Jump to content
TWF - Tex Willer Forum
  • 0
Fag8

Classic Tex per un nuovo lettore?

Question

Ciao a tutti, sono un nuovo lettore di Tex. Ho cominciato questo inverno. Fino ad ora ho seguito la serie regolare, le due ristampe, willer e i fuori serie. L'unica che non ho mai acquistato è il classic. Ho letto su questo forum che questa collana non è il massimo... Me la consigliereste non avendo letto le prime storie? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Recommended Posts

  • 0

Prendi la Nuova Ristampa dal mercato dell'usato. I primi numeri sono esauriti nel servizio arretrati.

La Classic è arrivata al 79 che vede la conclusione della storia Pat l'irlandese (pag. 45 del Tex n.34 Sinistri incontri)

 

 

In verità attualmente sul servizio arretrati è tutto esaurito per il blocco imposto dall'emergenza sanitaria per i il corona virus

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
<span style="color:red;">46 minuti fa</span>, natural killer dice:

Prendi la Nuova Ristampa dal mercato dell'usato. I primi numeri sono esauriti nel servizio arretrati.

La Classic è arrivata al 79 che vede la conclusione della storia Pat l'irlandese (pag. 45 del Tex n.34 Sinistri incontri)

 

 

In verità attualmente sul servizio arretrati è tutto esaurito per il blocco imposto dall'emergenza sanitaria per i il corona virus

Purtroppo non riesco mai ad andare ai mercati dell'usato per questioni di tempo. In questo caso cosa mi consigli? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
Posted (edited)
2 ore fa, Fag8 dice:

Ciao a tutti, sono un nuovo lettore di Tex. Ho cominciato questo inverno. Fino ad ora ho seguito la serie regolare, le due ristampe, willer e i fuori serie. L'unica che non ho mai acquistato è il classic. Ho letto su questo forum che questa collana non è il massimo... Me la consigliereste non avendo letto le prime storie? 

Allora, te la consiglio con riserva perchè le alternative più economiche o più curate sono molte. Se vuoi spendere poco o niente vai di Tex Nuova Ristampa, nei mercatini te li tirano dietro! Se cerchi un qualcosa di più "completo" fiondati subito nella ristampa a colori di Repubblica! Se cerchi albi best of vai sui bestseller, miti e supermiti Mondadori. 

14 minuti fa, Fag8 dice:

Purtroppo non riesco mai ad andare ai mercati dell'usato per questioni di tempo. In questo caso cosa mi consigli? 

Secondo me il metodo migliore è prendere i lotti su eBay e similia...

https://www.ebay.it/sch/i.html?_from=R40&_trksid=p2380057.m570.l1313.TR12.TRC2.A0.H0.Xtex+nuova+ristampa+lotto.TRS0&_nkw=tex+nuova+ristampa+lotto&_sacat=0

Edited by JohnnyColt

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Non ricordo se il regolamento del forum consenta il link a ebay, comunque il consiglio di Lorenzo è buono.

Se invece vuoi acquistare albi nuovi vai direttamente alla Classic che a breve si spera possa tornare disponibile nel servizio arretrati.

 

Se invece hai pazienza cerca questi

 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
<span style="color:red;">45 minuti fa</span>, natural killer dice:

Non ricordo se il regolamento del forum consenta il link a ebay, comunque il consiglio di Lorenzo è buono.

Non ricordo neppure io sinceramente. Se dovesse essere contrario chiedo scusa allo staff...

<span style="color:red;">45 minuti fa</span>, natural killer dice:

Se invece hai pazienza cerca questi

E qualche soldino in più nel caso volessi le prime stampe!

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Non mi importa se sono ristampe o originali, è più importante se l'edizione è buona, e infatti era questo il mio dubbio riguardante la Classic, leggendo la discussione sul forum

1 ora fa, natural killer dice:

Se invece vuoi acquistare albi nuovi vai direttamente alla Classic che a breve si spera possa tornare disponibile nel servizio arretrati.

