Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum

Messaggi consigliati/raccomandati

On 10/2/2018 at 20:49, ymalpas dice:

 

Per non parlare dell'arciere che compare dal niente e che chiude la bocca al capitano lasciando presuporre che fosse già sulle tracce dei due rangers e questo senza una plausibile spiegazione. Così come a pagina 65 i due hatchet man che si mettono sulle tracce dei due rangers mentre questi sono a passeggio nella chinatown non possono essere stati messi sul chi vive se non dalllo sceriffo, facendone di fatto un complice  di primaria importanza dello zio. Nella pagina precedente Tex si dichiara sicuro che con la loro semplice presenza daranno fastidio a Wu, che non saranno loro a dannarsi l'anima nel cercare l'arciere, ma che saranno gli avversari a farsi vivi, come di fatto avviene poco dopo quando sorprendono i due sprovveduti cinesini dietro un vicolo.  Ora, come fa Tex a pretendere che Wu li conosca e che sarà messo in allarme dalla loro semplice presenza, se non informato dall'unica persona in cui i due pards si sono imbattuti dopo l'omicidio del capitano ? La carpenteria della storia scricchiola, per il momento, che l'intero edificio cada a pezzi sarà solo il secondo albo a decretarlo.

 

Mister Wu (più adatto di zio Wu, nome che sembra uscito da un fumetto Disney) non si fida molto del capitano Branch e, quando la sua nave è in porto, lo fa sorvegliare.
Dopo che Tex ha messo fuori combattimento il maori e comincia a sbatacchiare il capitano, il cinese incaricato della sorveglianza interviene uccidendo il capitano e cercando di far fuori anche i due pard.
Naturalmente è lo stesso arciere che avvisa della presenza di due ficcanaso bianchi, anche se non mister Wu in persona (che, a quanto pare, viene informato dopo), la masnada dei cinesi ai suoi ordini, che intervengono a pagina 64.

Tutto abbastanza plausibile, anche se Rju poteva spiegare il tutto con due o tre pagine in più (ma, secondo me, sarebbe servito solo a eliminare pagine magari più interessanti).

La storia comunque, almeno finora, non è delle migliori di Ruju e i disegni di Cossu sembrano quelli presenti in quegli albetti per bimbi che riportano la dicitura "Colorami": contorni che contengono spazi completamente bianchi e, occasionalmente, completamente neri.

Orrendo il cielo notturno nero come la pece. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Letizia dice:

Mister Wu (più adatto di zio Wu, nome che sembra uscito da un fumetto Disney) non si fida molto del capitano Branch e, quando la sua nave è in porto, lo fa sorvegliare.
Dopo che Tex ha messo fuori combattimento il maori e comincia a sbatacchiare il capitano, il cinese incaricato della sorveglianza interviene uccidendo il capitano e cercando di far fuori anche i due pard.
Naturalmente è lo stesso arciere che avvisa della presenza di due ficcanaso bianchi, anche se non mister Wu in persona (che, a quanto pare, viene informato dopo), la masnada dei cinesi ai suoi ordini, che intervengono a pagina 64.

Tutto abbastanza plausibile, anche se Rju poteva spiegare il tutto con due o tre pagine in più (ma, secondo me, sarebbe servito solo a eliminare pagine magari più interessanti).

 

L'arciere cinese aveva un conto in sospeso con il capitano che durante una delle precedenti traversate aveva violentato la nipote della cugina della cognata.Avendo fatto la scoperta mentre il capitano era ripartito in Cina per fare un altro carico di limoni, appena ha avuto notizia del ritorno del capitano ( che è arrivato a sorpresa con qualche giorno d'anticipo), si è precipitato nella zona portuale, è salito su un terrazzo, l'ha fatto fuori vendicando così la nipote della cugina della cognata. Tex  e Carson si trovavano lì per puro caso, cosa peraltro sottolineata bene bene anche in diverse altre pagine della storia. Tutto molto plausibile: faida interna familiare. E ymalpas che si chiede come la sceneggiatura fondi le sue basi su cose che ai lettori non devono fregare niente (infatti che vi frega della nipote della cugina della cognata!!!) è proprio un lettore che deve mettersi a studiare.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Caro Sandro, con tutti i giochi che la SBE sta buttando sul mercato, vuoi vedere che stanno pensando di creare un concorso sui vari perché non spiegati nelle sceneggiature. Mettendo magari in palio per le migliori soluzioni quelle confezioni di patatine fritte da ma sempre agognate......

