Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[Texone N.33] I Rangers Di Finnegan

La storia, i disegni e i personaggi  

37 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

C'è sempre una pistola più veloce, caro Borden. Ringrazia da parte mia i tuoi amici di Baci & Spari, con i miei complimenti per lo splendido lavoro fatto con i loro due volumi sulle swipe delle cover. Per quanto riguarda papagno, utilizzato dal grande GLB, mi viene da dire che è lo stesso GLB che nella vicenda di Fraser parla di un luogo d'incontro cui fa riferimento Tex chiamandolo "Fired Church". Tu che sai bene l'inglese saprai certamente che la dizione corretta è "Burnt Church" mentre la versione che ha usato lui vuol dire ben altro. Nella stessa avventura su un cartello segnaletico sta scritto "Carrizzo" quando invece, com ecerto saprai, la dizione giusta sarebbe "Carrizo". Tutti, salvo te of course, possono toppare, quindi anche GLB c'è cascato. Del resto sei stato tu a ricordarmi la faccenda del gorilla, giusto?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Certo, ma papagno non è un errore. Ed è puramente glbonelliano. Come non è un errore greaser, termina dispregiativo per i messicani usato da GL nella prima di Montales e ripreso dunque da me, che è anche filologicamente corretto perché utilizzato dai texani contro Santa Ana già nel 1840 circa.  Se però scrivo i termini inglesi c'è alche lì qualcuno che si lamenta. Quel che vorrei farti capire, se sei disposto ad ascoltare, è che è inutile e stucchevole puntualizzare certi dettagli. Non si finirebbe più, e sono trascurabili e presenti in ogni opera di fiction, anche nell'Iliade, notoriamente piena di anacronismi. Proprio perché di fiction e non  di testi scientifici si tratta!

 

629997135_Tex12_pag120.thumb.jpg.6e1b9efc748d8d21dc4c188e5bb03143.jpg

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'ho segnalato solo perché, dopo aver consulato la rete, mi risultava quanto segue: Papagno = pesante schiaffo inferto a mano aperta ed indirizzato al volto, tale da stordire chi lo riceve, così come stordisce l’oppio contenuto nel papavero che in napoletano è appunto ‘o papagno (dal lat. papaver si va ad un derivato papaveaneus da cui papa(va)nju con successiva sincope di (va) e passaggio di nj a gn (cfr. il basso lat. companjo = nap. Cumpagno);

Comunque hai ragione, inutile puntualizzare che tanto serve a niente. Fermo restando che se nella storia di Lupe mi fai vedere che Kit cattura un mustano selvaggio con il lazo senza avere i guanti sulle mani io non posso crederci. O se metti in bocca a Tex un Hegeliano "Anime Belle" a me scappa da ridere. Infine non ti nascondo che mi piacerebbe assai che finalmente tu dimenticassi la dizione sakem per definire i capi delle tribù dell'ovest. Su internet puoi trovare quelle corrette, che peraltro magari sai già. Idem per "Pindah-lick-oy" che come ben sai è una tipica espressione apache. I comache dicevano taibo, i Sioux wasichu, i cheyenne veho. Quisquilie tu dirai: per me invece quando si usano certe definizioni devono essere corrette e contigenti e sono i particolari, anche i più minuti che definiscono il professionista, sopratutto uno con la tua lunga militanza.

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Baci e spari e borden amici?

Ci manca solo che mi associ anche io e facciamo i gemelli diversi.

GLB avrebbe scritto "tutti al bancone, offre il sottoscritto" con dietro un coro di "HURRA' PER ILRANGER"

Nolitta avrebbe scritto "andiamo ad abbeverarci in quel luogo di perdizione con la bevanda distillata che condannerà i miei amici indiani all'estinzione e la nostra civile civiltà all'autodistruzione"

Nizzi avrebbe scritto "andiamoci a bere un bel whisky al saloon [in modo che io possa essere spiato dal nemico (il quale è nemico solo formalmente ma io so che lui sa che io so che io so che lui sa)] e giù bistecche da patatine semisepolte e torta di MELE?

