Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[726/727] Il pistolero vudu


Recommended Posts

@ymalpasper ora ti  dico che non potrei essere più in disaccordo con il tuo giudizio ed ultimamente capita molto spesso.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 133
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Dici che non replichi più nello stesso messaggio in cui lo fai con la solita frecciatina inutile e fastidiosa. Devi capire che messaggi di questo tipo non sono più tollerati.   Il messaggio

Fuori luogo... beh, capisco, ma se aumentano avranno i loro motivi e mi inquieta pure elencarli perché tanto li sappiamo.    Per me cinquanta centesimi in più non sono un problema. Se acquis

Mamma mia, quel logo è osceno, rovinerebbe pure una cover di Caravaggio... Il disegno in sè è stupendo invece!

<span style="color:red">2 ore fa</span>, ymalpas dice:

Il mio albo non ha nessuna vignetta nera. Ho controllato e ricontrollato. Non la trovo. Ditemi a che pagina dovrei poterla vedere. Nel caso invece mi trovassi una copia rara non rovinata tra le mani, rivendo l'albo a 300 euro. Pensateci, potrebbe essere un buon investimento.

Forse la vignetta nera non è qui ma sul Maxi. Ma non comprando l'albo può essere che mi sbagli. 

Link to post
Share on other sites

Ho letto l'anticipazione del seguito. Tex dovrà affrontare Carson! Non so quale espediente consentirà di risolvere lo scontro, ammesso che ci sia! Spero solo che Boselli (santo patrono protettore di Kit Carson) abbia vigilato e abbia impedito ogni umiliazione/sconfitta di KC! Sarebbe un sacrilegio!!! 

Link to post
Share on other sites

Si, è sul Maxi.

Hanno abbondato con le anticipazioni  del prossimo  albo, questa volta quelli  della Sergio Bonelli.

Link to post
Share on other sites

Personalmente, devo confessare che, date le premesse, da questa storia mi sarei aspettato qualcosa di più. Nulla vieta che la vicenda possa ancora decollare nel prossimo albo, intendiamoci, tuttavia per ora non nascondo di essere un po' deluso. L'idea alla base della sceneggiatura sinora imbastita da Ruju non sarebbe neanche male, anzi, il problema risiede nell'inconsistenza e nella caratterizzazione pressoché nulla della cricca criminosa in guanti bianchi connessa in modo alquanto contorto all'antagonista principale, un pistolero stregone di cui (almeno per ora) si sa poco o nulla, benché sia un personaggio su cui un autore può imbastire di tutto.

 

Assurdo il tentativo di agguato che non solo sventa, ma da cui esce sin troppo facilmente vincitore: con tutto il rumore fatto dagli aspiranti attentatori e ben cinque torce accese, chiunque sarebbe quantomeno riuscito ad accorgersi di loro. Avrei anche avuto da ridire sulla mancanza assoluta di spiegazioni circa la presenza di Tex e Carson in Louisiana (cui, per fortuna, ha fornito spiegazione @ymalpas), in (s)compenso ho trovato assai forzato il "pretesto" adoperato da Ruju per far sì che Tex e Carson si adoperassero per tale avventura: davvero non poteva architettare nulla di meglio della richiesta di una giovane ma sconosciuta fanciulla di essere scortata dai due presso lo zio, con la scusa di volerglieli far conoscere?

 

Benché reputi il suo tratto tra i più adatti ad una storia del genere (probabilmente, poiché l'ho conosciuto sulle pagine di Magico Vento, serie piena di storie di tal guisa), anche a me la prova di Ramella è sinora sembrata meno brillante della precedente performance con Proteus.

 

Insomma, non rimane che sperare che le mie perplessità vengano dissipare dalla seconda parte in uscita tra un mese.

Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">22 ore fa</span>, Carlo Monni dice:

 

Posso già smentirti. Nella mia edicola il numero di copie prenotate è raddoppiato come minimo. Diversa gente che conosco sta comprando tutti gli albi con le medaglie anche se non li compra abitualmente, quindi ad aprile e maggio le vendte saliranno di sicuro.