Beh 78 albi arretrati sono un po' troppi. Come acquisto seriale può andar bene

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

L'edizione è più che buona, ben curata e presenta le tavole restaurate della Nuova ristampa colorate per la collezione storica a colori di Repubblica

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
<span style="color:red;">4 minuti fa</span>, natural killer dice:

L'edizione è più che buona, ben curata e presenta le tavole restaurate della Nuova ristampa colorate per la collezione storica a colori di Repubblica

Scusa parli della Classic? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Io penso che per iniziare a leggere Tex qualsiasi edizione vada bene.

Col tempo uno si accorge che non potrà tenere tutto, oppure che preferirà una edizione piuttosto che un'altra

e allora si disferà di tutto o comincerà seriamente la collezione.

78 arretrati non sono poi molti, ma dubito che Tex Classic si ricongiungerà con le storie che leggiamo adesso,

quindi prima o poi saranno "la parte a colori" della collezione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
Just now, Fag8 dice:

Scusa parli della Classic? 

 

Certo, chiedevi di quella, o no?

Sono le tavole già pubblicate da Repubblica realizzate colorando le tavole che erano state restaurate per l'edizione della Nuova ristampa a colori.

 

Volendo possiamo considerare la Classic come la ristampa della CSAC in formato differente

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Forse sbaglio, ma non sapeva che la classic è a collori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
<span style="color:red;">2 minuti fa</span>, natural killer dice:

 

Certo, chiedevi di quella, o no?

Sono le tavole già pubblicate da Repubblica realizzate colorando le tavole che erano state restaurate per l'edizione della Nuova ristampa a colori.

 

Volendo possiamo considerare la Classic come la ristampa della CSAC in formato differente

Si parlavo della Classic. A questo punto penso che potrei seguire la Classic in seriale e arretrati+quello che riesco a trovare li prendo ai mercatini

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
<span style="color:red;">21 minuti fa</span>, Fag8 dice:

Scusa parli della Classic? 

L'edizione Classic e CSAC sono pressochè identiche...

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
<span style="color:red;">1 minuto fa</span>, JohnnyColt dice:

L'edizione Classic e CSAC sono pressochè identiche...

Grazie del chiarimento

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
<span style="color:red;">2 minuti fa</span>, Fag8 dice:

Grazie del chiarimento

Oltre al formato e alla foliazione, nel Classic mancano le interessanti rubrice della CSAC ma il prodotto è uguale. AI mercatini, almeno da me, la risampa di Repubblica costa meno del Classic e per questo non posso che consigliartela.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
<span style="color:red;">5 minuti fa</span>, JohnnyColt dice:

Oltre al formato e alla foliazione, nel Classic mancano le interessanti rubrice della CSAC ma il prodotto è uguale. AI mercatini, almeno da me, la risampa di Repubblica costa meno del Classic e per questo non posso che consigliartela.

Infatti non credo userò mai il servizio arretrati per recuperare le storie se ci sono alternative molto più economiche. Credo che proverò il prossimo numero della Classic (inizio di una nuova storia) per vedere se vale. Anche perché ora di mercatini non se ne parla. 

Purtroppo... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
Posted (edited)