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, ymalpas dice:

Letizia mi odierà :lol: Spero che non abbia arco e frecce :indiano:

 

Odiarti?

Per così poco?

A parte il fatto che non odio nessuno.

Hai fatto una splendida ricostruzione, Ymalpas.
Molto fantasiosa, molto spiritosa e, forse, molto poco realistica.
E poi dimostri di non aver letto bene la pagina 65 :D.

tw688-65.jpg

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">30 minuti fa</span>, Letizia dice:

La prossima volta che tarocchi un'immagine, fai in modo che sia leggibile.

Oppure aggiungi una didascalia del tipo "Poiché dall'immagine non si capisce una mazza, il testo delle tre vignette è il seguente: [.....]".

Provo a ripostare, dal mio terminale è leggibilissimo.

 

r77zis.jpg

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">2 minuti fa</span>, Letizia dice:

Cercherò di intercedere per tutti e due.

Chiederò a Boselli e Monni affinché vi diano una morte veloce e il più possibile indolore.

Già che ci sei, informati su quali fiori preferiscano. È una info che potrebbe essere utile alla luce della loro idea scellerata.

 

Insomma, texianate a parte, la stiamo facendo lunghissima per una inezia e piccola incongruenza anche spiegabile, dato un albo che a me personalmente ha divertito e fatto rigustare atmosfere di altri tempi. Mi aspetto più action e i ranger in difficoltà nel proseguo, però onestamente le lamentele sono esagerate.

Sono anni che chiedo storie con intrecci semplici, ben dialogate e spettacolari, mo che faccio, taglio?

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Già che ci siamo, diciamola tutta. Albo letto una volta. Non invoglia minimamente una seconda lettura causa disegni che potranno piacere a tizio e caio ma non sono Ticci, letteri, civitelli ecc. Con Boselli mi capita di rileggere anche Font, altro grande internazionale che non è Ticci, Letteri, Civitelli ecc. La storiella di Ruju l'ho leggiucchiata una volta e poi finita, neanche un pizzico di voglia che mi tenti a riprendere l'albo in mano, niente, nada de nada. Quanto all'arciere, se i testi non sono stati taroccati da Letizia, ma mi fido, resta il fatto che presenti situazioni che non sono immediatamente percettibili a una prima lettura, lasciamo  perdere che poi a pagina XX ti spiega il perchè dell'arciere sul tetto (che poi ti mando un sicario a fare mera manovalanza), va bene, fai bene a scriverlo, la narrazione sarà semplice ma non è scorrevole, so bene che molti possono spacciarla per modernista, ma non rompete più di tanto, siamo in una serie del 1948, che festeggia 70 anni con tanto di bollino in copertina, scrivete a b c d e non a c d b, che cavolo! Altrimenti, c'è chi vi critica. Poi, se permettete, la critica principale è: "Il laccio nero" voto 10 e lode, "storiella di Ruju e Cossu" voto 6 già che siamo buoni. Se non riuscite a vedere la differenza neanche qui, mi metto l'anima in pace.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">6 ore fa</span>, Wasted Years dice:

Già che ci sei, informati su quali fiori preferiscano. È una info che potrebbe essere utile alla luce della loro idea scellerata.

 

Insomma, texianate a parte, la stiamo facendo lunghissima per una inezia e piccola incongruenza anche spiegabile, dato un albo che a me personalmente ha divertito e fatto rigustare atmosfere di altri tempi. Mi aspetto più action e i ranger in difficoltà nel proseguo, però onestamente le lamentele sono esagerate.

Sono anni che chiedo storie con intrecci semplici, ben dialogate e spettacolari, mo che faccio, taglio?

 

Anche a me ha fatto rivivere un'atmosfera di altri tempi. 

Ci sta che ci sono persone a cui non piacciono i disegni di Cossu. Perfetto, ma ci sono anche persone che li apprezzano.

