Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
natural killer

[Tex Willer N. 5 / 6 / 7 / 8 / 9] I due disertori

Recommended Posts

Posted (edited)
14 minuti fa, Dix Leroy dice:

Un esempio concreto è che Tex e Zagor costano lo stesso prezzo, ma Zagor ha meno pagine.

Un albo a colori centenario costa lo stesso prezzo di uno in bianco e nero, mentre una serie a colori costa di più di una in bianco e nero.

Una serie come Dragonero è partita col prezzo più alto e poi le altre testate si sono presto adeguate.

Le spese fisse di un fumetto sono la copertina uguale nella realizzazione per tutte le testate e i compensi per i realizzatori

(scrittore, disegnatore, stampatore, messa in vendita). Più il fumetto vende più le spese vengono ammortate ed è normale

che un fumetto di bassa tiratura e poche pagine possa costare di più di uno più famoso e più grosso.

 

Se andate a farvi stampare un biglietto da visita con le lettere in oro e lo sfondo sfumato lo pagherete

di più di uno stampato nella macchinetta alla stazione.

Se ne ordinate 100 vedrete che non costerà come quell'unico moltiplicato 100

Se ne fate preparare 100.000 vedrete che il singolo pezzo vi verrà a costare pochissimo.

 

 

Esatto. Se Tex costa quanto Zagor o Dylan Dog pur avendo 16 pagine in più ed autori mediamente più costosi delle altre testate è perché vende, perché ha sempre venduto di più ammortizzando così i costi aggiuntivi , altrimenti state certi che quella 16 pagine in più gliele avrebbero tagliate già nel 1968.

Edited by Carlo Monni

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">48 minuti fa</span>, Carlo Monni dice:

La  matematica non è il tuo forte. Primo:  sono 10 e 50 e non 11 e 50. Secondo con lo stesso numero di pagine l'avresti pagata in totale14 Euro .

Sì sono 10,50, questo è chiaramente un refuso, come fai molto spesso anche tu. Credimi in matematica avevo sempre ottimi voti.

Ma guarda caso non ti sei accorto che ho scritto che ti davano una trentina do pagine in più.

Consolati tu, io per un cartonato )24 euro,  per principio non li spendo.

<span style="color:red;">2 ore fa</span>, Carlo Monni dice:

 

@Loriano Lorenzutti  io presumo, e sono pronto a scusarmi se sbaglio, che tu sia relativamente giovane e che la tua formazione fumettistica si limiti solo a Tex o ai moderni bonelliani. Il sottoscritto che è nato ed era bambino quando c'erano ancora le strisce , è cresciuto con un'offerta fumettistica molto varia anche nei formati......

Dimenticavo, ma visto che hai toppato, aspetto le tue scuse. Io con le strisce ho cominciato;)

<span style="color:red;">2 ore fa</span>, borden dice:

Purtroppo, caro Loriano, noi non facciano una stagione di otto telefilm ogni  anno o ogni due anni che poi qualcuno divora in un pomeriggio. Noi produciamo solo per Tex 2900 pagine all'anno!  Di più non è possibile..

 

 

Complimenti per le 2900 pagine. Ma vorresti dirmi dove ti ho chiesto di scriverne di più? Cosa che non mi è mai passata per la mente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

...E  poi a Natale avremo il primo speciale di Tex Willer !  

Storia completa di 120 pagine ( a colori?) Che mette d'accordo un po'  tutti.  Spero ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">22 minuti fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

Sì sono 10,50, questo è chiaramente un refuso, come fai molto spesso anche tu. Credimi in matematica avevo sempre ottimi voti.

 

Non lo metto in dubbio .

 

Cita

Ma guarda caso non ti sei accorto che ho scritto che ti davano una trentina do pagine in più.e non mi è mai passata per la mente.

 

Sbagli, infatti  ho scritto:

 

<span style="color:red;">25 minuti fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

con lo stesso numero di pagine l'avresti pagata in totale14 Euro .

 

Ovvero: per avere 372 pagine (che sono esattamente 42 in più e non una trentina) avresti comprato un quarto albo del mensile classico e quidi avresti speso 14 Euro /(3,50x4). Curioso , credevo si capisse.

 

Cita

Consolati tu, io per un cartonato )24 euro,  per principio non li spendo.