Buon pomeriggio.Ti do con molto piacere il mio punto di vista.Io opterei per il tex classic senza pensarci un attimo.Io classe 1976 leggo tex dall'eta'di 11 anni e per un fatto puramente anagrafico ho cominciato a collezionare la nuova ristampa.Essa che e'in edicola con il n.455 e'a mio parere la migliore ristampadi tex.Due carissimi amici che erano incuriositi da tex anche se solo uno dei due l'aveva letto hanno optato per la classic.Cosa ne pensano?Abbiamo piu'volte affrontato l'argomento.Prima di tutto comprano in edicola albi nuovi.Non devono cercare su ebay,andare per mercatini,dedicare tempo a ricerche di mercato.Non devono vedersi arrivare in casa ed assieme albi"vecchi"(nel senso letti da altri nella migliore delle ipotesi).Non devono aspettare albi datati come per la mia nuova  ristampa ad esempio(la meno recente rispetto alla classic)albi di 24 anni fa.Non devono vedersi arrivare in casa albi tutti insieme,trovare spazio e tempo per leggerli.La classic e'una serie giovane.Il colore strizza l'occhio alle nuove generazioni(ma l'antichizzato utilizzato sul classic anche per me e'bello).Il prezzo e'molto abbordabile,due uscite al mese.I fumetti arrivano loro in casa man mano e trovano spazio man mano.Sono puliti,ordinati,nuovi e letti solo da loro.nel farti cosa gradita(spero)tiho dato il punto di vista di due nuovi lettori classic.Tempo fa scrissi proprio su questo sito la speranza della classic zagor.Sembrava una ipotesi campata in aria ed invece si e'avverata.Io la sto comprando dal n.1.pensa che tra julia,dragonero,dago,dylan dog,ricciardi,misterno e tanti altri fumetti io colleziono(e leggo )tanta roba.Ma per zagor ho optato la classic anche io per la stessa ragione dei miei amici su tex.Anche per mister no ho optato per la ristampa della if.I fumetti sono i miei,puliti,ordinati.Ora se parli con un collezionista di albi ti ripetera'all'infinito che un tex "originale"e'qualcosa di insuperabile.Io sinceramente penso che si debbano collezionarie le storie e non gli albi.Dal n.500 di tex (piu'o meno gli anni in cui cominciai assiduamente la nuova ristampa)ho cominciato a seguire la serie regolare e la nuova ristampa.Oggi nel 2020 la nuova ristampa e'al 455,e tex regolare che compro dal 500 e'oltre il 700.Ho quasi tutte le storie.Albi nuovi,puliti,comprati e letti da me.Se ritornassi indietro opetrei tranquillamente per il classic tex come hanno fatto i miei cari amici ed io con zagor.Inoltre esiste su facebook una pagina di compravendita"edicola bonelli".Si trova roba buona e a prezzi interessanti.Amministratori molto seri .

Edited by il monco

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
<span style="color:red;">36 minuti fa</span>, il monco dice:

Buon pomeriggio.Ti do con molto piacere il mio punto di vista.Io opterei per il tex classic senza pensarci un attimo.Io classe 1976 leggo tex dall'eta'di 11 anni e per un fatto puramente anagrafico ho cominciato a collezionare la nuova ristampa.Essa che e'in edicola con il n.455 e'a mio parere la migliore ristampadi tex.Due carissimi amici che erano incuriositi da tex anche se solo uno dei due l'aveva letto hanno optato per la classic.Cosa ne pensano?Abbiamo piu'volte affrontato l'argomento.Prima di tutto comprano in edicola albi nuovi.Non devono cercare su ebay,andare per mercatini,dedicare tempo a ricerche di mercato.Non devono vedersi arrivare in casa ed assieme albi"vecchi"(nel senso letti da altri nella migliore delle ipotesi).Non devono aspettare albi datati come per la mia nuova  ristampa ad esempio(la meno recente rispetto alla classic)albi di 24 anni fa.Non devono vedersi arrivare in casa albi tutti insieme,trovare spazio e tempo per leggerli.La classic e'una serie giovane.Il colore strizza l'occhio alle nuove generazioni(ma l'antichizzato utilizzato sul classic anche per me e'bello).Il prezzo e'molto abbordabile,due uscite al mese.I fumetti arrivano loro in casa man mano e trovano spazio man mano.Sono puliti,ordinati,nuovi e letti solo da loro.nel farti cosa gradita(spero)tiho dato il punto di vista di due nuovi lettori classic.Tempo fa scrissi proprio su questo sito la speranza della classic zagor.Sembrava una ipotesi campata in aria ed invece si e'avverata.Io la sto comprando dal n.1.pensa che tra julia,dragonero,dago,dylan dog,ricciardi,misterno e tanti altri fumetti io colleziono(e leggo )tanta roba.Ma per zagor ho optato la classic anche io per la stessa ragione dei miei amici su tex.Anche per mister no ho optato per la ristampa della if.I fumetti sono i miei,puliti,ordinati.Ora se parli con un collezionista di albi ti ripetera'all'infinito che un tex "originale"e'qualcosa di insuperabile.Io sinceramente penso che si debbano collezionarie le storie e non gli albi.Dal n.500 di tex (piu'o meno gli anni in cui cominciai assiduamente la nuova ristampa)ho cominciato a seguire la serie regolare e la nuova ristampa.Oggi nel 2020 la nuova ristampa e'al 455,e tex regolare che compro dal 500 e'oltre il 700.Ho quasi tutte le storie.Albi nuovi,puliti,comprati e letti da me.Se ritornassi indietro opetrei tranquillamente per il classic tex come hanno fatto i miei cari amici ed io con zagor.Inoltre esiste su facebook una pagina di compravendita"edicola bonelli".Si trova roba buona e a prezzi interessanti.Amministratori molto seri .

