Jump to content
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[Texone N. 06] La Grande Rapina

Voto alla storia  

46 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

'sera al forum,
continuo nelle mie esposizioni sui Texoni riletti di volta in volta in ordine cronologico.
Bella storia, molto movimentata e ricca di colpi di scena, difficilmente si poteva prevedere lo svolgersi della storia, anche questa arricchita da tradimenti e rincorse sul filo di lana.
I disegni di Ortiz sono particolari e molti precisi ... ma vorrei fare una piccola puntualizzazione: i volti maschili sono sempre piuttosto scuri, diversamente dal volto di Linda che è sempre risplendente ... che sia colpa della barba?

La mia classifica personale aggiornata a questo albo:
Trama.....................................Disegni
Fiamme sull'Arizona................. La Grande Rapina
La Grande Rapina..................... Terra senza Legge
Terra senza Legge.................... Il Segno del Serpente
Il Segno del Serpente............... Fiamme sull'Arizona
Tex il Grande........................... Tex il Grande
Piombo Rovente....................... Piombo Rovente
;)

Alla prossima,
ilbor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho appena riletto questo Texone che reputo uno dei migliori dell'intera serie. Nizzi ci propone una storia davvero eccellente, con uno dei cattivi più memorabili usciti dalla sua penna - un misto di astuzia, scaltrezza, freddezza e cinismo che riesce quasi a mettere a segno il colpo del secolo, e ha solo la sfortuna di incontrare sulla sua strada i due mastini più rognosi del West :D

Perfetti i tempi della sceneggiatura, che mescola scene di azione, anche piuttosto cupe e violente, con altre più leggere e divertenti, come l'episodio dello sfortunato postiglione della diligenza. Magari un po' in ombra Tex e Carson, che non sono spesso nel vivo dell'azione, incentrata invece principalmente su Linch Weyss - ma a me sta bene così!

 

Ottimi anche i disegni di Ortiz, che dopo il texone diventerà una colonna anche della serie inedita (e dei maxi). Sono convinto che il suo West sporco, polveroso, duro e violento sia una delle migliori rappresentazioni che abbiamo potuto apprezzare sulle pagine di Tex, perfetta per questa magnifica storia.

 

Il mio voto è un 9 pieno, sia alla sceneggiatura che ai disegni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Letto per la prima volta oggi. Devo dire che mi è rimasto molto impresso positivamente. Ritmi altissimi, finale bellissimo, da film. Accoppiata Nizzi/Ortiz fenomenale!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Letto per la prima volta oggi. Devo dire che mi è rimasto molto impresso positivamente. Ritmi altissimi, finale bellissimo, da film. Accoppiata Nizzi/Ortiz fenomenale!

io lo ritengo uno dei texoni più belli di tutti i tempi,  un grande capolavoro western. Hai detto bene: è un film. Accoppiata di autori superlativa 

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

d'accordissimo. Un Ortiz immenso secondo me. E un Nizzi d'annata. Una bella storia che appassiona e avvince. Ricordo quando vidi la copertina in edicola: maestosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Letto per la prima volta oggi. Devo dire che mi è rimasto molto impresso positivamente. Ritmi altissimi, finale bellissimo, da film. Accoppiata Nizzi/Ortiz fenomenale!

io lo ritengo uno dei texoni più belli di tutti i tempi,  un grande capolavoro western. Hai detto bene: è un film. Accoppiata di autori superlativa 

grazie Leo, quando le storie mi rimangono particolarmente impresse, non posso fare a meno di esprimere il mio giudizio.

Letto per la prima volta oggi. Devo dire che mi è rimasto molto impresso positivamente. Ritmi altissimi, finale bellissimo, da film. Accoppiata Nizzi/Ortiz fenomenale!

;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riletto ora (versione a colori di Repubblica), questo Texone è veramente una storia ben scritta, sceneggiata e disegnata... Invito tutti i lettori del forum ad andare a scovarlo nella libreria e rileggerlo. Voto 10 (con lode).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non posso che accodarmi ai giudizi espressi dagli altri amigos:un texone splendido,per me il migliore in assoluto!

L ho letto credo 50 volte,ne conosco ogni singola tavola,non mi stanca letteralmente MAI.

Una trama perfetta,con il duo Tex e Carson dannatamente ispirato.Tex è un vero duro, Ortiz ne ha reso perfetti i lineamenti (soprattutto nella sfida nella città morta contro i tre scampaforche di Thorton)

Concordo sul fatto che in parte Weyss ruba la scena a Tex e che si fa beccare solo nel finale ma la bellezza della storia sta proprio nell inseguimento e nel duello sul treno finale,con il salto nel vuoto del gambler e della ballerina...

Qui Nizzi ha superato se stesso sia nella sceneggiatura sia nella caratterizzazione di Tex e dei personaggi,per non parlare dell esordio felice di Ortiz

Edited by Barbanera

Share this post


Link to post
Share on other sites

Storia western decisamente gradevole, non eccezionale ma gradevole nel farti passare un pi' di tempo in compagnia di Tex. La definirei una storia rilassante, dopo averla letta la prima volta, quando invece fai fatica a capire il complicatissimo intrigo organizzato da un Nizzi ispirato, e che dimostra di essere anche uno scrittore molto intelligente oltre che bravo( non è da tutti presentare un intrigo complicato in questa maniera cosi complessa.)  Comunque, la storia si mantiene rilassante solo fino all' adrenalinico finale,  che invece tiene col fiato sospeso, sembra un moderno thriller. Grandissimo personaggio Linch Weyss, flemmatico, astuto e sornione. Disegni di Ortiz li ho solo a colori, sono semplicemente splendidi, anche la colorazione è ottima, e in particolare apprezzo come ha carattetizzato i banditi, soprattutto Weyss.

