Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[Romanzi A Fumetti 04] Sfida nel Montana

La storia, i disegni, i personaggi  

25 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Sono finalmente riuscito a procurarmi questo volume che ho appena letto tutto d'un fiato. Mi è piaciuto. Buona la storia, ottimi i disegni e i colori. De Vita si è superato nelle scene di paesaggio, tra le più belle che abbia mai visto in Tex. Splendida la scena col grizzly e quella successiva che vede un giovanissimo Tex raggiungere il ranch dell'amico Birdy.

 

In merito alla trama ho però delle cose da chiedere:

 

1) Nell'intro di Bonelli viene esplicitamente detto che l'avventura in presa diretta avviene nel 1958, quando Tex, ventenne, è "reduce dalla vendetta contro gli assassini del fratello e in fuga dalla giustizia". Non credo, però, che l'albo in questione si situi immediatamente dopo "Il passato di Tex". Infatti Tex decide di raggiungere in Montana l'amico Birdy dopo che questi gli ha chiesto aiuto tramite lettera. Dunque era passato del tempo e Birdy già sapeva della morte di Ken e Sam Willer e che Tex fosse diventato un ricercato dalla giustizia poiché di tutto ciò nel loro successivo incontro non si fa menzione.

 

2) Quanto tempo era passato? Tex aveva conosciuto Birdy anni prima, quando erano entrambi dei cowboy. Il flashback è datato "anni prima" e Tex è vestito allo stesso modo che ne "Il passato di Tex". Tex raggiunge Birdy nel ranch di questi, dove si sta occupando dei "suoi" cavalli (Birdy potrebbe aver lavorato in precedenza al ranch Willer, ma io non sono riuscito a trovare questo riferimento).

 

4) Nel flashback Tex confessa a Birdy di non sentirsi tagliato per la vita da cowboy e di pensare di lasciare in futuro il ranch paterno. A questo punto Birdy gli chiede di non vendere a Welch ma a lui e gli da l'atto di proprietà da firmare. Ma perché Tex avrebbe dovuto vendere la propria quota del ranch con Sam e il padre ancora in vita? Questo punto della storia non mi è assolutamente chiaro.

 

Chi mi aiuta a dipanare la matassa? :)

 

 

 

 

Modificato da Texan

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">6 ore fa</span>, Texan dice:

Tex raggiunge Birdy nel ranch di questi, dove si sta occupando dei "suoi" cavalli (Birdy potrebbe aver lavorato in precedenza al ranch Willer, ma io non sono riuscito a trovare questo riferimento).

 

Questo problema l'ho risolto.

Non era Birdy a lavorare presso i Willer, ma era Tex che in quel periodo stava facendo il cowboy presso il ranch del padre di Birdy.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
On ‎23‎/‎04‎/‎2017 at 21:17, Texan dice:

 

Questo problema l'ho risolto.

Non era Birdy a lavorare presso i Willer, ma era Tex che in quel periodo stava facendo il cowboy presso il ranch del padre di Birdy.

 

Ho riletto questa storia con particolare attenzione perché alcuni punti erano di difficile interpretazione.

 

La nota di apertura vuole Tex "ventenne" nel "1858 o giù di lì, reduce dalla vendetta contro gli assassini del fratello e in fuga dalla giustizia".

 

"Anni prima" (rispetto al 1858), Tex giunge al ranch dell'amico Birdy. Nulla si dice in merito a come si sono conosciuti, ma sul sito della SBE, a presentazione del romanzo, è scritto: "Un amico della giovinezza di Tex, che lavorava con lui nel ranch del padre..." A quale padre si riferisce: a Ken Willer o al padre di Birdy? Io ho inteso il padre di Birdy, visto che è il ranch di Birdy a venire raffigurato, un ranch che Birdy ha ereditato da suo padre. Nessuna menzione per Ken Willer e il ranch di Tex.

