Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[217/219] Guerra Sui Pascoli

Voto alla storia  

19 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

L0E0g3NfzgfYItmQymrWZKeU5nainINVveqN7Xdm  bfMYGb4qYmZOdr8HQy51Pm--.jpg



Soggetto e sceneggiatura: Giovanni Luigi Bonelli
Disegni: Fernando Fusco
Periodicità mensile: Novembre 1978 - Gennaio 1979
Inizia nel numero 217 a pagina 46 e finisce nel numero 219 a pagina 58



Presso Nogales, l'ex cacciatore di scalpi Paul Balder - detto El Carnicero - ingrandisce il suo ranch facendo cacciare da una banda di incappucciati gli onesti allevatori confinanti. Tex e Carson si spacciano per i nuovi proprietari di una delle fattorie. El Carnicero è inferocito: nonostante il denaro generosamente versato nelle mani del bandido Macho e dei suoi desperados per terrorizzare i padroni delle haciendas confinanti, non riesce a scacciare Tex e Carson, i quali si sono frattanto riuniti a Kit e a Tiger Jack! Dopo l'incendio appiccato dai pards alla bunkhouse della sua fattoria, Balder finanzia l'intervento dei Lupi Rossi, un branco di feroci Yaqui ma, prima che possa schierarli, i rangers gli devastano il ranch facendolo radere al suolo da una mandria imbizzarrita! Gli Apaches di Cochise salvano i pards dai feroci Lupi Rossi e attaccano con le frecce incendiarie quel che resta del ranch del sanguinario Paul Balder, vendicando così gli indiani uccisi dal manigoldo quando era un cacciatore di scalpi: al Carnicero, intrappolato dal fuoco, non resta che spararsi un colpo alla tempia.


 © Sergio Bonelli Editore

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Una storia divertente, complice anche uno degli antagonisti più riusciti, Paul Balder, detto "el Carnicero" che muore alla fine della storia di G. L. Bonelli.

Anni dopo, siamo intorno al 1982, un nuovo autore si affaccia su Tex. Si chiama Claudio Nizzi, ha già scritto ( con successo ) qualche storia di Mister No ed è pronto al lancio definitivo nella testata principale della casa editrice sita in via Buonarroti.

Il buon Nizzi per la sua primissima storia pensa al ripescaggio proprio del cattivo Balder... il proiettile lo ha colpito solo di striscio, come si intuisce dalla vignetta maldestramente disegnata da Fernando Fusco nelle pagine di Requiem per una canaglia, il salvataggio è possibile dunque, ed eccolo protagonista di un'altra memorabile storia, che sarà la sua seconda pubblicata e di cui parliamo più diffusamente in un altro topic.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Wasted Years

Molto bella la storia, anzi, mi accorgo che sono molto affezionato a diverse storie del periodo, forse perchè me le andavo a comprare mese per mese in edcola da bambino, mi sono sempre chiesto se Fusco non avesse disegnato la vignetta in maniera volutamente ambigua, in modo da lasciare una porticina aperta al nostro simpatico Balder. ME la rileggo spesso, mi piace tanto, la cosa che mi colpisce di più è la calma dei pards dentro la caverna assediata. Forza Tazhay!9

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Bella, bella, bella!! Una storia davvero esplosiva, dove Tex e i suoi pards non risparmiano sulla dinamite!!! ;):D :D Io ho letto solo il numero 218, ma mi è piaciuto tantissimo!! Una tra le storie che ho ancora il piacere di rileggere... Ottimi anche i disegni di Fusco, davvero in ottima forma!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

sto leggendo questa storia adesso, approfittando della nuova ristampa(mi manca solo REQUIEM PER UNA CANAGLIA, per finirla)sapete qual è la cosa che mi dispiace di più??che il carnicero non abbia ancora preso in considerazione(come meriterebbe, secondo me)la bellissima cartomante che, già, gli ha previsto cosa ne sarà di luima mi dispiace non tanto perchè vorrei che paul balder le desse retta, quando lei dice di mollare tutto, ma perchè mi piacerebbe vederla più coinvolta nella storia, insomma non solo un'apparizione che serve a dire che AVEVA VISTO GIUSTO,NELLE CARTE... PS:ho dato 8