 

Confermo che il piacere di attendere ogni nuova uscita e costruire albo alla volta la propria collezione è molto più appagante

che comprare annate su ebay che arrivano a casa dentro scatoloni. Ma ognuno ha la sua idea di come avere le storie di Tex,

e spesso col tempo cambia idea. Quando ho avuto tutte le storie di Tex ho cominciato a cambiare i TuttoTex con le edizioni

originali. Poi ho cominciato a sostituire quelli Tre Stelle. Ho lasciato perdere gli spillati anni cinquanta perché per quelli che

ho trovato serviva un mutuo e una buona dose di antitarma e antimuffa!

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Si deve decidere se essere collezionista di albi oppure di storie.Vanno bene entrambi....solo che a volte alcuni collezionisti di albi sfiorano l'aspetto patologico.Io seguo tex nuova ristampa,dal 500 tex regolare,i texoni,i maxi,i cartonati,i magazine,i color e tex willer regolare e speciale.Ho tutti gli almanacchi.Colleziono storie e non albi.Ogni albo l'ho comprato io .Quindi ogni albo e'figlio del mio tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Fosse solo l'aspetto "nostalgico" e non il fatto che le storie sono state CAMBIATE, si potrebbe pure essere d'accordo... ma visto che COSÌ NON È,  il dire "io penso alle storie" come se non fossero state cambiate, equivale a dire "io voglio una storia qualunque con Tex sopra il titolo, che sia quella originale di G.L.Bonelli o una versione modificata più volte negli anni successivi da diverse altre persone, non mi importa".

 

Più che "a me interessa la storia" mi sembra "a me interessa il titolo".

 

Io non ho il feticismo degli originali (anche se chiunque abbia visto come erano stampate per esempio le copertine negli anni 50, non può non notare rassegnato come siano più "smorte" le ristampe successive fatte con inchiostri diversi. Purtroppo credo che oggi sia proprio impossibile stampare con quelle vecchie tecniche e quegli inchiostri), ho l'interesse a leggermi LE STORIE ORIGINALI. Per questo gran parte degli albi a striscia che ho sono "banalissime" ristampe anastatiche (anastatiche vere, quelle di Piacentini, il fatto che Mercury chiamasse anastatiche ristampe colorate con copertina diversa è semplicemente ridicolo, è come chiamarle panini al prosciutto, l'attinenza del nome con il prodotto è la stessa) che si trovano tranquillamente a prezzi più che abbordabili.

 

Chi crede che "l'importante è il titolo" sia uguale a "l'importante è la storia"...  beh, continuerà a credere che Eugenia Moore "non avesse la forza di premere il grilletto", da "debole donnicciola" qual era, e che Tex si tocchi la spalla per coprire una macchia di pomodoro...  :lol:

 

La cosa strana poi è che si straparli di "feticismo degli originali" mentre si rivendica orgogliosi il... "feticismo  di andare ogni mese in edicole", che è molto più immotivato (con il feticismo degli originali i fortunati feticisti che li hanno comprati negli anni 70 e 80 ormai hanno un capitale ragguardevole, e chi ha poi rivenduto ci ha guadagnato parecchio, mannaggia a me che non ero abbastanza feticista per approfittarne allora. Chi ha il feticismo del comprare ogni mese paga il quadruplo e ha di meno...)

