Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
natural killer

[701/702] La regina dei vampiri

Recommended Posts

Per me gli ultimi due interventi, con molta classe, dicono che Manfredi non è entrato molto in sintonia col personaggio, ed è quello che penso anch'io. Chissà forse con il fantahorror riesce, come in Magico Vento, a tirar fuori qualcosa di buono.

Edited by Loriano Lorenzutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

La copertina del prossimo numero è qualcosa di eccezionale pur nella sua apparente semplicità, con Tex in primo piano e sopra di lui, inquietante e minacciosa, colei che sembra essere l'antagonista della storia. La curiosità è ovviamente moltissima, in virtù della presenza dell'elemento vampirico che mai, francamente, mi sarei aspettato di vedere apparire nella saga di Aquila della Notte, ma a tal riguardo un autore un po' fuori dai classici schemi texiani come Manfredi ed un disegnatore come Bocci, forgiato da anni di storie di Dampyr, rappresentano a mio avvsio ottime garanzie. Di conseguenza, per tutti i motivi elencati, le mie aspettative non possono che essere moderatamente elevate, direttamente proporzionali alla mia attesa di leggere questa storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Dalla lettura di questo primo albo... a me personalmente dispiace se questa sarà l'ultima storia di Manfredi. Trovo che vi sia un'atmosfera di opprimente mistero molto simile a quella che si respirava nell'ultima apparizione di Yama... ma più selvaggia; inoltre la presenza così sinistra dei pipistrelli mi ha fatto rivivere le sensazioni della storia "Il signore dell'abisso". E mi sono accorto che tale atmosfera in Tex mi mancava da parecchio.

 

Non mi dilungo troppo per non rovinare la lettura agli altri.

 

I disegni di Bocci li trovo perfettamente all'altezza della storia. Perfetti per rappresentare questo genere di storia.

Edited by Garet
  • Like (+1) 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottimo primo albo che davvero fa sperare in un ritorno di Manfredi sulle pagine di Tex.

 

E' interessante notare quanto lo stile di Manfredi sia più controllato e meno "sanguigno" di quello di Boselli, ma riesce comunque ad ottenere un grande risultato nella resa della trama e dei personaggi.

 

Bocci bravissimo.

 

Per ora un 8 complessivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Preso e rapidamente sfogliato, leggerò i 2 albi insieme. Molto buoni I disegni, il quartetto ben caratterizzato,  a me è piaciuto molto Kit. Per la storia vedremo.

2 ore fa, Mister P dice:

Ottimo primo albo che davvero fa sperare in un ritorno di Manfredi sulle pagine di Tex.

Ma Manfredi ha deciso di non scriverè più Tex dopo questo albo, o sbaglio? Perchè quindi dovrebbe ripensarci?

Comunque vedremo più avanti.

Edited by Loriano Lorenzutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intendevo che spero che ci ripensi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

C' è ancora una sua storia di tre albi che deve essere pubblicata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
40 minuti fa, Grande Tex dice:

C' è ancora una sua storia di tre albi che deve essere pubblicata.

Si lo sappiamo.:P

Ma questo cosa c'entra con il discorso fatto tra me e Mister P? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">3 ore fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

Preso e rapidamente sfogliato, leggerò i 2 albi insieme. Molto buoni I disegni, il quartetto ben caratterizzato,  a me è piaciuto molto Kit. Per la storia vedremo.

Ma Manfredi ha deciso di non scriverè più Tex dopo questo albo, o sbaglio? Perchè quindi dovrebbe ripensarci?

 

Perché è sempre possibile per chiunque ritornare sulle prprie decisioni?

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

Si lo sappiamo.:P

Ma questo cosa c'entra con il discorso fatto tra me e Mister P? 

Perché Mister P ha detto " speriamo in un suo ritorno" come se questa fosse l' ultima sua storia ad essere pubblicata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Voi chi siete?"

Kit: "I 4 cavalieri dell' Apocalisse!":clapping::clapping::clapping:

 

Bene Manfredi

Per ora non aggiungo altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buona partenza dell'ottavo centinaio. 

Storia intrigante dove Manfredi pur non rinunciando al tema politico costruisce una trama robusta che vede Tex e i pards al fianco di El Morisco di fronte alla minaccia che affonda le radici nelle antiche civiltà precolombiane.

Bocci semplicemente maestoso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">5 ore fa</span>, Carlo Monni dice:

 

Perché è sempre possibile per chiunque ritornare sulle prprie decisioni?

Non penso sia una  domanda. Quindi è la scoperta dell'acqua calda.

Ma cosa è cambiato perchè ritorni sulla sua decisione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sbaglio o è la prima storia in cui Manfredi utilizza tutti e 4 i pards?

Comunque un bel utilizzo del quartetto!

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">2 minuti fa</span>, Betta 53 dice:

Sbaglio o è la prima storia in cui Manfredi utilizza tutti e 4 i pards?

Confermo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">18 ore fa</span>, natural killer dice:

Buona partenza dell'ottavo centinaio. 

Storia intrigante dove Manfredi pur non rinunciando al tema politico costruisce una trama robusta che vede Tex e i pards al fianco di El Morisco di fronte alla minaccia che affonda le radici nelle antiche civiltà precolombiane.

Bocci semplicemente maestoso.

 

Il tema "politico" in questione è perfettamente organico a Tex, come direbbero gli intellettuali di una certa Sinistra.:lol:

Scherzi a parte, quante volte, anche nelle storie di GLB abbiamo sentito prese di posizione simili riguardo il rispetto delle culture dei popoli?

Tex è sempre stata una serie politica nel senso più alto del termine e non della partigianeria di partito.

I due Bonelli non hanno mai avuto paura di affrontare temi importanti come il razzismo, le disuguaglianze e simili. Oltre che dalla mia famiglia, il rispetto di certi valori l'ho imparato proprio qui.