Boselli scriverebbe, in puro stile wikipedia da cui cito  E' l'ora di un bel jack daniels " A determinare il gusto complessivo di Jack Daniel's è il mash, che comprende mais, segale e orzo maltato. I cereali non maltati (mais e segale) vengono cotti a vapore per circa 3 ore in ‘Cookers', enormi contenitori di rame. In questo modo, le molecole di amido contenute nei cereali si rompono venendo così a contatto con un particolare enzima dell'orzo maltato che trasforma l'amido in zucchero. Ai cereali viene poi aggiunta l'acqua pura, ricca di minerali delle sorgenti, formando così una miscela fermentescibile chiamata ‘mash'. A differenza di altre distillerie Jack Daniel's usa per la fermentazione l'antico originale processo ‘Sour Mash': una parte del prodotto fatto in precedenza viene utilizzata per cominciare un altro prodotto o per favorirne l'omogeneità. Il Master Distiller utilizza come minimo un quarto del ‘mash', ricco di lieviti, prodotto il giorno prima (Stillage) per iniziare il processo di fermentazione di un nuovo ‘batch': questo per ottenere una continuità di gusto. Il ‘mash' fermenta lentamente per circa 5 giorni. Alla fine si otterrà una ‘Distiller's Beer', contenente circa il 10% a.b.v. (alcool by volume). " Peste e corna, per tutti i diavoli. Tutto ciò in bocca ad un analfabeta peone messicano, chiaramente.

A ognuno il suo, come si suol dire.

:P:P:P

Modificato da Wasted Years
  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

se devo bere un whisky, preferisco un bourbon. Mi si dà dell'ignorante, ma jack, e wild turkey, specie nelle versioni americane sono molto buoni.  Quelli che vendono in europa sono adattati ai nostri gusti, errati, ma sono buoni ugualmente.

Me li vado a comprare dove ci sono gli americani:)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, Wasted Years dice:

Baci e spari e borden amici?

Ci manca solo che mi associ anche io e facciamo i gemelli diversi.

GLB avrebbe scritto "tutti al bancone, offre il sottoscritto" con dietro un coro di "HURRA' PER ILRANGER"

Nolitta avrebbe scritto "andiamo ad abbeverarci in quel luogo di perdizione con la bevanda distillata che condannerà i miei amici indiani all'estinzione e la nostra civile civiltà all'autodistruzione"

Nizzi avrebbe scritto "andiamoci a bere un bel whisky al saloon [in modo che io possa essere spiato dal nemico (il quale è nemico solo formalmente ma io so che lui sa che io so che io so che lui sa)] e giù bistecche da patatine semisepolte e torta di MELE?

Boselli scriverebbe, in puro stile wikipedia da cui cito  E' l'ora di un bel jack daniels " A determinare il gusto complessivo di Jack Daniel's è il mash, che comprende mais, segale e orzo maltato. I cereali non maltati (mais e segale) vengono cotti a vapore per circa 3 ore in ‘Cookers', enormi contenitori di rame. In questo modo, le molecole di amido contenute nei cereali si rompono venendo così a contatto con un particolare enzima dell'orzo maltato che trasforma l'amido in zucchero. Ai cereali viene poi aggiunta l'acqua pura, ricca di minerali delle sorgenti, formando così una miscela fermentescibile chiamata ‘mash'. A differenza di altre distillerie Jack Daniel's usa per la fermentazione l'antico originale processo ‘Sour Mash': una parte del prodotto fatto in precedenza viene utilizzata per cominciare un altro prodotto o per favorirne l'omogeneità. Il Master Distiller utilizza come minimo un quarto del ‘mash', ricco di lieviti, prodotto il giorno prima (Stillage) per iniziare il processo di fermentazione di un nuovo ‘batch': questo per ottenere una continuità di gusto. Il ‘mash' fermenta lentamente per circa 5 giorni. Alla fine si otterrà una ‘Distiller's Beer', contenente circa il 10% a.b.v. (alcool by volume). " Peste e corna, per tutti i diavoli. Tutto ciò in bocca ad un analfabeta peone messicano, chiaramente.

A ognuno il suo, come si suol dire.Niente bourbon

:P:P:P

 

 

Mi fa schifo il Jack Daniels. E non lo metterei in bocca a nessun messicano. Che cos'è? Un'altra delle tue false citazioni tendenziose?Non ti è passato il vizietto?:angry:

 

Io sono mille, centomila volte per lo scotch single malt delle Highlands.  Niente bourbon. Bleah.

