Jump to content
TWF - Tex Willer Forum
Sam Stone

[668/670] I rangers di Lost Valley

La storia, i disegni, i personaggi   

45 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

 Ma la pecca più grossa è la clamorosa (almeno per me,visto che l'avevo segnalata qualche post fa ma nessuno l'aveva commentata) dimenticanza dell'incontro fra Tex e Carson con Lone Wolf,ai tempi della ricerca di Tom Foster,rapito dai Kiowas (169,170,171). A pagina 76 de "La carica dei Navajos" (169),il detective della Pinkerton Rick Anders,incaricato di ritrovare Foster,parla ai pards dello scontro avvenuto due anni prima fra Lone Wolf ed i Rangers nella Lost Valley,nel numero successivo,"Sulle tracce di Tom Foster",a pagina 101 Lone Wolf dice al comanchero Shafter come Tex sia un capo rispettato e faccia parte della "grande fratellanza",declinando la proposta di "levargli lo scalpo",ed infine nell' "Indiano bianco" (171),c'è l'incontro fra Lone Wolf ed i pards (pagina 88 in poi).

Magari fosse questo il rilevante problema della scrittura boselliana...Boselli ha progressivamente spersonalizzato Tex...non ha mai compreso davvero le caratteristiche peculiari (le sue caratteristiche VINCENTI) del personaggio e delle sue storie. Ormai libero della supervisione di Bonelli ha presuntuosamente scritto il SUO Tex, con dialoghi spesso fuori luogo :rabbia: ed alieni dalla tipologia western. I suoi albi ma anche quelli di faraci (per altri motivi) non mi interessano più da tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mauro, i "rompi" che hanno trovato la storia "troppo densa" hanno letto l'albo. Quindi.....quei "rompi" hanno pagato l'albo.....
Come diceva mio nonno: a buon intenditor.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Però io vorrei davvero sapere quali sono queste caratteristiche peculiari di Tex che si sono perse con Boselli. Tutti a blaterare di un Tex 2.0, di un Tex che non è più Tex, di Boselli che non rispetta il personaggio, e via così. Ma si può sapere o no concretamente che cosa ha di tanto diverso il Tex di Boselli da quello di GLB? Si accusa il curatore di aver stravolto Tex proprio in un periodo in cui stiamo leggendo storie davvero belle, dopo gli anni di narcolessia dell'ultimo Nizzi!
Tutti a riempirsi la bocca di discorsi astratti, ma raramente ho letto esempi concreti di cosa stia sbagliando Boselli. Il suo stile, il suo modo di scrivere le storie, è diverso da quello di GLB, senza dubbio; ma basta questo a poter affermare che "non ha compreso le caratteristiche peculiari del personaggio", per citare il nostro nuovo amico del forum? E quali sarebbero, di grazia, queste caratteristiche?
Va di moda, sui forum, su facebook, la formula "Tex 2.0". E quello di Nolitta, allora, non era un Tex 2.0? Quello sì che era un personaggio diverso da quello di GLB, in quel caso sì che si poteva dire che Nolitta aveva stravolto le caratteristiche del personaggio. E vogliamo parlare di tutti i periodi successivi? Quanti Tex 2.0 ci sono stati in 700 numeri?
Tex è oggi nelle mani di colui che, all'interno della SBE, lo conosce meglio di tutti; ci è cresciuto con Tex, lo conosce a menadito, e ha avviato un progetto di rilancio basato proprio sul recupero delle atmosfere, toni e personaggi del Tex classico. Magari non riuscirà nel suo intento, ma accusarlo di presunzione e di delirio di onnipotenza è davvero fuori luogo, nonché irrispettoso nei confronti dell'autore.
Vabè, sarò uno di quei talebani che si esaltano per le anticipazioni delle storie che ci attendono... se è un male essere contenti di vedere l'impegno attorno alla testata a fumetti che si legge più volentieri. Che poi cose che non mi vanno a genio in questa gestione ce ne sono, vedi ad esempio la scelta di far fare il texone a Breccia lasciandogli tutta la libertà grafica di cui poi a mio parere ha abusato, quindi non si può proprio dire che io - come la maggior parte di chi scrive qui sul forum - sia un "entusiasta a prescindere". Mi sembra invece che in giro ci siano tanti che sono solo dei "detrattori a prescindere".
Scusate lo sfogo, ma tutto l'astio che leggo in giro in questi giorni nei confronti di chi lavora per mandare questo fumetto in edicola e regalarci momenti piacevoli di lettura di belle storie non lo capisco, e credo appartenga soltanto a chi Tex, in fondo, non lo ama davvero. 

