Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[Texone N.33] I Rangers Di Finnegan

La storia, i disegni e i personaggi  

37 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Volgiamo l'attenzione alla storia in edicola e non all'autore che l'ha scritta, in quanto persona. Sarebbe già un passo in avanti.

 

Sulle incongruenze storiche e sui personaggi storici fin dai tempi di GLB  non c'è stata nessuna preoccupazione di rispettare fatti, persone e date, anzi si denota un'assoluta noncuranza. Solo in tempi recenti c'è stato da parte di chi curava e di chi scriveva  Tex una maggiore attenzione alla verosimiglianza, senza mai lasciare peraltro che la realtà storica imbrigliasse la vena creativa. Sono polemiche del tutto prive di fondamento.

 

Sulla seconda obiezione, quella dell'utile idiota rivolta, se non ricordo male da Kit a Carson, non vi ravvedo niente di preterintenzionale, bensì solo la volontà di "offendere" lo zio Kit in modo tale da rendere credibile quanto più possibile il litigio. Il Carson "utile idiota" di Nizzi è stato per anni un rimprovero mosso all'autore modenese nell'altro forum. Il Carson di Boselli mostra proprio in questa storia di essere tutt'altro che il vecchio scemo che le parole del figlioccio descrivevano in maniera teatrale. Però quello che è subito chiaro alla lettura (nessuno dubita che il litigio sia fasullo) diventa motivo di contestazione, mentre le movenze del personaggio in tutta la storia dimostrano tutto il contrario ma sono fatti che non si prestano alla discussione.

 

Kit Willer subisce il fascino del corpo speciale, è ancora giovane e gli risulta difficile dubitare di portatori di stella che dovrebbero essere suoi compagni, si chiama spirito cameratesco, ma non diventa mai succube di Finnegan, personaggio che taluni descrivono di cartone e pure è mostrato sin dalle prime battute come fuori dalle righe (massacro dei comanches, consegna dei prigioniero, cockfight arena, scazzottata di Kit per metterlo alla prova, cena con tanto di racconto drammatico della sua vita, che altro si doveva scrivere ?). Kit Willer non è Tex, va differenziato, è giovane e puo sbagliare, deve "cadere"per potersi rialzare più forte di prima. Il Carson di questa storia è il personaggio maturo,  quasi crepuscolare, che si pone delle domande perché conosce le debolezze dell'animo umano, che conosce l'irruenza giovanile di un figlioccio tenuto troppo a freno dal padre. E' uno che le tentazioni della vita le conosce e cui non ha detto di no.

 

Anni fa ci si lamentava di Nizzi che lasciava Kit e Tiger perennemente a sorvegliare la riserva. Qualche buontempone parlava dei due "ricchioni" feliscemente relegati a sollazzarsi nella riserva. Ora Boselli ce li mostra sempre tutti e quattro, a ognuno di loro (eccetto Tex) dona qualche piccolo nuovo tratto caratteriale, per esempio Kit Willer si fa finalmente  qualche scopata con una biondina e siamo ancora qui a contestarlo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">19 minuti fa</span>, borden dice:

Voglio scrivere Tex e farlo bene. Tu invece sai leggere male. Puoi dire che la storia ti annoia. Ma dire che usare Lipan è presuntuoso è un'emerita sciocchezza. Lì hai fatto il Kershaw...

 

Credo che tu sappia fare di meglio, curatore esimio, che stravolgere quello che dico per criticarlo senza costrutto. Credo, non sono sicuro.  Io non ho detto mai, se trovi citi, che dire "LIPAN" significhi fare gli sboroni. Ho solo detto che sciroppare nomoni e teogonie tanto per farlo è solo un modo di tentare di fare il figo. E, essendo che non ti riesce particolarmente bene, rompi e non diverti, e ti consiglierei, amichevolmente, di evitare in futuro questo approccio. PErché evitarlo farebbe bene alle tue storie, che già qualche altra pecca al limite possono contenere.

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Beh grazie a Tex da bambino mi ero appassionato alla storia del West e quindi la realtà storica di ambienti e personaggi mi interessa molto.

Quindi se Boselli avesse scritto Chiricahua gli avrei fatto notare che in quella zona del Texas c’erano i Lipan Apache !!!

