Vai al contenuto
TWF MAGAZINE N°18 è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
natural killer

[700] L'oro dei Pawnee

Messaggi consigliati/raccomandati

Anche io quando ero un giovane studente di architettura utilizzavo i retini, moooolti anni fa!   tuttavia il puntinato di Civitelli si legge chiaramente che è il risultato di un lavoro manuale :P

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
On 11/2/2019 at 09:50, Havasu dice:

L'unica cosa che non ho compreso è come Tex e i pards riescano a "sgamare" Jimmy,che non mi pare si tradisca nel corso degli avvenimenti. Sarà che .....hanno i sensi sempre all'erta,anche quando dormono.

 

Semplice: il sesto senso di Tex.

Che si attiva già alla fine della pag. 77, allorquando Jimmy osa avanzare un'incauta domanda che svela una eccessiva curiosità per la sorte di Tesah.

Successivamente, egli si unisce inopinatamente ai pards, anziché seguire gli altri passeggeri.

E fin qui, magari si poteva pensare che il cowboy potesse essersi affezionato a Tesah: in effetti, é così che sembrano pensarla i due Kit, che punzecchiano ironicamente il ragazzo. Ma Tex, come sempre, é un po' più avanti, ed in due pagine (la 85 e la 86) assistiamo ad una brillante ed impeccabile lezione di sceneggiatura da parte di Borden.

Il Ranger, infatti, attira Jimmy in trappola invitandolo al tavolo; magari non é convinto fino in fondo delle sue intuizioni e vuole "testarlo". Dal fluire dei discorsi - che si alternano a sguardi sempre più arcigni e sospettosi da parte di Tex - si intuisce che Jimmy é uno che deve "saperci fare" con la pistola, e che il "biondo" neppure é indifferente al fascino del denaro. Il "quien sabe?" finale é eloquente nel mostrare un Tex immerso in pensieri e riflessioni, che poi si riveleranno esatte.

Direi che, soprattutto in una storia così breve, essere ancor più eloquenti e spiegazionisti si sarebbe rivelato non soltanto un banale errore, ma sarebbe stato anche poco rispettoso verso quei lettori che, oltre a considerare attentamente testi e disegni (importantissima, e non certo casuale, la loro fusione nelle pagine citate), conoscono bene Tex e sanno che nessuna delle sue azioni o domande é banale o casuale.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Molto piacevole questo centenario, bellissimo ritrovare Tesah, con tanto di primo incontro col nostro. I disegni di Civitelli non mi fanno impazzire con questa ambientazione, ma si chiude volentieri un occhio anche perchè la sua Tesah e Tex e gli altri giovani sono rappresentanti in maniera notevole. Il quartetto con Hutch Rod è Dick funziona benissimo, speriamo venga riproposto. 

 

Pag 24 emozionante :wub:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ho notato che, mentre in Nueces Valley lo sceneggiatore si era premurato di risolvere tutte le situazioni senza che il giovane Tex dovesse uccidere un solo avversario, qui non ha fatto lo stesso e Tex stende un paio di indiani nel flashback del primo incontro con Tesah. Piccola incongruenza? Disattenzione?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">2 ore fa</span>, borden dice:

Erano solo musi rossi... :laugh:  No, hai ragione, e un'incongruenza. Ho sacrificato la continuity alla spettacolarita' interna. Sorry!

 

Poco male, per me. L'ho segnalato solo perché qui sul forum se non troviamo tutti i peli nell'uovo non siamo contenti :lol:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">14 ore fa</span>, Tahzay dice:

 

Semplice: il sesto senso di Tex.

Che si attiva già alla fine della pag. 77, allorquando Jimmy osa avanzare un'incauta domanda che svela una eccessiva curiosità per la sorte di Tesah.

Successivamente, egli si unisce inopinatamente ai pards, anziché seguire gli altri passeggeri.

E fin qui, magari si poteva pensare che il cowboy potesse essersi affezionato a Tesah: in effetti, é così che sembrano pensarla i due Kit, che punzecchiano ironicamente il ragazzo. Ma Tex, come sempre, é un po' più avanti, ed in due pagine (la 85 e la 86) assistiamo ad una brillante ed impeccabile lezione di sceneggiatura da parte di Borden.

