Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[Texone N. 04] Piombo Rovente

Voto alla storia  

40 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

Anche questo texone (come il 3), lo comprato a Lucca quest'anno. Mi aspettavo molto, visto la speciale presenza di uno dei maestri del fumetto italiano , invece purtroppo sono rimasto piuttosto deluso. La storia scritta da Nizzi , man mano che va avanti non decolla mai, sembra una parodia di una storia di Tex, non è seria. Sin dall'inizio , quando Tex e Carson riescono Ha evitare l' impiccagione, c'è proprio la sensazione che non sia una cosa seria . Ma tutta la storia sembra una caricatura, non c'è mai tensione è tutta piuttosto banale . Una delle poche cose belle, che ha messo Nizzi è l'omaggio che a messo per diabolyk cioè quando Tex usa una corda per andare da un tetto all'altro. Comunque come o detto la storia non mi è piaciuta VOTO4.5 Sui disegni devo dire che Zaniboni sia un grande disegnatore però , non è adatto al western quindi gli do un 8 per la fiducia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una curiosità! Zaniboni ha disegnato questo texone esattamente in un anno e nove mesi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo sulla mediocrit? della storia, invece i disegni non mi dispiacciono affatto anche se a una prima lettura non mi avevano certo entusiasmato. Molto ben rappresentate le sparatorie, pessimi gli scontri fisici, sia quello di Tex, sia la "rivincita" di Tiger, dove i busti appaiono "ingessati" e i pugni a colpiscono in modo assolutamente irrealistico. Anche in altri punti secondo me l'autore non si dimostra all'altezza, soprattutto nei momenti in cui tex si lancia nell'ufficio dello sceriffo e in una sala del locale del signorotto. Lo scontro a fuoco senza scarpe toglie ogni dubbbio sulla grande abilità e maestria dell'autore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In questo quarto Texone ho trovato una classica storia western con molti spunti da commedia, il tutto viene purtroppo poco valorizzato da disegni non all'altezza. E' un peccato perchè con altri disegnatori questo Texone non sarebbe lo stesso stato annoverato fra i migliori ma sicuramente avrebbe avuto maggiore spessore. Il volto di Tex, ma anche degli altri pard, è il peggiore fra tutti quelli visti. La cosa strana è che la copertina non fa presagire nulla di quanto si scopre all'interno presentando un Tex tosto e con un viso apprezzabile. Secondo il mio modesto avviso Zaniboni può andar bene per Diabolik ma non per Tex. In conclusione voto alla storia 8, ai disegni 6, totale 7.

Share this post


Link to post
Share on other sites

'sera al forum,
come ho già scritto in qualche altro post, ho scoperto questo forum poco tempo fa (neppure due settimane or sono ...) e sto rileggendo i vari albi per poter dire la mia ... beh, considerando che sono partito da primo Texone per rileggerli e commentarli con Voi ... direi che sui "primi quattro" questo è il peggiore che abbia ril... ops, scusate, ri-sfogliato, perchè leggerlo è chiedere veramente troppo ... personalmente ritengo la storia piuttosto piatta, danneggiata dal tratto di Zaniboni che, mi auguro, di nn vedere mai più tra i disegnatori dei nostri!
Nn credo di aver mai visto disegni così brutti nel raffigurare un corpo umano ... pochi dettagli, poca profondit? e dimensione nei personaggi per nn parlare dei volti ...
Boh ... eppure Diabolik nn lo ricordo così brutto ... inoltre l'idea di inserire Galeppini, Bonelli e Nizzi la posso condividere qualora fossero disegnati un "pelino" meglio ... nulla a che vedere con Roberto Raviola quando inseriva se stesso all'interno dei propri disegni ...

Scusate, ma proprio nn l'ho digerito questo albo ...
-_nono

Alla prossima, ilbor

  • Sad (0) 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

A differenza del "Segno del serpente" questo Texone NON lo ricordo volentieri, sia per il racconto piatto ed assai scontato, sia per i terrificanti disegni di Zaniboni . Mi viene da sorridere al pensiero che in altri topics si criticano Font ed Ortiz, avendo la memoria corta su disegnatori, indubbiamente dei "Maestri", che Tex lo topparono in modo così eclatante. Il Tex di Zaniboni è talmente osceno da far sè che questo Texone lo si metta in libreria e non lo si tocchi più. Voto 6 alla storia,0 ai disegni.

  • Confused (0) 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi viene da sorridere al pensiero che in altri topics si criticano Font ed Ortiz, avendo la memoria corta su disegnatori, indubbiamente dei "Maestri", che Tex lo topparono in modo così eclatante. Il Tex di Zaniboni è talmente osceno da far sè che questo Texone lo si metta in libreria e non lo si tocchi più. Voto 6 alla storia,0 ai disegni.

