natural killer

Le frasi celebri nei vecchi Tex, direttamente dalla chat

Messaggi consigliati/raccomandati

Traendo spunto dalla discussione in chat, come promesso, apro la discussione.

Possiamo continuare qui.

 Wasted Years9 Nov 19:19

ragazzi, ma si è parlato mai delle frasi celebri che comparivano nei tex costina bianca e tre stelle?

 TexFanatico10 Nov 7:19

Un compendio delle frasi ad effetto dici?

  Wasted Years10 Nov 15:43

yes

 natural killer10 Nov 17:59

Così a memoria direi di no...

 Dix Leroy10 Nov 23:10

a me piaceva di più: "Nel West dicevano così…"

 Wasted Years12 Nov 17:25

e rimaniamo senza? io ritengo che sia meglio guardare al passato. E non perchè sono tradizionalista, rifiuto l'etichetta. Semplicemente perché mi pare che la casa editrice voglia monetizzare l'amora che molti di noi portano alla collana, con robe molto poco interessanti come tex classic. E tutto questo guardare al passato con storie di Tex giovane mi pare altrettanto legato alla logica della spremitura del fondo. Personalmente non mi ricompro PEZZI del numero uno a prezzo esorbitante perché è in una cassetta di forse legno e mi fa solo tristezza. Correggetemi se sbaglio, ma sento il suono di un triste canto del cigno.Inizio a concordare con chi sostiene che visto che gli acquirenti di tex sono un numero fisso e soprassegnato tanto vale moltiplicare le uscite in modo da moltiplicare per 3 i suoi acquisti

 natural killer12 Nov 18:58

Girava voce che la SBE avrebbe iniziato a stampare copie anastatiche in proprio, immagino di collane "storiche". Quello sarebbe un altro modo di guardare al passato... Zenith I e II serie, Rodeo, Araldo,Tex e magari le strisce... Ad ora non ho più sentito niente 

 Wasted Years12 Nov 19:25

guardare al passato va bene, ma quello che si percepisce da parte della casa editrice è una strategia su due fronti, da un lato cercare di soddisfare una sorta di feticismo dei vecchietti che rivogliono i formatini e vogliono che si chiariscano i punti oscuri del tex della loro gioventù e dall'altro acchiappare lettori giovani con collane ispirate ai manga o ai fumetti americani, non vedo l'idea di pubblicare storie toste del ranger tosto, quello è morto e sepolto. Mi sono sempre sentito vicino all'editore, che percepivo come uno della mia famiglia. Zio Sergio. Ora mi sento un consumatore e un numero in un piano di marketing basato sul prodotto. Onestamente dopo le storie insensate di uno e boring dell'altro mi aspettavo che qualcosa cambiasse e mi è tornata voglia di rileggermi le frasi celebri, tanto... i cambiamenti sono quelli meno auspicabili. Ripeto, sono pronto a cambiare idea se qualcuno mi spiega dove sbaglio

 Dix Leroy12 Nov 20:21

Qualcosa dal punto di vista editoriale doveva essere fatto, e ora il bisogno di far soldi è più evidente. Secondo me a chi vede questo come un "tradimento" consiglio di concentrarsi sul mensile.

 TexFanatico13 Nov 7:08

@Wasted: a suo tempo avevamo iniziato questo discorso per quanto concerne le frasi: http://texwiller.ch/index.php...ic/839-raccolta-frasi-famose

 Ken5113 Nov 19:11

Wasted Years, evidentemente il germe della nostalgia e, in senso lato, del collezionismo, non attecchisce in te ma, ti prego, lascia noialtri liberi di coltivare le nostre passioni  Oggi, per esempio, mi è arrivato il Tex 100 "oro" con la statuina (2 copie, una da sciogliere e l'altra da tenere blisterata) e, se permetti, mi ha entusiasmato (tra l'altro il Supetrex è anche il mio avatar ha :D) A me la Tex Classic, che ripropone le copertine dell'Albo d'Oro, nonchè le variant cover e gli albi speciali (vedi Lugano) fanno letteralmente impazzire, e come me a tanti altri COLLEZIONISTI che conosco, per i quali non si tratta di mera "carta straccia" nè di "cassette di legno"... Ma questo è COLLEZIONISMO, una cosa d'elite, mica alla portata di tutti  E quindi, come giustamente diceva Dix Leroy, chi non lo capisce, farebbe bene a concentrarsisulla serie mensile e lasciare gli altri liberi di coltivare le proprie passioni 

