Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
TexFanatico

I Cattivi Che Muoiono

Sei pro o contro le morti dei cattivi?  

60 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Secondo me , il ritorno di un antagonista può essere sia pro che contro . Se il cattivo è "costruito" in maniera eccellente , è carismatico e malvagio , io sarei a favore del ritorno di un nemico . Se invece avviene il contrario e il cattivo non è nient'altro che un teppistello da quattro soldi , allora sono contro . Un bandito qualunque non può vincere contro Tex e se accadesse sarebbe solo per fortuna . Perciò a mio parere dipende da più fattori .

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ho votato pro, perchè come diceva Carlo Monni alcuni di essi sono proprio definiti con la loro morte, in più penso che non si possa far tornare tutti i nemici, degni di questo nome, in maniera ciclica, ovvero i nemici storici quelli ben delineati penso che debbano essere solo Mefisto, Yama, La tigre nera, aggiungerne altri non penso gioverebbe al nostro, Avere qualche avversario storico è giusto , averne a bizzeffe secondo me no, vorrebbe dire che Tex sbaglia un po troppe volte ;)

Ed è proprio questo il punto. Stiamo pur sempre parlando di un serial avventuroso che di base è un western: gli avversari o muoiono nello scontro finale o sono catturati e mandati in prigione (in pochi, limitatissimi, casi riescono a fuggire ma non può accadere troppo spesso o l'eroe rischia di fare la figura del fesso). Solo in pochi casi accade che l'avversario abbia uno spessore tale che l'autore o i lettori abbiano per lui una sorta di simpatia che li spinge a volerne il ritorno. In questi casi osi scopre che l'avversario non era morto (ma deve trattarsi di casi in cui non c'è un cadavere identificabile) o esce dal carcere. Non ogni avversario, però, è degno di diventare una nemesi ricorrente e nella sagadi Tex gliesempi sono davvero pochi. Quasi ami, poi, si tratta di pistoleri perchè alla fine il confronto con Tex sarebbe inevitabile con le altrettanto inevitabili conseguenze che possiamo immaginare. Tra i cattivi inventati da G. L. Bonelli mi vengono in mente solo Mefisto, Yama, Proteus e Barbanera (se mai è stato possibile definirlo un cattivo). Tra gli avversari inventati da Nizzi c'era laTigre Nera. Boselli ha creato il Maestro e non escluderei Jack Thunder. Ma sono pur sempre solo una manciata rispetto al gran numero di avversari affrontati.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

@ Carlo : Nessuno ha mai parlato di "diktat" della casa editrice, ritengo, però, che la Bonelli possa approvare/disapprovare le sceneggiature. Su El Muerto sono d'accordo, su Lucero non proprio;come scrissi qualche tempo fa un suo ritorno non mi scandalizzerebbe:il frate, per carit? cristiana, avrebbe potuto inscenare la finta sepoltura del predone Apache. A pagina 3 de "Il giuramento" così si esprime Carson : < Brennan ed il suo socio Teller erano dei grossi trafficanti di Denver e manovrando un nutrito numero di furfanti causarono un'infinit? di guai in tutto il territorio fra Durango e la Mesa Verde... Tuo padre ed io, dopo aver rischiato parecchie volte di lasciarci la pelle, riuscimmo alla fine a distruggere l'intera banda e a mandare al fresco Brennan e Teller, ma, purtroppo, i guai non finirono l' ! Quei due loschi figuri dovevano sicuramente avere amici o complici anche tra i pezzi grossi, poich? tornarono presto in libertà e ripreseri i loro traffici > . Questo è evidente.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

@ Carlo :
Nessuno ha mai parlato di "diktat" della casa editrice, ritengo, però, che la Bonelli possa approvare/disapprovare le sceneggiature.

La Bonelli ha delegato l'approvazione e la disapprovazione (per usare i tuoi termini) delle sceneggiature aqd un uomo solo e quest'uomo si chiama Mauro Boselli, che peraltro è iscritto a questo forum, quindi è a lui che dovresti rivolgere letue rimostranze al riguardo


Su El Muerto sono d'accordo, su Lucero non proprio;come scrissi qualche tempo fa un suo ritorno non mi scandalizzerebbe:il frate, per carit? cristiana, avrebbe potuto inscenare la finta sepoltura del predone Apache.