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

In effetti, la funzione di Nita nella storia è sostanzialmente quella indicata da Pippo; la cosa comunque serve a mettere in rilievo la caratteristica che, almeno IMHO, rende unica la figura di Paul Balder nella saga texiana, differenziandola da quella di tanti altri "padroni della vallata": una presunzione paranoica che lo porta non solo a non tenere nel debito conto la pericolosit? di Tex ( tanti altri lo hanno fatto prima di lui e lo faranno anche dopo ) ma a perdere progressivamente il contatto con la realtà chiudendosi in un impotente isterismo ai confini con la follia ( almeno in questa storia; nel suo ritorno ai nn. 279 - 281 vedremo che Balder, pur non modificando molto il suo carattere, avrà almeno in parte messo a profitto l'esperienza precedente ) .

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Anche a me è piaciuta tantissimo questa storia, con un CATTIVO che sa fare davvero la sua parte, fino in fondo.
E poi disegni eccezionali del giovane Fusco.

il mio voto ?:

Testo 8,
disegni 8.


Due particolari:
1)
Ma quanto si fuma in questa storia!!!!
Nell'albo "la mano del destino"
Provate a contare quante persone si accendono una sigaretta (o fumano sparsi nelle vignette ) da pag 56 a pagina 94.
Dalla sigaretta al sigaro alla pipa, c'è di tutto in questa pagine... Sono lo stampede e la successiva sparatoria mettono tregua al consumo di tabacco.
Altri tempi...

2) Ho comprato "la mano del Destino" Nuova ristampa: la copertina è un'altra rispetto all'originale:
? troppo, troppo diversa... E non è neppure più bella...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ho comprato "la mano del Destino" Nuova ristampa: la copertina è un'altra rispetto all'originale: ? troppo, troppo diversa... E non è neppure più bella...

sè, infatti, la copertina è stata notevolmente e chiaramente ritoccata:si è fatto zoom sulla figura di tex, e il suo braccio, adesso, sembra troppo grande, decisamente sproporzionatoanche i pantaloni sono stati allungati, ma in modo orrendo :capoInguerra:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Grande storia con la prima partecipazione del Carnicero, di Strasberg e poi è un classico, con una figura di cattivo così puro che quasi mette in ombra Tex. Alla fine sembra che sia morto ma poi si scoprir? che si è riuscito a salvare dalle fiamme del suo ranch, ed io lo speravo così tanto, perchè non si può scordare un personaggio così interessante. Voto 10

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Malgrado i quattro pards siano in ottima forma come uomini d'azione, in questa storia si può rilevare un aspetto che ricomparir? in altre sceneggiature tarde di GLB ( e anche in Nizzi, a cui sarà spesso rimproverato ): una maggiore propensione di di Tex agli scupoli legali e morali ( vuole evitare che gli Apache di Tahzay vengano avvistati dai militari perchè altrimenti, come dice lui, lui e i pards finirebbero dietro le sbarre; analogamente, quando gli indiani circondano il ranch di Balder, dice di non aver voglia di vederli catturare El Carnicero perchè gli infliggerebbero le più orribili torture [ cosa peraltro conforme alla prassi degli Apache ] ; non credo però che il lettore riesca a dimenticare il fatto che gli Apache stanno dando la caccia a Balder su suo invito) .

