Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[Texone N. 08] Il Soldato Comanche

Voto alla storia  

29 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

JPBP2PIC9TQKI79WAsS3OUYXfzbZqvMVXX4naRMr

 

 

 

Soggetto e sceneggiatura: Claudio Nizzi
Disegni: Aldo Capitanio
Periodicità annuale: Giugno 1995



Charlie Kid è nei guai! Il giovane comanche, adottato dal sergente Brickford e da lui introdotto alla carriera militare, è accusato di aver ucciso la donna che amava. Lizabeth, figlia del colonnello Connelly e fidanzata al tenente Allister, si era innamorata di Charlie Kid ed era fuggita con lui. Poi la giovane fu rinvenuta massacrata e il soldato indiano catturato e condannato all'impiccagione. Brickford, sicuro della sua innocenza, l'ha fatto evadere, gli ha trovato un sicuro rifugio e si rivolge ai suoi vecchi amici Tex e Carson per scovare il vero colpevole!
 

 

©  Sergio Bonelli Editore

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Da quanto mi ricordo, in questo Texone ho ancora apprezzato il buon Nizzi. Una storia che prosegue abbastanza tranquilla, senza colpi di scena particolari, ma che nel suo complesso si f? leggere tutta d'un colpo, senza lasciare l'amaro in bocca. Devo dire che i disegni, almeno da parte mia e da come mi ricordi, richiedono un po' di tempo prima d'esser "assimilati" dal lettore, ma poi il tutto s'amalgama offrendo a tratti anche paesaggi stupendi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Colonnello_Jim_Brandon

Una buona storia indubbiamente. Il caro Nizzi è riuscito a creare, come sempre nei suoi "fuori serie" degli ottimi comprimari. Bellissime le figure di Charlie Kid, giovane comanche dal sangue "caldo" che indossa la divisa per il grande affetto che prova nei confronti del padre. Un ragazzo onesto, idealista e orgoglioso di essere un soldato, che in ogni illustrazione del bravo Capitanio riesce a rendere appieno l'incontro di due "oggetti" quasi antipodici come la vita nell'esercito e il sangue comanche. L'altro bellissimo personaggio è il Sergente Brikford, un "scapolone" dal cuore d'oro che alleva il piccolo comanche rimasto orfano come un figlio dedicandogli tutte le attenzioni e l'affetto che un buon padre trasmette al proprio figlio. Un uomo che sebbene abbia dedicato tutta la sua vita all'esercito riesce a crescere charlie con ideali profondi come l'uguaglianza tra gli uomini e l'onore. Un po' più pallida le figure di Tex e Carson ( un po' meno proattivi rispetto alla serie regolare ) ma comunque sempre correttamente schierati dalla parte del "debole" che subisce un'ingiustizia. Voto complessivo : 7,5/10

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mi trovo d'accordo con te colonnello. Bella storia, semplice e che si legge tutta d'un fiato. Molto bella anche l'ambientazione (adoro i boschi americani e canadesi nelle storie di Tex). Mi dispiace solo che la figura di Charlie Kid non venga sfruttata così tanto: diventa, come spesso accade, solo un "pacchetto" da lasciare in un posto per poi andarlo a ritirare piu tardi , ma forse non si poteva fare altrimenti. Bellissima la figura di Brickford, meno quella degli antagonisti. Interessante l'aspetto dei cacciatori di taglie che però si rivelano non all'altezza. Insomma, interessante la vicenda, l'ambientazione e il tutto, ma è mancata la sfida. :)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Condivido nella sostanza quanto detto da Texfan e dal Colonnello: la storia è molto semplice e fin troppo lineare ( non era difficile capire - sarebbe stato semmai difficile dimostrarlo, ma Tex e Carson ci riescono con alcuni "massaggi" dei loro - chi potesse essere il colpevole del delitto ), ma presenta il bel personaggio del sergente Brickford, mentre Tex e Carson si fanno trovare pronti in tutte le scene d'azione. Per quanto invece riguarda i disegni di Aldo Capitanio, li ho trovati molto belli nei paesaggi e nella resa dei personaggi minori ( anche qui con una nota di merito per Brickford; va comunque detto che il colonnello Connelly sembra meno anziano del tenente Allister, non so per quale motivo ), mentre per quanto riguarda Tex e Carson ( soprattutto per quanto riguarda il primo ) il loro livello è IMHO molto più altalenante: vi sono dei volti molto belli ed espressivi, ma in altri casi il viso dei due pards è fin troppo scavato e "prosciugato", se così si può dire, con Tex che talora sembra avere soltanto la pelle attaccata al cranio. In sintesi, il mio giudizio ?:soggetto 7 -sceneggiatura 7 + disegni 8,5