 Dix Leroy13 Nov 19:48

Non è tanto la questione di capire o meno. E' una tattica commerciale per catturare l'attenzione di nuovi lettori. A noi vecchi lettori può sicuramente infastidire ma c'è anche chi detesta il colore, oppure le storie brevi... A me faceva sorridere anche la pubblicità del "DiscoTex" o la linea di Jeans degli anni settanta/ottanta. Invece mi arrabbiai per il poster: in allegato a tutte le testate Araldo, ma non su Tex!

 Wasted Years15 Nov 21:11

Il collezionismo è una caratteristica ancestrale e di basso istinto della nostra specie, niente di nobile, spiacente di deluderti, siamo come le gazze ladre con i vetrini, ma il raziocino dovrebbe guidare le nostre azioni ed evitarci un comportamento puerile ed è esattamente quello che desidero fare io. Vorrei un mensile all'altezza della sua tradizione e per l'album da colorare e il monopoli di tex passo volentieri la mano. Non "capire" è quanto di più errato si possa asserire, è il collezionista che non capisce che è vittima di un comportamento specifico seriale, come quando vai alla fiera e prendi tutti i volantini e poi li adoperi per accendere il fuoco. Quoto invece dix leroy

 TexFanaticoOggi 17:16

il discorso su collezionismo si/no VS amore/passione penso possa essere un tema interessante da affrontare, con debita compostezza, in una discussiine specifica e maggiormente duratura rispetto alla shoutbox 

 Wasted YearsOggi 18:04

io di scompormi non ho voglia, Tiziano. Se la discussione dovesse partire direi la mia, ma mi è completamente passata la voglia di incazzarmi, passami il francesismo, per cose per le quali nulla posso quando qualcosa di vivo diventa mitologia, muore. In questo senso vedo queste iniziative come l'epitaffio del Tex che conobbi da bambino, è così, pace.

 Dix LeroyOggi 18:50

Non sopporto di leggere che la prendi così male. Devi ricordare che Tex prima di tutto è un fumetto. Lo abbiamo voluto noi seriale ed eterno. Per G.L. Bonelli avesse venduto poco sarebbe passato ad altro senza remore. Ora le vendite calano e la casa cerca di rimediare. Se il rimedio ammazzerà Tex guarda quanto possiamo rileggere! E sicuramente non saranno queste "robacce per patiti" ad ammazzare Tex!

 TexFanaticoOggi 19:40

Oh... nessuno deve scomporsi 

 Wasted YearsOggi 20:15

un contributaccio ce lo butto pure io

 Dix LeroyOggi 19:42

Aprila questa discussione capo, così non mi tratterrò sul testo (non sono uno da Twitter).

 Wasted YearsOggi 20:18

che poi non penso che sia la cassetta di legno di cassette ad ammazzare tex, sibbene che lo stesso stia diventando come quelle navi che si spogliano prima di rottamarle. Non tira il mensile? Arrifiliamo ai cassici lettori strisce e albi d'oro della mutua. E facciamo gli albetti coloretti per li pizzinnetti, monopoli, scarabeo e le carte da poker che Tex stesso si sarebbe rifiutato di toccare in quanto carte italiane non mescolabili all'americana. A quando il paginone centrale con lupe nuda?

 Dix LeroyOggi 20:29

Continua a dar consigli utili a quelli del marketing e un uppercut te lo do sul serio, sono buone idee!

 Wasted YearsOggi 20:30

quello del paginone me lo accatto al volo, e compagna o non compagna me lo appendo in camera. Come dire, non sono immune al 100%.

 Dix LeroyOggi 20:31

Ti sei fregato da solo hermano. 

