Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

Recommended Posts

ATLANTA 

 Il quarantenne e ricco proprietario terriero John Clark, proprietario di una tenuta nelle vicinanze di Atlanta sta per sposarsi.

Clark da ex schiavista è piuttosto ostile alla gente di colore, e critica gli articoli in loro favore del vecchio e celebre giornalista realmente esistito William W 

La sera prima, pero, l'uomo viene ucciso da ignoti durante una passeggiata nella tenuta, e le indagini non portano a niente. La donna, disperata e desiderosa di fare giustizia, mette una taglia per chiunque troverà l' assassino. Red Garney, uno spietato cacciatore di taglie senza un occhio e il suo compare messicano trovano una traccia nel luogo del delitto che era sfuggita allo sceriffo,in quanto era finito in un cespuglio: un medaglione con dentro una foto di una donna di colore.

 

Nel frattempo, di ritorno da una missione, Tex e i tre pards capitano in citta e ovviamente si interessano alla faccenda. Ma qualcuno li gede arrivate: il colpevole, un  ex schiavo che fu maltrattato in quella tenuta( anche dallo stesso John) e dove morì di stenti sua moglie a causa delle sofferenze, la donna del medaglione. I pards sono quindi bersaglio di ripetuti attacchi da parte di sgherri ingaggiati dall' uomo, che non è  cattivo, ma non vuole essere arrestato, e si scontrano anche coi due cacciatori di taglie, che si sono informati sui nuovi arrivi in citta e sono arrivati all' uomo.

Nel frattempo, saranno aiutati nelle loro indagini sa un bravo informatore, il giornalista di cui sopra.

Il giornalista Henry W Grady, scusate, ho sbagliato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Grande Tex dice:

Mah, mi sembra un po'  strano, troppo da telenovela, come ha detto Lorenzo

Loriano:P

<span style="color:red;">51 minuti fa</span>, ymalpas dice:

Il finale può essere da telenovela, è sentimentale, perché attenzione allora sarebbe da telenovela il texone di Nizzi citato sopra,  da telenovela anche l'ultima di Monti con testi di Nizzi con la prostituta,  da telenovela la prima di jack Thunder,  da telenovela il maxi di Boselli e Font,  da telenovela "i due rivali" e voglio vedere se non sarà da telenovela "Manuela Montoya di Boselli e Monni. 

Concordo più o meno su tutte le storie da te citate, eccetto quella di Monni/Boselli, che dobbiamo almeno leggere :lol:.

Share this post


Link to post
Share on other sites

No secondo me non è da telenovela, potrebbe venirne fuori probabilmente una buona storia, forse pure toccante.

Ma probabilmente ricorderebbe troppo appunto quel Texone, con qualche ritocco o cambiamento però io non lo boccerei :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">57 minuti fa</span>, ymalpas dice:

Io boccio il soggetto invece per la sua stessa idea di partenza, ovvero il duello tra due campioni. Idea "zagoriana" più che texiana, nel west i conti non si potevano regolare così, la situazione potrebbe andar bene calata in altre realtà sociali, ma nel west è davvero improbabile. Poi che qualche autore texiano (Ruju) qualche storia al limite la scriva (texone Rotundo, maxi della corsa di cavalli) ma siamo ai limiti.

 

"La sconfitta"

"El Muerto"

Il duello è uno dei 'topos' tipici ed assoluti del west

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">56 minuti fa</span>, ymalpas dice:

Io boccio il soggetto invece per la sua stessa idea di partenza, ovvero il duello tra due campioni. Idea "zagoriana" più che texiana, nel west i conti non si potevano regolare così, la situazione potrebbe andar bene calata in altre realtà sociali.....

Ma così non vale, te la canti e te la suoni.:ops:

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Carlo Monni dice:

Siamo tutti pazienti, tranquillo .:laugh:

Io ho tolto il caffè per essere meno agitato e più tranquillo :rolleyes::P

A parte tutto ho due soggetti in ballo... più altri spunti.si vedrà,

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello di Ymalpas sembra un episodio de La Grande Vallata. Manca solo Barbara Stanwyck.

