Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
due

[08] [Almanacco 2001] Missione A Sierra Vista

Voto alla storia  

7 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

al_tex2001.jpg

 

 


Soggetto e sceneggiatura: Claudio Nizzi
Disegni: Andrea Venturi
Periodicità annuale : Febbraio 2001



C'è un misterioso assassino, nella sperduta cittadina di Sierra Vista: ogni due o tre mesi, una ragazza viene trovata morta con la gola tagliata. Lo sceriffo del luogo gli dà la caccia da anni, ma senza risultati. Non è l'unico a cercare il serial killer: un ispettore della polizia di Baltimora, Nick Martin, si è spinto a indagare fin nell'estremo sud dell'Arizona, dopo aver scoperto le inquietanti coincidenze che collegano il modus operandi dell'omicida di Sierra Vista con quello di un criminale attivo fino a qualche anno prima nella sua città, e poi svanito nel nulla. Solo che anche il poliziotto è scomparso, forse vittima dello stesso assassino, accortosi di essere braccato. A questo punto, solo l'intervento di Tex può risolvere il caso!

 

 

© Sergio Bonelli Editore

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Gradevole e simpatica storia a sfondo giallo, semplice e scorrevole. Un mistero che si nasconde a Sierra Vista e un Tex, orfano di Kit Carson, che ha il compito di svelarlo. Il nostro ranger nelle vesti di Sherlock Holmes giunge a scoprire l'assassino grazie alle diverse soffiate degli abitanti del piccolo paesino, non facendo quasi niente, a parte qualche piccola scazzottata o evitando un agguato. A rendere piu' che potabile questa leggera avventura ci sono i disegni di un bravissimo Venturi. Bellissime le sue caratterizzazioni grafiche di alcuni personaggi di contorno e soprattutto eccezzionale il suo Tex. Un ranger spesse volte sorridente e simpatico. Un gran disegnatore al servizio di Tex. Unica pecca di questa storia è l'incredibile e l'ennesimo spoiler della copertina dell'Almanacco che ci svela l'identita' dell'assassino.

 

Storia 6,6

Disegni 8

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il finale di questa storia sembra scritto apposta per confermare le tesi degli antinizziani! Che diamine, possibile che Tex non si accorga che un tizio grande e grosso gli è arrivato alle spalle? E poi, non si poteva fare in modo che il ranger recuperasse la brutta figura, per esempio dando un calcione al fucile del tizio, facendo in modo che la pellaccia se la salvasse da solo? No: Tex viene salvato da una donna malata di nervi, così malaticcia che c'è di che meravigliarsi che sia riuscita a impugnare una colt! Per il resto, questa è tutt'altro che una storia dalle grandi pretese! In realtà sarebbe un bel giallo:infatti la storia del serial killer venuto da lontano, per quanto già sentita ("La locanda dei fantasmi" e "Orrore"),è comunque affascinante e Nizzi costruisce i vari retroscena in maniera sapiente. Ma quello che manca a questo bel giallo è uno dei suoi elementi principali:il detective! Insomma,Tex non fa niente dall'inizio alla fine:a condurlo sulla pista giusta sono infatti le intuizioni di altri:lo sbirro morto prima e soprattutto il medico ubriacone, vero risolutore della vicenda! e se a questa inutilità di fondo si aggiunge l'ingloriosa scena finale, ecco che la frittata è fatta! Peccato, perchè i personaggi di contorno sono anche simpatici:il giornalista rompiballe e lo spiantato origlione in bombetta, nonchè i già citati malata di nervi (anche un po' inquietante) e medico ubriacone. E peccato soprattutto per i bei disegni sprecati di un Venturi, vero maestro di inquadrature e prospettive, che è una garanzia di qualità! Voto alla storia:5. Chi manca, purtroppo,è colui che non deve mai mancare:Tex!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il finale di questa storia sembra scritto apposta per confermare le tesi degli antinizziani! Che diamine, possibile che Tex non si accorga che un tizio grande e grosso gli è arrivato alle spalle? E poi, non si poteva fare in modo che il ranger recuperasse la brutta figura, per esempio dando un calcione al fucile del tizio, facendo in modo che la pellaccia se la salvasse da solo? No: Tex viene salvato da una donna malata di nervi, così malaticcia che c'è di che meravigliarsi che sia riuscita a impugnare una colt! Per il resto, questa è tutt'altro che una storia dalle grandi pretese! In realtà sarebbe un bel giallo:infatti la storia del serial killer venuto da lontano, per quanto già sentita ("La locanda dei fantasmi" e "Orrore"),è comunque affascinante e Nizzi costruisce i vari retroscena in maniera sapiente. Ma quello che manca a questo bel giallo è uno dei suoi elementi principali:il detective! Insomma,Tex non fa niente dall'inizio alla fine:a condurlo sulla pista giusta sono infatti le intuizioni di altri:lo sbirro morto prima e soprattutto il medico ubriacone, vero risolutore della vicenda! e se a questa inutilità di fondo si aggiunge l'ingloriosa scena finale, ecco che la frittata è fatta! Peccato, perchè i personaggi di contorno sono anche simpatici:il giornalista rompiballe e lo spiantato origlione in bombetta, nonchè i già citati malata di nervi (anche un po' inquietante) e medico ubriacone. E peccato soprattutto per i bei disegni sprecati di un Venturi, vero maestro di inquadrature e prospettive, che è una garanzia di qualità! Voto alla storia:5. Chi manca, purtroppo,è colui che non deve mai mancare:Tex!