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Immagine postata



El Carnicero, il macellaio, è un uomo che ha lasciato una lunga scia di sangue alle sue spalle. Gli indiani che ha ucciso per vendere gli scalpi al governatore di Chihuahua sono stati un mucchio. E' tanto crudele da non esitare a scalpare anche i poveri peones, la cui capigliatura può passare per quella di un apache. I timori di Tex mi sembrano quindi giustificati, se pensiamo al trattamento speciale a cui l'aguzzino andrebbe indubbiamente incontro una volta caduto nelle mani degli apaches.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Detto per inciso,

il fatto che il laidissimo Paul Balder spari a sangue freddo alla bella Nita mentre lei sta correndo verso gli Apache per arrendersi
potrebbe essere l'unico atto di umanit? involontaria mostrato dal "Carnicero": come già ricordato, gli Apache torturavano orribilmente anche le donne (nel volume di Haley "Gli Apache" c'è il racconto dei tormenti raccapriccianti inflitti a una prigioniera messicana). Senz'altro nell'intenzione di Bonelli
l'uccisione di Nita
era solo un espediente per de-umanizzare ulteriormente il suo cattivo, anche se non credo che ignorasse che molti "uomini della frontiera" avrebbero preferito vedere morte le loro donne piuttosto che farle cadere prigioniere degli Apache (non so se qualcuno di voi ha visto il film "Nessuna pietà per Ulzana", che tra l'altro è del 1972 e che dunque non doveva essere sconosciuto a Bonelli: in un punto, uno scout che scorta una donna e un ragazzo, vedendosi circondato dagli Apache, per prima cosa spara alla donna e poi si uccide e il commento successivo di un altro scout (senza ironia) è "Proprio un brav'uomo").

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

[il Carnicero] una figura di cattivo così puro che quasi mette in ombra Tex

:blink: :s :blink: :s :blink: :s La storia è un capolavoro. Già di per sè io amo le storie della serie "guerra sui pascoli". Questa poi è particolarmente ben riuscita per vari motivi: attraversa con naturalezza diversi diversi ambienti (si va dagli eleganti salotti del ranch di Balder, all'umile ranch degli Stanton, ai pascoli, al deserto del confine, a un lurido villaggio messicano); mescola un tema storico quale la lotta fra i piccoli allevatori e contadini e i grandi rancheros, con un altro tema storico quale le razzie degli scalpi ai danni degli indiani e la crudeltà degli stessi indiani; il personaggio di Paul Balder il Carnicero è uno dei cattivi meglio riusciti nella storia di Tex (anche se definirlo "puro" mi sembra quanto meno fuori luogo, visti i crimini da lui commessi.. mah). Infine, anche i titoli e le copertine degli albi in cui è contenuta questa storia servono a rafforzare il pathos e a generare forti aspettative nel lettore, aspettative che vengono senza dubbio soddisfatte, e con gli interessi anche. Voto: 10 e lodeFra l'altro, segnalo che questa storia è uno dei rari casi in cui anche il seguito, IL RITORNO DEL CARNICERO, si rivela all'altezza del primo episodio.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Colonnello_Jim_Brandon

