Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

Messaggi consigliati/raccomandati

L' ORO DEI TOLTECHI

 

Un'antica leggenda, un monile vecchio di trecento anni che indica la via dell' Indio Dorado, il leggendario luogo dove sarebbero ammassate ingenti quantità di oro e pietre preziose, nonché conoscenze perdute, è il punto di partenza di questo soggetto. El Morisco in trasferta nella capitale Città del Messico chiamato  in tutta segretezza da un suo vecchio amico studioso che ha rinvenuto un antico monile tolteco, è scomparso da settimane. Eusebio che, preoccupato, si era messo sulle sue tracce, ha ricevuto una coltellata ed è su un letto, più morto che vivo. L'unica traccia è proprio il pugnale rituale che è stato usato per sopprimerlo. Tex e Carson, chiamati in causa, sono loro stessi oggetto delle cortesie di questi misteriosi nemici dietro cui si nasconde una associazione massonica segretissima, ultra  centenaria, che tenta di mettere a tacere chiunque tenti di avvicinarsi alla verità. Ma saranno proprio i settari, dopo aver fallito il loro compito di morte, a mettere i pards sulle tracce del Morisco in una trasferta verso il sud attraverso le foreste dello Yucatan, di tempio in tempio,  fino al tempio maledetto indicato dal monile, un luogo  che non è quello che sembra e che riserverà, a protezione dell'oro, fatali sorprese a cominciare proprio dagli non iniziati ai suoi misteri. Tex e Carson affronteranno il misterioso nemico, il capo che fino alla fine ha celato il suo volto dietro la maschera inquietante di Quetzacoatl.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">10 ore fa</span>, ymalpas dice:

El Morisco in trasferta nella capitale Città del Messico chiamato  in tutta segretezza da un suo vecchio amico studioso che ha rinvenuto un antico monile tolteco, è scomparso da settimane. 

Lo studioso potrebbe  essere il professor Doberado, che non si vede da un bel po'.

 

Proviamo questo soggetto: 

Nella citta di Washington, un giovane avvocato fresco di laurea riceve nel suo ufficio un suo cugino, uomo politico, che , fidandosi solo di lui, lo incarica di rivelare di persona una segreta informazione al governatore dello stato del Colorado. Esiste  un complotto politico contro di lui , organizzato da alcuni esponenti  di un partito avversario, per ucciderlo. L' avvocato è  decisamente sorpreso, ma poche ore dopo il cugino viene ucciso. Terrorizzato, l' avvocato  decide di fuggire da Washington  e di compiere l' incarico che gli è  stato affidato. Tuttavia,  a causa di un uomo che pedinava il cugino, questi  sospettano che l' avvocato sia a conoscenza del segreto , e vedendo che prende il treno per Denver se ne convince. Sfuggito  per miracolo ad alcuni sicari sul treno, riesce a buttarsi giù  da quest' ultimo, e  a piedi arriva in una vicina citta,, dove prende un altro treno, arrivando con quest' ultimo nel Kentuchy, dove pero i suoi nemici, avendolo rintracciato, lo aspettavano. Per l' avvocato  sarebbe la fine, ma Tex, lì  per una missione, lo salva da un' agressione. Conoscendo  il ranger, per via delle sue missioni  a Washington, l' avvocato si confida con lui e Tex decide di aiutarlo ad arrivare in salvo nel Colorado. Non sarà  un viaggio privo di imprevisti, ma i due potranno  contare anche sull' aiuto di Pat Mac  Ryan, che, incontrato lungo il percorso, si unirà  ai due.

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">11 ore fa</span>, ymalpas dice:

L' ORO DEI TOLTECHI

 