 

 

 

 

 

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Eh, no, borden, stavolta non ti puoi incazzare. HO SCRITTO "CITO DA WIKIPEDIA" e non mi risulta proprio che tu lo sia. E inoltre il condizionale indica cosa "scriveresti" nella mia opinione, non cosa hai scritto.

Ergo stavolta non hai appigli. Niente vizietto. Adesso ti segnalo allo staff per accuse ingiustificate.

Comunque a me piace il bourbon. Se ti piace lo scotch bevilo pure, a me sa di vomito.

Gusti.

Modificato da Wasted Years

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

 Lo metti bocca a un peon messicano... Fai sempre riferimento a me... Facile fraintendere.

Comunque dire che il millenario gioiello liquido e torbato noto come Scotch, grandissima invenzione scozzese,  faccia vomitare è davvero affermazione discutibile (mi trattengo). Detesta pure le mie storie quanto vuoi. E' chiaro che non hai nessun tipo di gusto.

 

E qui chiudo perché la disfida era tra me è Kershaew, ho DIMOSTRATO di aver ragione e tu ti sei infilato come i cavoli a merenda. Un bel papagno anche per te.

 

 

1502775667_Tex12_pag120.thumb.jpg.7e7f6139d351046cd3a5a505698458d7.jpg

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mah, a me lo scotch non piace. Quando ero ragazzo, 20 anni circa, lo zio di un mio amico tornò dall'Irlanda in pensione. E aveva con sè una collezione di puri whisky scozzesi delle migliori marche da lui acquistati durante gli anni, alcuni anche invecchiati 30 anni e composti da lui, pare che si possa fare. Tu vai in distilleria e ti crei il tuo whisky. Bene, dopo che io e la mia combriccola ci siamo dissetati a questa fonte, spesso, ho iniziato a odiare il saporaccio di terriccio che ha questo intruglio, il sapore di fumo e il retrogusto di vomito.

Non posso manco dire che ho bevuto roba dozzinale.  Proprio non incontra il mio gusto.  E, siccome i gusti vanno rispettati, non penso che tu beva qualcosa di vomitevole. Ma a me non sembra bevibile.

A me piace il pesce e la carne cruda. La mia compagna inorridisce. Mi piace avere i denti rossi. Se vedo una bistecca ben cotta penso che chi la mangia è un barbaro.

Ovviamente offro la carne quando organizzo come piace a chi la deve mangiare.

Se provi a darmi un papagno la tua dentatura ne risentirà, ho idea, sono un osso duro da rodere.

Con kershaw state discutendo di fuffa, smettete pure, secondo  me la state prendendo a puntiglia e

Ricorda questo, mister umorale ma in fondo bravo uomo.

oqorm6qlg9-cose-piu-difficili-da-trovare

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ah ah! Comunque, ho  qualche dubbio, detto tra noi, che , tornando dall'Irlanda, quel signore avesse con sé whisky scozzesi eccellenti!

Oltretutto davvero non esiste che ci si possa fare il proprio whisky!!! Il whisky buono rimane in botte da cinque a trent'anni!

 

Se vuoi ti consiglio qualche marca, da provare... 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, borden dice:

Ah ah! Comunque, ho  qualche dubbio, detto tra noi, che , tornando dall'Irlanda, quel signore avesse con sé whisky scozzesi eccellenti!

Oltretutto davvero non esiste che ci si possa fare il proprio whisky!!! Il whisky buono rimane in botte da cinque a trent'anni!

 

Se vuoi ti consiglio qualche marca, da provare... 

 

Non vorrei dirti, ma Scozia ed Irlanda sono vicine, e ricordo anche che ha vissuto lungamente in Cornovaglia e Scozia. Poi si trasferì a Belfast, la moglie era deliziosamente britannica. Riguardo al tuo whisky personale, è una miscela di whisky invecchiati, ovviamente, non 30 anni. Credo si faccia ancora, per turisti. Comunque un bourbon non mi dispiace, ma preferisco mille volte un cognac, che gli fa 20 a 1. Se vuoi accetto consigli, ma non ho grosse speranze.