Mi piaceva tantissimo Letteri. tant'è che trovo la sua Mitla la ragazza più bella e sensuale apparsa su Tex. Tuttavia non posso restare ancorato al passato e pensarlo con nostalgia...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Con queste argomentazioni di Sandro Boselli andrebbe spedito a YUMA senza passare per il via se Ruju fa adbc Boselli fa KMnO4 + Ca3(PO4)2 → K3PO4 + Ca(MnO4)2 .  Eppure ho sentito gridare al capolavoro e al troll che criticava in 1001 occasioni. Tex era un fumetto caratterizzato da dialoghi brillanti, azione frenetica e da personaggi scanzonati ed ironici con alto impatto. Soggetti ripetitivi e sceneggiature a volte rapsodiche a parte, era uno spasso seguire le avventure di questi pazzi a piede libero che spaccavano tutto ed erano una sorta di fuorilegge da tutori della legge.

Io nella storia di Ruju, la migliore sua che ho letto, ho risentito un gusto come da chewing gum alla vaniglia, molto anni 70. E non mi pare affatto poco.

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Letto il secondo volume e devo ammettere che non ha pienamente soddisfatto le mie aspettative.

 

ATTENZIONE SPOILER...

 

La storia, che nell'albo precedente aveva un ritmo abbastaza valido, in questa seconda parte mi è sembrata molto poco costante: si alternano tratti frenetici, decisamente frettolosi, a scene troppo calme, uno stallo puro che serve solamente ad aumentare la foliazione. 

Come è facilmente riscontrabile fin dalle prime battute dell'albo la struttura precedentemente sppacciata per il covo dell'esimio Zio Wu non è nient'altro che l'abitazione delle sue mogli/schiave, scena del tutto piatta e tutto sommato inutile. Fin troppo banale il dialogo con la giovane moglie e quasi scontato poi la continuazione della scena.

Banalotta la scena in cui Charlie viene catturato e messo sull'imbarcazione; tra l'altro, ironia della sorte, nel mentre stanno passando i due Ranger e, cosa più che mai assurda, non fanno assolutamente nulla per liberarlo, NULLA.

La storia prosegue nel piattume generale:

  • Tex e Carson visitano un magazzino simildisabitato ma con una stanza segreta che si rivela l'ingresso alla tana del vecchio cinese;
  • i due noleggiano una barca da un marinaio locale conosciuto non si capisce esattamente grazie a chi;
  • il terzetto viene attaccato dai cinesi mentre è in navigazione;
  • la barca viene polverizzata dall'arciere piromane e i tre finiscono in acqua;
  • Carson perde coscienza ma viene prontamente salvato da Tex (essendo la scena ritratta in copertina mi aspettavo una maggiore attenzione per essa);
  • i tre arrivano a riva;
  • Tex mette fuorigioco i limoncini di guardia e scopre che lo sceriffo è in combutta col boss cinese;
  • dal nulla esce il Maori;
  • Carson nel momento giusto rinviene;
  • per errore il Maori si accascia sulproprio spadone piantato nella sabbia e muore infilzato dalla sua stessa lama, da qui in poi il marinaio sparisce e non lo rivedremo mai più;
  • Carson raggiunge Tex, entrano nel magazzino con la stanza segreta;
  • senza farci vedere l'ingresso o eventuali impedimenti i due raggiungono lo stanzone in cui lo squalo di Zio Wu sta per attaccare Lung;
  • Tex spara allo squalo e salva Lung;
  • ricompare il piromane;
  • dopo un breve combattimento il cinese con l'arco scocca una freccia che per errore uccide Zio Wu. I cinesini rimasti spariscono improvvisamente e la scena termina;
  • Stacco. Vediamo lo sceriffo volare fuori dalla finestra del suo ufficio;
  • Tex saluta tutti e FINE.

Sembra una semplificazione estrema ma è l'accurato resoconto della vicenda.

0 trucchi e tranelli alla cinese, 0 covo labirintico difficilmente esprorabile, 0 spessore dell'antagonista principale, 0 importanza del colosso Maori.

PIATTUME PIATTUME PIATTUME

Questo secondo albo si salva grazie ad una copertina magnifica e ai disegni davvero molto validi. La scena in cui troviamo i Nostri sulla spiaggia mi piacerebbe davvero tanto vederla in grande formato e a colori, merita.

