Vai al contenuto
TWF MAGAZINE N°18 è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[282/283] Un Mondo Perduto

Voto alla storia  

23 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

In questa storia (che come tema mi piace moltissimo pur non essendo per nulla un western)

è sempre stata "rovinata" dalla mia personale ricerca di quali erano i disegni di un artista e quali

dell'altro. Solo Monti poteva avere la tecnica e l'audacia per provare un esperimento simile.

Brindisi, quando ha preso il suo posto per completare la suastoria incompiuta non ha nemmeno

provato a rifarsi allo stile, e così successe per Giolitti (completata dall'allievo Ticci).

Forse il solo Letteri ha avuto la sua ultima storia completata in modo abbastanza simile.

Modificato da Dix Leroy

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Carlo Monni dice:

Ti risulta male 

In fase di sceneggiatura GLB avrà sicuramente cambiato qualcosa come faceva semprr ma il soggetto di partenza è del solo Giorgio.

 

Riporto come fonte solo Wikipedia perché non ricordo le altre fonti che riportano comunque quello che si dice qui.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Albi_di_Tex

Se è un errore, qualcuno dovrebbe comunque correggerlo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, Letizia dice:

 

Riporto come fonte solo Wikipedia perché non ricordo le altre fonti che riportano comunque quello che si dice qui.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Albi_di_Tex

Se è un errore, qualcuno dovrebbe comunque correggerlo.

 

Se è per quello, la stessa fonte attribuisce a GLB anche il soggetto di "Linciaggio" (n. 209/210), che invece è di Giorgio ed al solo Mauro Boselli  quello di "La minaccia invisibile" (n. 309/310) a cui Giorgio ha collaboratori scrivendone l'inizio (la sequenza sulla nave ispirata dal romanzo "Dracula")e sempre a GLB il soggetto di "Ore disperate" (n. 242&243) che, invece è di Boselli.

E la mia fonte è decisamente attendibile: Boselli stesso.:lol:

 

1 ora fa, Barbanera dice:

Bravo Giorgio...

A differenza di "Linciaggio" questo soggetto è ottimo...:ok:

 

Tu pensa che per me è esattamente il contrario.:lol:

Modificato da Carlo Monni

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

È il mio primo intervento e spero di non aver fatto qualche pasticcio.

Volevo solo precisare che la voce di Wikipedia è corretta, stando ai criteri che impongono una fonte a sostegno delle informazioni inserite.

Sul sito ufficiale della SBE è riportato come soggettista il solo Giovanni Luigi Bonelli e non Il figlio Giorgio e quindi non si può, allo stato attuale corregge nulla.

Il fatto che sia conosca una verità non è sufficiente, perché Wikipedia é una fonte terza. 

Per molti che non collaborano alla scrittura della nota enciclopedia può sembrare strano, ma assicuro che ha una logica piuttosto sensata.

Se invece ci sono libri, interviste, o altro che siano autorevoli, almeno come il sito SBE, allora si può intervenire riportando la fonte.

 

Spero di essere stato chiaro, in caso contrario chiedete pure.

Ora vi lascio ai vostri commenti sulla storia

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il soggetto è di Giorgio. C'era anche una versione mia che è andata perduta. Molto complicata, forse troppo. Del resto  anche il soggetto di Giorgio fu sforbiciato e semplificato (troppo?) dal padre.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Preciso.

Ho solo cercato di spiegare il presunto errore.

Naturalmente se il sito ufficiale rettifica, lo dico perché la scheda riporta quanto scritto su Wikipedia quindi a essere precisi l’errore è della SBE, si può modificare la voce.

Aggiungo che queste informazioni interessanti, anche per wiki, potrebbero p.e. essere raccolte in un libro che diventerebbe, quello sì, fonte per aggiornamenti anche dell’enciclopedia di cui parliamo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

il soggetto era bello.Ma forse era da aggiungere almeno un altro albo, per renderlo intrigante.La trama è troppo semplificata, e il "Signore dei Ghiacci" è appena abbozzato.In più, I Ghundar rimangono confinati nel loro "Mondo" causa distruzione ponte di ghiaccio,ma non vengono nè sconfitti nè avvicinati dai Nostri: le donne Klamath prigioniere non vengono liberate...insomma, sono stati lasciato dei "buchi" nella storia.E se Borden la riprendesse per un seguito??:D

Modificato da Barbanera

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">7 ore fa</span>, Barbanera dice:

il soggetto era bello.Ma forse era da aggiungere almeno un altro albo, per renderlo intrigante.La trama è troppo semplificata, e il "Signore dei Ghiacci" è appena abbozzato.In più, I Ghundar rimangono confinati nel loro "Mondo" causa distruzione ponte di ghiaccio,ma non vengono nè sconfitti nè avvicinati dai Nostri: le donne Klamath prigioniere non vengono liberate...insomma, sono stati lasciato dei "buchi" nella storia.E se Borden la riprendesse per un seguito??:D

 

 

Ricordamelo in gennaio, quando parleremo anche dei tuoi soggetti... ;)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Storia della quale non ti rimane molto, se non l'alone di mistero che si respira nella prima metà. Non mi é piaciuta la maniera fortunosa con cui i Nostri sono riusciti a fuggire dal Regno dei Ghundar. Un modo un pò troppo semplice di risolvere la faccenda...
Voto alla storia: 6

Voto ai disegni: 7,5

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.