Stesso discorso sulle cittadine … il buon GLB tramite mappe antiche indicava luoghi e cittadine realmente esistiti (che probabilmente non trovi su mappe recenti) … per la cronaca su una mappa del 1895 sono riuscito a trovare i famigerati monti TE-EN-TA !!!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, ymalpas dice:

Sulla seconda obiezione, quella dell'utile idiota rivolta, se non ricordo male da Kit a Carson, non vi ravvedo niente di preterintenzionale, bensì solo la volontà di "offendere" lo zio Kit in modo tale da rendere credibile quanto più possibile il litigio. Il Carson "utile idiota" di Nizzi è stato per anni un rimprovero mosso all'autore modenese nell'altro forum. Il Carson di Boselli mostra proprio in questa storia di essere tutt'altro che il vecchio scemo che le parole del figlioccio descrivevano in maniera teatrale. Però quello che è subito chiaro alla lettura (nessuno dubita che il litigio sia fasullo) diventa motivo di contestazione, mentre le movenze del personaggio in tutta la storia dimostrano tutto il contrario ma sono fatti che non si prestano alla discussione.

Credo che fosse proprio questa l'intenzione dello sceneggiatore ed è la spiegazione a cui sono giunto anche io. Hai fatto bene però a specificare questo punto perchè, per quanto possa sembrare banale, è stato il la di tutta questa inutile discussione basata sul nulla.

19 minuti fa, ymalpas dice:

Il Carson di questa storia è il personaggio maturo,  quasi crepuscolare, che si pone delle domande perché conosce le debolezze dell'animo umano, che conosce l'irruenza giovanile di un figlioccio tenuto troppo a freno dal padre. E' uno che le tentazioni della vita le conosce e cui non ha detto di no.

Ora Boselli ce li mostra sempre tutti e quattro, a ognuno di loro (eccetto Tex) dona qualche piccolo nuovo tratto caratteriale, per esempio Kit Willer si fa finalmente  qualche scopata con una biondina e siamo ancora qui a contestarlo.

E' un elemento che apprezzo molto delle storie di Boselli, penso che la maggiore umanizzazione dei pards si l'arma vincente della sua scrittura. Tex deve rimanere l'eroe tutto d'un pezzo che quasi sempre abbiamo visto (dico quasi perchè di momenti "teneri" ne abbiamo visti, egregiamente descritti sia da GLB, sia da Nizzi, sia Boselli) ma i pards potrebbero davvero prendere questi aspetti più scanzonati, o almeno i due Kit. Certo non si tratta di snaturare la durezza dei personaggi ma ampliare aspetti già più volte trattati.

Piaccia o non piaccia la scrittura di Boselli, egli ha effettivamente portato tanta aria fresca in Tex, aria moderna ma che non snatura mai il nostro quartetto. Boselli in questo caso ha preso un aspetto dei Nostri trattato ma mai approfondito e ha dato un perchè a certi quadretti di tempi passati. Penso sia soltanto un lavoro lodevole ciò che ha compiuto...

Modificato da JohnnyColt

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Allora, lo avevo portato in soffitta, ma ho ripreso l'albo per un approccio più analitico.

Allora

1) Un comanche che dice "i vetri che vedono lontano", direi uno abbastanza lontano dalla logica formale direi, se ne esce con un discorso del tipo "Io non parlo a te in quanto capo indiano ma in quanto ranger. Sul capo non ho dubbi, ma li nutro sul ranger. Che essendo nettamente distinto dal capo indiano, vorrei ma non sono certo che sia equanime e veda il marcio dove sta".

Vetri che vedono lontano si trasforma in Aristotile. Tipicamente boselliano, non trovate?

2) Kit Willer maltratta una povera ragazza per la sua recita, tanto che Carson gli da del cafone. Ok la recita, ma fargli fare sempre la figura del minchione secondo me è proprio un vizio. Mi ha fatto storcere le nari

3) 45 e 57, ecco che la solfa dell'ombra paterna inizia a essere ripetuta da tutti. Cioè, che la si debba cantare in coro la dice lunga su quanto sia convincente. a 141 avremo ancora un ritornello. Da musicante non ne metterebbe, da convincitore di tesi assurde ne sente il bisogno.

4)A 57 Tex stesso dice a Tiger che sta ciarlando troppo. In questo albo spesso l'autore critica se stesso, questo è il primo caso.

