Vai al contenuto
TWF MAGAZINE N°18 è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
JohnnyColt

Tutti i numeri di 100 numeri!

Messaggi consigliati/raccomandati

Riuniamo qui tutti i numeri di questi 100 albi...

Inizio:

  • 153 albi inediti 
  • 103 albi mensili 
  • 11 variant
  • 10 Maxi Tex
  • 9 Texoni 
  • 5 Almanacchi 
  • 5 nuove storie brevi 
  • 4 nuove collane varate
  • 1 nuova ristampa varata
  • 1 parodia

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">10 minuti fa</span>, Dix Leroy dice:

Presumo sia la conta e dove si trovano le storie di Tex scritte da Boselli (?)

Mah! Per me i conti non tornano:old:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Dai, ragazzi, è palese:

- 153 il numero degli albi inediti di Tex usciti nel lasso di tempo tra il numero 600 e il 699

- 103 albi: 100 di Tex gigante più 3 di Tex Willer

Le altre si spiegano da sé, tranne:

- 1 parodia: Bum Willer, pubblicata su Topolino.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Quando uno me lo spiega le cose appaiono più chiare.

Anche il fatto che in questi "cento" numeri l'ingombro della collezione

è stato superiore al preventivato.

Modificato da Dix Leroy

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">5 minuti fa</span>, virgin dice:

 

Declino ogni responsabilità in tal senso. :D

 

certo virgin, d'altra parte tu appartieni all'area umanistica, l'insegnante di matematica era WY...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">44 minuti fa</span>, natural killer dice:

 

certo virgin, d'altra parte tu appartieni all'area umanistica, l'insegnante di matematica era WY...

Vero! :lol2:

 

In realtà me la cavo abbastanza bene con i calcoli, ma avendo smesso da metà del centinaio di comprare a scatola chiusa non ho cifre nella memoria alle quali fare riferimento. :D

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">25 minuti fa</span>, virgin dice:

Vero! :lol2:

 

In realtà me la cavo abbastanza bene con i calcoli, ma avendo smesso da metà del centinaio di comprare a scatola chiusa non ho cifre nella memoria alle quali fare riferimento. :D

Io sono in una situazione speculare: compro tutto e nascondo nelle scatole appena terminata la lettura!

Nei bei tempi andati le tre mensole del mobiletto con tutti i miei Tex erano sempre disponibili da consultare

e comodi da rileggere e ogni tanto sono lì che penso che averli o non averli è la stessa cosa.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ah, quando si stava peggio. :D

A me il moltiplicarsi delle uscite ha suscitato uno strano senso di ripulsa: non potendo più comprare tutto ho rinunciato a qualcosa e, più rinunciavo, più capivo di poter rinunciare anche ad altro.

In ciò contano probabilmente diverse vicende personali (il doppio lavoro scuola-università col suo relativo dispendio di tempo ed energia, il fatto che quando leggo devo sostanzialmente leggere le opere su cui faccio ricerca e, una volta che mi sono abituato a leggere Eschilo ed Esiodo in greco antico la mia mente, ormai tarata su una certa complessità, fa una fatica terribile ad adeguarsi a qualcosa di più semplice come il fumetto), ma anche una mia peculiare complessione psicologica che di fronte alla ricchezza di offerta mi porta a ritrarmi: mi è successo così con internet (arrivati i social network la sovrapproduzione di opinioni mi ha nauseato e sono molto meno connesso di prima), con la televisione (arrivato il digitale terrestre ho smesso di guardarla con regolarità, per quanto la guardassi poco anche prima, e gli unici canali a cui do un occhio, meno di una volta alla settimana, sono Rai Storia e Rai 5), con la radio (in automobile ho memorizzato Rai Radio1 e Rai Radio3, tutte le altre non le sopporto).

So che sono strano, ma sono fatto così. :D Ecco perché ora, nelle cifre di Johnny Colt, giuste all'unità o no che siano, vedo riflesso il mio cambiamento nelle abitudini di acquisto di Tex e le sue coordinate fondamentali.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">11 minuti fa</span>, virgin dice:

Ah, quando si stava peggio. :D

A me il moltiplicarsi delle uscite ha suscitato uno strano senso di ripulsa: non potendo più comprare tutto ho rinunciato a qualcosa e, più rinunciavo, più capivo di poter rinunciare anche ad altro.

In ciò contano probabilmente diverse vicende personali (il doppio lavoro scuola-università col suo relativo dispendio di tempo ed energia, il fatto che quando leggo devo sostanzialmente leggere le opere su cui faccio ricerca e, una volta che mi sono abituato a leggere Eschilo ed Esiodo in greco antico la mia mente, ormai tarata su una certa complessità, fa una fatica terribile ad adeguarsi a qualcosa di più semplice come il fumetto), ma anche una mia peculiare complessione psicologica che di fronte alla ricchezza di offerta mi porta a ritrarmi: mi è successo così con internet (arrivati i social network la sovrapproduzione di opinioni mi ha nauseato e sono molto meno connesso di prima), con la televisione (arrivato il digitale terrestre ho smesso di guardarla con regolarità, per quanto la guardassi poco anche prima, e gli unici canali a cui do un occhio, meno di una volta alla settimana, sono Rai Storia e Rai 5), con la radio (in automobile ho memorizzato Rai Radio1 e Rai Radio3, tutte le altre non le sopporto).

So che sono strano, ma sono fatto così. :D Ecco perché ora, nelle cifre di Johnny Colt, giuste all'unità o no che siano, vedo riflesso il mio cambiamento nelle abitudini di acquisto di Tex e le sue coordinate fondamentali.

In effetti qualcosa del genere succede anche a me. Ho destinato uno spazio ben preciso in casa per la collezione di Tex e sta per terminare.

Mi sto "allenando" al fatto che deve essermi sufficiente. Devo solo decidermi se comprare, leggere e togliermelo di torno o non comprare più.

E nel frattempo ho realizzato che è meglio concentrarmi sulle cose già uscite, piuttosto che su quello che deve ancora uscire.

Quello spetta (o spetterebbe) ai giovani e io non lo sono più da un bel pezzo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.