 

Nemmeno io ma solo perché per principio non compro ristampae di roba che già ho.

Cita

Dimenticavo, ma visto che hai toppato, aspetto le tue scuse. Io con le strisce ho cominciato;)

 

Eccole, ogni promessa è debito.

 

Cita

Complimenti per le 2900 pagine. Ma vorresti dirmi dove ti ho chiesto di scriverne di più? Cosa ch

 

Forse era sottinteso quando hai detto:

 

Cita

l'ho scritto parecchie volte, questa formula di 60 pagine al mese, non mi piace

 

o quado Borden ha risposto:

Cita

Se l'abbiamo fatta così c'erano dei motivi molto validi. Se andrà male, amen. Non la potevamo fare diversamente

 

e tu hai risposto :

 

Cita

Ti  credo, ma posso non essere d'accodo?

 

Se dici che non sei d'accordo che non potevano fare diversamente, implicitamente affermi che si può fare, diversamente ovvero che si possono realizzare più pagine.

Io sono convinto che non era quello che volevi dire ma è quello che si può capire dalle parole da te usate che, piaccia o non piaccia, hanno un loro significato e valore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io implicitamente non ho detto questo. Si potevano mettere queste storie sul maxi e farlo uscire ogni quattro mesi, ho fare altre operazioni, assolutamente non ho mai pensato che si dovessero aumentare le pagine. Questo lo capisci anche tu, ma per ragioni  che mi sfuggono, ti conviene far pensare che io "implicitamente" lo chieda.

 

P.s. la storia delle 372 pagine a 14 Euro,  non l'ho capita:(

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
1 ora fa, Loriano Lorenzutti dice:

 

Complimenti per le 2900 pagine. Ma vorresti dirmi dove ti ho chiesto di scriverne di più? Cosa che non mi è mai passata per la mente.

 

 

Quando? Oh, bella! Quando mi hai detto che 64 pagine son poche! Secondo logica si inferisce questo dalla tua dichiarazione.:rolleyes:

 

 

Comunque ho sbagliato. Ne pubblichiamo più di tremilacinquecento, ne produciamo ancora di più. SOLO DI TEX. 2900 era PRIMA di Tex Willer.

 

 

Edited by borden

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
10 minuti fa, borden dice:

 

 

Quando? Oh, bella! Quando mi hai detto che 64 pagine son poche! Secondo logica si inferisce questo dalla tua dichiarazione.:rolleyes:

Penso di aver risposto sopra, abbiamo scritto in contemporanea.

Comunque, io posso aver torto o ragione, essermi espresso male, ma una cosa è certa, io contro di te non ho assolutamente niente di personale, esprimo soltanto un opignone. Se non sei/siete d'accordo, pazienza.

Edited by Loriano Lorenzutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">9 ore fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

Io implicitamente non ho detto questo. Si potevano mettere queste storie sul maxi e farlo uscire ogni quattro mesi, ho fare altre operazioni,

 

Ma la Bonelli è un'azienda che vive grazie ai fumetti che vengono realizzati e venduti nelle edicole / librerie / fumetterie.

Come in tutte le aziende ha professionisti e dipendenti,   è normale che pensino a nuove serie o nuove strategie, ed è normale che producano o spingano per le uscite regolari mensili.

Se avessero messo le storie sui maxi questo non sarebbe stato possibile.

 

E comunque al di là delle scelte di marketing / commerciali, penso che leggere più storie di Tex lo preferiscano quasi tutti!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">11 ore fa</span>, borden dice:

Notizie molto interessanti.

Grazie Bos(s).

 

P.S.

Beati i giovani che (volendo) hanno a disposizione più di 100 mila pagine per loro inedite.

Basta girare un po' per i mercatini rionali.

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

W la nuova serie Tex Willer.

Perché è diversa dalla serie inedita mensile.

Perchè le sue storie non potevano aver altro contesto che questa nuova collana a loro dedicata.

Perchè ci permettono di riportare in vita storici personaggi e di leggere le loro storie nel loro contesto temporale.

Perchè sono albi che ampliano e danno una prospettiva a quelle storie degli anni quaranta e primi anni cinquanta cui la critica ha guardato con accondiscendenza.

Perchè questi albi sono curati maniacalmente  e rivaleggiano in tutto e per tutto con il mensile.