Il Ranger, infatti, attira Jimmy in trappola invitandolo al tavolo; magari non é convinto fino in fondo delle sue intuizioni e vuole "testarlo". Dal fluire dei discorsi - che si alternano a sguardi sempre più arcigni e sospettosi da parte di Tex - si intuisce che Jimmy é uno che deve "saperci fare" con la pistola, e che il "biondo" neppure é indifferente al fascino del denaro. Il "quien sabe?" finale é eloquente nel mostrare un Tex immerso in pensieri e riflessioni, che poi si riveleranno esatte.

Direi che, soprattutto in una storia così breve, essere ancor più eloquenti e spiegazionisti si sarebbe rivelato non soltanto un banale errore, ma sarebbe stato anche poco rispettoso verso quei lettori che, oltre a considerare attentamente testi e disegni (importantissima, e non certo casuale, la loro fusione nelle pagine citate), conoscono bene Tex e sanno che nessuna delle sue azioni o domande é banale o casuale.

Infatti anche io avevo maturato due ipotesi durante la lettura,che avesse preso una cotta colossale per Tesah,oppure che fosse un infame ed è stato poi cosi. Pero non mi è piaciuto il proseguimento perché alla fine non si rende ne veramente infame,ne innamorato. Tex gli ordina di fare l'esca ma non si capisce se è veramente pentito o se è solo vittima degli eventi,rimane tutto un po nel dubbio. Io avrei sviluppato fino in fondo una delle 2 ipotesi,della cotta colossale o dell'infame. Gli avrei fatto rapire Tesah e poi avrei messo in scena un inseguimento da parte di Tex per salvarla,oppure lo avrei fatto sacrificare per salvare l'amata indiana. Invece cosi abbiamo il solito personaggio grigio che risulta scialbo almeno a me non è piaciuto per niente,altri come te invece come te invece hanno apprezzato. Infine nella storia almeno che la versione Jimmy infame non si sarebbe rivelato poi anche il capo che c'era dietro ai banditi manca un vero proprio nemico da affrontare. Insomma alla fine una storia sufficiente ma che con un finale migliore poteva arrivare almeno all'otto,ma non sarebbe stata cmq mai un capolavoro perché pure l'inizio anche se migliore rispetto al finale non è niente di particolarmente esaltante a differenza dei disegni che con una colorazione migliore come ho già detto potevano ambire all'eccellenza. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">2 ore fa</span>, borden dice:

Erano solo musi rossi... :laugh:  No, hai ragione, e un'incongruenza. Ho sacrificato la continuity alla spettacolarita' interna. Sorry!

 

Speriamo che, nelle prossime avventure giovanili, Tex accoppi, per par condicio, qualche fuorilegge bianco!:D

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">23 minuti fa</span>, RoberTex dice:

Infatti anche io avevo maturato due ipotesi durante la lettura,che avesse preso una cotta colossale per Tesah,oppure che fosse un infame ed è stato poi cosi. Pero non mi è piaciuto il proseguimento perché alla fine non si rende ne veramente infame,ne innamorato. Tex gli ordina di fare l'esca ma non si capisce se è veramente pentito o se è solo vittima degli eventi,rimane tutto un po nel dubbio. Io avrei sviluppato fino in fondo una delle 2 ipotesi,della cotta colossale o dell'infame. Gli avrei fatto rapire Tesah e poi avrei messo in scena un inseguimento da parte di Tex per salvarla,oppure lo avrei fatto sacrificare per salvare l'amata indiana. 

Sono completamente d' accordo con te, è  poco sviluppato. Ritengo che Boselli nelle storie brevi dovrebbe rinunciare ai personaggi ambigui,  perché  inevitabilmente non vengono approfonditi a sufficienza.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">14 minuti fa</span>, Letizia dice:

 

Speriamo che, nelle prossime avventure giovanili, Tex accoppi, per par condicio, qualche fuorilegge bianco!:D

 

 

Ma quelle si svolgeranno tutte DOPO la vendetta di Tex per il padre.

 

 

 

<span style="color:red;">7 minuti fa</span>, Grande Tex dice:

Sono completamente d' accordo con te, è  poco sviluppato. Ritengo che Boselli nelle storie brevi dovrebbe rinunciare ai personaggi ambigui,  perché  inevitabilmente non vengono approfonditi a sufficienza.

 

 

Figurarsi! :P  Approfondire (per voi, GrandeTex e Robertex, vale spiegare) un personaggio ambiguo rischia l'ossimoro... E poi il poco (per voi, evidentemente) interesse di Jimmy sta proprio nell'ambiguità. Alla fine NON PARLA e muore.