A parte che ai critici di Font e ( dell'ultimo ) Ortiz come me, Zaniboni appare sicuramente più gradevole, questo è un texone!!! Ovvero un'opera dove l'autore può ( anzi deve ) permermettersi il lusso di mantenere il suo stile, ci mancherebbe! Figurarsi un Hugo Pratt che, fosse stato chiamato a disegnare un texone, t'avesse imitato pedissequamente Galep o Letteri!!! Zaniboni non disegna per la serie regolare ed è meglio così, così come Alessandrini, protagonista di una polemica con l'amico Sfteffen proprio su questo forum che nel 2006 gli criticava i disegni del texone. Sbagliando, ovviamente. Havasu, c'è l'altra discussione dove puoi dar man forte a Paco Ordonez nel difendere l'indifendibile Font.
  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci mancherebbe ymalpas, che un disegnatore debba adattarsi e ricopiapiare il tratto di altri Colleghi ... concordo con te su questo punto ... ma se leggi il mio post su questo albo, posso riassumerti che condivido (su disegni di Zaniboni) quanto scritto da Havasu ... anzi, forse sono stato addirittura più critico ...

A me questo Tex proprio non piace ... senza togliere nulla a Zaniboni e ai "suoi" personaggi ... continui pure a disegnare Diabolik e lo legger? più che volentieri su quegli albi ... per me questo Tex e tutti i personaggi di questa storia nn sono per nulla all'altezza del criminale mascherato ...

Alla prossima, ilbor

Share this post


Link to post
Share on other sites

... rispetto ai miei post, aggiungo lo la mia classifica personale:
La mia classifica personale aggiornata a questo albo:
La mia classifica personale aggiornata a questo albo:
Trama.....................................Disegni
Terra senza Legge.................... Terra senza Legge
Il Segno del Serpente............... Il Segno del Serpente
Tex il Grande........................... Tex il Grande
Piombo Rovente....................... Piombo Rovente
;)
Alla prossima, ilbor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dunque, il mio giudizio su questa storia è positivo: è un "texone" piuttosto anomalo, nel senso che è presente una forte mescolanza di situazioni classiche del Vecchio West (come già anticipato nei dossier ad inizio albo), sia i canoni abituali dell'universo "texiano" (la personalit? dei quattro pards è fortemente riconoscibile, al di l' dello stile del disegnatore, nonchè vengono rispettati i "siparietti" ironici tipici della serie). Sulla storia in sè, certamente non siamo di fronte ad un volume che farà la Storia del personaggio, ma rispecchia pienamente la volont? di "alleggerire" il gravoso impegno che cade sul disegnatore, in questo caso Zaniboni, non abituato (e quasi "impaurito", come da lui dichiarato nell'intervista pubblicata sull'albo stesso) alle ambientazioni western. La scelta di ambientare una vicenda interamente in una cittadina, coniuga la volont? di aiutare il disegnatore ad entrare nel "mondo del west" e quella di rendere omaggio al cinema western "cittadino". La trama, pur non essendo pienamente avvincente, si lascia leggere volentieri, con i fondamentali intermezzi quasi comici che permettono di spezzare la "monotonia" di determinate situazioni (logica conseguenza, vista la ristrettezza del raggio d'azione dell'intera vicenda). Sui disegni confesso che, vedendo le tavole a matita pubblicate in questo topic, l'esito finale mi lascia l'amaro in bocca: il segno delll'inchiostratura mi sembra piuttosto pesante, mentre le matite mi soddisfano molto di più. La prova, comunque, non mi è dispiaciuta affatto. Sulla caratterizzazione dei pards, ho trovato molto buoni Carson e Kit Willer, mentre Tex e Tiger (quest'ultimo soprattutto) mi hanno lasciato un po' perplesso. Voto 6,5 (definitivo 6)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un texone discreto, anche se non certo tra i migliori. L'ho riletto più volte, sempre con piacere. La vicenda è un classico, godibile. Ha anche siparietti divertenti, come quelli che vedono protagonisti il vecchio reprobo e la simpatica tardona Miss Darling. I disegni di Zaniboni sono abbastanza interessanti, considerando la natura dell'albo speciale ( che in quanto tale penso vada inquadratoin un'ottica differente, con criteri diversi ). Chiaro che un Tex e dei disegni così sulla serie normale io non li vorrei mai vedere, ma - appunto - la serie regolare è una cosa, altra sono i texoni. Voto: 7

Share this post


Link to post
Share on other sites

Storia piacevole e divertente. L'ambientazione cittadina è una di quelle che preferisco e quindi soggetto e sceneggiatura ritengo siano all'altezza. Trovo discutibile l'interpretazione di Tex data da Zaniboni, okkey, si tratta di un Texone e quindi viene lasciato ampio respiro ai disegnatori, però insomma, Tex è un altro. Rileggendola mi viene il dubbio che quando è stato contattato Lito Fernandez per l'ultimo Max, probabilmente il disegnatore argentino non aveva mai sentito parlare di Tex e per documentarsi deve aver utilizzato il Texone di Zaniboni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'ultimo numero del magazine in cui ho scritto la storia editoriale dei Texoni, parlando di questo quarto Texone, ho raccontato che nasceva nel 1989. Per la precisione, Zaniboni riceve la prima parte delle sceneggiatura nella primavera di quell'anno, nel mese di aprile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

uno dei migliori texoni mai scritti, a mio modestissimo parere.