 

In realtà l'unica maniera di evitare di ordinare arretrati (o di comprare blocchi da privati o fumetterie) è di iniziare una ristampa dal numero 1, quindi anche qui i toni da "purista dell'edicola" mi sembrano stravaganti. Che differenza c'è fra comprare su ebay o in fumetteria (comunque tutte le fumetterie sono su ebay...) un blocco di CSAC o di Tex Cl;assic?

 

Alla fine senza tanti assolutismi, ciascuno deve decidere da sè l'edizione che preferisce, compatibilmente con le sue tasche. Ad avere i soldi l'edizione che avrei preferito sarebbe stata di gran lunga quella originale non censurata (e mi sa che non solo il solo qui...  :lol:  ), ma visto che costa troppo, le due edizioni che ho tenuto (a parte gli originali che sono riuscito negli anni a trovare a prezzi buoni, che sono però numeri qua e là e non una serie) sono (1) le anastatiche, e (2) le ristampe degli anni 70 che compravo da bambino e che sono state la mia prima collezione, per motivi affettivi.  Avevo avuto grandi speranze all'uscita della Tutto Tex ma ne sono rimasto molto deluso e l'ho rivenduta, la CSAC e la Classic non ci penso nemmeno (odio le ricolorature spurie). Ma mi va benissimo anche chi fa scelte diverse, per risparmiare, per evitarsi sbattimenti, perché magari adora il colore, o magari perché ha il feticismo dell'uscita regolare in edicola. Basta che poi non si metta sul pulpito a deridere chi fa scelte diverse.

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
<span style="color:red;">11 ore fa</span>, Diablero dice:

Avevo avuto grandi speranze all'uscita della Tutto Tex ma ne sono rimasto molto deluso e l'ho rivenduta, la CSAC e la Classic non ci penso nemmeno (odio le ricolorature spurie). Ma mi va benissimo anche chi fa scelte diverse, per risparmiare, per evitarsi sbattimenti, perché magari adora il colore, o magari perché ha il feticismo dell'uscita regolare in edicola. Basta che poi non si metta sul pulpito a deridere chi fa scelte diverse.

Come mai il Tutto Tex ti ha deluso? Lo prendo sempre. Comunque sono uno che compra regolarmente in edicola e a ognuno il suo. Volevo sentire quale fosse l'edizione migliore, per le vecchie storie, perché anche se sono un feticista dell'uscita regolare, come dici tu, non mi faccio fregare con prodotti di scarsa qualità, ad esempio alcuni speciali controllo sui forum se sono buoni, certe serie mezze morte come dampyr e NN ne sto alla larga (anche se compro MM e non so se l'uscita bimestrale è una scelta o una conseguenza) ecc... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Il TuttoTex ha dialoghi stravolti, in alcuni casi. Io ho diversi albi consecutivi di serie diverse (Gigante, Tre stelle, TuttoTex, Nuova ristampa) e in alcuni casi passando da un albo all'altro dal TuttoTex al Gigante se il dialogo continua c'è una vera e propria frattura logica, sembra che manchi qualcosa.

E non parlo delle prime storie, ma di quella di Nizzi e Della Monica sul Ku Klux Klan.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0
30 minutes ago, Fag8 said:

Come mai il Tutto Tex ti ha deluso? .. 

 

Quando fiu annunciato, la speranza era che FINALMENTE la Bonelli riproponesse il Tex nella versione originale, magari correggendo qualche errore di ortografia ma eliminando tutte le varie "censure", che all'epoca (quando i Tex non censurati ancora si trovavano a prezzi accettabili e con discreta facilità, anche se all'epoca sembravano cari erano cifre ancora molto lontane da quelle attuali, e il pubblico era più GLBonelliano rispetto ad oggi) era un tema più sentito dai fan.