 

 

Dal 1973 al 2007 gli albi sono aumentati di prezzo ogni anno. Dal 2012, dopo la moratoria dovuta agli eccezionali introiti della CSAC usati principalmente per ammortizzare i costi, l'aumento è stato in media biennale. Io non prevedo aumenti prima del tardo 2023. Credi che sia casuale un aumento di 50 centesimi per le pubblicazioni "normali" e di un euro per le uscite collaterali? Lo hanno fatto per poter mantenere l'attuale prezzo il più a lungo possibile.

Niente da fare: non sei tagliato per la gestione di un'azienda editoriale.:P

Le cose sono un pochettino cambiate negli ultimi mesi: non so gli avvocati ma purtroppo c'è già tanta gente che ora ha altri pensieri che entrare in edicola e prendersi tutti i Bonelli per la collezione di patacche. E lasciando perdere che non ho più posto in casa, ogni mese che passa potrebbe toccare anche a me di dover pensare a come rimediare qualcosa da mangiare invece che qualcosa da leggere. Per mandare avanti una azienda non sono portato, ma a volte vedo lungo e i fatti mi danno ragione quando non ho più interesse a una rivalsa.

Link to post
Share on other sites

Victor Carrillo, il pistolero vudu, è veramente un supernatural killer (WOW)

 



Letale con la pistola, accompagnato da due famelici cani e soprattutto dalla infernale Marine, dalla quale pare discendere gran parte del suo potere.

Liquida con estrema facilità tutti i suoi avversari tranne uno, naturalmente, Tex che lo uccide battendolo in velocità.

E lo scontro tra i due si conclude con il pistolero vudu nella polvere e una palla nel cuore.

Morto. Anzi no...

Con un coup de théâtre, dopo la comparsa in scena di Marine, la strega della palude si rialza e riprende la sua opera mortale.

 

Albo che si legge tutto d'un fiato e che invoglia ad aspettare la conclusione con trepidazione.

Disegni di Ramella che ben si coniugano ai toni tenebrosi del racconto.

 



avrei evitato nelle anticipazioni del prossimo numero l'accenno alla necessità per Tex di affrontare le pistole di Carson, ma tant'è...ormai la frittata è fatta (e non certo per colpa di Ruju o di Boselli...)

 

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Dix Leroy dice:

Le cose sono un pochettino cambiate negli ultimi mesi: non so gli avvocati ma purtroppo c'è già tanta gente che ora ha altri pensieri che entrare in edicola e prendersi tutti i Bonelli per la collezione di patacche.

 

Resta il fatto incontestabile che il mio edicolante di fiducia ha triplicato le vendite e che stamattina e si lamentava che gli era rimasto un solo Dragonero e aveva richieste per più copie. Dovrà rriondionarne altri.

I suoi clienti non sono solo avvocati  e nemmeno tanto ricchi ma evidentemente le medaglie li attirano.

Edited by Carlo Monni
Link to post
Share on other sites

Si fa presto a triplicare le vendite di Dragonero... quante copie ne vendeva il tuo edicolante? All'edicola vicino a casa mia ne arriveranno tre copie, basta che tre lettori di Tex facciano la raccolta (sulle venti copie circa di Tex che gli arrivano) e hai già raddoppiato le vendite di Dragonero...

 

Ma è proprio tutta questa massa di soldi per la casa editrice?

 

Se un lettore fa la raccolta compra 22 albi in 2 mesi. Ma la Bonelli pubblicherà in un anno oltre 200 albi (217 nel 2020), quindi se TUTTI i lettori facessero la raccolta, e NESSUNO di questi che fa la raccolta comprerebbe un albo bonelli altrimenti (lo so, è una contraddizione, un lettore che compra tutto ma senza medagliette non comprerebbe niente... è per semplificare i conti...), la Bonelli aumenterebbe le vendite annuali del 10%

 

In realtà, se la raccolta la fa il 20% dei lettori e ipotizziamo che siano lettori di tante serie che comprano "apposta" solo la metà dei 22 albi, l'aumento delle vendite annuali della Bonelli diventa del 1%.  A cui va sottratto il costo delle medagliette.

 

Quanti lettori fanno perdere queste speculazioni? Più o meno dell'1% all'anno? Si parlava di una perdita media del 5% dei lettori all'anno, alcune serie di più altre di meno, cioè un numero cinque volte superiore.