Perché a differenza delle altre collane che sono tutte riconducibili al mensile, queste sono storie diverse , concettualmente diverse, è un altro modo di raccontare Tex.

Perché queste storie sarebbero piaciute a GLB e al figlio Sergio e di riflesso accontentano il 99 % dei lettori texiani.

Perché, ancora una volta, dimostrano che Tex è un fumetto intramontabile.

Perché sono di parte e muoio dalla voglia di vedere in azione Tesah, Mary Gold, Lily Dickart e Lilyth.

Perché le copertine di Dotti sono delle opere d'arte e la SBE può inizare a pensare per il store di mettere in vendita dei quadri che abbiano le medesime come soggetto.

Perché Boselli ha trovato una nuova vena creativa e si vede quanto si diverte a scriverle.

Perché ogni mese si alternano (tra) i migliori disegnatori italiani.

Perché è una serie destinata a diventare "cult" e tra otto anni festeggeremo il numero 100 a colori.

Perché sono una cartina di tornasole per tutti quelli per cui Tex è solo una lettura domenicale e ancora non lo sanno.

 

 

  • +1 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">16 ore fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

Io implicitamente non ho detto questo. Si potevano mettere queste storie sul maxi e farlo uscire ogni quattro mesi, ho fare altre operazioni, assolutamente non ho mai pensato che si dovessero aumentare le pagine. Questo lo capisci anche tu, ma per ragioni  che mi sfuggono, ti conviene far pensare che io "implicitamente" lo chieda.

 

Non mi interessano le polemiche ma a quanto pare, tu vuoi metterla sul personale e quindi ti replicherò.

A me non conviene proprio nulla. Non mi interessa come la pensi ed ho pure detto che ero convinto questo non  fosse il tuo pensiero, cosa che evidentemente ti è sfuggita.

Resta il fatto che che le parole hanno un loro significato e possono essere male interpretate. Lo so bene: faccio l'avvocato ed interpretare il significato di un testo è parrte del mio lavoro. 

Poco importa che tu implicitamente o no, non volessi dirlo, ma quando tu dici che non sei d'accordo quando ti dicono che più di 62 pagine al mese non si possono produrre, chi ti legge può dedurre legittimamente che tu ritieni che invece si possa. Questo perché semanticamente non essere d'accordo con una decisione implica di per sé che esista un'alternativa praticabile.

Non essere d'accordo non equivale a non mi piace.

Non ripetermi che questa non era la tua intenzione perché io ci credo ma l'intervento di Borden dimostra chiaramente come le tue parole potessero essere fraintese.

E con questo per me la questione è chiusa.

 

Cita

P.s. la storia delle 372 pagine a 14 Euro,  non l'ho capita:(

 

E allora te la rispiego un'altra volta:la storia di Rubini è di 372 pagine, che ovviamente in tre albi della serie regolare non ci starebbero,, ci sarebbe voluta anche arte di un quarto e siccome gli albi costano 3 e 50, per leggerla tutta avresti spesso 14 Euro.

Ti è più chiaro adesso?

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

 

Cita

 

E allora te la rispiego un'altra volta:la storia di Rubini è di 372 pagine, che ovviamente in tre albi della serie regolare non ci starebbero,, ci sarebbe voluta anche arte di un quarto e siccome gli albi costano 3 e 50, per leggerla tutta avresti spesso 14 Euro.

Ti è più chiaro adesso?

Ma la storia di Rubini era prevista in tre albi, allungata a 372 pagine per esser messa su TW in sei albi.

Perchè dovrebbe diventare di quattro albi se non andrà più sulla regolare?

Non l'ho messa sul personale, ho solo risposto tue errate supposizioni, a richiesta ti sei anche scusato Tutto è cominciato perchè ho scritto che mi mancano due albi per poter leggere la storia tutta d'un fiato, se avessi saputo.......e anch'io la chiudo qui. Mi arrendo.

Edited by Loriano Lorenzutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Loriano Lorenzutti dice:

 

Ma la storia di Rubini era prevista in tre albi, allungata a 372 pagine per esser messa su TW in sei albi.

Perchè dovrebbe diventare di quattro albi se non andrà più sulla regolare?

 

 

Ok, giochiamo a non capirci, è evidente.

 

Io ho scritto:

 

<span style="color:red;">22 ore fa</span>, Carlo Monni dice:

con lo stesso numero di pagine l'avresti pagata in totale14 Euro .