 

In quanto a Tex, se non avesse capito, sarebbe stato un piccione, il piccione che non deve essere mai. E come poteva essere Tex meno sveglio della maggioranza dei lettori che invece (forse a differenza di voi, ve  lo concedo:rolleyes:) avevano subito capito?:D

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente ritengo che bisognerebbe sempre fare una distinzione su quello che possono capire i lettori  e quello che puo' capire Tex. Spesso i lettori dispongono di informazioni che Tex non ha, e poi guardando da fuori ovviamente la prospettiva e diversa. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">2 ore fa</span>, borden dice:

 

 

 

 

In quanto a Tex, se non avesse capito, sarebbe stato un piccione, il piccione che non deve essere mai.

 

 

 

 

Puro Vangelo!:ok:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">6 ore fa</span>, Chinaski89 dice:

Pag 24 emozionante :wub:

Concordo!

<span style="color:red;">3 ore fa</span>, borden dice:

In quanto a Tex, se non avesse capito, sarebbe stato un piccione, il piccione che non deve essere mai. E come poteva essere Tex meno sveglio della maggioranza dei lettori che invece (forse a differenza di voi, ve  lo concedo:rolleyes:) avevano subito capito?:D

Quindi chi ha fatto la figura del piccione?

Dai che si capiva:P

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Grande Tex dice:

Personalmente ritengo che bisognerebbe sempre fare una distinzione su quello che possono capire i lettori  e quello che puo' capire Tex. Spesso i lettori dispongono di informazioni che Tex non ha, e poi guardando da fuori ovviamente la prospettiva e diversa. 

Ma in questo caso avevano le stesse info. Anche quella dei segnali notturni... scoperti da Tiger. Le stesse.

 

 

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, Tahzay dice:

 

In effetti l'indizio dei segnali notturni era piuttosto evidente,pero non è detto che a mandarli fosse stato Jimmy poteva benissimo essere stato un'altro dei membri del calesse. E cmq fa bene Borden ha lasciare il dubbio sul fatto che fosse innamorato o che fosse un infame per suscitare l'interesse del lettore,io non cmq non ho criticato questo ma il modo in cui si conclude la vicenda,certo la mia ipotesi del fatto che riuscisse a rapire Tesah è ahime poco plausibile lo ammetto per il fatto che non può mai fregare i 4 pards tutti alla volta,se da un colpo in testa Kit che era nella stanza e metti scende dalla finestra nella direzione opposta in cui è Tex,non può cmq mai fregare pure Carson e Tiger che erano nei paraggi e sorvegliavano Tesah con tutte le attenzioni possibili. Alla fine pensandoci bene il miglior finale per non avere un personaggio grigio era che si sacrificasse per salvare la vita a Tesah,altre soluzioni oltre a questa e ha quella realmente messa in scena da Borden non ce ne erano. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Comunque Tex si mostra sospettoso nei suoi confronti prima amcora dei segnali, durante la conversazione a tavola. In questo caso non ce n' era ragione.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, Grande Tex dice:

Comunque Tex si mostra sospettoso nei suoi confronti prima amcora dei segnali, durante la conversazione a tavola. In questo caso non ce n' era ragione.

 

Ma come no? A parte che buona norma sarebbe “tastare il polso” a chiunque prima di servirsene come alleato, fosse anche per una guardia notturna, ma poi qualche segnale di allerta c’era stato, come ho segnalato nel mio primo messaggio.

Segnali sufficienti magari per Tex, e non anche per il lettore meno attento ai dettagli o particolarmente veloce nella lettura. Ma ci può stare!

Semmai, quel che è un po’ forzato (e che è servito, alla fine, solo a suggerire e sceneggiare un minimo di infatuazione anche da parte di Tesah per il “coraggioso” Jimmy) è che il giuda abbia timidamente estratto la pistola sulla diligenza, laddove avrebbe potuto benissimo aiutare i suoi complici semplicemente disarmando Tesah o, al limite, sparando ai postiglioni dall’interno del veicolo (se proprio voleva far qualcosa). 