E su questo ti abbiamo risposto a suo tempo sia io che Boselli decisamente in sintonia (e non eravamo i soli a pensarla così, mi pare).

Personalmente ribadisco che se Lucero fosse sopravvissuto, alloral'intero pathos del finale della sua storia andrebb ea farsi friggere. Tutta la storia, infatti, puntava a quel finale drammatico che sarebbe rovinato da un ritorno di Lucero. E poi, se tornasse, che farebbe? Si troverebbe un'altra identit? segreta ednorganizzarebbe un'altra banda di predone Apache? Gia fatto e molto bene. Io passo.
Comunque, vista la sua risposta al riguardo, direi proprio che finch? Boselli sarà curatore di Tex non ci sono pericoli che Lucero possa tornare.

A pagina 3 de "Il giuramento" così si esprime Carson : < Brennan ed il suo socio Teller erano dei grossi trafficanti di Denver e manovrando un nutrito numero di furfanti causarono un'infinit? di guai in tutto il territorio fra Durango e la Mesa Verde... Tuo padre ed io, dopo aver rischiato parecchie volte di lasciarci la pelle, riuscimmo alla fine a distruggere l'intera banda e a mandare al fresco Brennan e Teller, ma, purtroppo, i guai non finirono l' ! Quei due loschi figuri dovevano sicuramente avere amici o complici anche tra i pezzi grossi, poich? tornarono presto in libertà e ripreseri i loro traffici > . Questo è evidente.

Quello che Bonelli fa dire a Carson nel n.104 è certo significativo, ma resta un dato di fatto che per circa 3/4 della storia "Il patto di sangue" Brennan & Teller non solo non compaiono ma non sono nemmeno nominati. Il loro ruolo nella vicenda è assolutamente marginale e secondario. Solo quasi 20 anni dopo GLB li avrebbe riprescati ampliando il loro ruolo originario.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

E su questo ti abbiamo risposto a suo tempo sia io che Boselli decisamente in sintonia (e non eravamo i soli a pensarla così, mi pare). Personalmente ribadisco che se Lucero fosse sopravvissuto, alloral'intero pathos del finale della sua storia andrebb ea farsi friggere. Tutta la storia, infatti, puntava a quel finale drammatico che sarebbe rovinato da un ritorno di Lucero. E poi, se tornasse, che farebbe? Si troverebbe un'altra identit? segreta ednorganizzarebbe un'altra banda di predone Apache? Gia fatto e molto bene. Io passo.

Su questo concordo con Monni! Il senso della storia di Lucero stava proprio in questo saldare il suo debito con la giustizia e con la sua vittima, e non poteva pagarlo con un conio falso, se così si può dire. Aggiungerei che quand'anche, per ipotesi, non fosse realmente morto, ma si fosse ugualmente purificato attraverso il percorso della sofferenza (e non può essere diversamente, vera o simulata che fosse la sua fine) come tornerebbe? Di nuovo a commettere violenze e rapine, rinnegando la catarsi che ha vissuto sulla tomba del frate da lui ucciso? O come l'ennesimo pentito e magari probabile alleato di Tex? Un cattivo che torna, da una presunta morte o da un soggiorno a Yuma, deve rimanere dall'altra parte della barricata per essere interessante; una situazione come quella di Barbanera - che comunque è di una cattiveria più comica che malvagia - non può diventare una prassi. Il caso di Brennan e Teller è stato ben diverso, non solo perchè nel Patto di sangue, come dice Carlo, manco si vedono - e quindi parlare di ritorno è già una parola grossa - ma riproponendoli Bonelli ci ha offerto uno dei suoi capolavori assoluti :inch:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

E su questo ti abbiamo risposto a suo tempo sia io che Boselli decisamente in sintonia (e non eravamo i soli a pensarla così, mi pare). Personalmente ribadisco che se Lucero fosse sopravvissuto, alloral'intero pathos del finale della sua storia andrebb ea farsi friggere. Tutta la storia, infatti, puntava a quel finale drammatico che sarebbe rovinato da un ritorno di Lucero. E poi, se tornasse, che farebbe? Si troverebbe un'altra identit? segreta ednorganizzarebbe un'altra banda di predone Apache? Gia fatto e molto bene. Io passo.