  • Haha (0) 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">2 ore fa</span>, Mister P dice:

Quello di Ymalpas sembra un episodio de La Grande Vallata. Manca solo Barbara Stanwyck.

 

Ottimo per una storiella da 32 tavole ? :lol:

 

<span style="color:red;">16 ore fa</span>, Sam Stone dice:

No secondo me non è da telenovela, potrebbe venirne fuori probabilmente una buona storia, forse pure toccante.

Ma probabilmente ricorderebbe troppo appunto quel Texone, con qualche ritocco o cambiamento però io non lo boccerei :)

 

Il riferimento al texone, soprattutto per quanto riguarda l'epilogo, pesa come un macigno. Serve un'altra idea per il finale. E il soggetto resterebbe - ahimé - lo stesso modesto.

 

<span style="color:red;">16 ore fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

Ma così non vale, te la canti e te la suoni.:ops:

 

Il gioco è questo e facciamo che resti un gioco.

 

Il soggetto è comunque ispirato dalla storia romana degli Orazi e dei Curiazi. Eppure l'indizio pesante l'avevo lasciato. Nessuno di voi c'è arrivato :P I won.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, ymalpas dice:

Il gioco è questo e facciamo che resti un gioco.

Mai pensato diversamente ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Novità. Ho non una, ma due idee per una storia con Big Cisco. Entrambe stanno perfettamente in un episodio da un albo singolo, quindi rimane da scegliere quale sia la migliore. Sono un po' fermo perché ho problemi col pc, a giorni riprendo le mie "fatiche" di soggettista dilettante. In fondo son disoccupato e in cerca di un lavoro almeno stagionale, quindi il tempo ce l'ho :rolleyes:.

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Anche io ho in mente un soggetto per una storia breve.sto cercando la miscela giusta...ma parto SEMPRE dal presupposto che non è MAI MAI facile elaborare un soggetto interessante...e non dó mai NULLA per scontato

Edited by Barbanera

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
3 ore fa, Barbanera dice:

Anche io ho in mente un soggetto per una storia breve.sto cercando la miscela giusta...ma parto SEMPRE dal presupposto che non è MAI MAI facile elaborare un soggetto interessante...e non dó mai NULLA per scontato

 

Ed è l'approccio giusto.

Edited by Carlo Monni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esatto.

A me me n'è stato accettato uno e un altro bocciato. È un'ottima lezione per imparare dove si sbaglia e non esaltarsi pensando di avere avuto l'idea "figa".

Nel mio caso sto aspettando anche un giudizio sulle mie eventuali potenzialità da sceneggiatore. Cosicché in futuro se accettano un altro mio soggetto potrei sceneggiarmelo da me.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo essere stato estradato dal Canada in seguito allo scontro con i wolfers di Fort Whoop-Up di alcuni anni prima, Ska-Wom-Dee e la sua gente si trovano ora confinati in una riserva, che sorge però su un vasto territorio che ha ingolosito gli appetiti di un gruppo di potenti speculatori, determinati a fare in modo che la tribù venga spostata altrove. Avvisato delle manovre in corso dall'agente della riserva (un uomo onesto, che paga la propria correttezza con la morte), Tex si reca con i suoi tre pards sul posto, intenzionato a fermare i loschi piani della cricca di speculatori, rendendosi però presto conto di non dover solamente fronteggiare il ring ed il nuovo agente indiano che hanno provveduto a piazzare, ma anche di doversi guardare dall'ostilità nei suoi riguardi di Ska-Wom-Dee, in cui è ancora vivissimo il ricordo del ritorno forzato negli Usa, di cui il capo sioux incolpa in parte Aquila della Notte (senza dimenticare che, nella spedizione contro Fort Whoop-Up, il figlio di Ska-Wom-Dee era rimasto ucciso, evidentemente in modo vano dal punto di vista paterno). Solo al culmine della vicenda, in un dramamtico atto finale, Tex riuscirà a risolvere la situazione, ed a riguadagnare la fiducia di Ska-Wom-Dee.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">10 ore fa</span>, juanraza85 dice:

Dopo essere stato estradato dal Canada in seguito allo scontro con i wolfers di Fort Whoop-Up di alcuni anni prima, Ska-Wom-Dee e la sua gente si trovano ora confinati in una riserva, che sorge però su un vasto territorio che ha ingolosito gli appetiti di un gruppo di potenti speculatori, determinati a fare in modo che la tribù venga spostata altrove. Avvisato delle manovre in corso dall'agente della riserva (un uomo onesto, che paga la propria correttezza con la morte), Tex si reca con i suoi tre pards sul posto, intenzionato a fermare i loschi piani della cricca di speculatori, rendendosi però presto conto di non dover solamente fronteggiare il ring ed il nuovo agente indiano che hanno provveduto a piazzare, ma anche di doversi guardare dall'ostilità nei suoi riguardi di Ska-Wom-Dee, in cui è ancora vivissimo il ricordo del ritorno forzato negli Usa, di cui il capo sioux incolpa in parte Aquila della Notte (senza dimenticare che, nella spedizione contro Fort Whoop-Up, il figlio di Ska-Wom-Dee era rimasto ucciso, evidentemente in modo vano dal punto di vista paterno). Solo al culmine della vicenda, in un dramamtico atto finale, Tex riuscirà a risolvere la situazione, ed a riguadagnare la fiducia di Ska-Wom-Dee.

 

Ho riletto la storia di fort Whoop Up proprio in questi giorni, non mi sarebbe dispiaciuto che Tex risolvesse la situazione di Ska Wom Dee subito dopo la conclusione dell'albo, e lì in Canada, non a distanza di tempo e negli Stati Uniti. Un ripensamento rispetto alla conclusione che abbiamo visto, per così dire. Essendo però la storia di Sergio Bonelli, non so quanto Boselli possa avere voglia di rimetterci mano...

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 11/6/2019 at 08:16, gilas2 dice:

 

Ho riletto la storia di fort Whoop Up proprio in questi giorni, non mi sarebbe dispiaciuto che Tex risolvesse la situazione di Ska Wom Dee subito dopo la conclusione dell'albo, e lì in Canada, non a distanza di tempo e negli Stati Uniti. Un ripensamento rispetto alla conclusione che abbiamo visto, per così dire. Essendo però la storia di Sergio Bonelli, non so quanto Boselli possa avere voglia di rimetterci mano...

 

 

Zero. 

On 2/4/2019 at 21:08, ymalpas dice:

Io boccio il soggetto invece per la sua stessa idea di partenza, ovvero il duello tra due campioni. Idea "zagoriana" più che texiana, nel west i conti non si potevano regolare così, la situazione potrebbe andar bene calata in altre realtà sociali, ma nel west è davvero improbabile. Poi che qualche autore texiano (Ruju) qualche storia al limite la scriva (texone Rotundo, maxi della corsa di cavalli) ma siamo ai limiti.

 

Il soggetto non è strano! Cosa vuol dire strano ? Che non c'è una logica ? 

 

Entrambe le parti sono convinte di avere il duellante vincente. L'idea del duello viene dalla mente di una giovane che ha studiato nei college dell'est, una giovane innamorata che ripone tutta la sua fiducia sull'uomo che ama (Kit). Il vecchio accetta perché sa che suo figlio ci sa fare con le armi, la sua mente è ottenebrata dall'orgoglio che ripone sul ragazzo e la posta in palio è allettante.

 

D'altronde c'è da trovare una soluzione a un duello che non si può fare e c'è da spiegare perché le famiglie sono in lotta. Tutto fila con una rigorosa logica, altro che strano !

