Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
natural killer

[703/704] La seconda vita di Bowen

Recommended Posts

On 13/5/2019 at 19:36, natural killer dice:

Gli ambienti dorati forse nascondono qualcosa di più sporco dei nuovi avversari che si profilano all'orizzonte.

 Me lo sentivo...

 

Storia convincente che prosegue molto bene senza sbavature fino al drammatico epilogo.

Ritmo serrato, grazie al montaggio alternato magistralmente utilizzato da Ruju nell'evoluzione narrativa che ci accompagna verso un finale sorprendente fino a un certo punto, ma non certamente scontato.

Buona la prova grafica di Acciarino, anche se in alcune tavole sembra di percepire un po' di stanchezza.

<span style="color:red;">12 minuti fa</span>, Mauro Carson dice:

Buongiorno ho letto stamattina il seguito nell’albo 704. Ma ho riscontrato due pagine nere una la 97 e un’alta appena dopo. Ho  cambiato all’edicola ma anche il sostituto aveva lo stesso problema. Ne abbiamo aperto un terzo e idem. Nessuno altro ha avuto questo contrattempo?

Grazie in anticipo 

Mauri

 nessuna pagina nera nella mia copia, ma quanti ne avete sblisterato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Loriano Lorenzutti dice:

 

Il mio è assolutamente integro. 

Grazie Loriano proverò ad acquistarlo in un altro edicola magari fuori dalla mia zona.

 

<span style="color:red;">8 minuti fa</span>, natural killer dice:

 

  Nascondi il contenuto

 

 

 nessuna pagina nera nella mia copia, ma quanti ne avete sblisterato?

Tre erano le sole copie disponibili 

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">27 minuti fa</span>, Mauro Carson dice:

Buongiorno ho letto stamattina il seguito nell’albo 704. Ma ho riscontrato due pagine nere una la 97 e un’alta appena dopo. Ho  cambiato all’edicola ma anche il sostituto aveva lo stesso problema. Ne abbiamo aperto un terzo e idem. Nessuno altro ha avuto questo contrattempo?

Grazie in anticipo 

Mauri

 

In che città, per favore? Ci serve saperlo.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ottimo finale !

la storia si è chiusa con un alternanza di azioni concatenate che mi hanno fatto leggere con grande attaccamento. La sorpresa finale  ... non l'avevo prevista. (non la svelo, per chi non ha ancora letto!). Ruju sempre più in sintonia con Tex e company 

I disegni  buoni , tuttavia  alcune tavole mi sembrano un po' tirate e poco curate nei dettagli, forse perché l'autore aveva deciso di chiudere con Tex, mah...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Storia buona,in parte prevedibile in parte no.sceneggiatura buona, non è senza dubbio la migliore prova di Ruju,ma rimane una buona prova.

Cosa va:i dialoghi tra pard sono molto ben resi,molto Glbonelliani.finalmente una scazzottata come si deve in un saloon. Tex riesce a non farsi rubare la scena da Bowen (e in questa storia non era per nulla facile,bravo Pasquale :ok:)

I tempi della storia sono ben sviluppati e il finale non è tirato via né "veloce" come altre volte.

Cosa non va: avrei preferito vedere i picchiatori della Hercules più presenti,e anche Devlin ha una parte troppo marginale...

Anche se non è il genere di storia che preferisco,il voto è alto.

Edited by Barbanera

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, borden dice:

 

In che città, per favore? Ci serve saperlo.

 

 

Gardone Riviera Brescia 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senza spoilerare. Bella storia. Dialoghi gbonelliani come piacciono a noi Texiani.  Adirittura una scazzottata per albo, forse troppo. In due albi si sono dovuti sacrificare dei personaggi come Tom Devlin e i pugili, ma va bene così. Disegni, primi piani buoni, anche se certi volti di Tex mi hanno lasciato perplesso, ma altri tirati via alla belle e meglio. In sostanza, sceneggiatura 7/8, disegni 6 stiracchiato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Storia molto bella, che "purtroppo" conferma la vecchia lezione del Borden dei primordi: Tex ha bisogno di essere Tex (meglio se con Carson), ha bisogno di grandi cattivi e non di mammolette, ma soprattutto ha bisogno di grandi comprimari, anche accettando il rischio che, qualche volta, rubino la scena al nostro (che poi, basta essere bravi come lo è stato Ruju in questa occasione per non incorrere in questo rischio). 