Modificato da Pedro Galindez

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

I monti TE-EN-TA fanno da sfondo alle pagine di apertura di questa storia di Tex. In venti gustose tavole ci viene presentata una delle tante scene di caccia che fanno parte della vita quotidiana dei pards, che raramente trapelano nella serie... Una scena simile l'avevamo già vista ne "Il solitario del west", ma in questo texone è fine a se stessa, e proprio per questo motivo ci mostra un autore con idee ancora felici in testa, che provava gusto nello scrivere. Testimonianza ne è a rigore, il rivolo di comicit? che sprigiona l'involontaria caduta di Carson nelle acque "gelide" del fiume.

Le cinquanta pagine successive sono dedicate a un lungo flashback, nel quale i due pards sono completamente assenti. Questo spiega sicuramente anche l'introduzione della precedente scena di caccia, ovviamente vale sempre la regola che non si può lasciare troppo a lungo fuori dal gioco Tex e Carson. Resta il fatto che arrivati a pagina 80, la storia resta sempre e solo introduttiva, e se non ci fosse l'omicidio di Lizzy a ravvivare l'interesse del lettore, quest'ultimo perderebbe molto della sua importanza.

Per vedere i due pards in azione dobbiamo arrivare a pagina novanta. Se ci fosse ancora la suddivisione in capitoli, i famosi "titoletti" da qualche anno scomparsi dagli albi di Tex, questa parte si intitolerebbe "BONITA LAKE". Altre cinquanta pagine ci descrivono l'assedio e la cattura da parte dei cacciatori di taglie del povero Charlie Kid, uno dei personaggi più mosci nati dalla penna di Claudio Nizzi. Lo scontro di Tex con l'apache Tucho fa provare solo qualche brivido e si conclude troppo in fretta ( questa parte evidentemente è solo un riempitivo che permette all'autore di tirare avanti ).

Le ultime cento pagine rappresentano la seconda parte del texone e sono tutte dedicate alla risoluzione dell'inchiesta, che i due pards portano a compimento praticamente senza che nessuno ostacolo venga a pararsi contro di loro. Le indagini preliminari a FORT STANTON hanno già permesso di individuare i due responsabili dell'omicidio di Miss Connelly. Il viaggio a LINCOLN, nel bordello di Mimi Bluette si lascia ammirare solo per le splendide rappresentazioni dell'ambiente da parte di Capitanio, per il resto la parte che illustra come viene ottenuta la prova della colpevolezza di Stokes e Monkey sarebbe quasi da censurare...

Il tenente George Allister brilla nelle sue vesti di spione, riuscedo a captare tutti i discorsi di Tex e Carson con estrema facilit?. E' uno dei tanti di una lunga e onorata categoria. Nelle storie di Nizzi questo espediente è fin troppo abusato, e stona specie quando viene gestito male come succede in questo Texone. Comunque, i due villanzoni sono messi subito sul chi vive, motivo per il quale trovano rifugio nel non lontano villaggio di RUIDOSO in una posada dove Pepe Moreno, l'"arrabbiatissimo" padrone dovrebbe garantire loro un sonno tranquillo. Le cose poi non stanno proprio così, e infatti i due rangers si comportano come se fossero a casa loro... bah!

Con una cravata come quella che gli ha fatto indossare Tex, la confessione completa di Monkey non tarda a venire. Questo già va molto meglio e ci riporta ai metodi usati dal Tex bonelliano. Resta il fatto che i due colpevoli dovranno rilasciare la confessione al forte davanti al generale Connelly con ovviamente lo scontatissimo pericolo che la ritrattino. Qui l'attenzione del lettore si accende, in effetti Tex non ha che un misero straccio di prova per inchiodarli e a Fort Stanton non potr? usare certi sistemi per estorcere la verità.

Ora se leggete "Bersaglio Tex Willer" che presenta una situazione molto simile, dove la trovata di Nizzi ?assolutamente geniale e mette i responsabili con le spalle al muro, ci sono tutte le ragioni di interessarsi al seguito della vicenda.

