Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[Maxi Tex N. 28] Il segreto della missione spagnola


Recommended Posts

Leggendo commenti e pareri, sembra che sia un maxi più che dimenticabile. Credo proprio che lo lascerò in edicola stavolta. 

Link to post
Share on other sites
  • Replies 138
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

personalmente,devo dire che non ho apprezzato la prova di Nizzi,per me noiosa,stanca e dai dialoghi forzati.Mi erano piaciute molto di più le sue sulla regolare,invece.Ma forse sono influenzato da Tor

Dimenticavo...     Far scrivere meno autori? Tipo quando c'era solo GL Bonelli?   Io ho sempre visto, come regola assolutamente generale nei fumetti, che troppi cuochi non

E quindi, a meno che per una rarissima coincidenza tutti gli autori di fumetti del mondo siano EGUALMENTE bravi nello scrivere Tex, aumentare la produzione porta MATEMATICAMENTE ad avere autori meno b

L'ho letto. In realtà la storia di Nizzi è godibilissima, nel suo classico stile dai dialoghi perfetti, con i disegni di Torti veramente ottimi: se mantiene questo stile sarebbe un grande acquisto per la scuderia di Tex.

 

La storia di Ruju è deboluccia in effetti, proprio niente di straordinario. I disegni di De Luca partono alla grande (tratto alla Capitanio mi verrebbe da dire) ma a mano a mano si fanno più confusi e sporchi. Il suo stile però mi piace, se mantenesse la pulizia del tratto per me non sarebbe male vederlo ogni tanto.

Link to post
Share on other sites

Finalmente ho letto il Maxi e....

 

il segreto della missione spagnola

 

ci siamo, finalmente

Storia che tenevo a leggere...mi stuzzicava molto la trama classica e vedere Nizzi dopo un anno alle prese con una storia lunga.

Devo dire subito che la storia mi è molto piaciuta.un classico pezzo western,come sapeva fare bene il narratore di Fiumalbo.

C è tutto il meglio dell' Ovest: soldati, indiani, rapinatori, locandiere, intreccio rosa (il rapinatore che si innamora della ragazza dal cuore d oro,che Nizzi fa rimanere bene sullo sfondo).

La bravura di Nizzi è di rendere fluida e leggibile dalla prima e ultima pagina una trama classicamente western, lineare ma ben scritta,con pochi acuti forse (ma in una trama del genere non c è bisogno) ma con tanta"roba" senza perdere mai per un momento la bussola e il filo della trama. È quanto voglio ora leggendo una storia di Nizzi...il vecchio volpone attinge a piene mani topoi da storie vecchie e del western (tesori nella cripta,banditello redento,padre alla ricerca del figlio,Apache scappati da riserve, inseguimento della diligenza con omaggio a "Ombre Rosse" etc...)e riesce a imbastire una bella storia,che sicuramente riuscirò a rileggere volentieri. Addirittura inserisce un poker...e tutto torna perfettamente

 

Tutto oro quello che luccica?

No ovviamente...

Disturba un po' il Carson crapulone che pensa sempre a bersi una birra appena arriva e vede in un villaggio l insegna saloon.ho trovato un po' ingenuo che Roy non abbia mai capito che Linda fosse scappata con Brad da Bruce dal.momenti che era un vecchio amico della donna... può starci.

Cosa è un po' forzato è che Sheldon non lo abbia mai scoperto,dal momento che è il boss della zona,e che lo venga a scoprire da Hugh l origlione...va be'...

Per il resto la storia vale il prezzo dell'albo...Nizzi fa un buon lavoro,nel complesso, dimostrando a tutti che il mestiere e Tex lo conosce benissimo.Chapeu,mon vieux.

Torti non ancora al top ma bravo,tratto solidamente western

 

 

 

 

Neve rossa

 

Storiella riempitiva, assolutamente dimenticabile. Innesto del puma abbastanza anonimo,i Banditi babbei e scalcinati...non mi ha detto nulla. Inizio con Un duello stile "giostra medievale" (pag 217) tra Tex e un bandito 😜 :lol:...va be'.Ruju può e deve fare meglio comunque.

