Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
Sign in to follow this  
Guest Colonnello_Jim_Brandon

[419/420] Sul Sentiero Della Vendetta

Voto alla storia  

26 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

Guest Colonnello_Jim_Brandon

evBuoKUANzX3KvUItS0c4NpLkOyd0H38xSOQuUxL  ABGM7qYOE2ucm6xUMRFxxGQPOKovJ3kpLM1gr3Dg

 

 

Soggetto e sceneggiatura: Claudio Nizzi
Disegni: Vincenzo Monti
Inizia nel numero 419 e finisce nel numero 420 a pag. 78

 

Arizona meridionale. Nella vecchia missione di San Manuel il bounty killer Mounty Maker cattura Ray Talberg, un ragazzo accusato dell'omicidio di Nahomy, la bella sorella dell'apache Hondo. Pochi istanti dopo però un piccolo gruppo di apache ingaggia una violenta sparatoria con Maker e il giovane Talberg riesce a fuggire e a rifugiarsi nel ranch della vedova Desmond, protetto dalla giovane figlia di lei, Bessie. Tex e Carson, chiamati a risolvere il caso dell'omicidio, scoprono che l'accusa rivolta al ragazzo è infondata e che Maker è il vero assassino. Ma Tex e Carson non sono i soli ad aver scoperto questa triste verità; informato da una vecchia indiana, l'apache Hondo si mette sulle sue tracce. Ora Tex e Carson si trovano tra le mani non una ma ben tre patate bollenti : scagionare Talberg, che è ora "marcato stretto" da Maker e tre soci, catturare Maker che per salvarsi non esiter? a farsi scudo della povera vedova, e placare l'ira di Hondo prima che venga catturato dalle giacche azzurre.

 

 

 

© Sergio Bonelli Editore

 

 

 

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _  _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

 

 

 

Un storia leggibile, ma non una delle migliori di Nizzi. Tex e Carson si presentano in forma discreta, mettendo in atto qualche "vecchio trucco", ma nel complesso non brillano particolarmente di "luce propria". Il giovane Talberg è ben caratterizzato, ma la sua "storia" con la giovane Bessie poteva essere maggiormente sfruttata per incrementare la "tensione" della storia. Abbastanza ben fatto il cattivo di turno, Mounty Maker, un vero bastardo, ma la sua fine risulta quasi "scontata". Molto belli i disegni del sempre ottimo Monti.

Voto complessivo : 5

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Wasted Years

In effetti la storia è abbastanza banale e scontata, ma non raggiunge affatto i livelli di noia e di verbosit? successivi. Alla fine si riduce alla storia prevedibilissima di un malfattore cacciatore di taglie e di una vendetta indiana, spegnendo subito ogni spunto di tensione. Disegnata ottimamente da un grande che meritava ben altri soggetti, è però ben sceneggiata, nel senso che tutti i passaggi sono resi bene dal punto di vista "cinematografico", in bella sinergia tra sceneggiatore e illustratore. A me non dispiace, perchè amo molto Monti, per cui anche per me un 5, ma più 6--.10 ai disegni per sempre MONTI!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le considerazioni del Colonnello e di Wasted non sono per nulla infondate, ma mi sentirei di essere un po' più benevolo nei confronti di questo riempitivo, in cui certamente Tex e Carson non sono decisivi come altre volte

anche perchè, prima ancora che si ritrovino tra le mani il "caso", Hondo e i suoi sono arrivati alla soluzione per conto proprio, talch? non soprende affatto che siano infine loro a liquidare il perfido Maker
ma reagiscono bene in ( quasi ) tutte le occasioni in cui devono affrontare i loro avversari o prevenire azioni dalle conseguenze irrimediabili ( come uno scontro tra Apaches e soldati )
solo Carson si fa soprendere in maniera piuttosto piccionesca di notte da Hondo e i suoi ( che lo colgono mentre dorme ... ), ma dato che Tex è in buoni rapporti con il fiero capo apache la cosa non ha conseguenze devastanti
; si può magari rilevare che Tex ( come altre volte in Nizzi, ma non solo con lui ) si faccia prendere talora da eccessivi scrupoli legalistici, ma il fatto che gli balenino alla mente non gli impedisce di superarli. Un aspetto positivo della trama ?, come ha sottolineato il Colonnello, la riuscita caratterizzazione delle figure secondarie ( Maker, il giovane Talberg, ma anche la signora Desmond e sua figlia ); ad esso va aggiunto anche il ricorso ad alcuni tocchi sentimentali che, seppure non approfonditi ( ma IMHO avrebbero potuto facilmente sbilanciare in senso "rosa" la vicenda ), conferiscono un certo sapore alla sceneggiatura. Ottimi come al solito i disegni di Monti. Insomma, per me:soggetto 7sceneggiatura 7--disegni 8,5. Edited by Pedro Galindez

