Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
Landi

Tex Classic

Messaggi consigliati/raccomandati

2 ore fa, natural killer dice:

I 45 numeri finora usciti ristampano 270 albi a striscia fino al N.32 della sesta serie, gli stessi riproposti nelle prime due serie degli albi d'Oro (90 albi) dei quali si è rielaborata la copertina di 45 numeri.

Gli Albi d'Oro continuano con lo stesso formato fino alla sesta serie ristampando gli albi a striscia fino alla Serie Pecos (19°) per complessivi 516 albetti che rivedremo fino al N.86 della Classic attuale.

Le ultime due serie degli Albi d'Oro cambiano formato, ristampando ciascun numero solo due albi a striscia in 33 albi che arrivano a metà della Serie Dakota (23°) e al N.97 della Classic (582 albi a striscia).

A quel punto saranno state utilizzate 97 copertine degli albi d'Oro e avanzerebbero 108 copertine "scartate" riutilizzabili come generiche, non legate al contenuto degli albi.

Gli albi a striscia proseguono con lo stesso formato (32 strisce) fino alla serie Osage (32) con 820 albi a striscia che arriveranno al N.137 della Classic

Le ultima 4 serie a striscia cambiano formato passando da 32 a 80 pagine per complessivi 153 numeri e se la Classic non cambierà foliazione si arriverà al N.201 assimilabile al n.96 della Serie Gigante che sancisce il passaggio dalla ristampa delle storie a striscia alle storie inedite. Questo accadrà, se si mantiene l'attuale periodicità tra sei anni esatti. Le copertine potrebbero essere ricavate dagli Albi d'Oro scartati, dalla Prima Serie Gigante o dalle strisce originali o raccoltine, serbatoio inesauribile di immagini Galeppiniane.

A quel punto la Tex Classic potrebbe anche essere considerata conclusa...

Scusa, ma non ti seguo... Il piano dell'opera ha finora previsto che si utilizzasse solo una copertina per due Albi d'Oro, in modo di mantenere la coincidenza con le storie interne. Questo significa, a meno di uno stravolgimento ideologico poco comprensibile, che le 108 copertine scartate NON verranno riutilizzate. In teoria il procedimento per le successive copertine a striscia dovrebbe essere lo stesso: utilizzare quelle che mantengono una connessione con la storia interna. Ora, in rapporto alla foliazione (e delle strisce e del Classic) non riesco a farmi un calcolo di quante verrebbero scelte e quante resterebbero fuori. E' sicuro però che una volta terminata questa selezione di strisce (sempre che vengano utilizzate e io non ci metterei la mano sul fuoco) resta da capire cosa verrà utilizzato. Da parte mia escludo un riutilizzo di vecchie cose (raccoltine, etc.) C'è anche un'evoluzione grafica da rispettare... Per questo immagino due soluzioni: 1) cambio di foliazione del Classic e utilizzo delle copertine della seconda serie Gigante; 2) realizzazione di nuove copertine.

Modificato da Texan

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La ristampa è nata con precise connotazioni a partire dal nome della collana Tex Classic contestualmente alla cessazione della storica ristampa tre stelle.

La scelta è stata quella di non riproporre per l'ennesima volta, sia pure a colori, la semplice ristampa della seconda serie gigante.

Quindi una ristampa che si distingueva per

- il colore

- il formato di 64 pagine, non per caso corrispondenti a sei albi a striscia della collana del Tex

- le copertine "Classic" riprese da quelle degli Albi d'Oro 

- la periodicità quindicinale con 26 albi all'anno (come gli Albi d'Oro) anzichè i 12 del mensile o i 24 delle precedenti ristampe con due numeri al mese

Finora la scelta delle copertine, salvo rare eccezioni, è sempre caduta su quella di uno dei 2 albi d'Oro contenenti le medesime sei strisce del corrispondente albo Classic. Qualora la scelta dovesse continuare a essere basata sullo stesso criterio si arriverà al n.86 con lo scarto di altrettante copertine degli Albi d'Oro e poi fino al 97 con l'utilizzo di 11 copertine su 33 degli ultimi Albi d'Oro a foliazione ridotta con lo scarto di altre 22 immagini.

A questo punto il Tex quindicinale degli Albi d'Oro si interrompe, ma la Classic come è stato più volte ribadito non è la ristampa degli Albi d'Oro, per cui dovrebbe, vendite permettendo, proseguire. Supponendo che non si voglia ricorrere alle copertine scartate degli Albi d'Oro, la scelta più coerente dovrebbe essere quella di attingere direttamente dalle strisce originali, continuando ad abbinare l'immagine della copertina al contenuto dell'albo.

