Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[Texone N. 32] Il magnifico fuorilegge

Messaggi consigliati/raccomandati

Finito ieri sera di leggere il Texone, naturalmente tutto di un fiato, a più tardi una lettura più approfondita.

Magnifica la storia e disegni. L'atmosfera dei primi albi ma con un Tex per certi versi ancora più irruento e immaturo e con degli aspetti psicologici molto più profondi.

Sono anch'io rimasto colpito come Leo dalla riflessione di Tex e Carson, ci poteva essere uno scontro fra il fuorilegge Tex ed il ranger Carson, una ipotesi da brividi veramente. Quando Tex viene nominato ranger da Mr. Marshall, Arkansas Joe dice che avevano già sentito spesso parlare di lui, quindi....

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Riprendendo il commento, non si possono  non sottolineare altre caratteristiche del giovane Tex svelate o confermate dalla lettura del Texone: una certa malinconia per il suo destino ("lui mi ha sparato ed io mi sono difeso. Sembra la storia della mia vita"), il fascino suscitato nelle giovani ragazze (dalle prostitute di Robbers' nest all'indianina zuni che "non somiglia alla madre di Kit"), la consapevolezza di sé (molto azzeccata la frase "essere miei amici è una conquista, hombre"). La scrittura, che si mantiene ispirata per tutte le 240 pagine di questa corposa storia, rende questo Texone uno dei più belli di tutti i tempi. Credo che Boselli non si sia mai divertito tanto: libero dai "legacci" del personaggio attuale, l'autore ha potuto sbizzarrirsi con questo Tex più giovane e scanzonato, raggiungendo un risultato eccelso che fa ben sperare sulla produzione di nuove avventure del giovane fuorilegge, un filone per certi versi inesplorato e potenzialmente molto redditizio. E' evidente che ai lettori piacciano questi salti nel passato, che d'altronde hanno avuto successo anche per tanti altri personaggi seriali. In questa operazione di recupero degli albori, spero non ci si dimentichi di Carson (vogliamo una Maria Pilar formato Texone, per intenderci...;) )

 

Capitolo Andreucci: mai connubio sceneggiatura - disegni fu più perfetto. Queste pagine non potevano trovare interprete migliore. Era scritto che Boselli affidasse questa storia a cotanta mano: Dio, o il destino, volevano il capolavoro assoluto.

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Che spettacolo:D!!!! questo Texone mi è piaciuto tanto, forse il più bello degl'ultimi anni.I disegni di Andreucci sono bellissimi il suo Tex in versione giovanile è indovinata alla grande.La storia scritta da Boselli ti lascia senza fiato e quello che a tratti sembra scontato invece non lo è.Mi piace parecchio anche l'operazione intrapresa per altro da tempo vedi alcuni cartonati di andare a mettere dei tasselli mancanti nella gioventù di Tex.In alcuni punti della storia si vede una certa acerbità del Tex giovanile rispetto a quello attuale, e proprio questo fa aprezzare questo Texone 32 ancora di più.

Ho già voglia di rileggerlo.

Bravi:D

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
On 23/6/2017 at 13:45, Chinaski89 dice:

Comunque leggendo in giro questa storia sta piacendo proprio a tutti :D anche su TWO (dove non è vero che ci sono solo haters, così come qui non è un fan club) con qualche distinguo ma la  stanno apprezzando tutti 

 Non è proprio vero, carissimo- 

 

Chi ne parla di là lo fa SEMPRE con capziosi distinguo per compiacere i caporioni del forum, da parte dei quali invece c'è totale e assordante silenzio, come mi aspettavo, d'altronde... :D

 

Mi consolo con le numerose entusiastiche recensioni di veri critici...

 

https://www.nerditalia.it/tex-il-magnifico-fuorilegge-recensione/

 

 

gliaudaci.blogspot.com/2017/06/il-magnifico-fuorilegge-tex-speciale-32.html

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

 

31 minuti fa, Magic Wind dice:

 

E perché non al film con Robert Ryan del '51?

01708701.JPG

Cpn questo in comune ha solo il titolo, il film nemmeno lo ricordo.  

 

Mentre è evidente che in parte la trama del Texone è un omaggio a Hammett. Kurosawa e Leone.  Solo il dettaglio delle due bande, niente di più. Ma c'è.

 

 

 

22 minuti fa, Pistolero da baraccone dice:

Addirittura! E poi sarebbero loro, gli invasati? :rolleyes:

 

 

Ehm---Insinui che sarei io?

 

Mi limito a constatare un fatto, traendone forse conclusioni  non necessariamente esatte, però assai probabili. 

 

E dimentichi l'altra metà del mio post. Aspetto le recensioni , negative o posiitive che siano, di Michela, Capelli d'Argento, Lucero, Galvez..  Alcuni hanno già detto che neppure lo comprano! Più in malafede di così!!!  