 

 

 

 

 

Il 10/4/2021 at 21:53, Diablorojo82 dice:

Concordo...E credo che Nizzi non mi regalerà più delle perle (a mente ne ho una ventina) però spero in storie solide, valide, Texiane e con " rendimento costante". Sarei strafelice. Cioè se su 10 storie me ne scrive il 60% da 6,5 io sono soddisfatto. Perché alla sua età e dopo tutto quello che ha fatto sarebbe per me già un successo.

È quello che voglio anche io.credo che con Borden come Curatore sarà così.se Nizzi,al di là del suo caratteraccio stile  "Grognard" da Vecchia Guardia 🤠😜 e di qualche critica gratuita e fasulla al Tex di altri, continuerà così, sarà il suo più bel saluto ai suoi lettori e a Tex: tutti lo ricorderemo con l affetto che si deve ad un autore anziano ma sul pezzo che ha saputo rimettersi in discussione...perche in fondo ste storie piacciono a tutti,fanzinari o semplici appassionati...c è Tex,c è il west,c è un'atmosfera di antichi sapori...non è una minestra riscaldata,ma è un intreccio Texiano che funziona.bene così

Edited by Barbanera
Link to post
Share on other sites

personalmente,devo dire che non ho apprezzato la prova di Nizzi,per me noiosa,stanca e dai dialoghi forzati.Mi erano piaciute molto di più le sue sulla regolare,invece.Ma forse sono influenzato da Torti,credo siano i peggiori disegni mai visti su Tex.Una delle peggiori di Nizzi per me.

Un 4 secco.

 

Neve rossa invece mi è piaciuta.I disegni partono bene,poi diventano un po scialbi,ma carini. Ruju scrive a mio giudizio una buona storia,che i cattivi siano scemi può anche essere interessante,in una storia corta.

  • Confused (0) 4
  • +1 1
Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">1 ora fa</span>, Barbanera dice:

Finalmente ho letto il Maxi e....

 

il segreto della missione spagnola

 

ci siamo, finalmente

Storia che tenevo a leggere...mi stuzzicava molto la trama classica e vedere Nizzi dopo un anno alle prese con una storia lunga.

Devo dire subito che la storia mi è molto piaciuta.un classico pezzo western,come sapeva fare bene il narratore di Fiumalbo.

C è tutto il meglio dell' Ovest: soldati, indiani, rapinatori, locandiere, intreccio rosa (il rapinatore che si innamora della ragazza dal cuore d oro,che Nizzi fa rimanere bene sullo sfondo).

La bravura di Nizzi è di rendere fluida e leggibile dalla prima e ultima pagina una trama classicamente western, lineare ma ben scritta,con pochi acuti forse (ma in una trama del genere non c è bisogno) ma con tanta"roba" senza perdere mai per un momento la bussola e il filo della trama. È quanto voglio ora leggendo una storia di Nizzi...il vecchio volpone attinge a piene mani topoi da storie vecchie e del western (tesori nella cripta,banditello redento,padre alla ricerca del figlio,Apache scappati da riserve, inseguimento della diligenza con omaggio a "Ombre Rosse" etc...)e riesce a imbastire una bella storia,che sicuramente riuscirò a rileggere volentieri. Addirittura inserisce un poker...e tutto torna perfettamente

 

Tutto oro quello che luccica?

No ovviamente...

Disturba un po' il Carson crapulone che pensa sempre a bersi una birra appena arriva e vede in un villaggio l insegna saloon.ho trovato un po' ingenuo che Roy non abbia mai capito che Linda fosse scappata con Brad da Bruce dal.momenti che era un vecchio amico della donna... può starci.

Cosa è un po' forzato è che Sheldon non lo abbia mai scoperto,dal momento che è il boss della zona,e che lo venga a scoprire da Hugh l origlione...va be'...

Per il resto la storia vale il prezzo dell'albo...Nizzi fa un buon lavoro,nel complesso, dimostrando a tutti che il mestiere e Tex lo conosce benissimo.Chapeu,mon vieux.