Voto 8

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto bella! Assolutamente non un capolavoro!
La particolarità di questa storia è che Tex e Carson non vedono mai in faccia il loro nemico, cioè il rapinatore, prima che lo stesso muoia sfracellato. Non so se é la prima volta, ma sicuramente è molto raro.
La sceneggiatura scorre via molto fluida in un New Mexico polveroso che di più non si può, e di questo bisogna rendere onore ad Ortiz, i cui disegni, a dir la verità, non mi hanno mai entusiasmato, ma che in questo albo, complici anche le vignette giganti, fanno la loro figura.
Voto alla storia: 7,6
Voto ai disegni: 7,5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riletta nella versione a colori, che ne esalta ancor di più il valore, se possibile.

Bellissimo. Davvero ben caratterizzata la figura dei cattivi, degli assassini senza scrupoli, che si tradiscono e si uccidono a vicenda, e indimenticabile la figura di Linch il vero protagonista della storia. Una storia "Boselliana", in cui i protagonisti non sono i pard ma i cattivi. Storia che si differenzia quindi moltissimo dalle precedenti di Nizzi sul Texone, che erano molto più ricche di siparietti e più divertenti, ma certamente meno pregnanti e complesse di questa. Bellissimo poi il finale, con la coppia fuggitiva che si sfracella nel burrone ricoperta dai soldi rubati, che piovono su di loro a mò di pioggia macabra. Un capolavoro.

Bellissimi anche i disegni di Ortiz. Le facce dei cattivi sono davvero spaventose, bellissimi i giochi di luci e ombre, soprattutto sui loro volti. Tex ha qualcosa di Ticciano invece. A me Ortiz piace molto.

Uno dei Texoni più beli in assoluto.

Nizzi 9

Ortiz 9

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">2 minuti fa</span>, valerio dice:

Riletta nella versione a colori, che ne esalta ancor di più il valore, se possibile.

Bellissimo. Davvero ben caratterizzata la figura dei cattivi, degli assassini senza scrupoli, che si tradiscono e si uccidono a vicenda, e indimenticabile la figura di Linch il vero protagonista della storia. Una storia "Boselliana", in cui i protagonisti non sono i pard ma i cattivi. Storia che si differenzia quindi moltissimo dalle precedenti di Nizzi sul Texone, che erano molto più ricche di siparietti e più divertenti, ma certamente meno pregnanti e complesse di questa. Bellissimo poi il finale, con la coppia fuggitiva che si sfracella nel burrone ricoperta dai soldi rubati, che piovono su di loro a mò di pioggia macabra. Un capolavoro.

Bellissimi anche i disegni di Ortiz. Le facce dei cattivi sono davvero spaventose, bellissimi i giochi di luci e ombre, soprattutto sui loro volti. Tex ha qualcosa di Ticciano invece. A me Ortiz piace molto.

Uno dei Texoni più beli in assoluto.

Nizzi 9

Ortiz 9

 

Dissento su tutta la linea ;) 

Nizzi 10

Ortiz 10

 

:D 

 

  • Haha (0) 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">31 minuti fa</span>, Leo dice:

 

Dissento su tutta la linea ;) 

Nizzi 10

Ortiz 10

 

:D 

 

Ah ah ah

Share this post


Link to post
Share on other sites

Storia adrenalinica, una caccia all'uomo di quelle senza un attimo di respiro dalla rapina fino all'ultima pagina, valorizzata anche dai disegni di Ortiz dinamici e in un chiaroscuro più scuro che chiaro che ben si addicono ad un western sporco e cattivo come quello di questa storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">2 ore fa</span>, Leo dice:

 

Dissento su tutta la linea ;) 

Nizzi 10

Ortiz 10

 

:D 

 

 

Dissento su tutta la linea :capricci:

Nizzi 100

Ortiz 100

:lol2:

  • Haha (0) 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Storia che presenta al suo interno tutta l'anima del western: i treni polverosi, cavalcate a rotta di collo, esplosioni con dinamite, assalti alla diligenza, rapine, agguati, inseguimenti, ghost towns. Aver tenuto insieme tutto questo con una trama ben sviluppata e personaggi ben caratterizzati è un autentico miracolo. Tra i Texoni è indubbiamente uno dei migliori di tutti i tempi. Impossibile non emozionarsi mentre gli eventi si susseguono uno all'altro senza soluzione di continuità fino a terminare in modo solenne, con una sepoltura a base di oro. Finale epico eppur romantico. 

 

A me Ortiz è sempre piaciuto, grazie ad un tratto sporco e fumoso che rende perfettamente le atmosfere western. Ho notato un piccolo errore al momento dell'uccisione del banchiere, visto che, benché gli venga sparato un solo colpo al petto, alla fine è riverso a terra con due buchi. Ma poco importa, questa storia è un vero gioiellino. 

 

Voto complessivo: 9

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rapinare un treno è un soggetto molto classico per un racconto western che rischiava di avere una sviluppo piuttosto banale, ma in questo Texone Nizzi compie una lavoro di buona fattura, un racconto che scorre via veloce e pieno d'azione. Trama ben gestita con alcuni 'colpi di scena' degni di nota. un Tex in gran forma e un Carson discreto ma, lasciatemelo dire, troppo nizziano. Cattivi rappresentati bene, postiglione a parte, non ho visto altri personaggi macchiettistici.

 

Ottima prova di Oritz, mi è piaciuta soprattutto l'ottima sequenza iniziale con i vari primi piani dei protagonisti, il treno ed in generale ottima rappresentazione polverosa del west, un po' meno colpito dai campi lunghi ma si mantiene sempre su livelli alti.

 

Soggetto 6

Sceneggiatura 8

Disegni 9

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.