 

Qui abbiamo quali comprimari non solo Bowen, ma anche Tim (con Margie a giusto completamento), ed è alla loro storia, al loro destino, che ci appassioniamo. Il pathos della vicenda è tutto lì, nel passato maledetto dell'ex pistolero, nei sogni tremendi del bambino. 

 

Ruju è evidentemente portato per questo tipo di storie, e non è un caso se, nella sua buona esperienza texiana, i picchi sono rappresentati da storie con comprimari pesanti, quali il ranger a cui muore il figlio, il bandito che diventa frate, il militare del ponte della battaglia: ciascuno di questi personaggi ha dentro di sé qualcosa di tragico che lo rende al contempo epico, un passato o un destino drammatici che li rende vivi, veri, non solo marionette che stan lì a dare fastidio (vano) al nostro super eroe infallibile. 

 

Se una storia come quella del Maestro mi diverte, una come questa mi emoziona: ci vogliono entrambe in una saga seriale,  ma io preferisco di gran lunga storie così. Sono soddisfatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella avventura, ma se paragonata a quella del Maestro direi meno avvincente. Forse perché avevo intuito il finale . Ma gli intrighi erano tanti e pure i colpi di scena. Comunque sono storie e disegni bellissimi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
1 ora fa, Mauro Carson dice:

Bella avventura, ma se paragonata a quella del Maestro direi meno avvincente.

CONTIENE SPOILER

Sicuramente meno avvincente, bisogna però partire dal presupposto che la storia si sviluppa su appena due albi,per cui Ruju ha dovuto per forza di cose condensare la trama.Bowen è un personaggio interessante, che avrebbe meritato forse un più ampio respiro,ma il rischio è che se si ruba troppo la scena a Tex la storia ne risente. noto con piacere una maggior attenzione ai dialoghi,ed un affiatamento tra pard buono.un po'di ironia in più, come riusciva a fare Nizzi, aiuterebbe molto...e i dialoghi sarebbero un po' meno "impostati": il mia è solo "Esprit de finesse" non critica alla struttura della storia,che regge bene

Edited by Barbanera

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Barbanera dice:

CONTIENE SPOILER

Sicuramente meno avvincente, bisogna però partire dal presupposto che la storia si sviluppa su appena due albi,per cui Ruju ha dovuto per forza di cose condensare la trama.Bowen è un personaggio interessante, che avrebbe meritato forse un più ampio respiro,ma il rischio è che se si ruba troppo la scena a Tex la storia ne risente. noto con piacere una maggior attenzione ai dialoghi,ed un affiatamento tra pard buono.un po'di ironia in più, come riusciva a fare Nizzi, aiuterebbe molto...e i dialoghi sarebbero un po' meno "impostati": il mia è solo "Esprit de finesse" non critica alla struttura della storia,che regge bene

Certo lo spazio maggiore concede di più. La storia mi è comunque piaciuta e Bowen è un sicuramente interessante, con un forte lato oscuro con il quale  deve convivere lui è chi gli sta vicino. L’ironia è come il sale e piace anche a me.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La copertina più innovativa e geniale da molti anni a questa parte.
Il Carson più "presente" da molti anni a questa parte.
Fuori tema: l'attesa più grande da molti anni a questa parte . Per il Texone di Laura Zuccheri, che ho sentito al telefono giusto l'altro ieri.
Ritorno a bomba: il finale più inatteso e magari intenso e doloroso di sempre o almeno degli ultimi anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">11 minuti fa</span>, Mauro Carson dice:

Certo lo spazio maggiore concede di più. La storia mi è comunque piaciuta e Bowen è un sicuramente interessante, con un forte lato oscuro con il quale  deve convivere lui è chi gli sta vicino. L’ironia è come il sale e piace anche a me.

Alla fine sei riuscito a trovarne uno intonso?

<span style="color:red;">11 minuti fa</span>, San Antonio Spurs dice:

Ritorno a bomba: il finale più inatteso e magari intenso e doloroso di sempre o almeno degli ultimi anni.

