ma dato che il vecchio Wasted pare sia parecchio in disaccordo con le storie di almeno un autore, evitando di leggere il nome sul tamburino, magari quella determinata storia alla fine può pure piacergli.
Questo discorso per dire molto semplicemente che spesso il pregiudizio o l'antipatia verso un autore, possono far variare un giudizio positivo e alterarlo completamente.
 
Difficile questa chiave di lettura, ma non impossibile. :)
 


Wasted è la stessa persona che stravedeva per le mie storie dieci anni fa - no, anche meno di dieci anni fa - e che un paio d'anni fa ha - per me misteriosamente - "smarronato". Ritrovarlo qui, ovviamente, con i suoi pregiudizi intatti e le abituali lagne, non mi fa per nulla piacere. Me ne farò una ragione. Ma solo se smetterà di annoiare con le solite tiritere. Altrimenti smetterò di leggere i topic in cui interviene. Legittimo, no? Mica me l'ha ordinato il medico di dare retta ai rompiballe e ai malati di calura d'agosto Ce ne sono già tanti in giro e in automobile...
 

 

Certo che è legittimo Mauro. Lui ha smesso per ragioni sue di leggere storie da te firmate, è qundi tuo diritto non leggere i suoi messaggi oppure non badare troppo alle sue critiche.

Avete pari diritti basta che questo non sia preludio all'uragano che si scatenò anni fa.

Potete semplicemente evitarvi, sperando che anche Wasted faccia lo stesso e non voglia litigare

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Giustappunto.

Ma i diritti arrivano solo sino un certo limite che non va superato.


Se WY si atterrà ai fatti, smettendo di fare irritanti allusioni a casaccio, fuori tema e non richieste, la sua presenza sarò da me tollerata.


Altrimenti uno due due dovrà andarsene da questo circolo condiviso. Non dico che dovrà per forza essere lui.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Come ho già detto e ribadito, rispetto l'opinione di Mauro Boselli, ma mi sento libero di dire quello che mi pare, beninteso, nel rispetto della civiltà e della buona educazione. Se a lei, Signor Boselli, questo non fa piacere, è libero di andare, di chiedere la mia testa allo staff, di fare quello che le aggrada. Non ci sono problemi, io direttamente non la tirerò mai in ballo.

Questo non cambia una virgola rispetto alla mia percezione del suo lavoro, che mi sento libero di valutare come credo. Non ho capito se la mia presenza sul forum che ho contribuito notevolmente a far crescere debba essere condizionata al gradimento di CHICCHESSIA. Solo al rispetto delle regole.

Detto questo, la saluto e le auguro una piacevole serata.

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non conosco i termini del conflitto tra Antonio e Mauro, né ho particolarmente interesse ad approfondirli.

 

Auspico però una possibile convivenza su questo forum di due autentici appassionati di Tex, uno in qualità di autore e curatore, l'altro come lettore, o se ben avevo capito le sue intenzioni ex-exlettore che si riprometteva di recuperare le storie perdute per rientrare a pieno titolo nelle varie discussioni.

 

Gli anni in genere smussano i caratteri spigolosi, a volte invece li accentuano... non so in questo caso, ma magari avrò modo di giudicare in proposito, se ci sarà un seguito al ritorno di Wasted Years.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Adoro Tito fuori da Tex, ma non ho mai lesinato critiche. Li leggeró in emeroteca, e dirò la mia con il massimo dello spirito critico.

Condivido il punto. Mi sono ripromesso di leggere l'ultimo libro di Faraci perché l'ho visto in libreria e mi incuriosiva. Ma non voglio più leggerlo su Tex. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.