Modificato da Wasted Years

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'Irish Whiskey è MOLTO diverso, ne sei consapevole, vero? Ha proprio una ricetta diversa. Allora meglio il bourbon! 

 

Quello miscelato è il blended, ma è roba industriale, Glen Grant, J & B, non è autentico Scotch. E' robaccia! Lo Scocth dev'essere SINGLE MALT.

 

Al cognac preferisco l'Armagnac.

 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non vorrei sembrarti pesante, ma lo scotch si produce solo in Scozia, quindi l'irish non c'entra una mazza, e sto parlando di un uomo che ne faceva collezione e commercio, non di uno che lo cumbidava agli amici. Lo offriva a noi per insegnarci, con me ebbe cattivo esito. Ricordo quei test con agghiacciante terrore, ma l'armagnac buono non mi spiace.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, Kershaw dice:

Se metti in bocca a Tex un Hegeliano "Anime Belle" a me scappa da ridere.

Allora direi che possiamo crocifiggere anche Nizzi per i suoi "sorci verdi" messi in bocca a Tex, oppure tutte le volte in chi i nostri pards hanno usato le espressioni "pezza da piedi" e "rottura di scatole", nate anch'esse nella prima guerra mondiale. Ricordo anche un manzoniano "chi non ha coraggio non può darselo", sempre da una storia di Nizzi.

Questi sono anacronismi sì, ma completamente trascurabili. Se condanniamo anche cose simili, rischiamo di fare la fine di quei reazionari che a forza di tornare indietro condannano qualsiasi cosa sia venuta dopo le grotte di Lascaux.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Guarda che non è questa frase l'anacronismo, quello era nel caso di "utile idiota". Hegel è morto prima che nascesse Tex e quindi temporalmente ci starebbe. Solo che non è nelle corde del nostro ranger preferito, nel suo gergo, nella sua parlata, nel suo lessico. Ti ricordo che Tex non è certo uomo di cultura e che ne "Gli sciacalli del Kansas" ha bisogno che sia Kit a spiegargli cosa sia un ippocampo.

La frase in bocca a lui è una tipica bosellata! A me fa ridere, però se ai lettori come te sta bene buon per voi. Prima o poi magari ci ritroveremo con gli asini che volano, e sarà considerata una licenza poetica!

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

utile_idiota.jpg

 

14 ore fa, Kershaw dice:

Guarda che non è questa frase l'anacronismo, quello era nel caso di "utile idiota". Hegel è morto prima che nascesse Tex e quindi temporalmente ci starebbe. Solo che non è nelle corde del nostro ranger preferito, nel suo gergo, nella sua parlata, nel suo lessico. Ti ricordo che Tex non è certo uomo di cultura e che ne "Gli sciacalli del Kansas" ha bisogno che sia Kit a spiegargli cosa sia un ippocampo.

La frase in bocca a lui è una tipica bosellata! A me fa ridere, però se ai lettori come te sta bene buon per voi. Prima o poi magari ci ritroveremo con gli asini che volano, e sarà considerata una licenza poetica!

 

 

La frase "utiole idiota" è in bocca a Kit Willer ( a meno che Boselli non l'abbia usata in diversi contesti ma non mi pare), che nel Texone anche nella scenetta con la ragazza si distingue per il suo modo di parlare più elevato. Il problema, a quanto pare, è di natura strettamente politica, essendo la medesima attrribuita a Lenin. Si abbia il coraggio di dirlo chiaramente invece di parlare di anacronismi che su Tex figurano in maniera copiosa. Però ci si appiglia veramente a poco. Questo modo di commentare le storie di Tex era tipico del forum di TWO un decennio fa. Ma leggetevi la storia e rilassatevi.

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Dimenticavo che Kit è un laureato alla Sorbona. Quanto al rilassarsi nella lettura se devo far finta di non vedere tutte le "bosellate" per il quieto vivere purtroppo non è nel mio carattere, per cui pensavo, nel segnalarle, di dar luogo ad un contradittorio costruttivo con altri appassionati. Pare che le cose non stiano così in questo forum di illuminati, dove le voci fuori dal coro sono mal tollerate. Molto meglio stare a macerarsi sulla 37° serie a striscia o sul fatto che la colorazione definitiva delle cover non rispecchi quella originale di Villa. De gustibus...