 

Quando Birdy confida a Tex di voler fuggire dai Welch chiede a Tex di vendergli il proprio ranch e gli dà l'atto di proprietà, a condizione di non vendere ai Welch. Poi si saprà che il ranch di Birdy è stato venduto da Lily che ha portato il ricavato una volta raggiunto il ragazzo in Montana.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">9 minuti fa</span>, Texan dice:

La nota di apertura vuole Tex "ventenne" nel "1858

 

Una nota assolutamente non canonica. Fa fede solo il testo, mica le introduzioni degli editori, ci mancherebbe. D'altronde anche a prendere per buona la data del 1858, in nessuna delle sequenze che compongono l'albo è suggerita l'idea di un Tex fuorilegge. Nel flashback, anzi, l'idea è che Tex stia ancora nel ranch paterno, ma già sogni di evadere da quella realtà per vivere l'avventura. Per cui flashback ambientato nel 1858, padre e fratello ancora vivi, e seguito nel Montana ambientato diversi anni dopo, ma prima che diventi fuorilegge. Così tutti i dati tornano.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 minuto fa</span>, ymalpas dice:

 

Una nota assolutamente non canonica. Fa fede solo il testo, mica le introduzioni degli editori, ci mancherebbe. D'altronde anche a prendere per buona la data del 1858, in nessuna delle sequenze che compongono l'albo è suggerita l'idea di un Tex fuorilegge. Nel flashback, anzi, l'idea è che Tex stia ancora nel ranch paterno, ma già sogni di evadere da quella realtà per vivere l'avventura. Per cui flashback ambientato nel 1858, padre e fratello ancora vivi, e seguito nel Montana ambientato diversi anni dopo, ma prima che diventi fuorilegge. Così tutti i dati tornano.

 

Secondo te la nota redazionale di Bonelli non segue la precisa indicazione di Mauro Boselli? Suvvia...

Non capisco perché la questione ti stia tanto a cuore, ma è un fatto che Tex raggiunga Birdy in Montana "nel 1858 o giù di lì" e che il flashback che vede Tex e Birdy entrambi cowboys sia ambientato "anni prima" (possibilmente nel 1855).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io mi baso su un incontrovertibile dato storico: il nome Montana fu proposto per la prima volta nel 1863 e scartato per questo che fu poi chiamato Territorio dell'Idaho. Nel 1864 fu riproposto e stavolta accettato quando il Territorio del Montana, appunto, fu scorporato dai. Territori di Washington, Nebraska e Dakota. Nel 1858 l'attuale Montana semplicemente non esisteva né come entità politica né come nome. Questa non è un'opinione ma un dato di fatto. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Se stessimo a vedere quante delle cittadine presenti in Tex non esistevano prima del Novecento... Per tacere della dinamite, brevettata solo nel 1867... 

 

Quindi questo argomento non dimostra nulla...  Se non che stiamo parlando di un fumetto di fantasia...

 

Anche lì'Aida di Verdi o il Don Carlos di Schiller sono pieni di anacronismi e deformazioni storiche. E con ciò?

 

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">26 minuti fa</span>, francob dice:

Chissà perché tanta gente vuole trasformare Tex in un libro di storia?

Tex è divertimento puro e semplice e se ne può fregare altamente delle precisioni storiche......

 

D'accordissimo!

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Contenuto simile

    • Da Sam Stone
      Torna la formula autunnale del Color Tex: quattro episodi completi, tutti a colori! Color Tex
        Stelle di latta e altre storie Uscita: 20/11/2014
      Copertina: Giulio De Vita
      Il sesto numero della serie di Color Tex ripresenta l'originale formula che ha riscosso immediato successo con il n. 4: quattro episodi completi, interamente a colori, ognuno relizzato da autori differenti, molti al loro esordio con le storie del Ranger!
       
      Stelle di latta
      Soggetto e sceneggiatura: Michele Medda
      Disegni: Michele Benevento
      Colori: Oscar Celestini
       
      C’è chi è onorato di servire la Legge e chi getta la propria stella nella polvere...
       
      Incontro a Tularosa
      Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
      Disegni: Giuseppe Camuncoli
      Colori: Beniamino Delvecchio
       
      Tre uomini si danno appuntamento con la morte in un pueblo del Nuovo Messico...
       
      Nel buio
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Luca Rossi
      Colori: Romina Denti
       
      È peggiore il buio della solitudine o quello sordo e cieco del pregiudizio?
       
      Randy il fortunato
      Soggetto e sceneggiatura: Roberto Recchioni
      Disegni: Andrea Accardi
      Colori: Oscar Celestini
       
      Aveva la fortuna delle canaglie.. sinché Tex non diventò la sua ombra!...
       
       
      Tavole in anteprima:
       


       
      Testi e immagini sono Copyright Sergio Bonelli Editore
  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.