5) pagina 66, la ragazza con cui Kit si è accoppiato dice "non sono sicura di aver capito, parli difficile". L' autore critica se stesso, mi aspettavo poi un ragionamento hegeliano che non c'è stato, peccato per la coerenza.

6) a pagina 92 fanno le prove di ingresso a Kit Willer e poi viene raccontata una storia in cui sono i bianchi a fare i vigliacchi. QUesto spiega l'odio di un bianco. Accidenti che argomentazione affascinante per uno che invece ha subito un torto vero da bambino. INcongruente.

7) a 139 crisi esistenziale. Dopo che tutti paventavano qualcosa, eccola puntuale. Propaganda proprio.

Poi inizia l'action e Tex cazzotta una. scelta forzata e che non stona checché se ne dica, e la lettura va salendo fino a non dispiacere affatto.

Bel finale.

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">3 minuti fa</span>, ymalpas dice:

Ho inserito i sondaggi dove potete esprimere le vostre preferenze numericamente!

Hai fatto benissimo e ho tempestivamente risposto. Speriamo che questa soluzione possa chiarire alcuni dubbi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, Wasted Years dice:

Allora, lo avevo portato in soffitta, ma ho ripreso l'albo per un approccio più analitico.

Allora

1) Un comanche che dice "i vetri che vedono lontano", direi uno abbastanza lontano dalla logica formale direi, se ne esce con un discorso del tipo "Io non parlo a te in quanto capo indiano ma in quanto ranger. Sul capo non ho dubbi, ma li nutro sul ranger. Che essendo nettamente distinto dal capo indiano, vorrei ma non sono certo che sia equanime e veda il marcio dove sta".

 

 

Sei PAZZO?  Questa frase NON C'E'!   Adesso pure le fake news???

 

Se t'INVENTI le frasi ampollose per dimostrare la tua tesi, allora sei da denuncia! Hai forse un'edizione che gli altri non hanno?

 

 

 

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Poi non so leggere io.  ho detto: "UN discorso DEL TIPO"  non quella frase specifica. Non mi andava di ricopiare un balloon enorme, ma è quello che va a significare.

 

Ma non è che stai perdendo colpi?

 

Modificato da Wasted Years

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tutti possono constatare che il dialogo NON è scritto così. E non è neppure lontanamente "del tipo"... WY non sa leggere, perciò fraintende anche il significato.

 

Il Comanche si rivolge al ranger perché uomo di legge che può svelare la falsità di altri uomini di legge. Non pensa affatto che Tex sia uno stronzo o un falso.

 

Inventarsi un dialogo davvero mal scritto e artefatto e virgolettarlo pure! Poi qualcuno si lamenta che m'incazzo! Pfui, WY!  Mi hai deluso! 

 

Sei in malafede. Scrivi ambiguamente e VIRGOLETTI. per scoraggiare chi ancora non ha comprato il Texone e non sa quanto sei falso.

 

 

 

Ti tolgo anche ll rispetto, ora. 

 

Torno a vedere il karaoke di James Corden e Paul Mc Cartney. Basta con queste bassezze.

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto la storia ben due volte.francamente,non ho trovato che sia un capolavoro se si eccettuano gli splendidi disegni di Majo.

Cosa mi è piaciuto:l idea del corpo deviato all interno dei ranger è ottima,davvero originale.Pero la figura di Finnegan andava meglio caratterizzata,poteva venir fuori un personaggio maiuscolo,un avversario coi fiocchi,che viene "piccionato" in modo troppo veloce nel finale...Kit è difficile da rendere protagonista,rimane una spalla e neanche delle più utili.i Comanche servono solo come causae-effetto,ma io li avrei utilizzati meglio,in fin dei conti sono le vittime...

Un occasione sprecata per il settantennale del Nostro,francamente mi aspettavo di più.

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Wasted Years dice:

Per farti un brodo usa la pentola a pressione, dicono che acceleri il processo, mister  borden.

Salutami la nonna, uomo che sa scrivere.

 

242woxu.png

Veramente c'è scritto NON SA. E da mo'...  Inoltre non rispondi in merito alla tua malizia. Quando si cita, perdio, SI CITA ESATTO!

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

nonna, ho screeshottato. E immagine canta. Salutamela tanto.

 

4so4lg.png

e pianta di fare polvere, ti stai rendendo ridicolo. 