 

 

Ah... e TU l'hai letto? Puoi anche parlarne male, se credi. ma fallo, invece di punzecchiare a vanvera.

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie  a Mauro Boselli ed ad Andreucci;):D

dopo tanti anni ho riassaporato il Tex dei primi albi che lessi nell'altro secolo.....sic......anni  60 e 70

Complimenti davvero e grazie inoltre a Borden per i siti consigliati per le recensioni del Texone letti tutti con gran piacere.:D

:D:D:)

Un plauso

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, borden dice:

 

Cpn questo in comune ha solo il titolo, il film nemmeno lo ricordo.  

 

Mentre è evidente che in parte la trama del Texone è un omaggio a Hammett. Kurosawa e Leone.  Solo il dettaglio delle due bande, niente di più. Ma c'è.

 

 

 

 

 

Ehm---Insinui che sarei io?

 

Mi limito a constatare un fatto, traendone forse conclusioni  non necessariamente esatte, però assai probabili. 

 

E dimentichi l'altra metà del mio post. Aspetto le recensioni , negative o posiitive che siano, di Michela, Capelli d'Argento, Lucero, Galvez..  Alcuni hanno già detto che neppure lo comprano! Più in malafede di così!!!  

 

 

Ah... e TU l'hai letto? Puoi anche parlarne male, se credi. ma fallo, invece di punzecchiare a vanvera.

 

Non voglio punzecchiare nessuno. Mi pare che l'idea che qualcuno scriva qualcosa di negativo per "ingraziarsi" i "caporioni" di un forum sia un po' esagerata. Dato che quelli di TWO vengono spesso additati come fanatici non vorrei che si cadesse nello stesso errore. A me il texone è piaciuto. Saluti. 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per la risposta. Ma la mia opinione è suffragata da numerosi esempi, perciò la ritengo plausibilissima. In realtà, come ti ho ribadito , la convinzione che altri sono ostili a prescindere, è per me ormai articolo di fede, perché fanno dichiarazioni PREVENTIVE un po' su tutto. Su Tex giovane, sulla storia di Lupe ecc...  Ergo, non li posso ritenere se non ostili alla attuale gestione di Tex. Sono loro stessi a dirlo! Più di così! 

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
On 25/6/2017 at 09:54, Leo dice:

LEO:.... A proposito di pag.33, questa è secondo me una delle più belle dell'intero albo: Carson e Tex riflettono sul fatto che, se il destino avesse voluto diversamente, a quel tempo sarebbe potuto accadere che il ranger Kit Carson desse la caccia al fuorilegge Tex Willer: Carson è infastidito dalla probabile ipotesi che potesse essere lui, già grande ranger allora, ad avere la peggio contro il giovane scavezzacollo. Che duello da brividi, al solo pensarci! Chi vincerebbe? So qual è la risposta, ma si sa che io parteggio per Carson...

 

 

Sto leggendolo e la prima impressione è che si tratti di un'opera superlativa. Ho notato anch'io le riflessioni di Tex e Carson. Essendo pure io un fan di Carson, non posso dare per scontato l'esito dello scontro. Del resto, lo stesso Carson dice che si tratta di un'ipotesi "altrettanto" probabile di quella opposta. Certo, una situazione (impossibile), verrebbe resa da Boselli in modo da salvaguardare la fama e il prestigio di entrambi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">4 minuti fa</span>, james dice:

Sto leggendolo e la prima impressione è che si tratti di un'opera superlativa. Ho notato anch'io le riflessioni di Tex e Carson. Essendo pure io un fan di Carson, non posso dare per scontato l'esito dello scontro. Del resto, lo stesso Carson dice che si tratta di un'ipotesi "altrettanto" probabile di quella opposta. Certo, una situazione (impossibile), verrebbe resa da Boselli in modo da salvaguardare la fama e il prestigio di entrambi.

 

La penso come te james. Boselli è troppo custode della tradizione per far scontrare i due amici: eviterebbe a Tex la brutta figura certa che ne deriverebbe. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

che dire un texone che è il sunto della miglior tradizione

ben scritto e ben disegnato

guardando al futuro io sono per una linea innovatrice

bene che ci siano storie classiche apologetiche di GLB

ma accanto bramo trame mistery insolite e senza pastoie

che so la morte di un pard un flirt per Tex una chiara vittoria dei cattivi...

per me il Tex di Galep e GLB finisce con loro

il Tex 2.0 di Villa è già nella fisionomia un'altra cosa

mi chiedo: quando moriranno i lettori storici le nuove generazioni

si accontenteranno di un Texone come questo ?

