Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

Messaggi consigliati/raccomandati

Va bene per un albo singolo.

 

DA UNA PARTE Tiger è a capo di un gruppo di guerrieri sulla pista di alcuni ladri di bestiame, sicuramente sbandati fuoriusciti dalla riserva, che depredano le greggi dei pastori del territorio Navajo. Gli inseguitori si trovano in prossimità di un gruppo di colline che in quel punto fa da confine naturale alla riserva.

DALL'ALTRA, Tex passa in una cittadina a poche miglia dal territorio Navajo e scopre che la filiale locale della banca è stata derubata da due giovani banditi in fuga in direzione di un gruppo di colline che fa da confine naturale alla riserva.

ALLA FINE si scoprirà che quella dei due giovani banditi non è stata una scelta casuale.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

UTim Krichers,figlio del dottor Krichers che morì nel 1847 sulla Sierra Nevada durante la tragica traversata della Spedizione Donner,chiede a John Larsen di accompagnarlo alla ricerca della salma del padre per poter dargli degna sepoltura.passano 6 mesi e dei due nessuna traccia.la figlia Katy Larsen,memore del precedente incontro di Larsen con Tex,lo chiama per chiedergli di andare alla ricerca del padre scomparso.

Saranno veramente morti o dispersi i due uomini?un terribile segreto aleggia su Tim Krickers...e sulla spedizione Larsen

spedizione Donner,pardon

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">3 ore fa</span>, Barbanera dice:

UTim Krichers,figlio del dottor Krichers che morì nel 1847 sulla Sierra Nevada durante la tragica traversata della Spedizione Donner,chiede a John Larsen di accompagnarlo alla ricerca della salma del padre per poter dargli degna sepoltura.passano 6 mesi e dei due nessuna traccia.la figlia Katy Larsen,memore del precedente incontro di Larsen con Tex,lo chiama per chiedergli di andare alla ricerca del padre scomparso.

Saranno veramente morti o dispersi i due uomini?un terribile segreto aleggia su Tim Krickers...e sulla spedizione Larsen

spedizione Donner,pardon

 

E' la trama de "I delitti del lago ghiacciato", Tex n. 286.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
On 26/4/2018 at 17:57, Barbanera dice:

in California,subito oltre il confine con l Arizona, viene trovato l oro.sorgono diversi campi auriferi e boom town,si prospetta una nuova Corsa all oro,simile a quella del 1848.

In una di queste citta, Palo Verde, instaura il suo dominio il vecchio nemico di Tex Sam Spring che, forte di una banda di tagliagole e meticci,tramite la connivenza delle autorità locali, taglieggia i cercatori rendendo loro la vita impossibile,impossessandosi o con l omicidio o con l inUhmtimidazione dei terreni auriferi migliori.i cercatori d oro, tra cui spicca il vecchio amico di tex  Rick Sanders,esausti chiedono aiuto al nostro.il figlio di Sander però viene accusato ingiustamente di omicidio di un uomo di Spring e mandato a fort Yuma.Tex dovrà non solo battersi per ottenere la liberazione di Tom Sanders, ma anche per evitare che Spring ottenga il totale controllo del territorio.

 

Uhm, mi chiedo: è solo un caso se Rossano Rossi abbia ricevuto da poco le prime 50 pagine di una sceneggiatura di Pasquale Ruju su soggetto di un terzo di cui non sa decifrare il nome, scrtto a mano sulla prima pagina, che vede tra i protagonisti proprio Rick Sander e Sam Spring?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Barbanera dice:

Ne sai molto,molto più di me Carlo, davvero:rolleyes:....

Chissá mai...


Se qualcun altro ha presentato un soggetto con quei due sarebbe una gran bella coincidenza.

In ogni caso, se sei tu, complimenti meritati.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Carlo Monni dice:


Se qualcun altro ha presentato un soggetto con quei due sarebbe una gran bella coincidenza.

In ogni caso, se sei tu, complimenti meritati.

Posso solo dirti che spero che Ruju faccia un ottimo lavoro...e so che lo farà, perché è un professionista serio.;)

Modificato da Barbanera

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">2 minuti fa</span>, Barbanera dice:

Posso solo dirti che spero che Ruju faccia un ottimo lavoro...e so che lo farà, perché è un professionista serio.;)

 

Ed io posso solo dirti: benvenuto fratello.:D

A quanto pare, saremo entrambi responsabili del ritorno di personaggi apparsi per la prima ed unica volta una quarantina d'anni fa. 