Torti non ancora al top ma bravo,tratto solidamente western

 

 

 

 

Neve rossa

 

Storiella riempitiva, assolutamente dimenticabile. Innesto del puma abbastanza anonimo,i Banditi babbei e scalcinati...non mi ha detto nulla. Inizio con Un duello stile "giostra medievale" (pag 217) tra Tex e un bandito 😜 :lol:...va be'.Ruju può e deve fare meglio comunque.

 

 

 

 

 

È quello che voglio anche io.credo che con Borden come Curatore sarà così.se Nizzi,al di là del suo caratteraccio stile  "Grognard" da Vecchia Guardia 🤠😜 e di qualche critica gratuita e fasulla al Tex di altri, continuerà così, sarà il suo più bel saluto ai suoi lettori e a Tex: tutti lo ricorderemo con l affetto che si deve ad un autore anziano ma sul pezzo che ha saputo rimettersi in discussione...perche in fondo ste storie piacciono a tutti,fanzinari o semplici appassionati...c è Tex,c è il west,c è un'atmosfera di antichi sapori...non è una minestra riscaldata,ma è un intreccio Texiano che funziona.bene così

Tiene bene le tante cose messe sul fuoco. Poi di questi tempi le frasi sulla birra nei locali infastidiscono anche me...Perché non posso farlo!! 

Link to post
Share on other sites

Sarò telegrafico.Storie che si fanno leggere...lontane dalle medie qualitative di Boselli ma assolutamente dignitose. Capitolo disegni: Torti meglio che su Martin Mystère, De Luca bella sorpresa. Unico appunto a Nizzi: inverosimile che Tex catturi Cohazay senza nemmeno spiegare il come, spiegazione peraltro “promessa” a Carson durante la fuga....

Link to post
Share on other sites

Il Segreto della Missione Spagnola

Questa storia non mi ha convinto in pieno, vi sono presenti degli elementi che mi sono piaciuti e altri che invece ho mal digerito.

Per quanto riguarda la sceneggiatura, ho apprezzato anche io il ritorno dell'ambientazione della missione (con cripta e tanti bigliettoni nascosti), ho inoltre trovato interessante il personaggio del padre testardo intenzionato a ritrovare il proprio figlio perduto sulla cattiva strada. D'altro canto ho trovato molto sbrigativa la risoluzione del problema indiani", con il capo che bello spensierato casca proprio nelle braccia di Tex. La cosa che però mi ha pesato di più è stato il finale, a parer mio diluito in troppe pagine (mi ha ricordato una delle ultime storie di Nizzi prima che si fermasse, quella sul rapimento del generale Davis, con pagine e pagine di spiegazionismo). Avrei preferito che quelle vignette fossero state impiegate prima con la banda indiana.

Torti quando ricorda Ticci è piuttosto godibile, ma i suoi volti non mi convincono neanche un po', non lo metterei nella regolare.

 

Neve rossa

Un Tex solitario di Ruju in una storia a parer mio un po' dark, dove tutti i malviventi più che scemi sono dei vili egoisti, cosa che Tex sfrutta bene per cavarsi dagli impicci. La ho trovata scorrevole, giudizio positivo sia sulla sceneggiatura che sui disegni di De Luca. 

 

Link to post
Share on other sites
  • Collaboratori

Non ho molto da dire su questa storia, l'ho letta la settimana scorsa e già quasi dimenticata. Parlo di quella di Nizzi il cui maggior pregio è forse l'assenza di grossolani difetti, per il resto una classica storia western ma senza guizzi particolari, sceneggiatura di Nizzi meno tonica rispetto a quella per Mastantuono della serie regolare. Ruju sugli speciali ormai non lo leggo nemmeno più. Oggi stavo dando una ripassatina a un classico, "Trapper", quando mi sono detto: "Toh, mi resta ancora quella di Ruju & De Luca inedita da leggere...", ma niente, ho continuato a leggermi GLB e Nicolò. Mi era già capitato comunque anche con il maxi di Ruju e Cossu, comprato e mai letto qualche anno fa. 

Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">1 ora fa</span>, ymalpas dice:

Non ho molto da dire su questa storia, l'ho letta la settimana scorsa e già quasi dimenticata. Parlo di quella di Nizzi il cui maggior pregio è forse l'assenza di grossolani difetti, per il resto una classica storia western ma senza guizzi particolari, sceneggiatura di Nizzi meno tonica rispetto a quella per Mastantuono della serie regolare. Ruju sugli speciali ormai non lo leggo nemmeno più. Oggi stavo dando una ripassatina a un classico, "Trapper", quando mi sono detto: "Toh, mi resta ancora quella di Ruju & De Luca inedita da leggere...", ma niente, ho continuato a leggermi GLB e Nicolò. Mi era già capitato comunque anche con il maxi di Ruju e Cossu, comprato e mai letto qualche anno fa. 

 

Io credo che anche questa sceneggiatura sia molto "tonica", ma non ha quei difetti che si possono imputare alla Rupe del Diavolo (che pure era una storia scoppiettante).

 

Sui Maxi di Ruju: capisco che non ti piaccia il disegnatore, ma sia la storia di Tiger dello scorso anno che Il Ponte della Battaglia di qualche anno fa, secondo me una lettura la meritano ;)

Link to post
Share on other sites
Adesso, Leo dice:

 

Io credo che anche questa sceneggiatura sia molto "tonica", ma non ha quei difetti che si possono imputare alla Rupe del Diavolo (che pure era una storia scoppiettante).

 

Sui Maxi di Ruju: capisco che non ti piaccia il disegnatore, ma sia la storia di Tiger dello scorso anno che Il Ponte della Battaglia di qualche anno fa, secondo me una lettura la meritano ;)

Si, quella di Tiger e il ponte della battaglia sono due belle storie, il ponte della battaglia in particolare, tra le migliori di Ruju.

Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">4 minuti fa</span>, valerio dice:

Si, quella di Tiger e il ponte della battaglia sono due belle storie, il ponte della battaglia in particolare, tra le migliori di Ruju.

 

Tra le migliori, concordo. 

Link to post
Share on other sites
<span style="color:red">4 minuti fa</span>, Sam Stone dice:

Anche quella di Tiger è tra le migliori di Ruju (secondo me) :)

 

 

È vero. Non ricordo più in quale topic scrissi che ero molto contento che due delle storie più belle di Ruju siano state disegnate da Cossu: lo stile del disegnatore obiettivamente non è molto texiano, e penso che nessuno di noi si sognerebbe mai di annoverarlo tra i propri autori preferiti, eppure nonostante il tratto non troppo accattivante, nella bontà delle storie dei due maxi sopra citati non c'è solo Ruju ma c'è anche lo zampino dell'autore dei disegni. Il fatto è che entrambe le storie sono zeppe di personaggi ben caratterizzati, la cui resa grafica molto riuscita fa necessariammete attribuire ai disegni buona parte dei meriti circa la bellezza della storia. 

Link to post
Share on other sites

Non si tratta, a mio giudizio, di storie destinate a rimanere fissate nella memoria degli appassionati di Tex.

 

Quando si parlerà delle migliori storie scritte da Nizzi nessuno, penso, ricorderà Il segreto della missione spagnola.

La storia, però, è solida, con una trama ben strutturata, con molti personaggi ben caratterizzati, con un Tex centrato e un Carson non macchiettistico. I disegni, a mio parere, sono adatti alla vicenda messa in scena da Nizzi, per quanto il tratto di Torti non soddisfi a pieno i miei gusti grafici.

 

Più debole, a mio giudizio, Neve rossa.

Forse ero io ad essere troppo stanco, quando l'ho letta. Ma ho avuto qualche difficoltà a districarmi tra i vari piani temporali. L'impressione è che potesse essere meglio articolata.

Anche gli avversari di Tex mi sono sembrati fin troppo scalcinati.

I disegni, poi, non mi sono piaciuti, e ritengo che il tratto di De Luca non sia adatto a Tex.

 

In conclusione, un maxi decoroso, ma non brillante.

Link to post
Share on other sites
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.