 

Per nulla d'accordo con Paco. Per me è (non "sarebbe") un bel giallo, ed il detective c'è, ed è Tex. Certo, si trova tutto bello e preparato da altri (il detective di Baltimora e il dottor Benten) ma d'altronde la chiave del mistero è in quel piccolo paese e nella sua gente, e lui non può fare altro che tastare il polso agli abitanti di quello sputo di posto per poter cavare qualche ragno dal buco. Alla fine è lui che tira le somme, è lui che fa due più due e che arriva alla risoluzione del mistero.

A me la storia è piaciuta molto anche perchè mi ha ricordato i libri di Nizzi. Si tratta di gialli ambientati in un piccolo paese, Borgo Torre, in cui il detective improvvisato di turno si confronta con una girandola di personaggi molto autentici nelle loro miserie e nella loro quotidianit?. Anche qui Sierra Vista è uno sputo di paese, e anche qui Nizzi ci propone una serie di personaggi molto convincenti anche grazie alla magistrale interpretazione che di essi ne d' Venturi, che li fa letteralmente recitare con una dovizia di espressioni del viso meravigliose nella loro verosimiglianza: l'oste pigro che si duole di non essere stato pagato dall'uomo di cui Tex è alla ricerca, l'indolente sceriffo che non vuole guai e seccature, il divertentissimo giornalista anziano Banyon, l'ubriacone in bombetta, lo splendido (qui Venturi si supera nelle espressioni del viso) usuraio proprietario dell'emporio, il medico alcoolizzato ed infine il sorridente Marriott con la sua sfortunata e penosissima moglie.

Un tale stuolo di comprimari sapientemente caratterizzati (ripeto, anche da un grandissimo Venturi), un Tex spesso sorridente (altro merito da ascrivere a Venturi) nella sua sicurezza, un giallo che non sfigura ne fanno per me una storia molto soddisfacente: una delle più belle lette sugli Almanacchi, pubblicazione che solitamente non mi lascia grande appagamento proprio per la brevità e per le poche pretese delle storie che propone.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Letta ieri sul Tex Gold, in stile un po "poliziesco" che posso accettare ogni tanto anche se non è il mio genere, Tex sembra un detective; la storia fila via bene ma anche forse troppo: come al solito a me non piacciono particolarmente le storie in cui Tex è solo o manca Carson perchè le trovo spesso un poco noiose. La trovo una storiella leggera, carina, nulla di speciale. Belli però i disegni di Venturi. Voto: 7.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.