 Wasted YearsOggi 20:32

e vabbé, sarebbe rivoluzionario. Too easy fregarmi così. Con una cosa che ho pensato io stesso.

 Dix LeroyOggi 20:33

Colpa tua, io sulla chatbox non ci ero mai stato, con i tuoi pensieri neri hai smosso la mia coscienza.

 Wasted YearsOggi 20:34

Pardon. Apri pure una discussione e io ti suono l'accompagnamento.

 Dix LeroyOggi 20:35

Neanche quello ho mai fatto. E non so neppure inserire foto. Ignoranza digitale quasi assoluta. ma ho comperato il tablet esclusivamente per leggere fumetti.

 natural killerOggi 20:36

per sentire la stratocaster di Antonio quasi quasi lo apro io 

 Wasted YearsOggi 20:41

ho solo la diavoletto qua con me se ti accontenti

 unpertuttiOggi 20:51

Un semplice saluto da un neo arrivato per semplice curiosità 

 Dix LeroyOggi 21:06

Benvenuto straniero, appoggia la sella, arrotola una sigaretta e aspetta che aprino la discussione. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Me ne ero completamente dimenticato che iniziava così!

Le frasi celebri nei vecchi Tex per me significa esclusivamente la rubrica che appariva in seconda di copertina.

Era una raccolta di aforismi (raccattati qua e la probabilmente da Sergio Bonelli stesso) e per me a volte era

un momento di riflessione, a volte di indifferenza, e quando ne trovavo di già visti anche di insofferenza.

Molto meglio (come già scrissi) la rubrica che ne prese il posto ovvero "Nel West dicevano così" dove le

traduzioni dei modi di dire dei rudi cowboys erano scritte con humor e stile.

Seguì poi la un po' noiosa e mai completata "Foto di Famiglia" che ebbe una raccolta neppure troppo

fatta bene a corredo del n. 400.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Su questo concordo in pieno, però mi sembra che il verso che aveva preso la discussione nella chat si sia fatto ancor più intrigante.

Confrontare i diversi tipi di collezionismo, da chi aspira agli albi storici in formato striscia o Albo d'Oro, a chi insegue le novità e i gadget che vengono proposti  adesso, passando tra chi cerca di accaparrarsi entrambi e chi si limita a leggere le storie ricordando i vecchi fasti e sperando di incontrare ancora in futuro.

E la vena ironica di Antonio che dice di non aver più voglia di infervorarsi mentre dai suoi post traspare esattamente il contrario, fino alla spassosa provocazione del paginone centrale alla Playtex. Aspetto poi la promessa esibizione con la diavoletto :D

Modificato da natural killer

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

ricordo anche io frasi come "un pranzo lubrifica gli affari" o roba simile, oppure "la bellezza senza intermediari convince da sola gli occhi degli uomini". Ho iniziato a discutere nello shout perché sono francamente spiazzato dalla pletora di offerte che la Sbe sta mettendo sul mercato. La mia edicola di fiducia pullula letteralmente di Tex. Tanti Tex, molto Tex giovane, strisce stampate su carta da 13, mi chiedo se questo sia il tanto paventato segnale che la casa editrice legga la serie come una risorsa da spremere nel tentativo di rinnovarsi. Come dire, lasciamo che sia il buon Tex ad immolarsi per finanziarci la ricerca del gusto dei giovani. E mi è venuta voglia di rileggere i vecchi Tex incerottati, pieni di incongruenze ma limpidi e editi da un signore che negli anni ho imparato a sentire molto vicino a me lettore. Lupe nuda a parte, mi sento frastornato da questa situazione. Vorrei raccogliere pareri e stati d'animo per vedere di chiarirmi le idee.