  • +1 9

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mauro, i "rompi" che hanno trovato la storia "troppo densa" hanno letto l'albo. Quindi.....quei "rompi" hanno pagato l'albo.....
Come diceva mio nonno: a buon intenditor.....

che c'entra? Restano rompi lo stesso, non ti pare? :D
 

Però io vorrei davvero sapere quali sono queste caratteristiche peculiari di Tex che si sono perse con Boselli. Tutti a blaterare di un Tex 2.0, di un Tex che non è più Tex, di Boselli che non rispetta il personaggio, e via così. Ma si può sapere o no concretamente che cosa ha di tanto diverso il Tex di Boselli da quello di GLB? Si accusa il curatore di aver stravolto Tex proprio in un periodo in cui stiamo leggendo storie davvero belle, dopo gli anni di narcolessia dell'ultimo Nizzi!
Tutti a riempirsi la bocca di discorsi astratti, ma raramente ho letto esempi concreti di cosa stia sbagliando Boselli. Il suo stile, il suo modo di scrivere le storie, è diverso da quello di GLB, senza dubbio; ma basta questo a poter affermare che "non ha compreso le caratteristiche peculiari del personaggio", per citare il nostro nuovo amico del forum? E quali sarebbero, di grazia, queste caratteristiche?
Va di moda, sui forum, su facebook, la formula "Tex 2.0". E quello di Nolitta, allora, non era un Tex 2.0? Quello sì che era un personaggio diverso da quello di GLB, in quel caso sì che si poteva dire che Nolitta aveva stravolto le caratteristiche del personaggio. E vogliamo parlare di tutti i periodi successivi? Quanti Tex 2.0 ci sono stati in 700 numeri?
Tex è oggi nelle mani di colui che, all'interno della SBE, lo conosce meglio di tutti; ci è cresciuto con Tex, lo conosce a menadito, e ha avviato un progetto di rilancio basato proprio sul recupero delle atmosfere, toni e personaggi del Tex classico. Magari non riuscirà nel suo intento, ma accusarlo di presunzione e di delirio di onnipotenza è davvero fuori luogo, nonché irrispettoso nei confronti dell'autore.
Vabè, sarò uno di quei talebani che si esaltano per le anticipazioni delle storie che ci attendono... se è un male essere contenti di vedere l'impegno attorno alla testata a fumetti che si legge più volentieri. Che poi cose che non mi vanno a genio in questa gestione ce ne sono, vedi ad esempio la scelta di far fare il texone a Breccia lasciandogli tutta la libertà grafica di cui poi a mio parere ha abusato, quindi non si può proprio dire che io - come la maggior parte di chi scrive qui sul forum - sia un "entusiasta a prescindere". Mi sembra invece che in giro ci siano tanti che sono solo dei "detrattori a prescindere".
Scusate lo sfogo, ma tutto l'astio che leggo in giro in questi giorni nei confronti di chi lavora per mandare questo fumetto in edicola e regalarci momenti piacevoli di lettura di belle storie non lo capisco, e credo appartenga soltanto a chi Tex, in fondo, non lo ama davvero. 

Un sentito grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A parte il mio personale parere sul "rompi"di Mauro, che continuo a non condividere, quello che condivido in pieno ed assoluto è il preciso intervento di Pecos:complimenti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pecos

Scusate lo sfogo, ma tutto l'astio che leggo in giro in questi giorni nei confronti di chi lavora per mandare questo fumetto in edicola e regalarci momenti piacevoli di lettura di belle storie non lo capisco, e credo appartenga soltanto a chi Tex, in fondo, non lo ama davvero. 

E' proprio a riguardo i momenti piacevoli che io avrei da discutere, per me non ci sono più, per questo sono intenzionato a mollare Tex.
Ti prego comunque di non denigrare immotivatamente chi non la pensa come te, io non amo Tex ?  Dopo 40 e passa anni di connubio cosa mi tocca sentire, meglio che la chiudo qui.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pecos

Scusate lo sfogo, ma tutto l'astio che leggo in giro in questi giorni nei confronti di chi lavora per mandare questo fumetto in edicola e regalarci momenti piacevoli di lettura di belle storie non lo capisco, e credo appartenga soltanto a chi Tex, in fondo, non lo ama davvero. 

E' proprio a riguardo i momenti piacevoli che io avrei da discutere, per me non ci sono più, per questo sono intenzionato a mollare Tex.