 

È l'effetto della periodicità. Convincere un completista a comprare altri dieci albi per completare la raccolta delle medagliette ti fa vendere 10 albi in più. Convincere una persona a leggere un tuo fumetto perchè è bello e gli piace e lo appassiona gli fa comprare invece 12 albi in più all'anno (34 se compra tutti i Tex), cioè 240 Albi se ti segue nei prossimi 20 anni (680 albi nel caso di Tex). Cosa conviene di più?

 

Certo, per acquisire nuovi lettori (o non perdere quelli che hai già: matematicamente è la stessa cosa, se non perdi un lettore di Tex per 20 anni sono sempre quelle copie) bisogna essere bravi. Mentre chiunque, senza tante capacità, può dire di allegare medagliette alle collane. La seconda cosa è molto più facile. E se non sei capace di fare la prima, forse alla seconda ci arrivi...

Link to post
Share on other sites

Sull'albo: sono più d'accordo con natural killer che con ymalpas. trovo esagerate le accuse di essere una storia "zagoriana", come se fosse la prima volta che in Tex si vede qualcuno tornare dalla morte. inoltre, quello che DAVVERO è successo, deve essere ancora svelato. Forse Victor era già uno zombie da prima, e per questo non è morto.

 

La storia mi ha preso, tanto che non mi sono nemmeno accorto leggendola la prima volta dello  svarione di Ramella a pagina 69 e seguenti (quando vedo i vari difetti dei disegni, in genere è quando una storia mi annoia e l'attenzione vaga: mentre invece in quella scena ero troppo concentrato su quello che diceva per fare attenzione alle mani

 

Mi sono accorto però, proprio in quelle stesse pagine, di una debolezza di sceneggiatura che lì un po' mi ha deluso (e ha forse contribuito a non farmi notare le mani): il maggiordomo è l'ennesimo personaggio che "arriva e svela tutto a Tex", solo un filo meglio del classico origlione alla Nizzi, ma di poco. La fila di coincidenza necessarie per farlo arrivare proprio lì a svelare tutto per me è meno credibile del morto che resuscita (dunque, ricapitolando: il maggiordomo viene licenziato, ma sa dove il padrone di casa teneva le chiavi. Proprio quella notte entra, per caso proprio nel momento in cui Tex, per caso, passava, perchè per caso proprio quella notte Carson russa tanto da non farlo dormire. E, per caso, il maggiordomo sapeva tutto degli affari loschi dello sceriffo e dei suoi complici (se la cosa era così di dominio pubblico, perchè il colonnello non li ha denunciati direttamente ai proprietari di quei terreni?

 

Dato per scontato che Tex prima o poi lo veniva a sapere, e OK, lo sappiamo, è una necessità narrativa lì...  mica l'ha ordinato il dottore di farlo nella maniera più sciatta e incredibile possibile. Il colonnello magari poteva aver scritto un diario che teneva in cassaforte, con i suoi sospetti. O forse il maggiordomo poteva solo avere qualche vago sospetto sulla seconda vittima, così che Tex avrebbe incontrato comunque Victor lì e sarebbe stato lui a dirgli i nomi. O forse uno dei congiurati terrorizzato poteva andare da lui e confessare. Ma di maniere ce n'erano tante.  Il farlo in maniera così sciatta è imperdonabile.

 

Peccato, perché il resto della storia per me fila molto meglio. In particolare l'atmosfera di tensione regge anche se si sa da subito chi sono i colpevoli. Il fatto che il "cattivo" venga ucciso da Tex a pagina 85 è un bel colpo di scena (più del fatto che poi resusciti), il fatto che i cospiratori, intelligentemente, si affidano (più o meno) a Tex per salvarsi invece di fare i soliti noiosi agguati li rende più credibili, insomma, a parte quello svarione, la vicenda mi ha "preso" e non vedo l'ora di leggere la fine.