Ebbene si, secondo i canoni "standard" e il comune dire il centinaio d'oro texiano si è già chiuso da ben 17 numeri eppure, ecco tra le nostre mani una delle migliori storie GLBonelliane con un cattivo d'eccezione, una trama intrigante e i due satanassi in forma più che smagliante!! Guerra sui pascoli, sebbene non brilli per l'originalità della sceneggiatura, è uno di quei tanti capolavori che l'accoppiata GLB-Fusco ci ha regalato nei 61 anni editoriali della vita del nostro beneamato ranger in camicia gialla. Oddio, a mio parere, gran parte della belt? di questa storia è da imputare principalmente al carisma dei vari personaggi tra cui spicca Paul "el carnicero" Balder, ex cacciatore di scalpi tanto spietato quanto ostinato, che, deposti coltello e fucile, ha deciso di arricchirsi grassando e osteggiando gli abitanti della pacifica vallata attorno a Nogales. Una nota di merito anche ad un figura molto interessante cui, a mio parere, GLB ha dedicato troppa poca attenzione, ossia la messicana Nita, cartomante e, a dire di Balder, "Bruja" da due soldi, in grado di vedere con anticipo la grande minaccia che i ranger rappresentano per lei e il suo uomo. Manolo e Macho sono altri due personaggi interessanti. Braccio destro di Balder il primo, sicario prezzolato alla testa di un gruppo di spietati yaquis il secondo, se non si fanno notare per la loro perspicacia, di sicuro ci regalano un emozionantissimo assedio durante il quale Tex, Carson e Kit si difendono a suon di candelotti di dinamite!!!Come detto in precedenza, Tex e Carson sono, in questa storia, al massimo della forma, reattivi e letali come nella migliore tradizione Bonelliana!! Al giovane Kit invece viene elargia una piccola ma "dinamitica" parte mentre il povero Tiger riesce a prendere parte alle danze solo nel finale dela storia accanto al figlio di Cochise Thazay... Nel complesso una gran bella storia resa memorabile anch, e soprattutto, dalle personalit? dei personaggi che la popolano oltre che dai bellissimi disegni di un Fusco ormai in marcia verso il suo "apice" creativo... Direi che un bel 9 tondo tondo non glielo toglie nessuno!!!!!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ricordo la prima volta che lessi questa storia, presa in edicola quando usc? per la prima volta nella ristampa TuttoTex (1996, mi pare). Quando lessi il nome di El Carnicero (la vecchia identit? di Paul Balder), mi venne in mente che Tex aveva combattutto in passato contro un altro nemico con questo soprannome (vedi Questa Storia ). Inizialmente pensai che si trattasse dello stesso avversario, e che GLB l'avesse fatto ritornare... poi quando Tex si rivolge a Tiger e gli chiede se si ricordava del vecchio Carnicero, cominciai a capire che non poteva essere lo stesso personaggio (dato che nella storia segnalata c'era il solo Carson ad accompagnarlo)!Paul Balder è uno degli ultimi "grandi" nemici creati da GLB, anche se in questa storia ha più l'aria del solito pancione prepotente, ma dotato di un passato terribile (rivendeva gli scalpi di Apaches, ma anche di donne e bambini). Su questa storia hanno già detto molto i pards che mi hanno preceduto, io mi limito a segnalare la forma perfetta dei quattro pards, con dialoghi memorabili e azioni corali come ai bei vecchi tempi. Bellissima l'idea di utilizzare il figlio di Cochise, spietato contro gli uomini di Balder, per una vecchia vendetta. Va in fumo il piano di Tex per salvare i cowboys di Balder, che apparentemente non avevano niente a che fare con il suo oscuro passato, infatti questi vengono uccisi uno dopo l'altro dalla furia degli scatenati apaches di Tahzay!!Il finale non lasciava presagire un ritorno del Carnicero, dato che assistiamo al suo suicidio nel ranch in fiamme, ma Nizzi riuscir? a ripescarlo, oltre al complice Strasberg, senza sminuirne la figura di uno degli ultimi grandi avversari creati da GLB!!Voto 9. :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ottima storia, ben congegnata con dei buoni spunti. La storia scorre bene senza punti morti supportata dalla presenza dei 4 pard di un vasto assortimento di coprotagonisti sia dalla parte dei buoni che dei cattivi. I disegni accompagnano bene anche se c'è qualche stonatura da parte di Fusco nel regredire, dopo le ottime prove, in qualche punto nel disegno dei personaggi un p? troppo poco dettagliati come nella sua prima prova; per fortuna ciò succede solo in alcune tavole e non per tutti i personaggi. Insomma un bel nove meritato.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Una storia divertente, complice anche uno degli antagonisti più riusciti, Paul Balder, detto "el Carnicero" che muore alla fine della storia di G. L. Bonelli.

Anni dopo, siamo intorno al 1982, un nuovo autore si affaccia su Tex. Si chiama Claudio Nizzi, ha già scritto ( con successo ) qualche storia di Mister No ed è pronto al lancio definitivo nella testata principale della casa editrice sita in via Buonarroti.