VOTO COMPLESSIVO DE "IL MESSAGGERO CINESE": 6 1/2

 

P.S. Appunto negativo per Cossu: Zio Wu ricorda troppo Padma, è pressochè identico esteticamente...

Modificato da Sam Stone
Aggiunta Spoiler
  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non so cosa sia capitato ad un finora ottimo Pasquale Ruju.

La sceneggiatura del secondo albo di questa storia presenta un tale livello di situazioni improbabili da oscurare le avventure di Cocco Bill e di Paperino.

La mia incredulità è giunta a domandarsi se Pasquale avesse deciso di prendere in giro i lettori di Tex.

E mi domando pure se Boselli, sempre attento ed altamente professionale, si fosse addormentato mentre controllava questa sceneggiatura.

Il soggetto poi era piuttosto debole. Per i disegni nulla da aggiungere a quanto precedentemente scritto.

Mi spiace sottolinearlo, ma l'anno del settantennale non sembra partito con il piede giusto....

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Appena letto. I disegni sono sullo stesso livello del primo numero: a mio parere buoni, ma incompleti in alcuni campi.

Per la storia, purtroppo, anch'io esprimo le mie perplessità per un racconto di cui, come nel caso della "Città nascosta", mi rimarrà ben poco.

In particolare, come spesso mi accade nelle storie a due numeri, ho trovato i personaggi inediti poco caratterizzati.

Condivido il messaggio di JohnnyColt, che si sofferma sull'eccessiva linearità della trama.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'idea che dà l'albo è che improvvisamente Tex si sia messo a cazzeggiare a San Diego. E il peggior Nizzi sia ritornato a scriverlo. Si prende il the con la favorita, che gli manda il mesaggio nel barattolo, poi gli fregano il protetto sotto il muso, sospetta dello sceriffo ma non si aspetta che lo aspettino, va a cavallo in spiaggia, in barca, il colosso si suicida in pratica, Carson rinviene carico a molla, poi l'arciere combatte da solo insieme ad altri 50 manichini e uccide il pescecane. Unico guizzo, l'innamorato suicida. Sembrano tanti aneddoti giustapposti e non amalgamati, con passaggi irrealistici, sei abbastanza vicino da riconoscere uno su una barca di notte, ma la barca salpa e finisce fuori tiro prima che arrivi, sei svenuto che quasi anneghi e salti su a molla, sei un pesce di tre metti in una piscina e aggredisci una preda innaturale senza esitare. La guaritrice pseudoscientifica di una infezione purulenta corona la storiella. Deludente da morire, anche imho.

Modificato da Wasted Years

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">22 ore fa</span>, francob dice:

Non so cosa sia capitato ad un finora ottimo Pasquale Ruju.

La sceneggiatura del secondo albo di questa storia presenta un tale livello di situazioni improbabili da oscurare le avventure di Cocco Bill e di Paperino.

La mia incredulità è giunta a domandarsi se Pasquale avesse deciso di prendere in giro i lettori di Tex.

E mi domando pure se Boselli, sempre attento ed altamente professionale, si fosse addormentato mentre controllava questa sceneggiatura.

Il soggetto poi era piuttosto debole. Per i disegni nulla da aggiungere a quanto precedentemente scritto.

Mi spiace sottolinearlo, ma l'anno del settantennale non sembra partito con il piede giusto....

Anche io sono rimaso ipersorpreso in negativo... Credo che Boselli abbia raggruppato tutte le storie scadenti appena terminate e messe in calendario per tutto il 2018 affinchè il numero di settembre e il 700 risaltino ancora di più, è l'unica soluzione plausibile al piattume della mensile di questi primi mesi di settantennale.

<span style="color:red;">43 minuti fa</span>, Wasted Years dice:

La guaritrice pseudoscientifica di una infezione purulenta corona la storiella. Deludente da morire, anche imho.

Un elemento che poteva anche essere gradevole se adeguatamente approfondito e caratterizzato. Come per tanti altri spunti ciò non è stato affatto e purtroppo è uscita la peggior storia di Ruju.