 

Quando uscì, ci si rese conto che:

1) Non solo le censure erano in gran parte rimaste (solo "rifatte" per essere meno evidenti), ma ne erano state aggiunte, era una versione ancora più censurata (a livello di storie. Qualche minima censura fu tolta a livello di disegni ma proprio solo le più ridicole)

2) Oltre alle censure, una "follia modificatrice" si era impadronita della Bonelli. Altro che "edizione rispettosa", il rispetto se lo misero sotto le scarpe, modificando di tutto e di più per i motivi più assurdi, rifacendo (in peggio) il lettering, modificando (in peggio) i colori delle copertine, e a volte persino i disegni. Copertine mitiche che erano da portare come capolavori di "impatto grafico" per l'uso "potente" dei colori stagliati, furono totalmente stuprate per metterci "il cielo azzurrino in cima, l'erba verdolina in basso, e un pochino di sfondo signora mia che altrimenti il bambino non la capisce", trasformandole da lampi di azione ed avventura in tranquilli e noiosi paesaggi. una cosa priva non solo di senso, ma pure di gusto (vabbè che già quella grafica orrenda con lo striscione orizzontale avrebbe dovuto farci intuire da subito che il gusto estetico non faceva parte dei cardini della testata)

 

Questi motivi furono già sufficienti per smettere di comprarla dopo qualche decina di numeri, quando era via via più chiaro che scempio stessero facendo. e come le mie vecchie ristampe anni 70 fossero molto più belle e molto più fedeli all'originale (e visto che ormai i prezzi dei non censurati erano decollati, forse proprio per l'affannosa ricerca di chi aveva capito che da quella Bonelli un edizione rispettosa non l'avremmo mai vista, e non erano più alla mia portata, iniziai pian piano a farmi la serie delle anastatiche). Ma la vera schifezza imperdonabile la scoprii dopo alcuni anni, quando man mano le tavole originali "tagliuzzate" arrivarono sul mercato...

 

3) I vari scempi, i rifacimenti del lettering... furono fatti non su copie, ma SULLE TAVOLE ORIGINALI! Il Tex originale fu DISTRUTTO, proprio materialmente, cancellando con il bianchetto le tavole di Galep e ridisegnandogli sopra, o in certi casi tagliuzzano e incollando (e non era assolutamente necessario).  Purtroppo in Italia il fumetto era (e lo è ancora adesso) considerato robaccia per bambini e non alcuna tutela, se avessero fatto qualcosa di simile ad altri tipi di arte sarebbe intervenuta la sovrintendenza a tutelare i beni artistici... lì invece a quella manica di folli scancellatori fu consentito fare danni irreparabili, rendendo praticamente IMPOSSIBILE il poter ristampare, anche in futuro, il Tex originale (e per quanto possa sembrare assurdo, il cancellare per sempre la versione originale è l'unico motivo per quanto esecrabile per fare uno scempio simile. Anche se probabilmente il cercare motivi razionali ci porta fuori strada, quella è semplice follia).

 

Ho rivenduto tutti i tutto Tex, non li voglio in casa mia. Per la versione "ridisegnata" che sono, e per il macello di un patrimonio insostituibile che ha rappresentato.

 

(comunque, mica si sono fermati, eh, la Nuova Ristampa è ANCORA più modificata... poi sono arrivate le ristampe colorate alla boia di un giuda, con il rispetto che hanno sempre dimostrato per quel materiale fra un po' rimonteranno le tavole per ristampare Tex in formato manga...)

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • 0

Feticista dell'uscita regolare in edicola.

Ecco, io sono uno che compra regolarmente i Tex in edicola, ( e dove dovrei comprarli sennò?).

Potresti gentilmente spiegarmi se sono un feticista o no? E se si, perchè?

Probabilmente ho capito male io. Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   1 member

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.