Su questo concordo con Monni! Il senso della storia di Lucero stava proprio in questo saldare il suo debito con la giustizia e con la sua vittima, e non poteva pagarlo con un conio falso, se così si può dire. Aggiungerei che quand'anche, per ipotesi, non fosse realmente morto, ma si fosse ugualmente purificato attraverso il percorso della sofferenza (e non può essere diversamente, vera o simulata che fosse la sua fine) come tornerebbe? Di nuovo a commettere violenze e rapine, rinnegando la catarsi che ha vissuto sulla tomba del frate da lui ucciso? O come l'ennesimo pentito e magari probabile alleato di Tex?
Brava Cheyenne. clap Hai colto prefettamente il senso di quello che volevo dire. Lucero non potrebbe mai tornare come cattivo senza rovinare il significato del finale della storia che lo ha visto protagonista e come alleato di Tex sarebbe ugualmente banalizzato. Ovviamente questo non è il caso di alltri possibili ritorni. Perfino il ritorno di cane Giallo ci poteva stare ed il fatto che io giudichi pessima la storia del suo ritorno è solo un giudizio di (dis)valore sulla storia stessa non sul ritorno in se.

Un cattivo che torna, da una presunta morte o da un soggiorno a Yuma, deve rimanere dall'altra parte della barricata per essere interessante;

Qui non concordo, almeno non completamente. La redenzione di un cattivo ci può stare ogni tanto. Quello che importa è che sia fatta bene e che il personaggio rimanga interessante anche se da cattivo è diventato "buono".

una situazione come quella di Barbanera - che comunque è di una cattiveria più comica che malvagia - non può diventare una prassi.

Beh, Barbanera non è mai stato un vero malvagio, ma quella che potremmo definire una "simpatica canaglia", dotata di un suo, per quanto particolare, codice d'onore. Personalmente spero che la sua redenzione non sia completa e che se mai lo rivedessimo sia sempre un personaggio sul limite, perchè come "buono" tout court perderebbe un bel p? del suo fascino secondo me.

Il caso di Brennan e Teller è stato ben diverso, non solo perchè nel Patto di sangue, come dice Carlo, manco si vedono - e quindi parlare di ritorno è già una parola grossa - ma riproponendoli Bonelli ci ha offerto uno dei suoi capolavori assoluti  :inch:

Per come la vedo io, quando G. L. Bonelli decise di narrare i retroscnea della morte di Lylith (fino ad allora considerata ufficilamente morta semplicemente di malattia) legandola al tema della vendetta, si guard' indietro e si accorse che dei nemici affrontati da Tex nel periodo precedente alla morte di Lylith erano sopravvissuti solo Mefisto (che per ovvi motivi era inutilizzabile in quel ruolo) e, per l'appunto, Brennan & Teller e decise di usarli. Io credo che GLB non abbia mai pianificato un solo ritorno di amici o nemici, ma che si sia sempre fatto guidare dall'estro del momento. Una parziale eccezione potrebbero essere Mefisto e Yama, sempre che per pianificazione si intenda anche la vaga idea che un giorno o l'altro avrebbe potuto farli tornare. :lol2:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

E il Maestro/Andrew Liddell' Possiamo considerarlo ufficialmente morto tramite pena capitale come promessogli da Tex in "Ombre cinesi", o prima o poi potremmo aspettarci un suo eventuale ritorno?

Prima regola della serialit?: nessuno è morto finch? non si vede un cadavere riconoscibile e talvolta nemmeno allora. In questo caso, poi, il Maestro era ben vivo al termine della storia che vedeva il suo ritorno. Il fatto che Tex gli abbia promesso la forca non significa nulla, anche perchè si tratta di una promessa che Tex non aveva il potere di mantenere, a meno di impiccarlo personalmente senza processo, non essendo n° giudice n° giuria. Tante cose possono essere successe a Liddell: può essere stato condannato al manicomio criminale (da cui si può evadere, è già stato dimostrato) o può essere scappato sia prima che dopo il processo. Io sarei davvero molto sorpreso se non tornasse ancora.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io sarei davvero molto sorpreso se non tornasse ancora.