Io continuo a sostenere che l'obbligo di lunghezza in due albi sia fallimentare: una buona storia da un albo rischia di essere diluita malissimo su due albi, mentre un'altra storia che necessita ALMENO di due albi rischia di divenire monca. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Albo esilarante. L'arciere che lancia il missile con la freccia agli americanissimi Tex e Carson è evidentemente nordcoreano, non si chiama Wan Li come pretendeva Letizia, ma Kim Jong Sun ed è un antenato dell'attuale presidente. Il picco è raggiunto con Carson che con la colt da un pestone al piede del gigante maori strappandogli un grido di dolore. Un classico da cinema muto. Che poi questo cada dopo ulteriore botta alla testa e si infilzi con lo spadone non può che riportarmi alla mente l'episodio censurato alla fine degli anni quaranta (n. 4 L'eroe del Messico). Oggi si può fare, peccato che forse sarebbe stato meglio il non farlo, imo. La storiella si legge anche con interesse, peccato che non sia materiale da Tex, peccato che per scomodare i cinesi servano ben altre idee e chiaramente un disegnatore più bravo, anche se paradossalmente proprio con i figli del celeste impero Cossu dà il meglio di se ibn questi due albi. Speriamo che la triade newyorchese nella storia di Bosellie e Dotti ci riservi ben altre sorprese.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Una copertina esemplare: Tex che cerca di risalire e porta con sé Carson dopo una storia che ha toccato il fondo. Quarto albo consecutivo da Top Five dei peggiori. Serve qualche indizio? Il continuo mix di elementi inutili, il solito finale di corsa, i disegni che in interno sono accurati e di giorno sembrano essere appena stati in lavatrice, l'affollamento di personaggi secondari, l'insistere su uno sceriffo che prima si dice essere vigliacco e poi si precisa essere venduto. Duelli nei quali ci si aspetta di vedere uscire Cico (ma non Zagor). Il peggio del peggio? Carson che resta svenuto per tutta la durata dei tempi supplementari, ma che poi si sveglia vispo per andare a tirare i calci di rigore. Se avessi 50 anni di meno e questo fosse il primo Tex comprato in edicola, non ce ne sarebbe stato un secondo.

Modificato da San Antonio Spurs

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Contenuto simile

    • Da ymalpas
      Soggetto e sceneggiatura: Pasquale Ruju
      Disegni: Lucio Filippucci
      Periodicità mensile: Giugno / Luglio 2017
      Inizia nel numero 680 e finisce nel numero 681
       
       
      A sud del Rio Grande, Tex e Kit Willer avranno a che fare da una parte con tre fratelli criminali, i fratelli Forrester, e  una posse di sanguinari messicani dall’altra!
       
       
       

       
       

       
       
       
      © Testi e immagini della Sergio Bonelli Editore.
       
    • Da Sam Stone
      Testi di Pasquale Ruju
      Disegni di Roberto Diso

      Tra disertori, Utes sul piede di guerra e carovane dei coloni da proteggere, la situazione si fa esplosiva per Tex!

      Un gruppo di soldati agli ordini del capitano Spencer fanno fuori senza pietà i propri commilitoni e si appropriano delle paghe dell'esercito. Per far perdere le loro tracce, si rifugiano in un avamposto abbandonato in pieno territorio indiano. Sulla pista dei disertori assassini, Tex e Tiger incontrano carovane di coloni inermi diretti in California e Utes ribelli sul piede di guerra al seguito di Zampa D'Orso e del capo Saguah. La situazione diventa esplosiva per il Ranger e i suoi pards, mentre tra i soldati rinnegati cresce la fame a la follia!
    • Da Sam Stone
      Soggetto e Sceneggiatura: Pasquale Ruju
      Disegni: Ernesto García Seijas
      Periodicità mensile: Luglio e Agosto 2014
       
       
      Wasape, irriducibile e crudele predone Comanche assicurato alla giustizia da Tex e Carson, viene impiccato a Fort Worth. Ma il suo corpo scompare e, poco dopo, nelle praterie del Texas si sparge l'inquietante diceria che Wasape è tornato a cavalcare, massacrare e distruggere! Partiti per dare la caccia al sanguinario fantasma, Tex e Carson si rendono presto conto che c'è del marcio anche a Fort Worth...
       
       
       
      © Sergio Bonelli Editore
       
       
       
       
         


       
  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.