E sì: Ruju farà un buon lavoro, ne sono convinto.

Ah, se t'interessa, e di sicuro interesserà Ymalpas, il titolo di lavorazione è "Ritorno a Redrock".

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Primo

congratulazioni a Barbanera

/wink/

 

Secondo

grazie a Carlo, sempre aggiornatissimo

:!::!::!:

 

Terzo

strane coincidenze, la storia sceneggiata da Ruju (in sardo Rosso) è disegnata da Rossi (Rossano, non un Rossi qualunque) e si intitola Ritorno a Redrock (non c'è bisogno che traduca vero?)

:cheers:

  • Grazie (+1) 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">11 minuti fa</span>, Carlo Monni dice:

 

Ed io posso solo dirti: benvenuto fratello.:D

A quanto pare, saremo entrambi responsabili del ritorno di personaggi apparsi per la prima ed unica volta una quarantina d'anni fa. 

E sì: Ruju farà un buon lavoro, ne sono convinto.

Ah, se t'interessa, e di sicuro interesserà Ymalpas, il titolo di lavorazione è "Ritorno a Redrock".

Grazie,:D

Quella storia minore di Glb mi ricorda una persona cara...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Barbanera dice:

Grazie,:D

Quella storia minore di Glb mi ricorda una persona cara...

 

Che è un buon motivo.

Ogni mio ricordo significativo, specie se bello, è collegato ad un libro, un film, una storia a fumetti od una canzone, sono fatto così..:D

10 minuti fa, natural killer dice:

Primo

congratulazioni a Barbanera

/wink/

 

Secondo

grazie a Carlo, sempre aggiornatissimo

:!::!::!:

 

Terzo

strane coincidenze, la storia sceneggiata da Ruju (in sardo Rosso) è disegnata da Rossi (Rossano, non un Rossi qualunque) e si intitola Ritorno a Redrock (non c'è bisogno che traduca vero?)

:cheers:

 

Il destino ha il senso dell'umorismo... anche se a volte noi non lo capiamo.:lol:

 

Barbanera, se di cognome facessi Russo, che è rosso in napoletano, beh sarebbe ancora più divertente.

Modificato da Carlo Monni

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">35 minuti fa</span>, Carlo Monni dice:

 

Che è un buon motivo.

Ogni mio ricordo significativo, specie se bello, è collegato ad un libro, un film, una storia a fumetti od una canzone, sono fatto così..:D

 

Il destino ha il senso dell'umorismo... anche se a volte noi non lo capiamo.:lol:

 

Barbanera, se di cognome facessi Russo, che è rosso in napoletano, beh sarebbe ancora più divertente.

Esageruma nen!:lol: si capisce che son barotto...

Anche se,per assurdo,il mio cognome ha un assonanza simile a rosso :lol2:

Per ora mi tengo stretto stretto il mio avatar,ventre di uno squalo:laughing:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

1) Pat ritorna in Irlanda per il funerale del padre e una volta là, scopre che il vecchio Mac Ryan è morto di crepacuore per le innumerevoli angherie subite da un locale signorotto. Pat cerca di fare giustizia, a modo suo, a suon di cazzotti e ... finisce in carcere. Condannato al carcere duro, in un penitenziario sperduto nella brughiera, ha una sola speranza, anzi ... quattro, in arrivo dall'Arizona.

 

2) Un amico fraterno di Jim Brandon, ufficiale dell'esercito canadese, lo convince ad accompagnarlo in una missione nella Colonia del Capo. Ufficialmente, la missione consiste nello scambio di esperienze militari, nel quadro delle operazioni della guerra anglo-zulù. Brandon ,a sua volta, convince Tex e Carson ad accompagnarlo. Tex, Carson e lo stesso Brandon, pur non nutrendo simpatia o ingenue illusioni sulla natura del regono (imperialista) degli Zulù, ne proveranno poca anche per la guerra imperiale britannica. Cercheranno di sganciarsi e, con varie peripezie, si troveranno a Isandlwana e si copriranno di gloria a Rorke's Drift. Conosceranno anche Paul Kruger e le avvisaglie della prima guerra anglo - boera.