Ricordo che sul suo ritorno, Boselli si era espresso sulle pagine dei questo forum diversi anni fa e, a differenza di Jack Thunder che per sua ammissione non ritorner? più, non l'aveva escluso. Il maestro è una delle grandi nemesi di Tex: credo che le difficolt? sul suo ritorno si debbano imputare non al personaggio, pieno di fascino, ma all'originalità della sceneggiatura che dovr? ospitarlo. Come già detto infinite volte per Proteus e Mefisto/Yama, serve l'idea giusta. Speriamo che Borden la trovi, così come quella del ritorno di Lena e Donna.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Prima regola della serialit?: nessuno è morto finch? non si vede un cadavere riconoscibile e talvolta nemmeno allora.

Presupposto assolutamente condivisibile. Devo ammettere che, a pensarci bene, nemmeno io sarei poi così sorpreso qualora il Maestro tornasse a rompere le scatole a Tex. Dopotutto, una sua eventuale fuga dal carcere (che ha già dimostrato dipoter attuare senza troppe difficolt?) non sarebbe certo meno credibile di un ritorno dall'Aldil' di Mefisto (il quale, a sua volta, era stato condannato alla forca dopo il primo "diverbio" con Tex, riuscendo però a farsi uccel di bosco prima che la condanna fosse messa in pratica).

Vengo ora alla mia domanda: sulla base di quanto affermato da Carlo Monni, ossia che nel mondo dei fumetti a volte nemmeno una (apparente?) morte è sufficiente a decretare l'uscita di scena definitiva di un personaggio, possiamo affermare senza timore di smentita che non rivedremo mai più la Tigre Nera?
Io dico di no, ed anzi la cosa non mi dispiacerebbe, dal momento che non sono rimasto molto entusiasta dallo scontro decisivo (?) tra lui e Tex, a mio avviso degno di ben altro spessore. Insomma, le mie aspettative hanno ragion d'essere oppure devo rassegnarmi? Gradirei risposte dai miei onorevoli colleghi forumisti :indianovestito: ...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Voto indifferente, perchè non riesco ad esprimermi ne a favore ne contro. I personaggi più carismatici meritano sempre di continuare (anche nelle ultime avventure ho notato alcuni personaggi che si poteva lasciare in vita). Tuttavia c'è da notare che se portati avanti per troppe avventure, i suddetti personaggi rischiano di stufare o peggio di dover leggere storie fiacche. E' il caso delle ultime avventure con Mefisto e la Tigre Nera. Il ritorno di Mefisto era necessario per ridare un po' di pepe alla saga dopo la perdita di interesse per la figura di Yama. La fine di Mefisto era così tragica e potente che mi sembra un po' un peccato dover continuare con un personaggio che sembrava aveer trovato una conclusione incredibile. La storia di Nizzi e Villa non mi è dispaiciuta ma se Boselli sceglie di recuperarlo nella prossima storia, spero che non lo faccia morire: sarebbe bruttissimo che Mefisto ritorna in vita e poi muore di nuovo -_nono Ma secondo me deve anche essere una storia conclusiva: un finale ideale per me sarebbe Mefisto ridotto a uno straccio e distrutto dalla lotta con Tex; insomma una cosa simile al finale di "Incubo". Nemmeno la Tigre Nera ha avuto una conclusione del tutto soddisfacente, anche se sempre leggibile. La morte di questo cattivo mi pare adatta alla conclusione: dopo che gli era sfuggito due volte, Tex non poteva lasciarsi scapppare il suo avversario un'altra volta (sarebbe stata un' inutile tiratura). La Tigre Nera non sarebbe potuta morire in carcere o appeso a una forca. La sua morte in uno scontro con Tex mi sembrava la conclusione giusta. Non posso esprimermi definitivamente perchè esistono casi in entrambi le parti: Nizzi avrebbe fatto meglio a lasciare Cane Giallo in esilio; Boselli invece avrebbe potuto lasciare in vita Mondego ("Mi era simpatico").