Un'antica leggenda, un monile vecchio di trecento anni che indica la via dell' Indio Dorado, il leggendario luogo dove sarebbero ammassate ingenti quantità di oro e pietre preziose, nonché conoscenze perdute, è il punto di partenza di questo soggetto. El Morisco in trasferta nella capitale Città del Messico chiamato  in tutta segretezza da un suo vecchio amico studioso che ha rinvenuto un antico monile tolteco, è scomparso da settimane. Eusebio che, preoccupato, si era messo sulle sue tracce, ha ricevuto una coltellata ed è su un letto, più morto che vivo. L'unica traccia è proprio il pugnale rituale che è stato usato per sopprimerlo. Tex e Carson, chiamati in causa, sono loro stessi oggetto delle cortesie di questi misteriosi nemici dietro cui si nasconde una associazione massonica segretissima, ultra  centenaria, che tenta di mettere a tacere chiunque tenti di avvicinarsi alla verità. Ma saranno proprio i settari, dopo aver fallito il loro compito di morte, a mettere i pards sulle tracce del Morisco in una trasferta verso il sud attraverso le foreste dello Yucatan, di tempio in tempio,  fino al tempio maledetto indicato dal monile, un luogo  che non è quello che sembra e che riserverà, a protezione dell'oro, fatali sorprese a cominciare proprio dagli non iniziati ai suoi misteri. Tex e Carson affronteranno il misterioso nemico, il capo che fino alla fine ha celato il suo volto dietro la maschera inquietante di Quetzacoatl.

 

Purtroppo la storia di Bocci in arrivo non è molto dissimile da questa. E' un po' un cliché, naturalmente. E per una volta che la storia di Manfredi si attiene ai clichés avventurosi, tu me ne mandi una simile. : )

 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tom Devlin attende l arrivo nella sua città dell’ispettore dell’”Okrana” Russa Sergej Ludcenko.

L’ispettore arriva da Mosca con il compito di arrestare ed estradare il giovane Efremovic Kornilov, membro di “Narodnaja Volia”, accusato dell’ omicidio di un ministro russo e del rapimento della figlia ventenne Ludmila.

Sembra che l’assassino si sia nascosto a Frisco, nel quartiere dove vive la numerosa comunità russofona che da decenni si è stabilita in città.

Tom Devlin vorrebbe affiancare a Ludcenko Tex e Carson che, data la loro perfetta conoscenza dei bassifondi di Frisco, con l’ausilio alla bisogna dei picchiatori della Hercules, possono abbattere il muro di omertà che contraddistingue la comunità russa, schiavizzata dalla mafia nazionale.

Ma Ludcenko avrà detto tutta la verità?… Tex scoprirà che in questa storia niente è come sembra.  Soprattutto, dovrà scontrarsi con il boss della malavita russa Petrus, un ex pope che si dice abbia il potere di evocare la mitica "Baba Jaga", la strega della mitologia slava

Modificato da Barbanera

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">6 ore fa</span>, borden dice:

Purtroppo la storia di Bocci in arrivo non è molto dissimile da questa. E' un po' un cliché, naturalmente. E per una volta che la storia di Manfredi si attiene ai clichés avventurosi, tu me ne mandi una simile. : )

 

Come specificato nel messaggio di apertura si tratta di un gioco. Se poi qualcuno ha la bravura e la fortuna di proporre qualcosa di interessante, come è già capitato, why not ? A me diverte, personalmente, ogni tanto mi viene un'idea, trovo stimolante verificare di volta in volta la fattibililità, l'indice d'interesse, il non riciclare sempre la stessa idea, la texianità. Un appunto al mio ultimo soggetto è che forse è più zagoriano che texiano! :lol:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

A me piace l'idea di Barbanera e mi complimento con lui per la notevole inventiva a esporre diverse trame :)

Certo che i Russi hanno avuto una presenza abbastanza modesta in Tex mi sembra. Ricordo la storia della comunità russa esiliata in Alaska e di quel russo che aiuta i nostri durante l'ultima comparsa di Kathy Dawn. Una storia che si basa sulla mafia e sul lato esoterico perché no?

  • Grazie (+1) 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">8 ore fa</span>, Barbanera dice:

Tom Devlin attende l arrivo nella sua città dell’ispettore dell’”Okrana” Russa Sergej Ludcenko.

L’ispettore arriva da Mosca con il compito di arrestare ed estradare il giovane Efremovic Kornilov, membro di “Narodnaja Volia”, accusato dell’ omicidio di un ministro russo e del rapimento della figlia ventenne Ludmila.

Sembra che l’assassino si sia nascosto a Frisco, nel quartiere dove vive la numerosa comunità russofona che da decenni si è stabilita in città.

Tom Devlin vorrebbe affiancare a Ludcenko Tex e Carson che, data la loro perfetta conoscenza dei bassifondi di Frisco, con l’ausilio alla bisogna dei picchiatori della Hercules, possono abbattere il muro di omertà che contraddistingue la comunità russa, schiavizzata dalla mafia nazionale.