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, waco dolan dice:

che dire un texone che è il sunto della miglior tradizione

ben scritto e ben disegnato

guardando al futuro io sono per una linea innovatrice

bene che ci siano storie classiche apologetiche di GLB

ma accanto bramo trame mistery insolite e senza pastoie

che so la morte di un pard un flirt per Tex una chiara vittoria dei cattivi...

per me il Tex di Galep e GLB finisce con loro

il Tex 2.0 di Villa è già nella fisionomia un'altra cosa

mi chiedo: quando moriranno i lettori storici le nuove generazioni

si accontenteranno di un Texone come questo ?

 

 

 

Non esagerare, vuoi far chiudere la Bonelli?

Tex è TRADIZIONE. Lo sa anche Mauro. Non si prescinde da essa, guai a farlo!

 

Per il resto io guardo questo Texone come un punto di partenza per un glorioso futuro che si regga su un altrettanto glorioso passato. La linea innovatrice per Tex è un falso problema che per quanto mi riguarda non si pone; Il Magnifico Fuorilegge è un tripudio del primo Tex, quello sanguigno di GLB... guarda il linguaggio che, a mio parere, resta il punto più alto di questa storia e che è molto bonelliano. Questo significa che si possono scrivere ottime e stupende storie dal taglio fresco, attuale e moderno, ma legate comunque alla tradizione.

Modificato da Ulzana
  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Oltre a Tex sono sempre stato vicino, come personaggio immaginario, a Sherlock Holmes. Al quale è stato dedicato anche un film, una trentina di anni fa "Piramide di paura" che nella versione originale si chiamava "The young Sherlock Holmes" e che proponeva immagine e situazioni diversissime da quelle del cosiddetto canone di Conan Doyle. Così come nella serie televisiva BBC "Sherlock" la figura interpretata da Benedict Cumberbatch è fisicamente lontana da quella originale. La bellezza, la grandezza di un personaggio è nella sua possibilità (capacità, per chi lo realizza) di essere modificato mantenendo una fedeltà di base all'idea originale del tipo, ma consentendo divagazioni e deroghe occasionali. La Nona di Beethoven diretta da Toscanini non è uguale a quella di Von Karajan, le note (le sceneggiature i disegni di Tex) uguali, ma la resa diversa. Io ho apprezzato molto il Texone, che forse sta alla serie mensile e agli altri speciali come la Champions League sta alla Serie A: livello superiore e in quasi trent'anni i capolavori assoluti li ho visti lì. Complimenti a Borden, che al di là delle qualità strettamente legate a Tex ne ha altre due non da poco: autoironia e volontà di confronto.

P.S. Non faccio il ruffiano: Decio Canzio mi ha già bocciato una storia e il veto, motivato, lo rispetto

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Comprato il giorno stesso dell'uscita ma letto solo ieri... 

Che dire, lo reputo un capolavoro, uno dei 5 migliori albi degli ultimi 10 anni...

FA-VO-LO-SO

Una storia spiccatamente retrò e nostalgica architettata alla meraviglia da un Mauro Boselli che non cessa mai di stupirci e da un'Andreucci che ha realizzato dei veri e propri dipinti in Bianco&Nero!

Non dico altro, già dalla prima lettura questo albo si mostra per quello che è, una chicca, una vera Perla...

Non lo avete ancora letto? Leggetelo perchè è davvero, a mio parere, il miglior albo dell'anno!

Vi metto qualche vignetta:

8wfqcy.jpg

2sb1snn.jpg

250l5sm.jpg

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Letto, come si suol dire, tutto d'un fiato e un po' in ritardo sulla sua uscita a causa di una breve vacanza all'estero (dove purtroppo i nostri fumetti sono pressoché sconosciuti....).

Dopo il rimando di Borden al commento di Gianni Brunoro (data la quasi coetaneità, mi sono ritrovato anch'io sui banchi delle elementari ........) cosa diavolo posso aggiungere?

E' semplicemente il Tex degli esordi, rivisitato in maniera molto intelligente da Boselli con i canoni di quasi settanta anni dopo.

Un ringraziamento quindi allo sceneggiatore ed al bravo illustratore, sperando di ritrovarlo presto su.....questi schermi!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Appena ho un computer sottomano scrivo un commento più articolato. 

Per ora, in breve, dico che sì, bel Texone, ma non certo un capolavoro: per me non è nemmeno una delle storie migliori del Boselli in stato di grazia di questi ultimi anni.

Diciamo che di un simile amarcord del primissimo Tex io (legato a un Tex bonelliano successivo, e soddisfatto del Tex attuale) non sentivo nessun bisogno: non certo lo sentivo di quelle didascalie "vecchio stile" che nella seconda parte dell'albo appesantivano la lettura e interrompevano l'azione.

 

Disegni: per me Andreucci molto, molto migliore nel suo esordio. Qui le ultime cinquanta pagine (circa) mi sono sembrate a volte concluse in maniera più approssimativa. E personalmente non amo il modo in cui sono resi i cavalli (specie i musi).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.