Forse perché me l'aspettavo, è il finale che più mi soddisfa. Quindi nessun dolore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo coi commenti positivi, bella storia e finale che mi ha soddisfatto, non un capolavoro, che a Ruju su Tex manca ancora, ma livello più che soddisfacente. Un po' poca cosa i nemici di turno e un po' troppo afflitti da "sindrome del cattivo dei romanzi gotici" con tutti quei 'ti ucciderò ma non subito' ma ci sono tanti elementi positivi e la vicenda si fa leggere con piacere, ottimo anche Carson come sempre con Ruju (ed in generale da quando Bos dirige la baracca) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Il commento di San Antonio mi sembra decisamente esagerato, ma anche per me si tratta di un'ottima storia( anche se per me non c' è  paragone con Manhattan) drammatica e ben scritta.

Devo invece dissentire da Chinasky89 per quanto riguarda Carson: trovo il difetto che spesso ho trovato in Ruju, vale a dire che manca una qualche differenza tra i pards, sembrano lo stesso personaggio, non battibeccano mai.

Disegni molto belli

Edited by Grande Tex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una delle storie più riuscite di Ruju. Peccato per la qualità di stampa, anch'io devo segnalare la mia copia fallata, questa volta non da macchie di nero ma da sfocatura e testo illegibile. Sono un paio di pagine, ma ti rovinano l'albo e sinceramente, nel 2019 e con questo prezzo di coeprtina, la ritengo una cosa inaccettabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buona storia. Bowen forse troppo protagonista a scapito di Tex.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In ritardo di tre giorni a causa della distribuzione in queste contrade, eccomi a commentare la doppia del ritorno di Kenneth Bowen. Uno dei rari casi, devo dire, in cui la riproposizione di un personaggio risulta meglio riuscita rispetto alla sua prima apparizione, ovviamente secondo il mio personale parere: Ruju ha secondo me valorizzato al meglio un personaggio controverso e soprattutto complesso come Bowen, risaltandone le sfumature psicologiche. Azzeccatissima, in tal senso, la scelta di adoperare il tipico tòpos dell'individuo dai trascorsi burrascosi che tenta di cambiare vita ma si ritrova fatalmente a fare i conti col passato che ritorna a tormentarlo, ed altrettanto azzeccato - oltre che decisamente logico, vista la piega che avevano preso gli eventi - il destino finale del pistolero. Ulteriore tocco di bravura da parte di Ruju, il vero burattinaio della faccenda che ha gettato la maschera solo all'ultimo, in una maniera che personalmente mai mi sarei aspettato.

 

In sostanza, una storia non eccezionale ma decisamente di buonissimo livello, con un Carson molto più partecipe di come eravamo ormai assuefatti a vedere. Nota lievemente stonata, i disegni di Acciarino, che ho trovato meno "puliti" rispetto alla precedente storia, per quanto forse effetto di quei difetti di stampa che a quanto ho letto hanno martoriato molti di noi, me compreso: sul mio albo, le pagine 96, 104 e 112 sono coperte da grandi macchie nere che le rendono pressoché illegibili. Una nota, questa, decisamente STONATISSIMA, e dal mio punto di vista assolutamente INACCETTABILE, soprattutto a fronte dell'aumento del prezzo dei singoli albi, da parte di una casa editrice come la SBE, che anche io mi permetto di invitare a prestare maggiore attenzione per il futuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La colpa è dello stampatore. Caso gravissimo. Come sapete la Bonelli non è una tipografia. Le copie mandate a noi erano perfette.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che ci sia un controllo di qualità a campione, se lo fanno. Purtroppo non resta che farselo cambiare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho ancora aperto la mia copia (me lo gusto nel weekend), tutta questa storia dei difetti mi fa temere :unsure:...

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 6/4/2019 at 10:43, paco ordonez dice:

La copertina è bellissima! Inoltre Bowen è forse l'unico dei personaggi creati da Faraci a essere interessante, quindi sono molto curioso di questo suo ritorno - a maggior ragione perché un personaggio tanto tormentato nelle mani di Ruju ci sta a pennello.

Mi spiace molto, invece, che questa sia l'ultima storia texiana di Acciarino.

 

On 11/4/2019 at 21:56, Leo dice:

 

Ricordo Il Ragazzo Rapito come una delle storie più strampalate mai lette (e tuttavia piacevole da leggere, nonostante tutto). Vedremo se Ruju saprà correggere il tiro con questo personaggio, che ai tempi di Faraci voleva ammazzare il proprietario della sua ex fattoria non si sa per quale motivo...

