Vai al contenuto
TWF MAGAZINE N°18 è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
ElyParker

Italiani e Tex

Messaggi consigliati/raccomandati

Vorrei aprire una discussione sulla presenza di personaggi italiani o di origine italiani incontrati in Tex Willer.

L'idea parte dall'appellativo "dago" presente alla fine dell'ultimo albo della serie regolare. Appellativo dato a persone di origine italiana e pure a spagnoli e portoghesi.

Vediamo in questo albo un venditore che propone a Tex una arancia siciliana.

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

1)Barbiere Siciliano in "Orrore"di Medda.

2)Giovanni Martinii,trombettiere del Settimo Cavalleria,in "Congiura contro Custer"di Nizzi

3)Gli italiani camalli del porto di Galveston, visti in "Gli invincibili"di Boselli

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ah sì mi ricordo di Martini: se non sbaglio Custer gli dice di avere uno strano accento e se riesce a comprenderlo.

Chissà se vedremo altri italiani nei prossimi albi? Non mi dispiacerebbe: è un popolo con cui Tex ha avuto poco a che fare.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Beh, da quel che ne so l'emigrazione italiana negli Usa divenne massiccia solo sul finire dell'800, per cui credo ci possa stare che Tex abbi avuto poche occasioni di rapportarsi con italiani. Anche perché credo fossero ben pochi quelli che si avventurarono nel West, la maggior parte immagino si stabilissero ad Est. Ovviamente, se le mie nozioni fossero errate invito chiunque a correggermi...

 

1 ora fa, Barbanera dice:

1)Barbiere Siciliano in "Orrore"di Medda.

 

Un pettegolo di prima categoria :D

 

1 ora fa, Barbanera dice:

2)Giovanni Martini,trombettiere del Settimo Cavalleria,in "Congiura contro Custer"di Nizzi

 

Personaggio realmente esistito, come vera pare sia stata la circostanza che lo volle inviato da Custer a chiedere (invano) rinforzi, e per andare sul sicuro per via del suo inglese ancora incerto gli fu affidata una missiva con gli ordini opportunemente trascritti.

 

1 ora fa, Barbanera dice:

3)Gli italiani camalli del porto di Galveston, visti in "Gli invincibili"di Boselli

 

Fantastici, rissosi ma simpatici ;)

 

Tutti a loro modo espressione dei luoghi comuni sugli italiani, e più in generale sugli immigrati di qualsiasi nazionalità, nell'America tardottocentesca...

 

Modificato da juanraza85

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Esatto,gli Italiani emigrarono in massa negli States tra il 1890 e il 1913...

Solo nel 1913 emigrarono dall' Italia qualcosa come 900000 persone!!!

 

L' emigrazione verso gli Stati Uniti dagli anni '40 fino agli anni '80 del 1800 era composta soprattutto da Irlandesi,Tedeschi, Russi,Cinesi (impiegati nella ferrovia)

In effetti,qualche Italiano emigrò già negli anni 60 del 1800, soprattutto dal Meridione.e alcuni Borbonici combatterono per il Sud durante la Guerra Civile!;)

Ma poca cosa...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Avete presente Angelo, il finto damerino esperto di savate ed amico di Lefty Potrero che spesso e volentieri affianca i pards nelle loro  capatine a San Francisco? Si tratta chiaramente di un personaggio di contorno il cui background non è mai stato approfondito, ma dato il nome potrebbe anche essere italiano, no?

Modificato da juanraza85

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">11 minuti fa</span>, juanraza85 dice:

Avete presente Angelo, il finto damerino esperto di savate ed amico di Lefty Potrero che spesso e volentieri affianca i pards nelle loro  capatine a San Francisco? Si tratta chiaramente di un personaggio di contorno il cui background non è mai stato approfondito, ma dato il nome potrebbe anche essere italiano, no?

 

Mah... potrebbe anche essere spagnolo, sudamericano, persino cubano... :D

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

In tal caso, sarebbe però più opportuno se si chiamasse Angel (pronuncia "Anghel")... Colgo comunque l'occasione per lanciare una petizione agli autori affinché nella prosima avventura a Frisco sia chiarita la sua origine, eventualmente italiana.

  P.S. :P:lol2:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Con o senza di lui, è comunque un dato di fatto inequivocabile che in Tex i personaggi di origine italiana comparsi si faticano a contare sulle dita di una mano. E, torno a ripetermi, per un minimo di realismo e rispetto per la storia trovo sia più che plausibile...

O meglio, Storia.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.