 

Sui disegni, a me Ramella piace, sin dai tempi di Nick Raider e Magico Vento. Ma qui ci sono davvero troppe vignette che sembrano "tirate via". Il risultato è comunque positivo, ma discontinuo.  un fumetto disegnato per me BENE, ma che ogni tanto ti fa fermare nella lettura per una posa sgraziata o un espressione strana.  Confrontare per esempio il volto della nipote del colonnello a pagina 69 in basso (o un altro primo piano fatto con quella cura) con quello di pagina 21, prima vignetta. O il volto di Tex in alcune vignette, tipo la terza vignetta di pagina 99

Poi però vedi come ha disegnato la palude a pagina 22 e seguenti, e lo perdoni.

Boh, alla fine il risultato è comunque positivo, e non è che si possano correggere tutte le facce frettolose (oltretutto le correzioni redazionali spesso peggiorano la situazione), vorrei solo che Ramella ci facesse più attenzione.

 

Per adesso è una storia in bilico, il voto finale si vedrà da come finisce (e da come si spiegheranno le cose che hanno dato tanto fastidio ad Ymalpas), ma la storia mi ha preso e per adesso ma pare decisamente superiore alla precedente con Montales.

 

 

Link to post
Share on other sites

In effetti, è suonato assai strano anche a me leggere e dunque constatare che, in un paese di poche anime, le marachelle del sindaco e della sua cricca fossero pressoché di pubblico dominio (non solo il maggiordomo che Tex becca a rubare, ma praticamente l'intera cittadinanza), mentre il loro principale avversario politico, che si premurano di fare eliminare, avesse al riguardo solo qualche sospetto 🤔...

 

 

Link to post
Share on other sites

A me non piace  il fantasy su Tex. Le storie di Tex per mè  devono avere una spiegazione  razionale. O finire che ti resti  il dubbio del misterioso, come la storia dell  alieno.  Spero che in questa storia  non saltino fuori gli zombi. O meglio, mi andrebbero bene gli zombi del figlio di Mefisto, ma non quelli della Tigre nera.🙋‍♂️

 

Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">6 ore fa</span>, Diablero dice:

Si fa presto a triplicare le vendite di Dragonero... quante copie ne vendeva il tuo edicolante? All'edicola vicino a casa mia ne arriveranno tre copie, basta che tre lettori di Tex facciano la raccolta (sulle venti copie circa di Tex che gli arrivano) e hai già raddoppiato le vendite di Dragonero...

 

Ma è proprio tutta questa massa di soldi per la casa editrice?

 

Se un lettore fa la raccolta compra 22 albi in 2 mesi. Ma la Bonelli pubblicherà in un anno oltre 200 albi (217 nel 2020), quindi se TUTTI i lettori facessero la raccolta, e NESSUNO di questi che fa la raccolta comprerebbe un albo bonelli altrimenti (lo so, è una contraddizione, un lettore che compra tutto ma senza medagliette non comprerebbe niente... è per semplificare i conti...), la Bonelli aumenterebbe le vendite annuali del 10%

 

In realtà, se la raccolta la fa il 20% dei lettori e ipotizziamo che siano lettori di tante serie che comprano "apposta" solo la metà dei 22 albi, l'aumento delle vendite annuali della Bonelli diventa del 1%.  A cui va sottratto il costo delle medagliette.

 

Quanti lettori fanno perdere queste speculazioni? Più o meno dell'1% all'anno? Si parlava di una perdita media del 5% dei lettori all'anno, alcune serie di più altre di meno, cioè un numero cinque volte superiore.

 

È l'effetto della periodicità. Convincere un completista a comprare altri dieci albi per completare la raccolta delle medagliette ti fa vendere 10 albi in più. Convincere una persona a leggere un tuo fumetto perchè è bello e gli piace e lo appassiona gli fa comprare invece 12 albi in più all'anno (34 se compra tutti i Tex), cioè 240 Albi se ti segue nei prossimi 20 anni (680 albi nel caso di Tex). Cosa conviene di più?

 

Certo, per acquisire nuovi lettori (o non perdere quelli che hai già: matematicamente è la stessa cosa, se non perdi un lettore di Tex per 20 anni sono sempre quelle copie) bisogna essere bravi. Mentre chiunque, senza tante capacità, può dire di allegare medagliette alle collane. La seconda cosa è molto più facile. E se non sei capace di fare la prima, forse alla seconda ci arrivi...