 

3) Un vecchio compagno d'armi di Carson, ex ranger ed ex ufficiale dell'esercito statunitense, è a capo di una formazione di mercenari, provenienti da tutto il mondo, per portare a termine un colpo di mano che metta il mondo davanti al fatto compiuto de ... l'indipendenza dell'Alaska. Potenze straniere hanno già, ufficiosamente, anticipato che non mancherà il loro riconoscimento del nuovo stato. Ma le strade di John Cameron (questo, il suo nome) incroceranno di nuovo, e per l'ultima volta, quella del suo amcio d'un tempo, Kit Carson e di Tex Willer.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">10 ore fa</span>, james dice:

1) Pat ritorna in Irlanda per il funerale del padre e una volta là, scopre che il vecchio Mac Ryan è morto di crepacuore per le innumerevoli angherie subite da un locale signorotto. Pat cerca di fare giustizia, a modo suo, a suon di cazzotti e ... finisce in carcere. Condannato al carcere duro, in un penitenziario sperduto nella brughiera, ha una sola speranza, anzi ... quattro, in arrivo dall'Arizona.

 

Indubbiamente suggestivo, ma se non erro Borden ha più volte categoricamente escluso trasferte nella vecchia Europa...

 

<span style="color:red;">10 ore fa</span>, james dice:

2) Un amico fraterno di Jim Brandon, ufficiale dell'esercito canadese, lo convince ad accompagnarlo in una missione nella Colonia del Capo. Ufficialmente, la missione consiste nello scambio di esperienze militari, nel quadro delle operazioni della guerra anglo-zulù. Brandon ,a sua volta, convince Tex e Carson ad accompagnarlo. Tex, Carson e lo stesso Brandon, pur non nutrendo simpatia o ingenue illusioni sulla natura del regono (imperialista) degli Zulù, ne proveranno poca anche per la guerra imperiale britannica. Cercheranno di sganciarsi e, con varie peripezie, si troveranno a Isandlwana e si copriranno di gloria a Rorke's Drift. Conosceranno anche Paul Kruger e le avvisaglie della prima guerra anglo - boera.

 

Mi ricorda vagamente la trama di Patagonia, al punto che personalmente - per quanto io in generale sia del parere che trasferte troppo lunghe di Tex e pards possano rischiare di snaturare il fumetto - non vedrei male una storia improntata su questa traccia su un Texone. Certo, bisognerebbe anche dare un valido motivo a Tex e Carson per lasciare la Riserva e seguire Brandon in Sudafrica...

 

<span style="color:red;">10 ore fa</span>, james dice:

3) Un vecchio compagno d'armi di Carson, ex ranger ed ex ufficiale dell'esercito statunitense, è a capo di una formazione di mercenari, provenienti da tutto il mondo, per portare a termine un colpo di mano che metta il mondo davanti al fatto compiuto de ... l'indipendenza dell'Alaska. Potenze straniere hanno già, ufficiosamente, anticipato che non mancherà il loro riconoscimento del nuovo stato. Ma le strade di John Cameron (questo, il suo nome) incroceranno di nuovo, e per l'ultima volta, quella del suo amcio d'un tempo, Kit Carson e di Tex Willer.

 

Tra le tue tre proposte, personalmente trovo sia di gran lunga questa la più fattibile, magari coinvolgendo nella masnada anche Gros-Jean e - perché no - Jim Brandon (che agirebbe ovviamente in veste non ufficiale e per la prima volta in borghese)... Fossi nel direttivo della SBE un pensierino ce lo farei ;)...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo in tutto e per tutto con Juan...

Aggiungo che tempo fa pensai anche io di proporre sul blog a Borden un soggetto su Insaldwana e le guerre Zulu,ma poi ho pensato che il soggetto si presta ad una lettura troppo politica e il rischio e di ingabbiare Tex un una guerra coloniale,l' ultima del 1800.una Guerra talmente sporca,con violenze e atrocità soprattutto da parte Boera,che in confronto la Guerra Civile fu uno scherzo...

 

Sull' indipendenza dell' Alaska,vedo anche qui un soggetto che si presta a letture troppo politiche...col rischio di un conflitto magari tra Canada USA e Impero Russo....

 

Io personalmente vorrei calare Tex il più possibile nella Guerra tra Massimiliano d Asburgo e i Juaristi, visto che la cronologia in parte coincide con quegli avvenimenti.oppure mi piacerebbe un incontro con il debosciato Sant' Anna,che ebbe un ciclo di governo del Messico molto lungo,dal 1830 fino al conflitto tra Messico e Francia/Asburgo

 la storia del Texas e del Sud ovest è talmente ricca di spunti,d altra parte...