In questo texone invece la gita alla grotta di Tex e Allister, seguiti a breve distanza da Carson e dal generale col compito di sorprendere ( ancora!!! ) i discorsi scambiati con i due prigionieri opportunamente tenuti in ostaggio, è tutto sommato abbastanza fiacca... per non dire infelice tout cort.

Un giallo praticamente inesistente, un'inchiesta dove tutti i tasselli si mettono a posto senza che i due pards abbiano da faticare troppo ( giusto qualche domanda )e un epilogo altrettanto insufficiente nella sua banalit?. Questo è l'esito di una sceneggiatura tra le meno felici del Nizzi di quel periodo.

Poi sono d'accordo, la storia complessivamente comunque non è male, la lettura è scorrevole e a tratti anche divertente, però non diamole il voto dei migliori texoni.

Il mio voto tende al sette.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Devo dirvelo, io leggendo questo texone mi sono rilassato e divertito, e tutto leggendo una storia realistica e ben strutturata. Narrazione abbastanza compatta, verosimile, dialoghi e scenggiatura complessiva infallibile... unica pecca: la solita risoluzione finale sempre troppo corta rispetto ad introduzione e sviluppo della storia. Disegni dinamici, potenti. Con le mie griglieSoggetto **1/2 (Più che sufficiente)Sceneggiatura ***1/2 (Molto buona)Disegni ***1/2 (molto buoni)Se ci fosse l' opzione relativa alla griglia del sondaggio, voterei 7 1/2... non so se arrotondare per eccesso o difetto (se non sbaglio in fisica 0,5 diventa 1...:D)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

per me questo texone e tra i peggiori della serie..
complice una storia che sembra più un giallo di nick raider

che una storia western di tex.. priva di agguati e sparatorie..
si capisce sin da l'inizio chi sono i colpevoli e come finir?..

albo monotono e scialbo.. unica nota positiva la copertina..
e i disegni che sono bellissimi.. ma che non salvano l'albo..

meriterebbe meno ma gli do la sufficienza + per i disegni..
VOTO 6 1/2 su 10

Immagine postata

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Credevo di averlo già commentato, questo Texone. Bella e ben raccontata la trama, bench? probabilmente non rappresenti una novità. Tra l'altro si è già accennato nella discussione sul prossimo Tex, che quella storia dovrebbe in qualche modo ricalcare alcuni aspetti di questa, e riconfermo che se anche fosse non c'è nulla di male: le note sono sempre solo sette, eppure quale e quanta musica se ne può trarre!I disegni di Capitanio, la cui arte non mi permetto affatto di mettere in discussione, non hanno però incontrato eccessivamente il mio gusto. Ma è un'opinione personale e certo non da intenditrice.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Comincio col dire che questo texone non mi ha per nulla entusiasmato. Secondo me, se questa storia fosse stata raccontata sulla serie normale avrebbe preso sotto la sufficienza. Ma il fatto che sia una serie speciale e con un disegnatore alle prime armi con Tex fa sè che ci siano valutazioni maggiori del solito. Il personaggio principale dopo la fase iniziale esce di scena e il lettore quasi se ne dimentica...? un po grave visto che il titolo della storia prende spunto da lui. Anche Tex e Carson non sono al massimo della forma

Si fanno "fregare" nell'ordine da:un puma, un indiano apache, e inizialmente dal tenente Allister.
Anche il lato misterioso della storia è vicina allo zero. Non ci sono colpi di scena e il colpevole è (quasi) noto dall'inizio. Quindi storia fin troppo semplice anche per un "texone", peccato però, l'inizio era più che confortante. Anche i disegni non sono il massimo, li ho trovati un po incerti e non coerenti tra loro. Anche se ne ho letti pochi di questa serie credo comunque che questo albo sia uno dei peggiori.voto:storia:5 su 10disegni:6.5 su 10

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

la scena migliore di questo texone è quella d'apertura, con tex e carson immersi in quel paesaggio montano(si faccia caso alle espressioni facciali di carson, divertentissime), e tex che poi si tuffa in acqua.... un inizio bucolico, per un disegnatore che ha sempre amato le grandi scenografie....

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

voto tra 9 e 10!! assolutamente.. l ho letta nell albo speciale annuale stella d' ora e lo sto apettando a colori nella nuova collana tex speciale!!!...
apetto aspetto e aspetto... ;)

El Jamiro,

questo tecnicamente è un messaggio spam...

ti spiego perchè:dovresti almeno dirci per quale motivo ti è piaciuto, o che cosa ti è piaciuto particolarmente, ecc. Insomma, dovresti motivare il tuo voto, così che il tuo messaggio possa essere utile a una possibile discussione!