Modificato da Tahzay
  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Di solito i centenari non riescono molto bene. Un’eccezione è stato il 600, che è considerato, quasi unanimemente, il migliore dei sei. Questo settimo, dello stesso autore, non raggiunge quei livelli, ma si pone ben al di sopra dei cinque precedenti. Infatti, Boselli rispolvera intelligentemente gli amici della giovinezza di Tex e la dolce Tesah, in un miscuglio di vecchio e nuovo molto piacevole. Il colpo di scena finale, a mio parere, tale non è in quanto piuttosto telefonato, ma necessario ai fini della riuscita della storia.

Civitelli dimostra di saperci fare anche con scenari tipicamente western.

Voto alla storia: 7,4

Voto ai disegni: 8,5

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">21 minuti fa</span>, Andrea67 dice:

 Un’eccezione è stato il 600, che è considerato, quasi unanimemente, il migliore dei sei.

 

Quasi unanimemente non direi. Lo salvano i disegni di Ticci, ma altrimenti non è davvero un granchè.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
On 16/2/2019 at 21:44, gilas2 dice:

 

Quasi unanimemente non direi. Lo salvano i disegni di Ticci, ma altrimenti non è davvero un granchè.

Va bene, se dobbiamo fare obbligatoriamente spirito di contraddizione, lo so fare anch'io.

Forse non sarà un granché per te, ma non è così per la maggioranza dei forumisti.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Contenuto simile

    • Da natural killer
      Un vecchio rivale dei tempi del rodeo… Un nemico dimenticato…
      TEX
      N° : 695
      Periodicità: mensile
      L'ULTIMA VENDETTA
      uscita: 07/09/2018
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Giovanni Ticci
      Copertina: Claudio Villa
      Colori: Oscar Celestini

      Kit salva un ragazzo Pima aggredito nella riserva Navajo… E Tex rievoca i tempi in cui, concorrendo nel rodeo di Laredo, cercava di strappare la palma di campione al famoso Moss Keegan… La rivalità tra loro sfocia in aperto scontro. Braccato dalla legge per colpa del bieco sceriffo Mallory, Tex ritrova Keegan sulla sua strada. Come amico o come nemico? E riuscirà Tex a compiere l’ultima vendetta su Mallory, complice degli assassini del fratello Sam? Un albo a colori del grande Ticci per festeggiare degnamente il settantennale di Tex!
       
       
       
       

       
       
       

       
       

       
       

       
    • Da natural killer
      Il Maestro è vivo o morto? Chi sta uccidendo i capi delle gangs di New York?
       
       
      TEX
      N° : 696
      Periodicità: mensile
      L'OMBRA DEL MAESTRO
      uscita: 06/10/2018
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Maurizio Dotti
      Copertina: Claudio Villa
       

       
       

       
       

       

       
    • Da natural killer
      Dal 1948 la grande avventura di Tex continua ad appassionare generazioni di lettori. Celebriamo i 70 anni di Aquila della Notte con un Magazine ricco di articoli, approfondimenti e due grandi ritorni raccontati in altrettante storie inedite!
      TEX MAGAZINE
      N° : 4
      Periodicità: annuale
      TEX MAGAZINE 70 ANNI
      uscita: 22/09/2018
      Copertina: Claudio Villa

      Il quarto Tex Magazine, 176 pagine di dossier, approfondimenti e due storie di Tex complete e inedite.
       
      Il segreto di Lilyth
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Fabio Civitelli
      Nella missione di Nostra Signora della Carità, Lilyth aveva nascosto un segreto. Dopo il matrimonio con Tex, la bella e giovane navajo ha un compagno che può aiutarla a tener fede alla solenne promessa fatta da ragazza. Un’avventura al fulmicotone per l’indimenticato amore di Tex al fianco del suo uomo.
       

       

      Dinamite
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Maurizio Dotti
      L’indomabile stallone compagno fedele di Tex nel periodo in cui era ingiustamente ricercato dalla legge, ora galoppa senza briglie in testa al suo branco nelle sconfinate praterie dell’Ovest. Ma la libertà dei cavalli selvaggi è minata da alcuni spietati cowboys. Chi sono e perchè si sono spinti nelle lontane terre dei navajos? Per scoprirlo, Tex dovrà salire di nuovo in sella al suo amico Dinamite!
       

       

    • Da natural killer
      uscita: 23/02/2018
      GIUSTIZIA A CORPUS CHRISTI
      Quattro uomini soli contro tutti per la resa dei conti a Corpus Christi!
       
       


       

       

       
      http://www.sergiobonelli.it/tex/2017/12/21/albo/giustizia-a-corpus-christi-1002297/
  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.