Ma Ludcenko avrà detto tutta la verità?… Tex scoprirà che in questa storia niente è come sembra.  Soprattutto, dovrà scontrarsi con il boss della malavita russa Petrus, un ex pope che si dice abbia il potere di evocare la mitica "Baba Jaga", la strega della mitologia slava

 

 

Anche questa non va bene per motivi che non posso rivelare, ma che potreste immaginare. :rolleyes:

 

In ogni caso questo particolare spunto non mi garberebbe comunque perché 1) spreca la carta dei Russi per un giallo cittadino e non per un'epica possibile storia;)

 

2) C'è uno spunto horror un po'  buttato lì, ma anche un tantino troppo assurdo per Tex

 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, borden dice:

 

 

Anche questa non va bene per motivi che non posso rivelare, ma che potreste immaginare. :rolleyes:

 

In ogni caso questo particolare spunto non mi garberebbe comunque perché 1) spreca la carta dei Russi per un giallo cittadino e non per un'epica possibile storia;)

 

2) C'è uno spunto horror un po'  buttato lì, ma anche un tantino troppo assurdo per Tex

 

 

Capisco,so quanto ci tieni alla storia con il mio avatar  Barbanera che vedrà i Russi come coprotagonisti ;) non vedo l'ora di leggerla,ventre di uno squalo!

infatti è soltanto un' idea buttata lì per gioco...mi era venuta in mente perché anni fa tradussi un articolo di una rivista russa in cui veniva raccontato che a San Francisco o a Los Angeles, ora non ricordo la città della California,degli anarchici russi si resero responsabili di una sparatoria con morti e feriti con la polizia locale...e venne chiesta l estradizione dal governo zarista:)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

In un altro post, avevo auspicato il ritorno di due personaggi a me cari. Di conseguenza, perchè non proporli in questo simpatico gioco? :)

 

Laredo ha lasciato l’esercito e, dopo aver acquistato un ranch nella vallata del Pecos, si è trasferito in New Messico in compagnia della moglie Liz. Dopo anni di silenzio, giunge alla riserva un telegramma di Quincannon che esorta Tex ad aiutare il comune amico, detenuto in prigione con l’accusa di duplice omicidio. I quattro pards, raggiunto il villaggio di Roswell, apprendono pure della scomparsa di Liz e del figlioletto e intraprendono le indagini. Sicuri dell’innocenza dell’ex-scout, ma consapevoli di non poter fare affidamento sulle autorità locali (presumibilmente corrotte), decidono di farlo evadere, con l’intenzione di ritrovare insieme la moglie e dimostrarne in seguito l’innocenza. Quello che all’apparenza sembra il classico piano di un ricco e prepotente ranchero confinante, per impossessarsi delle terre del nuovo arrivato, si rivela in realtà un intrigo molto più complesso. I pards scopriranno che dietro la trappola ordita, si cela l’azione del Governatore, un potente pezzo grosso che aspira alla carica di senatore, che, venuto a conoscenza di alcuni documenti per lui compromettenti appartenuti al generale Starrett, cerca con l’ausilio del bieco Thomas Halmer (il ranchero suo complice) di impossessarsene a tutti i costi.  Liz, sebbene all’oscuro della presenza di simili carte, mai rese pubbliche dal padre a causa della sua avvenuta morte durante l’indagine, viene segregata e sottoposta a ricatto e solo il tempestivo intervento di Tex e i suoi pards, riesce a salvarla insieme al piccoletto, dopo una lunga battaglia con Halmer e i suoi sgherri. Il successivo rinvenimento del segreto carteggio tra i volumi della vecchia biblioteca di famiglia, permetterà ai nostri di mandare di fronte a un giudice il potente villain e scagionare Laredo.

  • Mi piace (+1) 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mi piace l'idea di Condor senza meta: non mi sembra ci siano stravolgimenti della saga. C'è un innocente accusato ingiustamente e dall'altra parte in alto papavero.

  • Grazie (+1) 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Nuestra Senora de Atocha

 

Il Professor Doberado dopo anni di pazienti ricerche negli archivi navali di Veracruz,consultando anche i diari dell' epoca,è riuscito a individuare in modo approssimativo il luogo del naufragio di un galeone che aveva a bordo Il più grande tesoro del mondo moderno ed era destinato al Regno Spagnolo.Tale veliero era naufragato nel Sud della Florida agli inizi del 1600...