Disegni magnifici, anche se il viso di tex è poco "texiano".

Tama stravista ma splendidamente  sceneggiata  da un Nizzi in forma smagliante.

Humour ad altissimi livelli, la posse  dei magnifici 4 funziona a meraviglia, molto belli i dialoghi e ben resi i comprimari tra cui il vecchio sceriffo, Slattery e soprattutto la Maitresse innamorata di Carson!

una storia western classica, lineare e ben scritta

voto 9

Share this post


Link to post
Share on other sites

Storia molto classica, senza particolari pretese, ma che diverte e fa passare una tranquilla oretta con un Tex classico, e quindi domestico e rassicurante. Ecco, questo è quello che mi piace del Tex di Nizzi nelle storie classiche: un senso di familiarità, di abitudine che ti fa sentire a casa. Questa storia la rileggo sempre con piacere.

Rispetto ad altre, ha comunque il particolare pregio di offrire il divertente personaggio di Lulu Darling, protagonista di simpatici siparietti comici, e anche il personaggio dello sceriffo, originale miscuglio di coraggio con un pizzico di " lascio perdere per il quieto vivere". Disegni caricaturalissimi e poco gradevoli, almeno per me, salvo nel rappresentare alcuni personaggi. Tuttavia, alla fine il lavoro di Zaniboni risulta sufficiente.

Voto 7.5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una storia che ha il pregio di dimostrare come un soggettista e sceneggiatore in gamba (come lo era il miglior Nizzi) riesce a cucinare bene la minestra texiana contando sui soliti ingredienti ma variando bene i sapori e miscelando il tutto a puntino

 

La solita vecchia storia del tiranno di paese che schiaccia la brava gente di Serenity;lo sceriffo onesto ma incapace da solo a tenere testa a Padron Slattery;il duello finale; western puro,sembra un film anni 50!

 

A ciò si aggiunge la fantastica e goliardica (ma mai volgare) ironia tra Tex e Carson,con l' innesto del bordello e della Maitresse innamorata del Vecchio Cammello che fanno quel tocco di classe alla trama,quel di più che fa diventare la storia un mezzo capolavoro.

Sul mio aimé scomparso concittadino Zaniboni: un grande, disegni davvero buoni

 

2 ore fa, Grande Tex dice:

Ecco, questo è quello che mi piace del Tex di Nizzi nelle storie classiche: un senso di familiarità, di abitudine che ti fa sentire a casa. Questa storia la rileggo sempre con piacere.

Esatto,hai colto nel segno.questo è quello che chiede il lettore di Tex.per questo, come dice il curatore stesso, meglio evitare troppe sperimentazioni ;)

 

Questo è stato il primo Texone che lessi,e ne sono molto affezionato.in.piu ho una dedica speciale di Nizzi che,come ho detto altrove,si commosse quando mi parlò di Zaniboni...e io con lui:ok:

Edited by Barbanera

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Barbanera dice:

 

2 ore fa, Barbanera dice:

Esatto,hai colto nel segno.questo è quello che chiede il lettore di Tex.per questo, come dice il curatore stesso, meglio evitare troppe sperimentazioni ;)

Modificato 2 ore fa da Barbanera

Secondo me è questo il grande segreto di Tex. Alcuni accusano le storie di Boselli di essere prive di questa caratteristica, mentre secondo me lui e Nizzi sono stati gli unici a mantenerla pur fondendola con il loro stile. Per dire, Nolitta, per quanto scrivesse storie bellissime, di solito in questo era generalmente meno bravo.

Edited by Grande Tex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Texone divertentissimo, dove tutto gira attorno a una cosa :lol:... in fondo anche il big boss Slattery non ha messo le mani sulla maison di Lulu Darling :lol:...

Ironia da capo a coda in questo texone, disegnato alla grande da un professionista come Zaniboni che se la cava anche lontano dalle strade di Clerville.

Comprato di seconda mano nell'estate del '96 per 3500 lire da signora Antonella nel centro storico di Sassari... ero proprio un giovincello :D.

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 ore fa, Mister P dice:

Comprato di seconda mano nell'estate del '96 per 3500 lire da signora Antonella nel centro storico di Sassari... ero proprio un giovincello :D.

Non me lo dire...a me lo regalò il mio Vecchio a luglio del 1991...avevo finito la quinta elementare,perdinci!lo avrò letto 50 volte almeno,e ogni volta mi piace come la prima:rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.