 

Il finale può essere da telenovela, è sentimentale, perché attenzione allora sarebbe da telenovela il texone di Nizzi citato sopra,  da telenovela anche l'ultima di Monti con testi di Nizzi con la prostituta,  da telenovela la prima di jack Thunder,  da telenovela il maxi di Boselli e Font,  da telenovela "i due rivali" e voglio vedere se non sarà da telenovela "Manuela Montoya di Boselli e Monni. 

 

 

Il problema di questa storia è che non succede un bel niente.  Che cosa fa Tex? Però sarebbe potuta andare bene per Bonanza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personaggio realmente esistito della storia del West: James Riley detto doc

Middleton

Tex e Carson sono nel Nebraska per dare la caccia a un criminale che ha ucciso un loro amico ranger. Ma sulle tracce dell'uomo c' é anche una squadra di cacciatori di taglie guidati da Frank Wheeler.

 

Il criminale capita a Galton, dove chiede rifugio a un suo vecchio compagno, James Riley , il vice sceriffo, ora momentaneamente sceriffo in attesa della nuova elezione, criminale condannato per due omicidi ( uno in una rissa) in un altro stato e fuggito, e che, dopo aver trascorso del tempo in prigione per furto, si é trasferito nel Nebraska e si è sposato con la giovane    (fatti storici).  La ragazza non è  a conoscenza dei trascorsi di James.Lo sceriffo sembra ora pentito dei suoi trascorsi, anche per via dell'influenza della moglie,  ma non puo' rifiutare aiuto al fuorilegge, altrimenti sarà sua moglie a rimetterci. Il criminale infatti aspetta dei complici.Lo sceriffo lo nasconde quindi nelle celle. Tex arriva in città e parlando con lo sceriffo capisce che sa qualcosa. Incarica Carson di sorvegliarlo, mentre lui chiede informazioni in giro. Intanto pero arrivano in città gli altri banditi: un giovane biondo con un occhio sfregiato, un vecchio bandito al suo ultimo colpo, un bandito dinamitardo, la ragazza di quest' ultimo, che sa sparare benissimo, e  Anthony Keith , fratello del soldato ucciso nella rissa da Riley( che già aveva cercato di linciare). Per questo si è unito alla banda sapendo che devono rapinare la banca proprio di Galton. A complicare la situazione, dopo un tranello Tex cade nelle mani dei banditi. Ma prima della rapina i cacciatori di taglie arrivano in paese e, scoperto il fuorilegge nelle celle, stanno per linciarlo insieme a Riley, che considera complici. I banditi liberano il loro capo e Riley, approfittando della confusione e con l' aiuto della moglie si salva.Carson nel frattempo è riuscito a ritrovare Tex e a liberarlo. Dopo uno scontro a fuoco Tex e Carson con l' aiuto di Riley fanno piazza pulita ma nel frattempo Wheeler ha cercato di uccidere Riley , la moglie gliel' ha impedito e lui le ha sparato. Pensando che la  moglie sia morta, e non volendo più causare danni alle persone che ha intorno, Riley decide di arrendersi per farsi uccidere. Questo convince Tex della buona fede di Riley, ed è Tex a uccidere Wheeler dopo che quest' ultimo ha cercato di sparargli.

La moglie per fortuna guarirà e accetta il passato del marito sapendo che ora è cambiato. Riley deciderà comunque di abbandonare la professione di sceriffo per gestire un saloon.

 

 

Edited by Grande Tex

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">11 ore fa</span>, Grande Tex dice:

Personaggio realmente esistito della storia del West: James Riley detto doc

Middleton

Tex e Carson sono nel Nebraska per dare la caccia a un criminale che ha ucciso un loro amico ranger. Ma sulle tracce dell'uomo c' é anche una squadra di cacciatori di taglie guidati da Frank Wheeler.