Viene stabilito un accordo tra governo americano e messicano per organizzare una spedizione congiunta in uno dei territori più selvaggi e impenetrabili del Nord America...e Tex accompagnerà la spedizione vista la sua conoscenza del territorio e i buoni rapporti che lo legano  alle tribù Seminole del luogo...

Ma una leggenda Seminole parla dei "Morti vestiti di Ferro"che vigilano sul luogo e uccidono ogni uomo si avventuri nella zona.veritá o leggenda?a Tex il compito di svelare il mistero...

 

 

Modificato da Barbanera

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Bravo Barbanera, mi piace la tua proposta: avventura, tesoro, forse civiltà sperduta (discendenti di conquistadores?). 

Doberado è da diversi anni che non si vede più.

  • Grazie (+1) 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie companero...

Il naufragio di questo veliero provocò una delle tante bancarotta dell'impero spagnolo...in un secolo abbondante,tra 1520 e il 1650 circa l'impero spagnolo fece dieci bancarotte :D e ciò provocò l inizio della fine del più potente impero di età Moderna

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Soggetto  che andrebbe bene per una storia  lunga, magari disegnata  da Dotti: 

Nelle praterie del Wyoming,  Tex ha appena consegnato un ricercato che aveva inseguito  sino a lì. Per tornare in Arizona, non essendoci un treno nella citta dove si trova, decisamente fuori mano, dovrà  attraversare la prateria in prossimità  di una riserva indiana il cui capo,  Aquila Nera, è  un suo amico.  Poco dopo la partenza si imbatte in due fuorilegge e uno dei due, avendo già  avuto a che fare col ranger finendo  in galera per  colpa  sua, tenterà  di farlo fuori, ma ci resta secco lui, mentre il suo compagno viene catturato dal Nostro, che ha intenzione di consegnarlo alla giustizia. Tuttavia poco dopo, in una citta fantasma, i due vengono  attacati da degli indiani, comandati da Lupo Solitario,una testa calda , luogotenente di Aquila Nera. Tuttavia Tex riesce a respingerli e in un vicino trading post scopre che a capo della rivolta c' è  proprio Aquila Nera( si scoprirà , in seguito,  spinto dai furti dell'agente indiano,spalleggiato  da alcuni militari,   e da Lupo Solitario.) Tex e il bandito prigioniero incontreranno il giorno dopo una diligenza in cui viaggia un ometto venuto dall' Est a visitare un parente e che , una volta che gli altri passeggeri verranno uccisi dagli indiani, si unirà  si due. Tra assalti ad una citta,  tentativi di fuga del bandito e agguati notturni, il terzetto vivrà  un' epica avventura,  in cui Tex ,inaspettatamente  catturato  dal suo amico dopo essere andato al campo per trattare la pace, in quanto tra i guerrieri  uccisi c' era anche suo fratello, viene poi salvato proprio  da un atto di coraggio dell' ometto dell' Est, fino a quel momento  pavido, che cerca di ricordare al capo il suo sbaglio  con semplici e ingenui parole, che culminerà  con la sua morte , a opera di Lupo Solitario. Tuttavia , questa morte fa risaltare le parole  dell' ometto nella mente di Aquila Nera, che finisce quindi per accettare  la proposta  di Tex di sfidarsi a duello con Lupo Solitario. Tex vince il duello, ma senza uccidere l' avversario, che dimostra la sua  vigliaccheria. Aquila Nera ascolta quindi  con più  attenzione le parole dell' amico  e si convince  a firmare la pace.  Una volta partito dal campo, Tex resta pero vittima di un agguato da parte di Lupo Solitario  e di alcuni suoi fedelissimi na si salva grazie al bandito che precedentemente  era scappato durante l' attacco degli indiani. Infatti durante il viaggio i due erano diventati amici, tanto  che Tex aveva  capito che l' uomo non era un vero cattivo e gli aveva detto che  li avrebbe lasciato  andare ma questi diffidente  non gli aveva inizialmente  creduto.

Fatti arrestare  i respinsabili della truffa ai danni  degli indiani, Tex saluta il suo nuovo  amico, quand' ecco che questi viene ucciso da un cacciatore  di taglie  precedentemente  apparso nella storia e che già  aveva provato a farlo  fuori.