Ti prego comunque di non denigrare immotivatamente chi non la pensa come te, io non amo Tex ?  Dopo 40 e passa anni di connubio cosa mi tocca sentire, meglio che la chiudo qui.

Non mi riferivo in realtà a te, Gianbart, bensì a quei "lettori" (tra virgolette, perché molti il Tex non lo leggono neanche) che approfittano di ogni occasione per sparare a zero su Boselli, che a detta loro sta facendo deliberatamente il male di Tex. Tu sei un lettore affezionato e lo sappiamo, dispiace che non provi più il piacere della lettura (ma quest'ultima storia non ti era piaciuta?). Anche se non capisco fino in fondo perché mollare adesso invece che quando Tex lo ha iniziato a scrivere Nolitta, ad esempio; anche quello era un Tex 2.0, ben più diverso dall'originale di quanto non lo sia quello di oggi, a mio parere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come non quotare ogni singola parola di pecos? Un'altra cosa che mi lascia basito è constatare che il primo Boselli, che per me era molto più "eretico" di adesso (e sinceramente non ho mai neanche pensato di fasciarmi la testa per questo) era osannato da tutti criticoni a prescindere compresi, mentre ora che secondo me è piu GLBiano che mai è diventato il male assoluto. 

Gianbart poi non lo capisco, se la storia ti è piaciuta (l'hai detto tu) che ti fai a fare tutte ste seghe mentali, l'importante è quello no?

Edited by Chinaski89

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro Pecos ho smesso di prendere l'albo mensile da quattro mesi, mi hanno prestato "il colonnello mano cattiva" (grazie Zio!) e dopo soltanto quaranta pagine l'ho mollato, annoiato da questi baloon immensi, da dialoghi logorroici e mosci che riescono soltanto ad appesantire, a mio avviso, la sceneggiatura. Borden è un bravissimo autore, davvero molto creativo, ma il SUO Tex NON MI PIACE:angry:

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Magari dovevi cominciare a leggere dalla prima parte , ossia I rangers di Lost  Valley,
non dalla seconda...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tex spaccone? Eccovelo nei dialoghi col colonnello dei rangers.
Tex e gli interrogatori "alla Tex Willer"? Eccovelo nell'ultimo albo.

Io davvero non capisco questa levata di scudi contro Boselli - e non potrebbe essere altrimenti, dato che (a giudicare da quel che leggo su internet) spesso viene da "appassionati texiani" che le storie manco le leggono.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alcuni usano l'argomento che Tex non beve e non fuma più oppure che non pesta più... Ma, dato che tutte queste cose gliele faccio fare ancora, capite che non posso prendere sul serio certi argomenti... Semplicemente sono falsi.

Un altro argomento che va per la maggiore, sappiatelo, se già non lo sapete, è che non vogliono i ritorni , tipo Lupe o altro, e che per questo mi paragonano a un presuntuoso iconoclasta o qualcosa di simile. Ma i ritorni nei fumetti si sono sempre fatti e sono scelte editoriali condivise da tutti, Sergio Bonelli e Mauro marcheselli compresi (lo sottolineo perché ogni collega o fumettaro che lascia la Bonelli per qualsiasi motivo viene da costoro assunto nel' empireo di coloro che mai sbagliano e che io, Masiero e altri invece tradiamo! Si quelli che lavorano o sono vivi li disturbano...) Tutto ciò è chiaramente pretestuoso e in malafede, mi sembra ovvio. E chi sono loro per proibirci di far tornare Lupe o Yama?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco, che Tex non fumi più è una bugia, chiunque legga gli albi attuali se ne può accorgere - compresa l'ultima tripla.
Allora quel che è ovvio pensare è che da parte di alcuni ci sia ignoranza (gente che legge Tex e parla lo stesso) o malafede.
Stesso dicasi, ripeto, per il Tex "picchiatore": dal n.600 in poi si può fare un bell'elenco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro Pecos ho smesso di prendere l'albo mensile da quattro mesi, mi hanno prestato "il colonnello mano cattiva" (grazie Zio!) e dopo soltanto quaranta pagine l'ho mollato, annoiato da questi baloon immensi, da dialoghi logorroici e mosci che riescono soltanto ad appesantire, a mio avviso, la sceneggiatura. Borden è un bravissimo autore, davvero molto creativo, ma il SUO Tex NON MI PIACE:angry:

Cioè smetti di leggere il mensile da quattro mesi, poi ti fai prestare un albo, lo leggi, sai già che non ti convincerà, già perchè magari sono trent'anni che leggi Tex e trenta che sopporti a stento Mauro Boselli, e trovi anche il tempo di iscriverti al forum per darci la tua personalissima idea di quel che non va sul Tex attuale (e degli ultimi trent'anni)... caspita tre messaggi e già  due segnalazioni negative, cambia tono amigo o cercati un altro forum.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Leggere 40 pagine (nemmeno quelle iniziali) di una storia di 330 ma sentenziare comunque su un forum: non aggiungo altro...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusatemi, ma cosa c'è di strano se l'amico Victorward legge 40 pagine e dice che il Tex di Boselli non gli piace?
Perchè giudicare un lettore come noi e dirgli addirittura cambia forum?
Un forum è appunto un luogo in cui si discute, non capisco perchè quando si commenta in negativo subito date addosso alle persone....
Secondo me, bisogna avere rispetto delle persone, e questo non avviene.
Dispiace per Mauro Boselli, che anche se non è il mio autore preferito (il mio ideale è Nizzi pre-crisi) ha tutta la mia stima, prima come persona e poi come autore, ma venendo qui è normale che sia oggetto di critiche negative oltre a quelle positive.
Per quanto mi riguarda, è giusto che lui faccia come vuole, il tempo dirà se ha ragione lui a seguire una determinata strada o una parte di lettori (me compreso) che crede che a voler cambiare troppe cose ci perde Tex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chinaski89
Gianbart poi non lo capisco, se la storia ti è piaciuta (l'hai detto tu) che ti fai a fare tutte ste seghe mentali, l'importante è quello no?

Pure  " la storia del west " mi è piaciuta leggerla ma non mi ha mai appassionato ne l'ho mai collezionata, capisci la differenza ?

Borden

E chi sono loro per proibirci di far tornare Lupe o Yama?

Nessuno, per cui potrebbe essere che un nessuno acquisti gli albi in questione .....
A parte i giochi di parole, faccio un augurio a te e al tuo Tex di un futuro glorioso, come lo è stato il passato del Tex che ho in testa io, senza astio e senza rancore bon voyage....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusatemi, ma cosa c'è di strano se l'amico Victorward legge 40 pagine e dice che il Tex di Boselli non gli piace?
Perchè giudicare un lettore come noi e dirgli addirittura cambia forum?

Di strano c'è che l'amico Victorward piomba qui dal nulla, e al suo primo messaggio non commenta nemmeno la storia a cui questo topic è dedicato (che, peraltro, non ha nemmeno letto), ma lancia immotivate accuse a Boselli di presunzione e di non aver capito il personaggio.
Questo forum è sempre stato libero agli interventi di chiunque, purché rispettosi e argomentati. Le invettive le lasciamo agli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusatemi, ma cosa c'è di strano se l'amico Victorward legge 40 pagine e dice che il Tex di Boselli non gli piace?
Perchè giudicare un lettore come noi e dirgli addirittura cambia forum?
Un forum è appunto un luogo in cui si discute, non capisco perchè quando si commenta in negativo subito date addosso alle persone....
Secondo me, bisogna avere rispetto delle persone, e questo non avviene.

 

il rispetto è nel commentare una storia dopo averla letta: rispetto per gli autori della storia e per gli altri utenti del forum.