 

Oddio, a memoria gran parte delle storie di Faraci su Tex hanno tutte lo stesso canovaccio, quello della caccia all'uomo, e quella storia non faceva eccezione. Il personaggio sul momento non mi aveva tanto preso, in effetti, se non per la parte relativa alla sottotrama con Tim.

Ed è appunto da quella sottotrama che prende il via questa storia, che mi è piaciuta molto, Ruju è uno tra gli sceneggiatori che apprezzo di più, attualmente.

 

Quanto alle critiche sui difetti di stampa, mi sembra implicito che, essendo difetti, non possano essere direttamente imputabili all'editore, tanto più se il problema si è verificato randomicamente. Piuttosto, plauso alla Bonelli per la politica di ritiro e sostituzione delle copie fallate.

 

P.S. Scusate il doppio post, ma non mi fa editare il precedente.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse non sarà ricordata come un capolavoro, ma la storia fila bene e dà piacere alla lettura.

Mi è piaciuta la caratterizzazione psicologica dei comprimari, in particolare di Bowen e di Tim.

Insomma, si è visto un Ruju a suo agio con Tex.

Adeguati i disegni di Acciarino. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Copia esente da difetti,sia di stampa che di...narrazione.  Buona storia,che va a finire come deve,con una sorpresa finale di cui francamente non sospettavo. Disegni di Acciarino non impeccabili,Ruju sempre una garanzia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 4/5/2019 at 12:41, natural killer dice:

In attesa che arrivi in edicola il primo albo ripassiamo la copertina, qui nella versione originale

 

L'immagine può contenere: 1 persona, cappello

 

 

e in B/N

 

L'immagine può contenere: una o più persone, spazio all'aperto e acqua

 

In b/n è ancora più spettacolare!

Storia molto buona.
Pur non avendo letto il prequel, sono riuscito ad apprezzarla. Bowen personaggio interessante, sfaccettato che permette una buona riflessione sulla possibilità di redenzione, anche quando sembra impossibile.
Ruju è sempre ottimo nel saper dosare azione e sentimento, e dona un tormento palpabile a Bowen, vero perno della vicenda.
Ottimo anche il finale, con questo bambino che ci lascia non poche riflessioni esistenziali.

On 8/6/2019 at 18:20, Leo dice:

Storia molto bella, che "purtroppo" conferma la vecchia lezione del Borden dei primordi: Tex ha bisogno di essere Tex (meglio se con Carson), ha bisogno di grandi cattivi e non di mammolette, ma soprattutto ha bisogno di grandi comprimari, anche accettando il rischio che, qualche volta, rubino la scena al nostro (che poi, basta essere bravi come lo è stato Ruju in questa occasione per non incorrere in questo rischio). 

 

Qui abbiamo quali comprimari non solo Bowen, ma anche Tim (con Margie a giusto completamento), ed è alla loro storia, al loro destino, che ci appassioniamo. Il pathos della vicenda è tutto lì, nel passato maledetto dell'ex pistolero, nei sogni tremendi del bambino. 

 

Ruju è evidentemente portato per questo tipo di storie, e non è un caso se, nella sua buona esperienza texiana, i picchi sono rappresentati da storie con comprimari pesanti, quali il ranger a cui muore il figlio, il bandito che diventa frate, il militare del ponte della battaglia: ciascuno di questi personaggi ha dentro di sé qualcosa di tragico che lo rende al contempo epico, un passato o un destino drammatici che li rende vivi, veri, non solo marionette che stan lì a dare fastidio (vano) al nostro super eroe infallibile. 

 

Se una storia come quella del Maestro mi diverte, una come questa mi emoziona: ci vogliono entrambe in una saga seriale,  ma io preferisco di gran lunga storie così. Sono soddisfatto.