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tutto sommato ho votato che mi è indifferente. Il problema fondamentale è il carisma del nemico che Tex e i pards si trovano di fronte: tanto maggiore ?, tanto più è bello cercare di farli scontrare, per creare storie epiche, mentre se sono solo macchiette, allora anche la morte nella prima storia in cui compaiono diventa un'opzione tranquillamente percorribile. D'altro canto è anche vero che, arrivare ad un punto in cui anche nemici di grande carisma muoiono vinti dai pards è un modo sia per dar loro un'uscita di scena meritoria (senza subire l'umiliazione del carcere a vita) sia per accrescere l'eroismo dei nostri... :rolleyes: so che dirlo qui può apparire una vera bestemmia, ma quanto mi stuzzica anche l'idea che a morire possano essere non solo i cattivi.... ma anche i buoni :rolleyes: (e infatti non avete idea di quanto ho rosicato nel vedere che in "E venne il giorno" alla fine dell'episodio erano ancora tutti e 4)....

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

(I. K. E. @ Lunedì 5 novembre 2012, ore 23)? so che dirlo qui può apparire una vera bestemmia, ma quanto mi stuzzica anche l'idea che a morire possano essere non solo i cattivi.... ma anche i buoni (e infatti non avete idea di quanto ho rosicato nel vedere che in "E venne il giorno" alla fine dell'episodio erano ancora tutti e 4)....

Devo ammettere che la cosa mi stuzzica ed anche io, prima di concludere la lettura di "E venne il giorno", facendomi anche condizionare da un titolo così solenne, avevo creduto/temuto che Carson fosse deceduto... Magari, però, salvaguarderei a prescindere i pards, prendendo in considerazione, per aggiungere un tocco di realismo e sorpresa alla serie, di far morire qualche comprimario storico (per quanto la cosa mi sembri comunque antipatica).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Per come la vedo io la conclusione della storia deve vedere Tex fare giustizia, non necessariamente con la morte del cattivo che può essere punito anche in maniera alternativa (perdita di prestigio, di libertà, di potere, di affetti e così via) o pentirsi e redimersi. Generalmente i ritorni improvvisati sulla base del successo del primo episodio, nei fumetti così come anche nel cinema, deludono fortemente le aspettative generando prodotti meno validi. A meno che il ritorno non sia già programmato dall'inizio e la prima storia si svolga come primo episodio di una saga ben bilanciata in ogni suo capitolo, senza sparare tutte le cartucce all'inizio

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il mio voto ?: indifferente. Nel senso che dipende dal soggetto in questione e dalla storia: in generale cattivi carismatici o con una qualche caratteristica peculiare possono tornare, cattivi invece "normali" li rivedrei meno adatti a un ritorno. Per esempio non rivedrei un ritorno del mercante francese oppure un ritorno di padre e figlio Damon se non fossero già morti nella vicenda. Invece che ho ben visto è stato il secondo ritorno del principe Sumankan, il ritorno del colonnello Olivera, i vari ritorni di Mefisto. Ho trovato buoni, forse non eccelsi i ritorni di Proteus, del Maestro e del Carnicero. M'ha entusiasmato meno invece la seconda comparsa del generale Velasco, personaggio secondo me di non grande spessore. Sebbene si tratti di nemici carismatici non avrei visto bene il ritorno di El Muerto e di Lucero: nelle loro rispettive storie hanno dato tutto ciò che potevano dare, un loro ritorno ne sminuirebbe il personaggio, dicasi lo stesso per il tenente Bigelow. Pure non vedrei di buon occhio il ritorno del colonnello Watson poich? a mio parere sarebbe difficile trovare una storia degna come continuazione. Per quanto riguarda la terza storia della Tigre Nera, sono rimasto abbastanza soddisfatto, anche se sarei stato incuriosito a leggere la storia basata sull'idea originale di una ambientazione nel Borneo e vedere Tex e Sumankan contro i britannici. Un cattivo che non è morto e che potrebbe ricomparire è Big Bear (vedi "I ribelli del Canada"). Poi è anche vero che bisogna considerare la "redenzione" di alcuni nemici per esempio del capitano Barbanera, ovvio che non tutti i nemici possono redimersi. Nella discussione si potrebbe inserire anche la recente storia dei fratelli Rainey: Kid Rodelo e Durango moriranno alla fine di "Appuntamento con la vendetta" o qualcuno si salver? e ricomparir? in uno dei due seguiti?Durango era ritenuto morto, mi piace però come è gestito il suo ritorno.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.