 

Vale a dire: se fosse stata pubblicata sulla serie regolare con lo stesso numero di pagine che ha attualmente, avresti dovuto comprare quattro albi e quindi spendere 15 euro in tutto. Ti è chiaro adesso?

 

Cita

Non l'ho messa sul personale,

 

Non parrebbe dal tono delle tue risposte e poiché non sono il solo ad aver avuto quest'imprressione, forse sarebbe bene che tu lavorassiun po' non su quello che scrivi ma su come lo scrivi.

 

Cita

ho solo risposto tue errate supposizioni,

 

Se parli delle mie supposizioni sulla tua età, hai perfettamente ragione, ho sbagliato e non ho problemi ad ammetterlo.

Se ti riferisci al discorso sul non essere d'accordo, lì invece avevo capito benissimo cosa volevi dire ma ti volevo avvertire che per come ti eri espresso potevi essere frainteso ed infatti é quello che è accaduto con Boselli.

Tutto qui.

 

P.S. Mi rivolgo agli amministratori: il discorso che occupa quasi interamente le  ultime  pagine è palesemente OT ma è comunque interessante e sarebbe un peccato se fosse semplicemente cancellato. Mi  p. Mi permetto di suggerire che i post relativi siano spostati altrove, magari in un nuovo topic e che qui si torni a parlare solo di questa storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">22 minuti fa</span>, Carlo Monni dice:

P.S. Mi rivolgo agli amministratori: il discorso che occupa quasi interamente le  ultime  pagine è palesemente OT ma è comunque interessante e sarebbe un peccato se fosse semplicemente cancellato. Mi  p. Mi permetto di suggerire che i post relativi siano spostati altrove, magari in un nuovo topic e che qui si torni a parlare solo di questa storia.

Concordo, e chiedo scusa per l'O.T.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Loriano Lorenzutti prima di rispondere, la prossima volta, rivolgiti ad un avvocato. :)

  • Haha (0) 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se ti può interessare, ne conosco uno di Arezzo molto bravo......

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
On 22/5/2019 at 16:49, Loriano Lorenzutti dice:

Poi, è l'ho scritto parecchie volte, questa formula di 60 pagine al mese, non mi piace, e non sono il solo, quindi ho deciso così.

Io sono in una situazione più complicata, non ricordo se abbia letto il 5 e il 6 hahahahahahah

 

Edited by JohnnyColt

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque, per quanto riguarda l'albo, tanto per cambiare è fatto egregiamente! Personaggio di Tex sempre più valido e carismatico, risoluto ma non quanto il classico Tex "adulto". L'intreccio è molto valido è sono troppo curioso di sapere come andrà il prossimo albo.

Ecco la vera differenza tra questa serie mensile e quella classica! Sarà l'ampio respiro delle storie, sarà che il Tex qui rappresentato è molto più scanzonato, sarà la "brevità" dell'albo ma, ogni mese, all'ultima pagina vorrei già fiondarmi nell'albo successivo. Questa voglia di continuare nella lettura mi succede raramente con la mensile classica... Non è né un bene né un male, semplicemente tra le due serie, per quanto mi riguarda, l'approccio alla lettura è completamente differente. 

P.S. Il 5 e il 6 li avevo letti! :lol:

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io sono entusiasta della nuova collana.

La serie regolare, che mi tiene compagnia da tanti anni e che per tanti altri ancora spero di acquistare, ha delle regole che per alcuni aspetti la ingessano: Tex è infallibile; nessuna donna può emozionarlo troppo; Kit Carson risente degli anni sul groppone e, comunque, ha piacere a fare la parte del nonnetto brontolone; Tex è universalmente conosciuto come un ranger duro e giusto.

Tenuto peraltro conto che le avventure possono svolgersi in un ristretto arco temporale, è evidente che vi sono dei limiti all'inventiva degli autori.

Le avventure giovanili, invece, sono libere da questo reticolo. Ciò consente di esplorare temi nuovi o, comunque, trascurati da tempo: il nostro eroe è già molto in gamba ma non è ancora una leggenda del West; i suoi avversari possono sottovalutarlo; anche lui commette errori di valutazione; suscita l'interesse delle ragazze e, a quanto pare, qualche volta anche lui si dimostrerà non indifferente; si affianca a pard diversi da quelli a noi tanto familiari.