 

Perfettamente daccordo

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Similar Content

    • By natural killer
      Una società segreta criminale soffoca nelle sue spire la contea di Los Angeles!
      TEX
      N° : 705
      Periodicità: mensile
      LA MASCHERA DI CERA
      uscita: 06/07/2019
      Formato: 16x21 cm, b/n
      Pagine: 110
      Codice a barre: 977112156104690705
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Michele Benevento
      Copertina: Claudio Villa

      Un agente della Pinkerton è stato misteriosamente ucciso. Rowland, lo sceriffo di Los Angeles, si chiede perché due famosi rangers, Tex e Carson, e un agente Pinkerton in incognito, Mac Parland, si siano scomodati a venire nella sua tranquilla città. Non più così tranquilla, però, da quando ci sono loro!… Un malese sotto l’influsso della droga attenta alla vita della bruna cantante Lavinia Jones… Mac Parland scompare misteriosamente sulla collina di Bunker Hill… E Joan Fischer, la bionda figlia del dottore, da poco arrivata in città, viene rapita da un’orrenda creatura…
       
       

       
       
       

       
       
       

       

       
       
       
    • By natural killer
      Un misterioso killer uccide uno a uno i membri della banda dei “Cowboys”…
      SPECIALE TEX
      N° : 34
      Periodicità: annuale
      DOC!
      uscita: 20/06/2019
      Formato: 21x29,7 cm, b/n
      Pagine: 240
      Codice a barre: 977112365504090034
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Laura Zuccheri
      Copertina: Laura Zuccheri

      Doc Holliday: dentista, giocatore e pistolero. Ritiratosi a Leadville, Colorado, dopo la famosa guerra della Cochise County culminata nella sparatoria dell’OK Corral, il leggendario dottore con la pistola si guadagna da vivere al tavolo da gioco. Ma il passato ritorna: prima la sua scatenata e gelosa ex ragazza, Big Nose Kate. E poi due tenaci rangers, Tex e Carson, che lo cercano per chiarire il mistero su alcuni efferati omicidi compiuti con un trapano da dentista. Ma i superstiti della banda dei “Cowboys” continuano a morire e i loro nomi a essere cancellati con un tratto di penna sul taccuino nero di Doc. Tra il Colorado e il New Mexico le Colt riprendono a ruggire nelle mani di Johnny Ringo, Bud Snow, i fratelli Hicks e altri famigerati badmen del West, sino alla sanguinosa resa dei conti a Skeleton Canyon.
       

       
       

      https://www.sergiobonelli.it/tex/2019/04/23/albo/doc-1004559/
    • By natural killer
      Una frontiera di fuoco, tra disertori messicani e comancheros…
      TEX WILLER
      N° : 5
      Periodicità: mensile
      I DUE DISERTORI
      uscita: 20/03/2019
      Formato: 16x21 cm, b/n
      Pagine: 64
      Codice a barre: 977261184704690005
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Bruno Brindisi
      Copertina: Maurizio Dotti

      In Messico ribolle la guerra civile, ma anche i territori americani del Sudovest non se la passano tanto bene, percorsi come sono da disertori degli eserciti in lotta, da bande di indiani e di spietati comancheros…  Diretto a Saint Thomas per rivedere Tesah, Tex si trova impegnato un po’ contro tutti, in una cavalcata senza un attimo di tregua in sella al fedele Dinamite…
       

       

       

       

    • By natural killer
      Tra passato e presente, la sorte del sacro tesoro dei pellerossa…
       
       
      TEX
      N° : 700
      Periodicità: mensile
      L'ORO DEI PAWNEE
      uscita: 07/02/2019
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Fabio Civitelli
      Copertina: Claudio Villa

       
       
       

       

       

       

    • By natural killer
      Un vecchio rivale dei tempi del rodeo… Un nemico dimenticato…
      TEX
      N° : 695
      Periodicità: mensile
      L'ULTIMA VENDETTA
      uscita: 07/09/2018
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Giovanni Ticci
      Copertina: Claudio Villa
      Colori: Oscar Celestini

      Kit salva un ragazzo Pima aggredito nella riserva Navajo… E Tex rievoca i tempi in cui, concorrendo nel rodeo di Laredo, cercava di strappare la palma di campione al famoso Moss Keegan… La rivalità tra loro sfocia in aperto scontro. Braccato dalla legge per colpa del bieco sceriffo Mallory, Tex ritrova Keegan sulla sua strada. Come amico o come nemico? E riuscirà Tex a compiere l’ultima vendetta su Mallory, complice degli assassini del fratello Sam? Un albo a colori del grande Ticci per festeggiare degnamente il settantennale di Tex!
       
       
       
       

       
       
       

       
       

       
       

       
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.