 

 

E il timore è che i lettori affezionati che so di Dampyr o  Dragonero quel mese non trovino la loro copia per colpa dei medagliettisti e che proprio loro, i fedeli, decidano allora di interrompere la collezione col buco...

Link to post
Share on other sites
35 minutes ago, borden said:

E il timore è che i lettori affezionati che so di Dampyr o  Dragonero quel mese non trovino la loro copia per colpa dei medagliettisti e che proprio loro, i fedeli, decidano allora di interrompere la collezione col buco...

 

E questo è quello che temo sia avvenuto all'epoca del crossover di Dylan Dog con Dampyr, vero?

 

All'epoca non compravo Dampyr, ma ero tornato a comprare Dylan Dog, e quindi avevo comprato l'albo del crossover. Che subito dopo era schizzato a cifre notevoli su ebay, come era facile immaginare (quando hai i lettori di Dylan Dog che si precipitano a comprare Dampyr fanno presto a sparire le copie...). E proprio allora ho trovato l'occasione su ebay di qualcuno che vendeva gli albi che mi mancavano. Un blocco che arrivava appunto al numero precedente. E l'ho comprato a prezzo stracciato perché all'epoca di serie di Dampyr in vendita ce ne erano tante (oggi sono un po' meno).

È vero che con me hai "recuperato" un lettore, ma è stato perchè un altro lettore ha svenduto gli albi, non per il crossover (probabilmente avrei semplicemente rivenduto l'albo del crossover su ebay se non avessi visto quell'occasione)

 

E la cosa mi aveva fatto riflettere sui rischi appunto legati a questi crossover: quando vedo annunci "il numero tal dei tali ha avuto un successone, non si trova più", mi viene in mente che, fra quelli che non lo trovano più, magari ci sono molti dei vecchi acquirenti regolari...

Link to post
Share on other sites

Io non sono certo un esperto di economia e quindi vado a naso o, perlomeno, uso un po' di logica. Se la SBE vende di più in tempo di patacche, questo aumento sarebbe localizzato nel tempo di questa iniziativa, perchè io sono strasicuro che a nessuno importa un cavolo di Julia, di Nathan Never o della storia del West se non li hanno mai letti. O credete che un lettore, da un solo albo di un personaggio che non ha mai comprato - preso solo per la patacca, o preso solo per poi rivenderlo (quindi senza aprirlo), e quindi che non leggerà mai - possa davvero convincersi a continuare l'acquisto anche dopo, per giunta ora che c'è pure l'aumento di prezzo?

Link to post
Share on other sites

La strega della palude - Tex 727 cover

 

ma quanto è bella la cover del prossimo albo.

Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">21 ore fa</span>, ymalpas dice:

Marine invece basta che dica: alzati e cammina. Ma anche altri dettagli non sono proprio il massimo della fantasia. Tipo il collezionare le pistole perché così LUI acquisirà capacità sempre più imponenti. Ma per favore.

 

Non è una storia di Tex, questa, non glbonellianamente parlando.  Voto: 4,5

 

 

Premesso che trovo del tutto legittimo che le "incursioni nel fantastico" negli albi di Tex possano non piacere a tutti (ma allora andrebbero stralciate tutte le avventure con Mefisto, con la presenza dell'extraterrestre ecc. già viste con GL Bonelli), a me non pare così strano che il pistolero Carrillo sia così autosuggestionato da ritenere che raccogliere le armi per acquisire la forza dei suoi avversari sconfitti in duello lo renda sempre più imbattibile. Sono convinzioni (alquanto discutibili, specie per noi uomini del sec. XXI) che però erano molto diffuse presso i guerrieri dell'antichità e non certo solo in epoche lontanissime da noi. Anzi, a me quel dettaglio sembra aggiungere un dettaglio suggestivo alla personalità (infida e tronfia, non c'è dubbio) del pistolero, che ha così un tocco più originale del solito killer.

Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">1 ora fa</span>, max70 dice:

La strega della palude - Tex 727 cover

 

ma quanto è bella la cover del prossimo albo.