Ed infatti, a mio avviso, le storie giovanili funzionano molto bene. Così come "Il magnifico fuorilegge", "Nueces valley", "Il Vendicatore", "Giustizia a Corpus Christi", anche questi primi 7 numeri di Tex Willer hanno acceso il mio entusiasmo.

Insomma, il piacere di sfogliare il nuovo albo raddoppia e si diversifica.

Dimenticavo... complimenti a Boselli per la qualità del suo lavoro sia con il Tex "contemporaneo", sia con il Tex giovane.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Acquistato oggi il numero 8. Numero molto bello: scritto e disegnato davvero bene! Per me la copertina di questo mese è la migliore finora, Dotti si sta dimostrando un ottimo copertinista!

Farò una recensione degna di questo nome al termine della storia, secondo me c'è il rischio di leggere il mese prossimo un numero 9 eccezionale...

@borden Ho finalmente deciso come leggere i due mensili: albo all'uscita e storia completa alla fine per la Tex Willer, solo albo all'uscita per Tex. 

Edited by JohnnyColt

Share this post


Link to post
Share on other sites

Condivido il giudizio sulla copertina dell'albo uscito oggi, davvero forse è la migliore sinora uscita su questa collana. Quanto alle vicende narrate, personalmente ero impaziente di vedere Tex all'opera contro i comancheros, ma soprattutto vorrei spendere un plauso alla gestione di due figure come Pedro e Miguel, personaggi che non hanno smesso e credo nemmeno smetteranno di riservare sorprese...

Share this post


Link to post
Share on other sites

E finalmente, dopo lunga e penosa assenza, ecco arrivare Tesah.

E mi chiedo, minispoiler, la ragione per cui Bos abbia ribadito che "non è la mia (di Tex) ragazza".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo aver letto i primi 8 albi di TexWiller io non sono molto soddisfatto, troppo veloce, proprio come il Tex degli albori, di cui non sono mai stato un grande fan; questa è chiaramente una mia opinione in quanto è chiaro che Borden lo abbia voluto esattamente così. Preferisco di gran lunga la serie regolare, giusto per capirci GLB delle grandi storie a cavallo e dopo il centinaio, Nizzi nel periodo migliore, Borden con tutte le novità che ha inserito e lo ha traghettato fino ad oggi, preferisco questi ritmi.

Tuttavia, essendo un patito della cronologia di TEX ed avendo letto tutto o quasi (escludo qualche maxi, almanacco, color corti) continuerò a prenderlo, perchè mi interessa soprattutto vedere come Borden andrà ad inserire le varie storie rispetto ai primi albi della serie regolare.

Chiudo con un piccolo appunto, nel giro di 6 mesi ci è stato propinato per la terza volta il tesoro di Tesah; capisco la storia iniziale di TexWiller, trattasi di un rifacimento; capisco anche il 700, è una specie di ponte tra la serie regolare attuale, quella degli albori e la nuova serie; rivederlo ancora mi sembra da indigestione, spero nei prossimi 20 anni di non sentirne più parlare, ammesso di riuscire a leggerlo ancora per così tanto tempo :old: 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Similar Content

    • By natural killer
      Una società segreta criminale soffoca nelle sue spire la contea di Los Angeles!
      TEX
      N° : 705
      Periodicità: mensile
      LA MASCHERA DI CERA
      uscita: 06/07/2019
      Formato: 16x21 cm, b/n
      Pagine: 110
      Codice a barre: 977112156104690705
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Michele Benevento
      Copertina: Claudio Villa

      Un agente della Pinkerton è stato misteriosamente ucciso. Rowland, lo sceriffo di Los Angeles, si chiede perché due famosi rangers, Tex e Carson, e un agente Pinkerton in incognito, Mac Parland, si siano scomodati a venire nella sua tranquilla città. Non più così tranquilla, però, da quando ci sono loro!… Un malese sotto l’influsso della droga attenta alla vita della bruna cantante Lavinia Jones… Mac Parland scompare misteriosamente sulla collina di Bunker Hill… E Joan Fischer, la bionda figlia del dottore, da poco arrivata in città, viene rapita da un’orrenda creatura…
       
       

       
       
       

       
       
       

       

       
       