Modificato da Wasted Years

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'attuale fase di marketing è quella di Invasione. Inondare il mercato di proposte collaterali nella speranza di allargare il ventaglio e arrivare a nuovi acquirenti, che poi non saranno novizi di primo pelo ma apparterranno al consistente gruppo di lettori fidelizzati nel quale noi tutti,o quasi, rientriamo. Come la penso l'ho già postato in un altra discussione e non è il caso che mi ripeta qui. Sicuramente in questo momento emerge la volontà di compiere uno sforzo nel tentativo di rilanciare l'appeal di Tex come di altri personaggi trainanti della scuderia con iniziative che vadano oltre la mera lettura delle storie. Che a mio parere rimangono il nucleo principale da preservare con la qualità di testi e disegni, anche strizzando l'occhio a un passato già noto e a quello che poteva essere e finora abbiamo soltanto immaginato.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Allora io ho ricordato come negli anni settanta ottanta mi sentivo oltraggiato dalle pubblicità in quarta di copertina

(che reclamizzavano all'inizio altre testate, poi gadget ispirati a Tex e poi la lusinga del portachiavi per rispondere

al sondaggio!). Lo stato d'animo era esattamente quello di Wasted Years, quindi capisco bene, anche se a guardarle

ora quelle pagine appaiono "classiche".

E poi l'odiosissima pagina interna di fine anni sessanta: per avere la bellissima cartolina di Tex bisognava comprare un

qualsiasi albo Araldo! Allora si che vennero giù parole grosse, e un vero astio verso i vari Mark, Storia del West...

Alla fine però la cartolina l'ho avuta lo stesso ma secoli dopo: venne allegata all'Album di figurine Panini…)

Ce li avete gli albi in cui a tre quarti del volume appaiono 4 pagine a colori che presentano Mister NO?

Ora quei volumi in condizioni integre costicchiano, perché molti le strappavano allegramente:
"Pubblicità a colori che osano interrompere la storia!!!"

Modificato da Dix Leroy

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il problema del posterino non l'ho vissuto, dato che all'epoca leggevo Tex, Zagor, Mark e SdW. Poi per motivi di spazio lasciai i lupi dell'Ontario e i MacDonald (salvo recuperare in seguito la tuttoMark e la SdW rossa...) Però il fascino degli albi di quando ero bambino negli anni 60 è rimasto, come per molti altri texofili, e questo alla SBE è ben noto, per cui mi aspetto, per l'anno del settantennale un'altra marea di iniziative, alla quale, so già, mi sarà difficile resistere...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io oscillo tra l'idea che si stia cucinando Tex in tutte le salse per cercare di soddisfare tutti i gusti dei nuovi e dei veterani, e l'idea che siccome tra dieci anni saremo tutti rimbecilliti in quanto matusa tanto vale mirare ai nostri soldi ora che non ci hanno ancora interdetto. Forse siamo nel mezzo, con una strizzata di occhio e una di limone a chi soffre di compulsioni collezionistiche e soffrirebbe troppo senza una cassetta che sembra contenere un vino mignon. E invece contiene la nostalgia curata il tanto che basta da essere peggio di quanto edito una settantina d'anni fa. Del tutto non sono certo, come si nota, è che non riesco a smaniare appresso a cento rivoli. Quale sarā l'albo per me?

Modificato da Wasted Years
itagliano

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Da sempre io schifo TuttoTex, Tex Nuova Ristampa e recentemente il Tex Classic.

Il buon Sergio ci aveva chiesto di sostenere la Collezione Storica, dicendoci che era solo per 52 settimane.

Io da buon devoto li pres,i anche perché i primi sono i miei preferiti e sognavo da sempre fossero a colori.

Ma ovviamente il mio ultimo acquisto è stato "Union City".

La collezione di Tex è solo il mensile (Texoni, Maxi, Color, Almanacchi, Magazine sono a discrezione).

Quindi statuine, giochi da tavolo, fucili, pantaloni, 45 giri, album di figurine, copertine metalliche, Monopoly...

Ma che ve ne fate?

La scatola di dinamite è carina, c'è la paglia, l'albetto di Uggeri, la prima striscia...

Ho messo dentro "Rio Quemado" e un numero uno che mi avanzava, tanto c'era posto.

E all'opposto: non concepisco sprecare una busta paga per un "La Mano Rossa" spillato.

Ok non ci sono le censure, ma puzzano di capra e non li si può nemmeno sfogliare che vanno in pezzi!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.