 

Modificato da Barbanera

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, juanraza85 dice:

Tra le tue tre proposte, personalmente trovo sia di gran lunga questa la più fattibile, magari coinvolgendo nella masnada anche Gros-Jean e - perché no - Jim Brandon (che agirebbe ovviamente in veste non ufficiale e per la prima volta in borghese)... Fossi nel direttivo della SBE un pensierino ce lo farei ;)...

 

Mi autocito per evidenziare un'errata corrige e correggerla... Jim Brandon ha già svolto una missione in borghese al fianco di Tex in un classico come I ribelli del Canada, davvero mi stupisco che possa essermi sfuggito di mente...

 

36 minuti fa, Barbanera dice:

Concordo in tutto e per tutto con Juan...

Aggiungo che tempo fa pensai anche io di proporre sul blog a Borden un soggetto su Insaldwana e le guerre Zulu,ma poi ho pensato che il soggetto si presta ad una lettura troppo politica e il rischio e di ingabbiare Tex un una guerra coloniale,l' ultima del 1800.una Guerra talmente sporca,con violenze e atrocità soprattutto da parte Boera,che in confronto la Guerra Civile fu uno scherzo...

 

Sull' indipendenza dell' Alaska,vedo anche qui un soggetto che si presta a letture troppo politiche...col rischio di un conflitto magari tra Canada USA e Impero Russo....

 

Io personalmente vorrei calare Tex il più possibile nella Guerra tra Massimiliano d Asburgo e i Juaristi, visto che la cronologia in parte coincide con quegli avvenimenti.oppure mi piacerebbe un incontro con il debosciato Sant' Anna,che ebbe un ciclo di governo del Messico molto lungo,dal 1830 fino al conflitto tra Messico e Francia/Asburgo

 la storia del Texas e del Sud ovest è talmente ricca di spunti,d altra parte...

 

Se si deve tener conto di eventuali letture politiche nelle storie di Tex, che dire di un caposaldo quale La strage di Red Hill, dove erano in ballo interessi di politica internazionale tutt'altro che indifferenti? Per tacere dello stesso I ribelli del Canada, oppure Patagonia, ma da un certo punto di vista potremmo citare in quest'ottica anche Gli Invincibili, piuttosto che I cospiratori... In Tex storie del genere, che potevano prestarsi a letture politiche (con la conseguente apertura del dibattito relativo alla eventuale e presunta collocazione politica di Tex inteso come personaggio portatore di valori), non sono mai mancate, ma a mio avviso non dovrebbe mai essere persa di vista la questione primordiale, e sin troppo banale, che Tex è un personaggio che è a prescindere contrario a qualsivoglia tipo di ingiustizia, non importa chi ne sia la vittima e chi il carnefice... Di conseguenza, io dico: teniamoci la storia, bella o brutta che possa risultare, senza ingigantirne le implicazioni di risvolto politico ;).

 

Riguardo la guerra civile messicana, in effetti non sarebbe male una storia in flashback in quel contesto, magari anche pubblicata nella nuova serie...

 

P. S. Sia pure in ritardo, mi unisco alle felicitazioni per l'ispirazione che hai fornito per una storia la cui stesura è stata da poco intrapresa... Complimentissimi, pard :ok:!!!!

Modificato da juanraza85
  • Grazie (+1) 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, juanraza85 dice:

Riguardo la guerra civile messicana, in effetti non sarebbe male una storia in flashback in quel contesto, magari anche pubblicata nella nuova serie...

Vedi,ho visto che Borden ha già proposto in molte sue storie personaggi che fanno parte di quel periodo, come il "Robin Hood del Rio Grande" Juan Cortina, il "cavaliere senza testa" del Texone di Civitelli.Gli stessi Irlandesi della banda di Halloran.Nizzi ha fatto una storia non molto riuscita con la Legione Straniera, che si batté con onore in Messico agli ordini del vecchio Max.

Insomma,di spunti ce ne sono a centinaia... chiaramente la Guerra tra Messico/Usa del 1848/49 non potrà mai essere proposta per ragioni cronologiche,ma la storia del Texas del ventennio successivo è densa di avvenimenti che si intersecano col Messico...

 

Modificato da Barbanera

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mi associo ai complimenti per Barbanera. E complimenti anche a Ymalpas che ha ideato un topic così brillante!