 

Il criminale capita a Galton, dove chiede rifugio a un suo vecchio compagno, James Riley , il vice sceriffo, ora momentaneamente sceriffo in attesa della nuova elezione, criminale condannato per due omicidi ( uno in una rissa) in un altro stato e fuggito, e che, dopo aver trascorso del tempo in prigione per furto, si é trasferito nel Nebraska e si è sposato con la giovane    (fatti storici).  La ragazza non è  a conoscenza dei trascorsi di James.Lo sceriffo sembra ora pentito dei suoi trascorsi, anche per via dell'influenza della moglie,  ma non puo' rifiutare aiuto al fuorilegge, altrimenti sarà sua moglie a rimetterci. Il criminale infatti aspetta dei complici.Lo sceriffo lo nasconde quindi nelle celle. Tex arriva in città e parlando con lo sceriffo capisce che sa qualcosa. Incarica Carson di sorvegliarlo, mentre lui chiede informazioni in giro. Intanto pero arrivano in città gli altri banditi: un giovane biondo con un occhio sfregiato, un vecchio bandito al suo ultimo colpo, un bandito dinamitardo, la ragazza di quest' ultimo, che sa sparare benissimo, e  Anthony Keith , fratello del soldato ucciso nella rissa da Riley( che già aveva cercato di linciare). Per questo si è unito alla banda sapendo che devono rapinare la banca proprio di Galton. A complicare la situazione, dopo un tranello Tex cade nelle mani dei banditi. Ma prima della rapina i cacciatori di taglie arrivano in paese e, scoperto il fuorilegge nelle celle, stanno per linciarlo insieme a Riley, che considera complici. I banditi liberano il loro capo e Riley, approfittando della confusione e con l' aiuto della moglie si salva.Carson nel frattempo è riuscito a ritrovare Tex e a liberarlo. Dopo uno scontro a fuoco Tex e Carson con l' aiuto di Riley fanno piazza pulita ma nel frattempo Wheeler ha cercato di uccidere Riley , la moglie gliel' ha impedito e lui le ha sparato. Pensando che la  moglie sia morta, e non volendo più causare danni alle persone che ha intorno, Riley decide di arrendersi per farsi uccidere. Questo convince Tex della buona fede di Riley, ed è Tex a uccidere Wheeler dopo che quest' ultimo ha cercato di sparargli.

La moglie per fortuna guarirà e accetta il passato del marito sapendo che ora è cambiato. Riley deciderà comunque di abbandonare la professione di sceriffo per gestire un saloon.

 

 

 

 

Spunto sempre molto buono (per me) -l'eroe con un passato oscuro. Ma lo sviluppo presenta molti errori, primo fra tutti Tex catturato. COME? E PERCHE'?  Anche che Riley decida di farsi uccidere .- invece di VENDICARSI - quando sparano alla moglie, è assurdo. Chi è? San Francesco?

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scritto qualche tempo fa il soggetto della prima parte di quella che a prima vista sembrerebbe (condizionale d'obbligo) la solita storia di prepotenze da parte di un grosso ranchero ai danni dei coloni... per la seconda parte ho due piste tra cui scegliere per arrivare al finale.

 

Spunto da sviluppare: due fratelli e una sorella, texani, uno importante allevatore interessato al nascente business del petrolio, l'altro politicante a Washington portavoce delle lobby del Sudovest, la terza rigida istitutrice in un importante collegio femminile. Tutti e tre carogne.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Bos... Nisei in ripensamento.;)

Ma è dura

 

Ho comunque trovato un altro sviluppo.

Edited by Barbanera

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, borden dice:

COME? E PERCHE'?  Anche che Riley decida di farsi uccidere .- invece di VENDICARSI - quando sparano alla moglie, è assurdo. Chi è? San Francesco?

 

 

 

 

È una traccia non ho specificato troppo i come

L' idea sarebbe che Riley decida di farla finita, diciamo per il dolore e perché non vuole più causare danni alle persone che ha intorno. Mi sembrava un po' più originale della classica vendetta. Ma non è un passaggio importante.