 

  • Like (+1) 1
  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">28 minuti fa</span>, Carlo Monni dice:

Oltre che dalla mia famiglia, il rispetto di certi valori l'ho imparato proprio qui.

Anche per me è stato così, avendo cominciato a leggere Tex nel 1960 a 7 anni.

Prima gli indiani erano sempre rappresentati come selvaggi e i "cattivi".

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Andrò controcorrente,ma la storia per ora non mi entusiasma...dialoghi tra pard non particolarmente brillanti.sviluppo un po' caotico... vedremo il proseguimento,per ora non mi sbilancio.

Lo spunto non è male...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Albo meraviglioso, erano anni che Manfredi non era così bravo su Tex. Forse lo ha aiutato il fatto che non è una tematica western. Ottimamente rappresentati anche Kit e Tiger, nonostabte quest' ultimo sia piuttosto in ombra finora. Bocci bravissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissimo inizio, l'unica piccola perplessità è che temo i poteri di questa regina dei vampiri si rivelino troppo scarsi, per impensierire un minimo i pards non bastano certo 4 vampirelli troppo cresciuti. Comunque per ora mi sta prendendo un sacco, ricordandomi anche molte atmosfere di quel capolavoro di serie che era MV. Aspetto con ansia il seguito 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tex non fumato nemmeno una sigaretta!

Eppure di solito a casa di Morisco fuma.

E avrebbe potuto fumare anche quando De La Hoya raccontava..

Sarà un caso o una scelta?

Di Manfredi o di Bocci?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le storie con El Morisco mi sono sempre piaciute e anche la prima parte di questa non delude le mie attese. Storia solida, con echi recenti (“La stirpe dell’abisso”) e più lontani (“I figli della notte”). I disegni: maestosi come nell’ultima vignetta di pagina 47 o 70. Sempre dinamici, a volte intensi come nel caso dell’ultima vignetta di pagina 63, dove rendono palese la vergogna e lo sconforto dei due soggetti. Non ho trovato molto omogenea, invece, la raffigurazione dei volti dei pards ( i due Carson a pagina 31 e 37 sembrano cugini, non la stessa persona), ma nel caso è una mancanza che non abbassa di moltissimo la mia considerazione per il lavoro di Bocci. Spettacolare, a dirla tutta. In conclusione, la serie dei 700 inizia alla grande.

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, Grande Tex dice:

Albo meraviglioso, erano anni che Manfredi non era così bravo su Tex. Forse lo ha aiutato il fatto che non è una tematica western. Ottimamente rappresentati anche Kit e Tiger, nonostabte quest' ultimo sia piuttosto in ombra finora. Bocci bravissimo.

Su Magico Vento ha scritto un sacco di ottimi episodi western (tipo tutto il ciclo delle battaglie indiane).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come inizio è davvero molto buono, forse oserei pure dire che Manfredi su Tex non ha mai cominciato così bene!

Ottimi i disegni di Bocci, ci sono tavole da guardare e riguardare per coglierne tutti i dettagli.

SPOILER

Per la storia, ho apprezzato tanto il ritorno del Morisco ed Eusebio, qui mi sembra che l'autore abbia rispettato i parametri generali del personaggio, così come ce li aveva presentati Gl Bonelli e gli autori successivi.

Ottimo al momento anche l'utilizzo del quartetto al gran completo.

Sono curioso di leggere il proseguo, dato che i due "generali pezzi grossi" di Eztli sono stati fatti fuori, insieme ad un gran numero di fanatici e vampiri incendiati da Carson (a proposito bellissima sequenza), che comunque erano semplice carne da macello, a differenza dei due sopracitati che si trovano fuori gioco, uno impiombato dai rurales e l'altro (Mascherina :D:D:D ) è prigioniero di Tex e pards.

 

Stupende le battute di Carson e Kit Willer nel corso della storia, qui si vede che Manfredi ha cercato di rifarsi tantissimo alla scrittura del papà di Tex, probabilmente si è riletto tanto dell'epoca d'oro per scrivere questa storia, e questo è apprezzabilissimo direi!

Al momento il mio voto è ampiamente positivo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">2 ore fa</span>, Mister P dice:

Su Magico Vento ha scritto un sacco di ottimi episodi western (tipo tutto il ciclo delle battaglie indiane).

Non ho letto Magico Vento, mi riferivo alle sue ultime storie di Tex.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Similar Content

    • By natural killer
      Due avventure, due spietate bande di fuorilegge, due impavidi pards pronti a fermarle!
       
      Periodicità: semestrale
      MAXI TEX N° 23
      uscita: 05/10/2018
      Copertina: Claudio Villa

       
       
      Deserto Mohave
      Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
      Disegni: Alessandro Nespolino
      Agli ordini del carismatico Maelstrom, una banda di evasi dal carcere di Saint Quentin si è insediata nel cuore del territorio dei Mohaves, ha rapito due ragazze e le tiene prigioniere nei pressi di una grande miniera d’oro abbandonata nota come "Colosseum". Pain, Eclipse, Marble, Bolt, Sight, Trick… Ognuno di loro porta sulla fronte il simbolo del proprio micidiale talento per uccidere...
       


       
      L’ultimo giorno
      Soggetto e sceneggiatura: Tito Faraci
      Disegni: Yannis Ginosatis
      Solo un ultimo, sereno giorno di lavoro separa il capostazione Sommers dalla sua nuova vita, in un ranch del Montana… Dalla stazione di Stonewell, però, passa il bandito Ted Malvin. Tex e Carson sono pronti a caricarlo su un treno per spedirlo dietro le sbarre. Ma Malvin è l’unico a conoscere dove si nasconde un prezioso bottino...
       

       

       
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.