  • Grazie (+1) 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tento un altro piccolo soggetto per ravvivare questo topic che stranamente ha smesso di produrre nuovi soggetti, con un'idea un po' ambiziosa.

 

Cita

GUYANA

Agente segreto canadese, ex uomo di Brandon, si è fatto pescare con dei documenti compromettenti (che denunciano il tentativo di ostacolare il progetto di unificazione delle tre colonie del 1886)) dalle locali autorità nell'isola di Saint-Pierre-et-Miquelon (al largo della costa canadese) e con un pretesto è stato condannato a scontare 20 anni nel bagno penale della Cayenna, nella Guyana francese, dove si conta di farlo sparire nel giro di pochi mesi (sorte che subiscono la maggior parte dei deportati).Brandon, non potendo intervenire se non in via clandestina, sollecita Tex e Carson nella missione di liberarlo e riportarlo incolume nel Nord America. Il progetto iniziale è quello di raggiungere lo stato neutrale della Guyana olandese (oggi Suriname) dove potranno inbarcarsi anonimamente su un brigantino  per far ritorno a casa, ma tradimenti e colpi di scena con le guardie e i legionari faranno di Tex, Brandon e Carson dei prigionieri dei francesi a Saint-Laurent-du-Maroni, impelagati peggio di prima con l'uomo da liberare

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, ymalpas dice:

Tento un altro piccolo soggetto per ravvivare questo topic che stranamente ha smesso di produrre nuovi soggetti, con un'idea un po' ambiziosa.

 

 

Caspita, che vicolo cieco!  Però è intrigante, sia come sviluppo che come idea originaria (che mischia politica e spionaggio). Mi piace!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L ultimo dei San Patricios

 

Jon Riley, storico leader dei San Patricios (disertori irlandesi dell’ esercito Usa che servirono nell’esercito Messicano durante la guerra del 1848) vive in pace con la sua gente in uno sperduto villaggio sulla Sierra Madre nel Chihuaua. Tutti ormai lo credono morto. Un giorno viene riconosciuto da un suo ex commilitone ad una fiera a Casas Grandes. Questi lo riferisce al cattle baron Swombeck, ex comandante di Riley quando era nell’esercito Usa e suo acerrimo nemico. Il ranchero organizza una spedizione in Messico per catturarlo e poi impiccarlo come disertore e traditore (Riley è ancora ufficialmente ricercato dal governo Usa). Gli sgherri di Swombech catturano Riley e uccidono molti dei suoi amici incendiando il villaggio in cui vive. Riley viene portato prigioniero a San Antonio, in attesa di essere impiccato. Hutch, che conosce il leader irlandese per via di suo padre,che era stato suo compagno d’arme, chiede a Tex di intervenire e liberarlo, facendolo evadere di prigione...

 

Lo tenevo da parte,ma voglio provare a pubblicarlo...

Ovviamente non ho messo il finale,che però ho già in mente

:rolleyes:
 

 

 

Modificato da Barbanera
  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">14 minuti fa</span>, Barbanera dice:

L ultimo dei San Patricios

 

Jon Riley, storico leader dei San Patricios (disertori irlandesi dell’ esercito Usa che servirono nell’esercito Messicano durante la guerra del 1848) vive in pace con la sua gente in uno sperduto villaggio sulla Sierra Madre nel Chihuaua. Tutti ormai lo credono morto. Un giorno viene riconosciuto da un suo ex commilitone ad una fiera a Casas Grandes. Questi lo riferisce al cattle baron Swombeck, ex comandante di Riley quando era nell’esercito Usa e suo acerrimo nemico. Il ranchero organizza una spedizione in Messico per catturarlo e poi impiccarlo come disertore e traditore (Riley è ancora ufficialmente ricercato dal governo Usa). Gli sgherri di Swombech catturano Riley e uccidono molti dei suoi amici incendiando il villaggio in cui vive. Riley viene portato prigioniero a San Antonio, in attesa di essere impiccato. Hutch, che conosce il leader irlandese per via di suo padre,che era stato suo compagno d’arme, chiede a Tex di intervenire e liberarlo, facendolo evadere di prigione...

 

Lo tenevo da parte,ma voglio provare a pubblicarlo...

Ovviamente non ho messo il finale,che però ho già in mente

:rolleyes:
 

 

 

 

Ma come diavolo fai a sfornarne così tanti? Tra l'altro, conosci proprio bene la storia americana...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.