Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
natural killer

Le grandi storie Tex

Recommended Posts

Nell'ormai storico incontro del 31 ottobre al Teatro del Giglio a Lucca dedicato al futuro della SBE, tra i tanti interventi c'è stato quello di Luca Raffaelli che annunciava la prossima iniziativa del gruppo Repubblica-L'Espresso con il lancio di una nuova collana di trenta lussuosi volumi cartonati, Le Grandi storie di Tex corredati di nuovi apparati redazionali.

Da allora non ho sentito più niente, ma visto che giovedì prossimo si conclude la Collezione storica a colori di Zagor è possibile che ci possa essere l'ennesimo passaggio di testimone tra i due campioni di casa SBE. 

Qualcuno (e penso a Carlo, naturalmente) sa e può anticipare qualcosa in più?
Mauro sicuramente saprà... può farci conoscere qualche dettaglio ulteriore?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci siamo, si parte la settimana prossima

450_Tex_01.jpg

 Una nuova edizione da collezione, di grande formato. Ecco il piano dell'opera

tex.png

Che storia conterrà il n.22?

http://temi.repubblica.it/iniziative-biblioteca/2015/12/22/le-grandi-storie-di-tex/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sembra una riproposizione, in eleganti volumi cartonati, di quelle considerate (scelte redazionali) le migliori storie di Tex. I titoli fanno immediatamente intuire da quali albi si è attinto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi sembra una buona selezione di storie . Le uniche che a parer mio stonano sono Colorado belle e la grande invasione . Ci sono storie di borden nettamente migliori, come gli invincibili 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io avrei inserito senz'altro "La cella della morte" (che inizia con "La Trappola" e finisce con "Mohaves")... Capolavoro texiano... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io avrei inserito senz'altro "La cella della morte" (che inizia con "La Trappola" e finisce con "Mohaves")... Capolavoro texiano... 

Finisce con "L'ombra del patibolo" che è il numero successivo. Che hai fatto: ti sei perso  110 pagine? :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse ha rimosso la rivelazione dell'anima del complotto, un Marcus Parker degno di Carneade...

Però nel piano dell'opera c'è un buco... può darsi che la storia venga inserita lì, o magari prima, facendo slittare le altre, e poi chi ci dice che i volumi si fermeranno con il trentesimo numero?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 


Però nel piano dell'opera c'è un buco... può darsi che la storia venga inserita lì, o magari prima, facendo slittare le altre, e poi chi ci dice che i volumi si fermeranno con il trentesimo numero?          

mi sembra proprio che siano 30. Se vedi com è strutturato : prima  le storie di bonelli ( la maggior parte)e poi in ordine nizzi e boselli più o meno con lo stesso numero di storie 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse ha rimosso la rivelazione dell'anima del complotto, un Marcus Parker degno di Carneade...

In realtà, fin dall'inizio sapevamo tutto quello che c'era da sapere di Marcus Parker, tranne il suo nome ed il suo volto che erano celati solo al lettore mentre qualunque altro personaggio coinvolto li conosceva perfettamente. 
Probabilmente G.L. Bonelli scelse questa soluzione da un lato, diciamo così, per non dare al lettore un vantaggio indebito su Tex che quel nome lo apprenderà solo dopo l'evasione, dall'altro, presumibilmente, per dare l'illusione che l'.Uomo di Flagstaff potesse essere qualcuno conosciuto in passato, illusione, peraltro smentita già dai dialoghi di Parker stesso da cui si capiva perfettamente che conosceva Tex solo di fama
Insomma, l'Uomo di Flagstaff fin dall'inizio non era il classico cattivo nell'ombra che tiene celata la sua identità né poteva esserci mostrato con nome e volto nel corso della vicenda perché nello stesso momento in cui fosse stato presentato come editore del giornale cittadino avremmo saputo chi era. 
Lo  stesso Tex, quando lo viene a sapere non ha reazioni del tipo: "Non mi aspettavo che fosse lui"  o simili, segno che per lui era un illustre sconosciuto.
Se ci pensi bene, la soluzione scelta da GLB, era l'unica che avrebbe davvero potuto sorprendere il lettore che si poteva aspettare un nome in qualche modo già noto
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che il vero problema sia quello di riuscire a far entrare in un volume cartonato oltre 500 pagine tra storia (immensa) e contributi editoriali.