 

  • +1 1
  • -1 4

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

In questo forum non ci sono illuminati (a meno che tu non ti consideri tale e allora ce n'è uno solo) e il primo a dire bosellate è stato GLB dipingendo Carson in maniera così falsa che di più non si può e chiamando Tiger Jack un Navajo (a parte il Jack che ci può stare, la tigre era sconosciuta presso i Navajo e solo più tardi venne chiamata puma asiatico).

Tra l'altro il grande Guido Martina, autore del Pecos Bill che tu dici di aver letto, non è stato da meno nel dire bosellate con i suoi personaggi di Davy e Jane, clamorosi falsi storici.

Insistere sulla frase "utile idiota", che è il minore dei falsi storici e trascurare tutti gli altri ben più gravi, scusami ma mi fa sentire, ma è solo una mia sensazione sicuramente errata, uno strano odore di saccenteria.

  • +1 2
  • -1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">9 minuti fa</span>, Letizia dice:

e il primo a dire bosellate è stato GLB dipingendo Carson in maniera così falsa che di più non si può

cosa intendi per falsa?

<span style="color:red;">12 minuti fa</span>, Letizia dice:

chiamando Tiger Jack un Navajo

se vogliamo dirla tutta, allora, fu un errore mettergli la penna in testa visto che gli Indiani del Sud Ovest non avevano piumaggio...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">7 minuti fa</span>, Barbanera dice:

cosa intendi per falsa?

 

 

Che il personaggio Kit Carson storico veramente esistito era assolutamente diverso, se non proprio agli antipodi, dal Kit Carson personaggio della serie di Tex.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Just now, gilas2 dice:

 

Che il personaggio Kit Carson storico veramente esistito era assolutamente diverso, se non proprio agli antipodi, dal Kit Carson personaggio della serie di Tex.

ok, allora aveva capito bene, grazie della conferma.Ma allora anche Lilith prende il nome da una divinità demoniaca ebraica, ma mica il personaggio è demoniaco o distruttivo?!

Mi sono sempre chiesto perchè GLB diede codesto nome inquietante alla sposa di Tex.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Kit Carson
A partire dal 1863 Carson intraprese una brutale guerra per distruggere l’economia alla base della vita dei Navajo, marciando fino al cuore del loro territorio e distruggendo i loro raccolti, i frutteti e il bestiame.
Quando gli Ute, Pueblo, Hopi e Zuni, che per secoli erano stati preda dei razziatori Navajo, iniziarono a trarre vantaggio dalla debolezza dei loro tradizionali nemici seguendo i bianchi nella guerra, i Navajo non furono più in grado di difendersi.
Così, nel 1864 la maggior parte di loro si arrese a Carson che costrinse quasi 8000 Navajo, uomini, donne e bambini, a intraprendere quella che sarebbe stata chiamata “la lunga marcia” di quasi 600 chilometri dall’Arizona a Forte Summer, New Mexico, dove rimasero confinati e decimati dalle malattie fino al 1868.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, Kershaw dice:

Guarda che non è questa frase l'anacronismo, quello era nel caso di "utile idiota". Hegel è morto prima che nascesse Tex e quindi temporalmente ci starebbe. Solo che non è nelle corde del nostro ranger preferito, nel suo gergo, nella sua parlata, nel suo lessico. Ti ricordo che Tex non è certo uomo di cultura e che ne "Gli sciacalli del Kansas" ha bisogno che sia Kit a spiegargli cosa sia un ippocampo.

La frase in bocca a lui è una tipica bosellata! A me fa ridere, però se ai lettori come te sta bene buon per voi. Prima o poi magari ci ritroveremo con gli asini che volano, e sarà considerata una licenza poetica!

 

So bene che temporalmente ci starebbe, ho solo sbagliato a estendere la categoria dell'anacronismo a frasi non sensate; e certo non è sensato che Tex citi Hegel. Anche citare Manzoni è temporalmente giustificato, eppure non sta in piedi.

Ma io non ci vedo un dramma. Poi se per te accostare gli aggettivi "bello" e "utile" ai sostantivi "anima" e "idiota" è paragonabile agli asini che volano, fai pure.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.