Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
natural killer

[Maxi Tex N.21] Nueces Valley

Messaggi consigliati/raccomandati

Letto ma non digerito, mi sbilancio in una serie di considerazioni a caldo.

 

1 Una trama lineare, non evidentemente e artificiosamente arrotolata su se stessa, giova certissimamente al nostro curatore. Non manca la solita parte didascalica in cui si ricevono spiegazioni noiose e assolutamente non desiderate su come funziona il trasporto di una mandria e sulla differenza tra i famigerati Apaches e i Thurpos di Orotelli e sulla situazione politica della bassa valle del Tirso. Sarebbe stato pretendere troppo. Però la storia è avvincente è non prende all'anima, anzi, coinvolge abbondantemente.

 

2) Onestamente conoscere l'infanzia di Tex, vederlo nel pancione e bambino adolescente per me ha suonato come un qualcosa di posticcio e inserito a posteriori, non mi è suonato naturale affatto, e vederlo con l'eterno ritorno del Jim che gli fa da balia conferma la mia ipotesi che Boselli si piace e si esalta quando l'eroe è un altro. Poco da fare, se scrivesse liberi sarebbe un dio. Insomma preferivo che questa parte di Tex rimanesse indeterminata piuttosto che svelata in una sorta di Okhlaoma, un libero su Tex.

 

3) devo dire che la storia è scritta, concepita e disegnata molto bene. Innegabilmente c'è quel tanto di politicamente scorretto, dal grido "carboncino" alla sgualdrina spogliata e gettata in acqua da renderla saporita e l'azione è quella giusta.  Singolare, corale, imprevedibile, movimentata e senza dubbio degna di una banda di scavezzacolli.

 

4) La parte finale è quella meno convincente, e forse è un bene, perché i finali non erano il punto di forza del Tex di un tempo.

 

5) Anche io ho notato una certa assonanza più generale di quanto ho asserito poc'anzi con il maxi di Berardi, mi riservo di rileggerle entrambe per capire perché.

 

Insomma mi è piaciuta, bella, ben scritta e ben disegnata.

 

 

 

 

Modificato da Wasted Years

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Dix Leroy dice:

Ma insomma...

Lo scrittore ti manda un suo libro autografato con dedica e tu ci fai una recensione!

Appendilo sul muro e falla finita! (il corniciaio dovrà farla piuttosto spessa quella cornice!)

Di sicuro non ne riceverai più.

Bah, Boselli è stato carinissimo, seriamente, e so che si è divertito molto a scoprire che sono incorreggibile, nel tuo caso, spalanca gli auricolari: Prrrrrrrrrrrrrrrrrr. Wasted years recensisce anche i baci, ragazze diffidate.

Riporto dallo shout

Ess, manco avessi recensito negativamente la Gioconda. Mi sono divertito a fare un pezzo dei miei.Se fossi stato il rompi che ero non avrei agito così. E  poi la differenza tra i sioux e i merdules di ottana me la voglio leggere in un albo comprato con i miei soldie e comunque nueces valley è un bel leggere.contenti? Mi ricorda addirittura Nolitta chè Boselli ce l'ha quel tocco.

mi complimento con l'autore.
è il miglior albo di Tex che vorrei non fosse mai stato scritto

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ah, quello lo seguivo sempre per radio, quando c'era 610.

Ma tu non sai di cosa sto parlando io :P

Lillo & Greg apparirono come "guest stars" bel radiodramma "Tex contro Mefisto",

adattamento radiofonico della storia che parte dal 501.

(Tex era interpretato da Francesco Pannofino)

Loro fanno due sgherri che fanno una brutta fine, e la loro voce si riconosce subito.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.