A suo tempo Mondadori la destinò a un Oscar, non alla collana dei cartonati rossi che avrebbe indubbiamente meritato, ma difficilmente compatibile con il formato.

8804477946-TEX-LA-CELLA-DELLA-MORTE-GIANLUIGI-BONELLI-NICOL-ERIO-MONDADORI

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io avrei inserito senz'altro "La cella della morte" (che inizia con "La Trappola" e finisce con "Mohaves")... Capolavoro texiano... 

Finisce con "L'ombra del patibolo" che è il numero successivo. Che hai fatto: ti sei perso  110 pagine? :P

:) no no... è che non ho la tua memoria "storica"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uscita inutile e senza senso: hai l'originale? Bene…!

Ti sei fatto (oltre alle varie ristampe con o senza stelle, con o senza redazionale di S. Bonelli in persona, con o senza cartolina inedita di Villa), magari, anche la (inedita) Collezione Storica a Colori, e quindi mi chiedo: cui prodest?

Rimane in edicola, per me, s'intende!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uscita inutile e senza senso: hai l'originale? Bene…!

Ti sei fatto (oltre alle varie ristampe con o senza stelle, con o senza redazionale di S. Bonelli in persona, con o senza cartolina inedita di Villa), magari, anche la (inedita) Collezione Storica a Colori, e quindi mi chiedo: cui prodest?

Rimane in edicola, per me, s'intende!

... sono d'accordo, penso che si rivolga a chi compra Tex saltuariamente e qui ha una selezione delle storie più significative in un'elegante edizione, non certo rivolta ai Texiani doc che hanno tutto quanto pubblicato nelle varie edizioni 

Share this post


Link to post
Share on other sites

bella iniziativa editoriale per chi non possiede queste storie e vuole impreziosire la sua biblioteca texiana, oppure per chi può permettersela.

Meno male che hanno riproposto le vecchie copertine di Villa e non gliene hanno fatto fare di nuove per questi volumoni, io al Texone ci credo ancora!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono vecchie copertine, ma cartoline della Nuova Ristampa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Colorado Belle secondo me ci sta benissimo. E' una delle migliori storie del 'tardo Boselli' e di tutta la fascia post 500. Una selezione di 30 storie (anche se alla fine non saranno solo 30) non può essere esaustiva per un personaggio come Tex. Foliazione variabile? Spezzare le storie non sarebbe una gran mossa.

Santana, sottovaluti i collezionisti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Colorado Belle secondo me ci sta benissimo. E' una delle migliori storie del 'tardo Boselli' e di tutta la fascia post 500. Una selezione di 30 storie (anche se alla fine non saranno solo 30) non può essere esaustiva per un personaggio come Tex. Foliazione variabile? Spezzare le storie non sarebbe una gran mossa.

Santana, sottovaluti i collezionisti. 

... infatti dopo breve riflessione ho deciso di comprarli :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come polli da spennare i lettori di Tex sono imbattibili (e non è una critica moralistica all'editore). 

Share this post


Link to post
Share on other sites

State parlando ad un collezionista, chi è venuto a casa mia lo può testimoniare, però quando è troppo è troppo.
Penso mi manchino solo gli ultimi due cartonati rossi e gli ultimi Mondadori Oscar....quindi.....
....e poi perché mai dovrei riempire lo scaffale con libri che di diverso hanno solo la copertina? Se voglio leggere la storia ho l'originale, ho il "tuttotex" e anche la CSAC di "Repubblica". Rimane in edicola!

Share this post


Link to post
Share on other sites

a colori o in B/N?
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vedo con immenso dispiacere che ci saranno nuovi articoli sui fumetti del dopoguerra. Cosa ci sarà mai di nuovo da dire che non sia già stato detto in mille occasioni? Scommetto che la cosa si ripeterà anche per celebrare i 70 anni di Tex. Personalmente mi aspetto sempre immagini inedite, disegni scartati, copertine non approvate, interviste agli autori e anteprime sulle future storie e puntualmente si parla di Cino e Franco e dell' Avventuroso.
amen .

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.