Grazie per la collaborazione!


Paco :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Dopo il Texone di Ticci ecco quello di Capitanio e la gioia per gli occhi continua, almeno per me. :generaleN: Certo non siamo sui livelli di Matador ma comunque i disegni di Capitanio sono anche qui molto belli. La storia mi ha convinto, è abbastanza lineare ma con l'inserimento qua e la di alcuni diversivi, come la piccola vacanza dei due pard o i cacciatori di taglie, riesce a mantenere un buon livello. Per me merita un nove tranquillamente. Peccato che Capitanio abbia scritto così poche storie per Tex.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io leggo le storie ristampate a colori da Repubblica. Non cambiano i testi e la storia ma il colore ha la sua componente. L'albo ha una delle copertine più belle in assoluto di Tex, voto 10, storia molto lineare ma con alcuni episodi emozionanti, voto 6,5, disegni 6,5.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

... visto che le ferie sono ancora lunghe a venire, meglio restare in casa con l'aria condizionata e un bel Texone da ri-leggere e Il Soldato Comanche aiuta proprio a passare questo bel tardo pomeriggio afoso (fuori).

Capitanio si è rivelato super in questa storia ... i dettagli dei personaggi, degli animali, dei paesaggi e di tutto ciò che compone una "semplice" vignetta sono ricercatissimi, precisi e da ammirare.
I chiaroscuri e le ombre sul personaggio sono stupendi ... provate a guardare i volti dei Nostri e del Sergente Brickford alla luce del fuoco ... si commentano da soli ... forse verso la fine tendono a perdere un po' questi particolari.
La storia è coinvolgente e si lascia leggere piacevolmente e la fine è forse un pochino inaspettata

ovvero l'abbandono della vita dell'esercito per i Brickford che per il padre hanno significato la vita intera
; la mia classifica personale aggiornata a questo ottavo albo:

Trama.....................................Disegni
Fiamme sull'Arizona.................. Il Soldato Comanche
La Grande Rapina..................... Il Pueblo Perduto
Il Soldato Comanche................. La Grande Rapina
Il Pueblo Perduto...................... Terra senza Legge
Terra senza Legge.................... Il Segno del Serpente
Il Segno del Serpente................ Fiamme sull'Arizona
Tex il Grande............................ Tex il Grande
Piombo Rovente........................ Piombo Rovente
;)

Alla prossima,
ilbor

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Storia scorrevole, si fa leggere bene, diverte e alla fine ti lascia appagato. Un bel "giallo", di quelli che Nizzi sapeva fare benissimo. Il Sergente è una figura molto simpatica, umana e autentica. Capitanio fantastico, salvo che per i volti dei pards, che non ho amato particolarmente. Per il resto, è Arte allo stato puro.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Questa storia è molto scorrevole si lascia leggere con piacere, anche se vi sono diverse parti allungate notevolmente, come l'introduzione con la caccia al felino che poteva essere tagliata di sana pianta. La trama presenta qualche forzatura, Tex ripete continuamente che il Tenente Allister è al di fuori dell'intrigo, quasi come se si volesse convincere il lettore per poi sorprenderlo nel finale, ma invece appare ben chiaro che qualche responsabilità deve averla. I disegni sono superlativi per quanto riguarda l'accuratezza dei particolari, ottimi riguardo ai vari personaggi (Carson compreso) buoni nella resa complessiva di Tex.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Alla rilettura ho trovato questo texone un po' fiacco e non esaltante. Il soggetto e` un po' debole e richiede qualche scena a fare da riempitivo, come quella iniziale della caccia al puma o lo scontro con i cacciatori di taglie - scene comunque divertenti e ben sceneggiate. Purtroppo il soldato Comanche che da` il titolo al texone si rivela soltanto un personaggio di contorno, che mette si` in moto l'azione ma poi rimane del tutto ai margini della stessa. Forse renderlo maggiormente protagonista avrebbe portato a una storia diversa e piu` coinvolgente.

Discorso a parte per i disegni di Capitanio, davvero eccezionali soprattutto nella resa paesaggistica. Un grande artista, purtroppo prematuramente scomparso prima che potesse regalarci altre tavole stupende dopo quelle di "Matador".

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.