Edited by Grande Tex

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">49 minuti fa</span>, Grande Tex dice:

COME? E PERCHE'?  Anche che Riley decida di farsi uccidere .- invece di VENDICARSI - quando sparano alla moglie, è assurdo. Chi è? San Francesco?

 

<span style="color:red;">49 minuti fa</span>, Grande Tex dice:

È una traccia non ho specificato troppo i come

 

E questo può andar bene qui perché stiamo giocando ma con un vero spggetto abdrebbe specificato qualcosa in più.

 

Cita

L' idea sarebbe che Riley decida di farla finita, diciamo per il dolore e perché non vuole più causare danni alle persone che ha intorno. Mi sembrava un po' più originale della classica vendetta. Ma non è un passaggio importante.

 

Ecco un altro problema. Il tuo personaggio a questo punto non ha più nessun motivo per timore di causare danni alle persone che ha intorno proprio perché intorno non ha  più nessuno di cui gli importi veramente. Sarebbe più logico che sia disposto a morire pur di conseguire la sua vendetta.

Se però la moglie sopravvive e tutto finisce alla "E tutti vissero felici e contenti la cosa ha ancora meno senso 

 

Veniamo ad un altro punto debole: 

 

<span style="color:red;">7 ore fa</span>, borden dice:

dopo un tranello Tex cade nelle mani dei banditi.

 

Personalmente il fatto che Tex venga catturato non mi crea problemi, può capitare ma sono banditi che intendono rapinare una banca non Mefisto o un altro Gran Cattivo. Perché non lo uccidono subito? Tenerlo prigioniero non ha senso in questo contesto.

Insomma, penso anch'io che come spunto non sia male e mi vengono in mente due o tre modi per tirarne fuori un buon soggetto lavorandoci un po'.

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cattura di Tex è SEMPRE a priori un buon motivo per bocciare un soggetto. Fa capire al 99 per cento che il soggettista non ha idea di quello che sta facendo e non si pone in partenza le domande che vanno poste. PREposte. 

 

In soldoni. Tex PUO' essere catturato ma una volta su cento storie e sempre per motivi non validi, ma validissimi,. ultrasupervalidi che sono il fulcro della storia. Non alla carlona.  

Edited by borden

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">26 minuti fa</span>, borden dice:

La cattura di Tex è SEMPRE a priori un buon motivo per bocciare un soggetto. 

In soldoni. Tex PUO' essere catturato ma una volta su cento storie e sempre per motivi non validi, ma validissimi,. ultrasupervalidi che sono il fulcro della storia. Non alla carlona.  

Sarebbe interessante vedere quante volte Tex è stato catturato, così a spanne direi di più di una su cento storie.

Ma forse sbaglio. Pronto a essere smentito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

LA NOTTE DEL SABBA.

 

Villaggio centrale. Lo stregone, che ha apppena avuto una visione, avverte Tex che dovrà recarsi a nord della riserva nella Mystery Valley dove in un piccolo villaggio è stato ritrovato il corpo nudo e martoriato di ferite di una giovane ragazza. All'origine dell'omicidio ci sarebbe  l'azione di uno iinzhid (stregone malefico) o comunque di uno yee naaldooshii (skinwalker), cioè uno sciamano dedito al male capace di trasformarsi in qualunque animale e preferibilmente in un corvo, lupo, coyote o coguaro. I quattro pards cercano di accertare i fatti mentre inquietanti episodi  di necrofilia e ruberie nel cimitero  sembrano confermare le inquietudini. Tex si scontra di fronte alla paura e reticenza degli abitanti del villaggio ma segue lo stesso quella che è una pista di sangue (altri bestiali omicidi) che conduce a un vecchio anasazi, con l'unico reale indizio rappresentato dagli occhi degli avversari che durante la trasformazione notturna restano umani. Gli skinwalker (perché sono più di uno) aspettano i nostri pards e pulizia non sarà fatta fino a che non si raggiungerà anche lo skinwalker alfa che sulla pista di Sedona li precede al grande sabba, dove altri giovani navajo saranno presto iniziati alla magia nera. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.