Vendicatolo, Tex va in stazione e parte malinconico  sotto la pioggia sul treno per l' Arizona.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

il ritorno di Ojo Blanco

 

Ojo Blanco è riuscito ad evadere dalla prigione in Messico,liberato da Hermanito,un giovane capo Chiricahua inviso a Cochise che è fuggito in precedenza dalla riserva con alcuni compagni.Ojo Blanco vuole ancora vendicarsi di Delgado prendendone il posto come capotribù (Delgado nel frattempo è stato convinto da Cochise a riprendere le trattative di pace con l'esercito) mentre Hermanito è al soldo del ricco mercante Johnny Meredith,che vuole rinfocolare la guerra tra Apache ed esercito,e ha in mente un diabolico piano per eliminare anche Tex e Cochise.Delgado viene preso prigioniero prima di incontrarsi con la delegazione,che poi viene massacrata dai rinnegati.L'Esercito vuole la testa di Delgado, ritenuto colpevole.Tex chiede al comando di Fort Huachuca di aspettare ad intervenire,certo di poter appurare l'inganno,e chiede l' aiuto  di Cochise,che lo accompagnera  in Messico per ritrovare Delgado.

 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

RITORNO A  BANNOCK

 

Il giovane piedidolci Ambrose ha intrapreso un lungo viaggio dallo stato della Pennsylvania per raggiungere Beth, la ragazza che vorrebbe sposare e che con la famiglia era partita qualche anno prima alla volta dell'Oregon e di cui da allora non ha avuto più se non scarne notizie.

 

Lungo il percorso si imbatte con il coetaneo Kit Willer, che è diretto a Heaven in Montana, con cui fraternizza. Kit Willer si ripromette di aiutarlo nella ricerca della giovane.

 

Dopo una sosta a Heaven, i due partono per la città X e scoprono che durante il viaggio la famiglia della ragazza era stata sterminata da una banda di fuorilegge guidata dal vecchio Avery che aveva risparmiato la vita alla giovane (di cui si era precedentemente  invaghito) per farne, dopo averla usata, una maltrattata serva nel locale più importante della città di sua proprietà.

 

A quello che ora è il pezzo grosso della città Kit e Ambrose riescono a strappare la ragazza per poi rifugiarsi precipitosamente a Heaven dove sono infine raggiunti dai fuorilegge di Avery che rivoglionoindietro  la giovane e dare una lezione a Kit Willer per la sua (sanguinosa) intraprendenza.

 

Alle pistole del giovane Willer, si aggiungono però quelle di una coppia di tizzoni d'inferno giunti (con qualche giorno di ritardo a Heaven) giusto in tempo per saldare  il conto agli inseguitori.

 

Avery riesce a sfuggire al loro piombo a gambe levate. Sarà raggiunto dai tre pards in una città fantasma, una certa Bannock, covo un tempo di altri serpenti a sonagli, dove per lui calerà il sipario.

 

I giovani Ambrose e Beth, alla fine dell'avventura, novelli sposi, decidono di vivere insieme nella quieta cittadina di Heaven e i loro amori faranno da cornice, al chiaro di luna, a quelli di Kit Willer e Donna  e del vecchio donnaiolo con la madre di quest'ultima.

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, ymalpas dice:

RITORNO A  BANNOCK

 

Il giovane piedidolci Ambrose ha intrapreso un lungo viaggio dallo stato della Pennsylvania per raggiungere Beth, la ragazza che vorrebbe sposare e che con la famiglia era partita qualche anno prima alla volta dell'Oregon e di cui da allora non ha avuto più se non scarne notizie.

 

Lungo il percorso si imbatte con il coetaneo Kit Willer, che è diretto a Heaven in Montana, con cui fraternizza. Kit Willer si ripromette di aiutarlo nella ricerca della giovane.

 

Dopo una sosta a Heaven, i due partono per la città X e scoprono che durante il viaggio la famiglia della ragazza era stata sterminata da una banda di fuorilegge guidata dal vecchio Avery che aveva risparmiato la vita alla giovane (di cui si era precedentemente  invaghito) per farne, dopo averla usata, una maltrattata serva nel locale più importante della città di sua proprietà.

 

A quello che ora è il pezzo grosso della città Kit e Ambrose riescono a strappare la ragazza per poi rifugiarsi precipitosamente a Heaven dove sono infine raggiunti dai fuorilegge di Avery che rivoglionoindietro  la giovane e dare una lezione a Kit Willer per la sua (sanguinosa) intraprendenza.