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo con gli Utenti Senior.....non si può giudicare una storia nè lo stile di uno sceneggiatore dopo aver letto malamente "solo" 40 pagine...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Però io vorrei davvero sapere quali sono queste caratteristiche peculiari di Tex che si sono perse con Boselli. Tutti a blaterare di un Tex 2.0, di un Tex che non è più Tex, di Boselli che non rispetta il personaggio, e via così. Ma si può sapere o no concretamente che cosa ha di tanto diverso il Tex di Boselli da quello di GLB? Si accusa il curatore di aver stravolto Tex proprio in un periodo in cui stiamo leggendo storie davvero belle, dopo gli anni di narcolessia dell'ultimo Nizzi!
Tutti a riempirsi la bocca di discorsi astratti, ma raramente ho letto esempi concreti di cosa stia sbagliando Boselli. Il suo stile, il suo modo di scrivere le storie, è diverso da quello di GLB, senza dubbio; ma basta questo a poter affermare che "non ha compreso le caratteristiche peculiari del personaggio", per citare il nostro nuovo amico del forum? E quali sarebbero, di grazia, queste caratteristiche?
Va di moda, sui forum, su facebook, la formula "Tex 2.0". E quello di Nolitta, allora, non era un Tex 2.0? Quello sì che era un personaggio diverso da quello di GLB, in quel caso sì che si poteva dire che Nolitta aveva stravolto le caratteristiche del personaggio. E vogliamo parlare di tutti i periodi successivi? Quanti Tex 2.0 ci sono stati in 700 numeri?
Tex è oggi nelle mani di colui che, all'interno della SBE, lo conosce meglio di tutti; ci è cresciuto con Tex, lo conosce a menadito, e ha avviato un progetto di rilancio basato proprio sul recupero delle atmosfere, toni e personaggi del Tex classico. Magari non riuscirà nel suo intento, ma accusarlo di presunzione e di delirio di onnipotenza è davvero fuori luogo, nonché irrispettoso nei confronti dell'autore.
Vabè, sarò uno di quei talebani che si esaltano per le anticipazioni delle storie che ci attendono... se è un male essere contenti di vedere l'impegno attorno alla testata a fumetti che si legge più volentieri. Che poi cose che non mi vanno a genio in questa gestione ce ne sono, vedi ad esempio la scelta di far fare il texone a Breccia lasciandogli tutta la libertà grafica di cui poi a mio parere ha abusato, quindi non si può proprio dire che io - come la maggior parte di chi scrive qui sul forum - sia un "entusiasta a prescindere". Mi sembra invece che in giro ci siano tanti che sono solo dei "detrattori a prescindere".
Scusate lo sfogo, ma tutto l'astio che leggo in giro in questi giorni nei confronti di chi lavora per mandare questo fumetto in edicola e regalarci momenti piacevoli di lettura di belle storie non lo capisco, e credo appartenga soltanto a chi Tex, in fondo, non lo ama davvero. 

Pecos grazie hai espresso tutto come non avrei saputo fare.
Il rispetto ci vuole per tutti e ci mancherebbe,ma che cosa vuoi dire quando uno legge 40 pagine dell'ultimo volume di uno storia e poi da un giudizio.
Io non mi sento di darlo con assolutezza e la storia lo letta tutta..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chinaski89
Gianbart poi non lo capisco, se la storia ti è piaciuta (l'hai detto tu) che ti fai a fare tutte ste seghe mentali, l'importante è quello no?

Pure  " la storia del west " mi è piaciuta leggerla ma non mi ha mai appassionato ne l'ho mai collezionata, capisci la differenza ?

Borden

E chi sono loro per proibirci di far tornare Lupe o Yama?

Nessuno, per cui potrebbe essere che un nessuno acquisti gli albi in questione .....


A parte i giochi di parole, faccio un augurio a te e al tuo Tex di un futuro glorioso, come lo è stato il passato del Tex che ho in testa io, senza astio e senza rancore bon voyage....

Cioe' secondo te opporsi ai ritorni è una buona motivazione? E far tornare vecchi personaggi è conforme allo spirito della serie, come penso io, oppure un' iniziativa rivoluzionaria e da condannare come pensano alcuni?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda il post del nuovo amico, io lo interpreto come uno sfogo, perchè da come ho capito è un lettore che ha abbandonato Tex, sicuramente leggere 40 pagine non ti dà obettività... infatti non credo che le cose che ha detto riguardano l'ultima storia, ma più probabilmente le ultime storie..
Io personalmente, per rispondere a Borden, non credo che i ritorni siano una cosa sbagliata, semprechè non si vada a modificare il passato del personaggio, che è quello che secondo me molti non vorrebbero... e che molti temono.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che il vero tradimento sarebbe NON farli tornare se mai dato che si è sempre fatto tranne in un periodo relativamente breve in cui Sergio Bonelli era contrario. 

Gianbart io posso sforzarmi di capire il tuo punto di vista ma mi risulta molto difficile: io mi appassiono se una storia mi piace, La storia del west mi ha appassionato e mi piace, Tex la maggior parte delle volte lo trovo una lettura soddisfacente e perciò lo compro, se non mi piacesse più per un po di tempo smetterei di farlo senza accusare nessuno di tradimenti. Molte cose mi piacevano in passato ed ora le ho lasciate andare, credo che sia una questione di gusti che cambiano e spesso di idealizzazione di passioni della giovinezza viste a posteriori. Sarà che non sono certo un collezionista nel vero senso della parola

Edited by Chinaski89

Share this post


Link to post
Share on other sites

Boselli non modificherà MAI il passato di Tex. Non stiamo su Nathan Never, non esistono universi paralleli. E per quanto riguarda le critiche, io le capisco, posso comprenderle, però ci sono modi e modi di farle.

Sui comprimari che ritorneranno dico: MENO MALE!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.