2ijiwht.jpg

 

Interessante, cosa farai ora, negherai di aver imprecato e lo trasformerai in parbleu?

Modificato da Wasted Years

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">23 minuti fa</span>, Wasted Years dice:

nonna, ho screeshottato. E immagine canta. Salutamela tanto.

 

4so4lg.png

e pianta di fare polvere, ti stai rendendo ridicolo. 

2ijiwht.jpg

 

Interessante, cosa farai ora, negherai di aver imprecato e lo trasformerai in parbleu?

Ma scemo, è ovvio che ho scritto male e ho subito modificato. L'ho  fatto un secondo dopo. Per questo esiste il tasto modifica. E poi ho aggiunto altro che evidentemente non hai letto.

 

Io trovo che sia tu a renderti non ridicolo ma peggio, non credibile, perché non rispondi in merito al tuo comportamento e ti attacchi a una minchiata. Penoso penoso penoso.

 

E COLPEVOLE DI FAKE NEWS.  Ti accuso motivatamente di essere un troll.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">32 minuti fa</span>, ymalpas dice:

Ho inserito i sondaggi dove potete esprimere le vostre preferenze numericamente!

 

Storia che a mio giudizio non raggiunge il rango di capolavoro.

Ho dato ottimo sia alla sceneggiatura che ai disegni

Tra i personaggi proposti ho votato Robledo, anche se non ho digerito del tutto la clemenza mostrata nei suoi confronti, che mi ha lasciato lo stesso amaro in bocca della mancata punizione di Nick Castle qualche anno fa. La giustificazione fu che l'odioso (per me) biondino era candidato a un ritorno (dove mi auguro di vederlo finalmente pagare le sue colpe)... che possa tornar utile anche Robledo? Certo risulta essere l'ombra del terribile comanchero che fu e la vita l'ha già condannato a vedere crollare e dissolversi il suo regno, circondato oramai da una banda di incapaci, la cui unica risorsa resta quella di protrarre la loro odiosa attività a spese di ragazze isolate e privi della minima speranza di affrontare i nemici che siano i pards, i coloni organizzati, i ranger deviati o gli altrettanto scalcinati indiani che si trovano ad affrontare.

L'annosa contesa tra Robledo e il vecchio Milton Faver poteva concludersi in maniera più tragica ed epica con uno scontro che li portasse insieme nel mondo dei più, ma il finale diverso, reso possibile dal patetico progredire degli anni che, con la consapevolezza che ad entrambi non resti poi ancora molto da vivere, porta ad affievolire l'odio di un tempo, ci mostra come alla fine a prevalere sia il rispetto reciproco del vecchio avversario.

Finnegan si mostra tutto di un pezzo finché ha la possibilità di circondarsi del suo corpo speciale, ma getta la maschera quando si ritrova solo o quasi contro l'avversario che sa di non poter battere se non tentando l'ultima carta disperata.

Doyle e Taganas, ciascuno a suo modo, mostrano fedeltà fino alla fine a quello che ritenevano essere il carismatico capo, per poi dubitare e infine togliersi anche l'ultimo dubbio sul distorto senso dell'onore di chi finisce per tradire non solo la stella che porta ma anche i propri compagni. Taganas affronta tragicamente il destino preferendo la morte alla possibilità di continuare a vivere nella consapevolezza di avere dedicato la propria vita ad un uomo senza onore.

Una menzione speciale al ranger Caine, non compreso nel lotto dei votabili che, da vecchio ranger (di quelli "buoni"), sa riconoscere il teatrino dei due Kit e decide di tenere d'occhio il vecchio Carson fino a entrare in campo direttamente, risultando determinante insieme ai due giovani ranger che, apparentemente meno abili degli uomini di Finnegan, riscattano alla fine il buon nome del corpo affiancando Carson per trarre d'impiccio il giovane Kit rimasto alla fine incastrato in fondo alla rete che aveva teso intorno ai ranger di Finnegan

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">3 minuti fa</span>, borden dice:

Ma scemo, è ovvio che ho scritto male e ho subito modificato. L'ho  fatto un secondo dopo. Per questo esiste il tasto modifica. E poi ho aggiunto altro che evidentemente non hai letto.

 

Io trovo che sia tu a renderti non ridicolo ma peggio, non credibile, perché non rispondi in merito al tuo comportamento e ti attacchi a una minchiata. Penoso penoso penoso.