       
    • By natural killer
      Un misterioso killer uccide uno a uno i membri della banda dei “Cowboys”…
      SPECIALE TEX
      N° : 34
      Periodicità: annuale
      DOC!
      uscita: 20/06/2019
      Formato: 21x29,7 cm, b/n
      Pagine: 240
      Codice a barre: 977112365504090034
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Laura Zuccheri
      Copertina: Laura Zuccheri

      Doc Holliday: dentista, giocatore e pistolero. Ritiratosi a Leadville, Colorado, dopo la famosa guerra della Cochise County culminata nella sparatoria dell’OK Corral, il leggendario dottore con la pistola si guadagna da vivere al tavolo da gioco. Ma il passato ritorna: prima la sua scatenata e gelosa ex ragazza, Big Nose Kate. E poi due tenaci rangers, Tex e Carson, che lo cercano per chiarire il mistero su alcuni efferati omicidi compiuti con un trapano da dentista. Ma i superstiti della banda dei “Cowboys” continuano a morire e i loro nomi a essere cancellati con un tratto di penna sul taccuino nero di Doc. Tra il Colorado e il New Mexico le Colt riprendono a ruggire nelle mani di Johnny Ringo, Bud Snow, i fratelli Hicks e altri famigerati badmen del West, sino alla sanguinosa resa dei conti a Skeleton Canyon.
       

       
       

      https://www.sergiobonelli.it/tex/2019/04/23/albo/doc-1004559/
    • By natural killer
      Anche le canaglie hanno un’anima… e una seconda possibilità!
      TEX
      N° : 703
      Periodicità: mensile
      LA SECONDA VITA DI BOWEN
      uscita: 07/05/2019
      Formato: 16x21 cm, b/n
      Pagine: 110
      Codice a barre: 977112156104690703
      Soggetto: Pasquale Ruju
      Sceneggiatura: Pasquale Ruju
      Disegni: Gianluca Acciarino
      Copertina: Claudio Villa

      Tex non è uno sbirro come gli altri. Sa leggere nel cuore degli uomini. E ha visto qualcosa di buono nel cuore del freddo sicario Kenneth Bowen, quando ha capito come si prendeva cura del piccolo orfano Tim Mitchell… A San Francisco, dove si è trasferito col ragazzo, Bowen si è rifatto una vita. Ha un lavoro onesto e una donna che si preoccupa per lui. Tom Devlin, il capo della polizia, lo sorveglia per conto di Tex… Ma le vite violente lasciano ferite insanabili. Bowen ha dei nemici e, quando il passato tonerà a chiedergli il conto, dovrà fare una scelta…
       

       
       
       

       

       
       
      https://www.sergiobonelli.it/tex/2019/04/01/albo/la-seconda-vita-di-bowen-1004417/
      Ruju dà un seguito al ragazzo rapito che Faraci aveva lasciato in sospeso a Madison Creek
      La continuità è garantita da Gianluca Acciarino
      L'ambientazione cittadina a Frisco è per me particolarmente intrigante...
    • By natural killer
      Tra passato e presente, la sorte del sacro tesoro dei pellerossa…
       
       
      TEX
      N° : 700
      Periodicità: mensile
      L'ORO DEI PAWNEE
      uscita: 07/02/2019
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Fabio Civitelli
      Copertina: Claudio Villa

       
       
       

       

       

       

    • By natural killer
      Un vecchio rivale dei tempi del rodeo… Un nemico dimenticato…
      TEX
      N° : 695
      Periodicità: mensile
      L'ULTIMA VENDETTA
      uscita: 07/09/2018
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Giovanni Ticci
      Copertina: Claudio Villa
      Colori: Oscar Celestini

      Kit salva un ragazzo Pima aggredito nella riserva Navajo… E Tex rievoca i tempi in cui, concorrendo nel rodeo di Laredo, cercava di strappare la palma di campione al famoso Moss Keegan… La rivalità tra loro sfocia in aperto scontro. Braccato dalla legge per colpa del bieco sceriffo Mallory, Tex ritrova Keegan sulla sua strada. Come amico o come nemico? E riuscirà Tex a compiere l’ultima vendetta su Mallory, complice degli assassini del fratello Sam? Un albo a colori del grande Ticci per festeggiare degnamente il settantennale di Tex!
       
       
       
       

       
       
       

       
       

       
       

       
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.