Il buon Nizzi per la sua primissima storia pensa al ripescaggio proprio del cattivo Balder... il proiettile lo ha colpito solo di striscio, come si intuisce dalla vignetta maldestramente disegnata da Fernando Fusco nelle pagine di Requiem per una canaglia, il salvataggio è possibile dunque, ed eccolo protagonista di un'altra memorabile storia, che sarà la sua seconda pubblicata e di cui parliamo più diffusamente in un altro topic.

Dopo aver letto il tuo intervento sono curioso di leggere la storia di Nizzi che riesuma Balder.

In effetti la vignetta di Fusco potrebbe dare adito a qualche piccolo dubbio, ma proprio piccolo, sull'esito del tentativo di suicidio da parte di Balder, però se Tahzay e i suoi compagni vanno via quasi subito, Tex e gli altri pard si fermano per mezz'ora, come scritto sulla vignetta, per dare sepoltura a Nita, e quindi a rigor di logica si sarebbero dovuti accorgere di un eventuale sopravvivenza di Balder al colpo di pistola e all'incendio... ma stiamo parlando di un fumetto e se questo piccola concessione a dato vita ad una bella storia ben venga.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non proprio visto che

, come racconter? in un lungo flashback al compare Strasberg nel n. 279, Balder, ferito solo di striscio e mezzo stordito dal colpo e dal fumo, si trascina nella cantina del ranch, protetta da una robusta botola di legno. Di conseguenza Tex e i pards potevano anche trattenersi l' un giorno intero senza sospettare nulla
.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non proprio visto che

, come racconter? in un lungo flashback al compare Strasberg nel n. 279, Balder, ferito solo di striscio e mezzo stordito dal colpo e dal fumo, si trascina nella cantina del ranch, protetta da una robusta botola di legno. Di conseguenza Tex e i pards potevano anche trattenersi l' un giorno intero senza sospettare nulla
.
Ah...!!! perfetto come stratagemma, però a questo punto mi verrebbe da dire
con un nascondiglio così buono che bisogno aveva Balder di spararsi un colpo in testa? Sarebbe stato più logico rifugiarsi direttamente li. A questo mio interrogativo si potrebbe ribattere che Balder in un primo momento accarezza l'idea del suicidio salvo poi ricredersi dopo il colpo di striscio... un p? debole ma plausibile.
Comunque Pedro è certo che legger? con gusto questa storia in cui Balder rientra in gioco sperando che sia all'altezza di "Guerra sui Pacoli".

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Vi dir?, a me questa storia non è piaciuta piu di tanto. Alla fine è la solita trama con il prepotente di turno, tex e carson che gli rovinano i piani, il prepotente ingaggia qualcuno di eliminarli ma fallisce come al solito. L'unica cosa è che questa volta il "prepotente" e niente meno che El carnicero, grande nemico di Tex, ma che in questa storia non si rivela all'altezza.voto 5Personalmente preferisco "il ritorno del Carnicero" molto meglio!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Alla fine è la solita trama con il prepotente di turno, tex e carson che gli rovinano i piani, il prepotente ingaggia qualcuno di eliminarli ma fallisce come al solito. L'unica cosa è che questa volta il "prepotente" e niente meno che El carnicero, grande nemico di Tex, ma che in questa storia non si rivela all'altezza.

A parte il fatto che mi chiedo quante storie di Tex siano di tuo gradimento -dato che lo schema (tipico di Tex) che hai accennato non sembra piacerti :D -, qui mi sembra che la faccenda sia più complessa: c'è la squadra dei pards al completo, usata in maniera piuttosto "creativa"; poi entrano in scena gli Apaches; e infine i Nostri vengono messi in difficolt? vera nell'assedio nella grotta... Se in questa storia il Carnicero sembra meno pericoloso che nel (bellissimo!) seguito di Nizzi, è anche perchè qui lui non ha il movente della vendetta, e anzi è lui a subire l'iniziativa dei Nostri- in questo senso si potrebbe dire che il seguito nizziano consista, fondamentalmente, in un ribaltamento di ruoli...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Una bella storia, che si caratterizza per la ben riuscita figura del Carnicero,