 

E COLPEVOLE DI FAKE NEWS.  Ti accuso motivatamente di essere un troll.

Dopo che avro finito di sbattermene i gioielli, ti accuserò motivatamente di essere unu maccu.

E pensare che per un secondo ti credevo serio.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Just now, borden dice:

La mancata punizione di Castle è perché è scappato! Nessun perdono.

 

Si però qualcuno ha fatto in modo che riuscisse a farlo... e poi cosa vuoi che ti dica... lo trovavo proprio indigesto, l'avrei fatto fuori io stesso :cheers:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ehm, WY, sono serissimo. Quello che hai fatto è davvero scorretto. Neppure te ne rendi conto? Ho persino segnalato allo staff. Lo trovo SCORRETTISSIMO.In un sito americano hanno fatto qualcosa di analogo tempo fa, inventandosi traduzioni assurde e non esistenti, ma lì non potevo farci niente. 

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

ma davvero? Beh, se lo ho fatto mi scuso, davvero. Non volevo citare a sproposito.

Se è una cosa veramente scorretta l'ho fatta involontariamente.

Siete autorizzati a correggere e a fare quello che dovete per rimediare.

Pardon.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Se sono scuse autentiche, sono accettate. Sottolineo SE. 

 

 

Perché non prendi  le cose in modo più calmino, WY? E non vale dire che m'incazzo anch'io, perché lo faccio dopo. NON perché tu critichi, ma perché lo fai sempre in modo incazzato ed esagerato. Evidentemente la faccenda ti sta a cuore, ma ovviamente lo sta anche a me. 

 

 

Si può dire che un dialogo PER TE è palloso o che una storia è lenta senza dire falsità o cose insostenibili e chiaramente dal sen fuggite come il fatto che Lipan sia una prova di presunzione, ecc...  quando invece è solo una tribù come i Mescaleros o i Mohave ecc... Sì, figuriamoci...Solo perchè TU non hai sentito nominare mai i Lipan o il personaggio di Silent Foot, scriverne ti sembra SBAGLIATO?? Ma non capisci come sei AUTOREFERENZIALE? 

 

Allora anche RANGERS era parola inusitata nel 1948, ma GL ebbe il coraggio di  fregarsene.

 

E quell'altro Kershaw mi chiede se ho  letto Salgari !!! Come si permette! E Salgari sì che scriveva PAROLE STRANE ED ESOTICHE. Ma Kershaw non lo sa??? Ha scelto l'esempio giusto per polemizzare... :rolleyes: Fa ridere.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sono scuse autentiche, finché si giuoca ok, ma le cose scorrette non mi vanno.

Non capivo che te l'eri presa altrimenti che ci guadagnavo a fare lo scemo? Di imbestialirti?

Io sono calmissimo, davvero. QUello che penso della storia ho scritto, e quanto di buono c'era ho apprezzato. E le cose che ho sottolineato sono autentiche.

Sulla scorrettezza, se avessi immaginato, non avrei manco iniziato, ci sono appigli veri, non occorre inventarseli.

TI saluto calorosamente in quanto persona, in quanto autore e solo in quell'ambito avremo occasione di risentirci.

Ciao

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Just now, Wasted Years dice:

Sono scuse autentiche, finché si giuoca ok, ma le cose scorrette non mi vanno.

Non capivo che te l'eri presa altrimenti che ci guadagnavo a fare lo scemo? Di imbestialirti?

Io sono calmissimo, davvero. QUello che penso della storia ho scritto, e quanto di buono c'era ho apprezzato. E le cose che ho sottolineato sono autentiche.

Sulla scorrettezza, se avessi immaginato, non avrei manco iniziato, ci sono appigli veri, non occorre inventarseli.

TI saluto calorosamente in quanto persona, in quanto autore e solo in quell'ambito avremo occasione di risentirci.

Ciao

 

 

 

Io stesso ho  le mie riserve su qualunque storia  scrivo, la perfezione non esiste!  Ma se ti  sono piaciute le ultime 50 pagine, beh, a mio modo di  vedere ci si arriva solo perché le precedenti sono in un certo modo.

 

Comunque, ti ripeto: le future storie del Tex giovane, se vorrai leggerle, altra tecnica, subito al galoppo! E magari ti piaceranno ancor meno!

 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.