Le cose iniziano a complicarsi con il passaggio degli albi a striscia da 32 a 80 pagine,cosa che andrebbe a coincidere con il Classic n. 137 che conterrebbe le ultime 4 strisce da 32 pagine e 64 strisce del primo albo da 80 pagine, implicando la perdita di corrispondenza tra albo Classic e vecchie strisce complete, cosa peraltro già verificatasi nella ristampa nella seconda serie gigante, ma fin dall'inizio della collana. Quindi dopo la perdita della prima caratteristica (copertine derivate dagli Albi d'Oro) avremo la perdita della seconda caratteristica (contenere un numero intero di strisce originali) salvo improbabili modificazioni di formato, considerando che l'unica combinazione possibile sarebbe quella di aggiungere un sedicesimo e portare gli albi a 80 pagine (contenenti tre strisce intere da 80 pagine)

In questo modo la collana verrebbe a trovarsi snaturata e la cosa migliore sarebbe forse quella di fermarla prima ed eventualmente continuare la ristampa a colori della serie rinunciando al marchio Classic e svincolandosi dai criteri finora resi possibili dalla caratteristiche delle prime storiche strisce.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, natural killer dice:

La ristampa è nata con precise connotazioni a partire dal nome della collana Tex Classic contestualmente alla cessazione della storica ristampa tre stelle.

La scelta è stata quella di non riproporre per l'ennesima volta, sia pure a colori, la semplice ristampa della seconda serie gigante.

Quindi una ristampa che si distingueva per

- il colore

- il formato di 64 pagine, non per caso corrispondenti a sei albi a striscia della collana del Tex

- le copertine "Classic" riprese da quelle degli Albi d'Oro 

- la periodicità quindicinale con 26 albi all'anno (come gli Albi d'Oro) anzichè i 12 del mensile o i 24 delle precedenti ristampe con due numeri al mese

Finora la scelta delle copertine, salvo rare eccezioni, è sempre caduta su quella di uno dei 2 albi d'Oro contenenti le medesime sei strisce del corrispondente albo Classic. Qualora la scelta dovesse continuare a essere basata sullo stesso criterio si arriverà al n.86 con lo scarto di altrettante copertine degli Albi d'Oro e poi fino al 97 con l'utilizzo di 11 copertine su 33 degli ultimi Albi d'Oro a foliazione ridotta con lo scarto di altre 22 immagini.

A questo punto il Tex quindicinale degli Albi d'Oro si interrompe, ma la Classic come è stato più volte ribadito non è la ristampa degli Albi d'Oro, per cui dovrebbe, vendite permettendo, proseguire. Supponendo che non si voglia ricorrere alle copertine scartate degli Albi d'Oro, la scelta più coerente dovrebbe essere quella di attingere direttamente dalle strisce originali, continuando ad abbinare l'immagine della copertina al contenuto dell'albo.

Le cose iniziano a complicarsi con il passaggio degli albi a striscia da 32 a 80 pagine,cosa che andrebbe a coincidere con il Classic n. 137 che conterrebbe le ultime 4 strisce da 32 pagine e 64 strisce del primo albo da 80 pagine, implicando la perdita di corrispondenza tra albo Classic e vecchie strisce complete, cosa peraltro già verificatasi nella ristampa nella seconda serie gigante, ma fin dall'inizio della collana. Quindi dopo la perdita della prima caratteristica (copertine derivate dagli Albi d'Oro) avremo la perdita della seconda caratteristica (contenere un numero intero di strisce originali) salvo improbabili modificazioni di formato, considerando che l'unica combinazione possibile sarebbe quella di aggiungere un sedicesimo e portare gli albi a 80 pagine (contenenti tre strisce intere da 80 pagine)

In questo modo la collana verrebbe a trovarsi snaturata e la cosa migliore sarebbe forse quella di fermarla prima ed eventualmente continuare la ristampa a colori della serie rinunciando al marchio Classic e svincolandosi dai criteri finora resi possibili dalla caratteristiche delle prime storiche strisce.

Guarda, il tuo ragionamento non fa una grinza e ti ringrazio per la precisione con cui hai ragionato sul tema strisce/copertine per il Classic. Tuttavia io sarei meno perentorio sulla conclusione. Nel senso che questa, a prescindere dal titolo e dalle copertine "vintage" di Galep è soprattutto una ristampa a colori a basso prezzo e basso contenuto di pagine. Queste sono le PRINCIPALI caratteristiche della collana. Il titolo "Classic" fa molto effetto, ma non è per nulla legittimo, dato il colore, le copertine tagliuzzate o rimontate o addirittura ricalcate, il logo non originale eccetera eccetera eccetera. E' un Classic per modo di dire e scommetto che superato il centesimo numero (ma anche prima) nessuno si accorgerà se anche quel poco di "vintage" che c'è ora dovesse sparire...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

....e il problema delle copertine lo risolvono tranquilli, l'importante per la SBE è che le vendite vadano bene. Il titolo "Classic" è solo per dare un nome

identificativo alla collana nient'altro.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.