cattivo sè classico ma con un passato talmente agghiacciante che lo rende più che mai odioso e che quasi (ma solo quasi) giustifica il fatto che Tex chiami gli Apaches ben sapendo delle torture che dovr? subire Balder. Bella, a suo modo poetica, la figura della neo Cassandra Nita, il cui gesto finale (abbandona il proprio uomo al suo destino), che la riscatta dal tanto subire durante la storia, decide tragicamente il suo destino.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Attualmente di questa storia possiedo solo l'albo "Requiem per una canaglia" in quanto gli altri me li avevano dati in prestito e li ho già restituiti da un po'. Per questo la mia breve opinione si limita sulla parte finale e tiene anche conto della storia successiva di Nizzi. El Carnicero è uno dei migliori cattivi creati e disegnati nella saga di Tex: spietato nel passato e altrettanto famigerato nel presente; nonostante il suo aspetto un po' grasso è comunque un nemico a cui bisogna prestare molta attenzione nonostante in certi tratti sia decisamente poco furbo nel suo continuo ostinarsi. Ho in effetti un debole per questi cattivi che non si arrendono mai e diventano più pericolosi nella loro fine. Una nota per la sua cartomante Nita

Verso la fine tenta di fuggire consegnandosi agli Apaches e Leo ha indicato questo come un gesto di riscatto. A mio parere rimane semplicemente un gesto per salvarsi la pelle (dubito che sia così asservita da morire per Balder); inutile visto che Balder la "punisce" subito uccidendola con un cinismo che ha dell'incredibile (del resto è anche uno dei punti forti del personaggio).
A mio parere Nizzi nell'avventura successiva riesce a fare di meglio sia perchè qui Bonelli mi fa sembrare un po' troppo arroganti i pards quasi da diventare antipatici, sia perchè Nizzi evidenzia meglio la pericolosit? di Paul Balder. Inoltre i disegni di Fusco sono migliori nella storia di Nizzi e qui vorrei sollevare un dubbio. Gli albi di El Carnicero scritti da Nizzi li ho trovati nella versione originale mentre quelli di Bonelli li ho letti con la nuova ristampa: ho la sensazione che queste ristampe danneggino i disegni non solo di Fusco ma anche di altri come Galep e Ticci. Magari se confrontate gli originali con le ristampe potete darmi il vostro parere? Grazie

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Beh, io non saprei dire quale delle due storie è migliore, per il semplice fatto che sono entrambe ottime e, soprattutto, tra loro molto diverse. In questa, per esempio, El Carnicero non mi sembra che abbia il ruolo "attivo" che ha nel seguito: l' è lui il motore degli eventi, la causa scatenante degli eventi: è lui a organizzare il piano, a condurlo da dietro le quinte: è lui a coinvolgere i pards. Qui invece son i pards che lo vanno a cercare, che vogliono vendicarsi e fargliela pagare: El Carnicero, in fin dei conti, è un signore in pensione che lascia condurre il gioco sporco (contro gli altri allevatori) ai suoi sgherri. Comunque Bonelli lo caratterizza come un vero cattivone con due dita di pelo sul cuore: la scena, per esempio, in cui spara alla ragazza in fuga. A livello di colpi di scena, di emozioni, questa non mi sembra meno emozionante del seguito- grandi i due pards che seminano dinamite nella prateria, e molto bello l'assedio nella grotta!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Avventura da 8, riletta recentemente, alla quale ho agganciato il sequel "Il ritorno del Carnicero": Tex,Carson e Kit duri come non mai, forse anche troppo, rischiano tantissimo nel chiamare Tahzay ed i suoi lupacchiotti, che si vedrà, non faranno prigionieri. Qui, secondo me,GLB esager? non poco. Errore grossolano : a pagina 67 di "Guerra sui pascoli",Carson avverte Tex il rischio che ritorni in carcere a Yuma..... in realtà il carcere in questione (albi 141,142,143,144,145) era Vicksburg.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.