 

Alle pistole del giovane Willer, si aggiungono però quelle di una coppia di tizzoni d'inferno giunti (con qualche giorno di ritardo a Heaven) giusto in tempo per saldare  il conto agli inseguitori.

 

Avery riesce a sfuggire al loro piombo a gambe levate. Sarà raggiunto dai tre pards in una città fantasma, una certa Bannock, covo un tempo di altri serpenti a sonagli, dove per lui calerà il sipario.

 

I giovani Ambrose e Beth, alla fine dell'avventura, novelli sposi, decidono di vivere insieme nella quieta cittadina di Heaven e i loro amori faranno da cornice, al chiaro di luna, a quelli di Kit Willer e Donna  e del vecchio donnaiolo con la madre di quest'ultima.

 

 

Due osservazioni:

 

1) Heaven è in Nevada non in Montana e quindi l'inseguimento sarà lunghetto. :D

 

2) ammesso che il tuo soggetto possa essere approvato, ne vedremmo la realizzazione dopo la storia del ritorno di Lena e Donna a cui forse Boselli sta già lavorando ed in cui io spero sarà finalmente rivelato ai due diretti interessati il segreto di Pulcinella più famoso della storia del fumetto italiano.:P

Modificato da Carlo Monni

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">12 minuti fa</span>, Carlo Monni dice:

1) Heaven è in Nevada non in Montana e quindi l'inseguimento sarà lunghetto. :D

 

Qualche giorno di cavallo :lol:

 

Scherzi a parte boccio la mia idea per il ruolo marginale tenuto da Tex nella vicenda. Come è risaputo tutto deve ruotare intorno a lui. Altrimenti leggiamo un altro western. E questo ha il sapore di un romanzetto rosa. Però Carson e Lena in pose equivoche sarebbe veramente uno spasso :P

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il ritorno di Dick Manina D oro

 

la National Bank di Galveston viene completamente ripulita nella notte da una misteriosa banda.la cassaforte viene aperta senza scasso.dopo la National tocca ad altre tre banche federali con casseforti ritenute ermetiche: completamente ripulite.

La Pinkerton e la Fargo ritengono che ci sia una "talpa" che passa informazioni dettagliate alla banda su obiettivi e planimetrie delle banche.caso singolare,le rapine avvengono sempre di notte e dall' interno,mai con uccisioni e violenza.Soprattutto,le "comari" sono aperte in pochi secondi da mano esperta...Tex e Carson su richiesta di Mac Parland indagano sulla banda,che sembra seguire un modus operandi sempre uguale:prendere di mira banche ritenute a prova di rapina,federali,con casseforti  ultimo modello ed ermetiche.

Tex e Carson saranno affiancati dal Detective della Fargo Dick "Manina d oro",gran specialista di casseforti...diversi indizi portano Tex a sospettare del povero Dick,ma sarà davvero così?

 

Modificato da Barbanera

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Barbanera dice:

Il ritorno di Dick Manina D oro

 

la National Bank di Galveston viene completamente ripulita nella notte da una misteriosa banda.la cassaforte viene aperta senza scasso.dopo la National tocca ad altre tre banche federali con casseforti ritenute ermetiche: completamente ripulite.

La Pinkerton e la Fargo ritengono che ci sia una "talpa" che passa informazioni dettagliate alla banda su obiettivi e planimetrie delle banche.caso singolare,le rapine avvengono sempre di notte e dall' interno,mai con uccisioni e violenza.Soprattutto,le "comari" sono aperte in pochi secondi da mano esperta...Tex e Carson su richiesta di Mac Parland indagano sulla banda,che sembra seguire un modus operandi sempre uguale:prendere di mira banche ritenute a prova di rapina,federali,con casseforti  ultimo modello ed ermetiche.

Tex e Carson saranno affiancati dal Detective della Fargo Dick "Manina d oro",gran specialista di casseforti...diversi indizi portano Tex a sospettare del povero Dick,ma sarà davvero così?

 

 

 

E' un giallo. Può essere il dato di partenza, non il soggetto intero dell'intera storia. Difatti non c'è sviluppo della trama.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, ymalpas dice:

 

 

E' un giallo. Può essere il dato di partenza, non il soggetto intero dell'intera storia. Difatti non c'è sviluppo della trama.

Esatto...magari po' sviluppo e poi lo riscrivo

Modificato da Barbanera

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.