Molto biu bella è con i colori originali di Villa. Spero un giorno facciano un volume delle sue copertine con i suoi colori originali.🙋‍♂️

Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">6 minuti fa</span>, Piombo Caldo dice:

Molto biu bella è con i colori originali di Villa. Spero un giorno facciano un volume delle sue copertine con i suoi colori originali.🙋‍♂️

Sono pienamente d'accordo con te. I colori originali di villa, sono il massimo, ma ahi noi, in SBE, per motivi a me sconosciuti (presumo siano di costi), preferiscono cambiare i colori.

Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">3 minuti fa</span>, max70 dice:

Sono pienamente d'accordo con te. I colori originali di villa, sono il massimo, ma ahi noi, in SBE, per motivi a me sconosciuti (presumo siano di costi), preferiscono cambiare i colori.

Non credo sia una questione di costi, ma di gusti o forse di tradizione. Non penso nemmeno che esista un pregiudizio sulla colorazione originale ritenuta meno accattivante, per la vendita in edicola, rispetto a quella definibile come più tradizionale. sai cosa faccio, da giornalista? Lo vado a chiedere direttamente a Claudio Villa.

Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">1 ora fa</span>, max70 dice:

La strega della palude - Tex 727 cover

 

ma quanto è bella la cover del prossimo albo.

 

Bellissima, tranne ovviamente quell'orribile triangolino rosso che ci comunica della medaglietta in omaggio... Ma tant'è!!

 

In ogni caso, per quanto mi riguarda è già di per sé un enorme sollievo che già da maggio non dovremo più sopportare le anonime copertine celebrative che ci hanno propinato in questo mese 😁..!

Link to post
Share on other sites

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona

 

eccola con i colori di Villa.

presa dalla pagina Facebook "https://www.facebook.com/TexTradingPOST/?__cft__[0]=AZWFeAqaRRntmYGNKOg2AvxYtajguK7b94JjF4ZjestyqXJqQvdQ5pUYNRosFITsrt4rSEpUIC9G_ExgYYI4vCJmQ69BkUrz0_ZSWxR-rP_OpHL_chWYM_yZVOoYCOLK6ucBtAw0SzL-4lKJyuvtBzdM&__tn__=-UC*F"

<span style="color:red">2 minuti fa</span>, San Antonio Spurs dice:

Non credo sia una questione di costi, ma di gusti o forse di tradizione. Non penso nemmeno che esista un pregiudizio sulla colorazione originale ritenuta meno accattivante, per la vendita in edicola, rispetto a quella definibile come più tradizionale. sai cosa faccio, da giornalista? Lo vado a chiedere direttamente a Claudio Villa.

Attendo con trepidazione la risposta di Villa.

Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">30 minuti fa</span>, dario63 dice:

a me non pare così strano che il pistolero Carrillo sia così autosuggestionato da ritenere che raccogliere le armi per acquisire la forza dei suoi avversari sconfitti in duello lo renda sempre più imbattibile. Sono convinzioni (alquanto discutibili, specie per noi uomini del sec. XXI) che però erano molto diffuse presso i guerrieri dell'antichità e non certo solo in epoche lontanissime da noi. Anzi, a me quel dettaglio sembra aggiungere un dettaglio suggestivo alla personalità (infida e tronfia, non c'è dubbio) del pistolero, che ha così un tocco più originale del solito killer.

 

Tra le bizzarrie che sembrano contraddistinguerlo, e che mi auguro saranno meglio valorizzate e spiegate nel prossimo albo, questa è difatti di gran lunga la meno strana, ed anzi concordo con te che conferisce al pistolero un'aura ancora più sinistra.

Link to post
Share on other sites

sempre da quella pagina facebook, ho recuperato queste:

 

Potrebbe essere un'illustrazione

 

devo dire che anche in bianco e nero, ha il suo fascino.

 

poi, ci sono le prove scartate:

 

Potrebbe essere un disegno raffigurante 1 persona e in piedi

 

Potrebbe essere un'immagine in bianco e nero raffigurante 2 persone

questa qui sopra, a mio parere personale, è più bella di quella scelta.

 

Potrebbe essere un'illustrazione

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">8 minuti fa</span>, max70 dice:

Ecco la sua cortese e rapida risposta:

Per "tradizione" non è consentito a Tex di avere copertine colorate in quel modo. Le si fa ricolorare al computer».
Link to post
Share on other sites
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.