Share this post


Link to post
Share on other sites

alla storia do 6 per motivi gia citati sopra... ma non posso non dare 10 al valore che ha per me questo numero in quanto si tratta del primo tex che ho letto e che quindi mi ha fatto avvicinare alle sue avventure... nonostante sia una storia che non esalta in pieno le capacità del ranger, mi ha fatto apprezzare (dato che non conoscevo il personaggio) il suo modo di "lavorare", sempre al fianco di chi ha bisogno di aiuto indipendentemente dal colore della pelle... :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dunque da quello che ho letto, specialmente nei primi due commenti del colonello e di Wasted, dato che Carson e Tex non sarebbero, secondo loro due, al centro della risoluzione della storia e dato che Carson si fa beccare addormentato da Hondo, allora la storia ha un soggetto ed una sceneggiatura che oscilla fra la mediocrit? e la sufficienza strappata. Boh -_nono Secondo me questo modo di giudicare le storie ?, con tutto il rispetto, un p? fazioso e dilettantistico. La storia la si giudica per la trama, il soggetto e la sceneeggiatura in se non per il ruolo e la figura che ci fanno i pard. Al limite alla fine si può aggiungere che secondo la propria opinione non rispetta i canoni della serie Tex o che è poca adatta alla serie. Comunque i gusti son gusti ed io rispetto le opinioni altrui. Secondo il mio modesto avviso la storia è ben congegnata, non è un capolavoro ma dopo averla letta ne sono rimasto soddisfatto. Non presenta cadute di livello e mantiene alta la tensione. Il ruolo dei due pard è sfruttato abbastanza e il finale con

Hondo che si prende la sua vendetta è il più ovvio e giusto che ci potrebbe essere.
voto 9

Share this post


Link to post
Share on other sites

Storia abbastanza bella e piacevole . La storia non è poi così elaborata ma mi fa abbastanza piacere una sceneggiatura classica . Ho notato che il ruolo di Tex e Carson non riveste l'importanza presente in quasi tutte le altre storie . Inoltre ho notato il tratto di Monti e la sua evoluzione . In storie come "Un mondo perduto" , il suo tratto è più realistico mentre in questa il suo stile sembra avvicinarsi a quello di Ticci .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il soggetto è interessante, peccato perchè meritava di essere sceneggiato meglio, mentre invece i punti cruciali vengono risolti quasi tutti banalmente. I personaggi andavano caratterizzati meglio, e come al solito Tex deve spiegare sempre tutto a Carson, con l'aggravante che le spiegazioni non rivelano nulla al lettore che non sappia già, e pertanto sono pure inutili nell'economia della storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il soggetto è interessante, peccato perchè meritava di essere sceneggiato meglio, mentre invece i punti cruciali vengono risolti quasi tutti banalmente. I personaggi andavano caratterizzati meglio, e come al solito Tex deve spiegare sempre tutto a Carson, con l'aggravante che le spiegazioni non rivelano nulla al lettore che non sappia già, e pertanto sono pure inutili nell'economia della storia.

Quoto. Carson fa la figura del babbeo e non ce ne sarebbe nemmeno bisogno, visto che Tex non spiega nulla che il lettore non abbia già capito. Nizzi doveva avere una forte sfiducia nei confronti dei lettori di Tex... poi, come se non bastasse, fa sorprendere i pards da Hondo perchè Carson si è appisolato durante il turno di guardia :malediz... ma come si fa?... Il soggetto sarebbe stato pure buono, ma la sceneggiatura, nel secondo albo, perde paurosamente di mordente, tanto che non ho nemmeno finito di leggerla. Peccato per i sempre ottimi disegni di Monti e per la copertina di Mille Dollari per morire, la cui bellezza avrebbe meritato un'altra storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una storia che tutto sommato vale la sufficienza e forse, qualcosa di più. la caratterizzazione del cattivo ( il cacciatore di taglie Maker) è discreta , come il personaggio di Ray Talberg. I punti deboli? L'ingenuità di Kit Carson con Hondo e una conclusione abbastanza rapida della vicenda, che avrebbe potuto essere sviluppata con una lunghezza di pagine superiore. I disegni di Monti sono discretiSoggetto: 7Sceneggiatura: 6Disegni: 7Voto globale alla storia: 6,5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Episodio alquanto lineare e breve, quello che nel gergo può venire definito un classico riempitivo. La prova si attesta nella media di Nizzi in quel periodo: molto distante dagli anni migliori dello sceneggiatore, ma ancora leggibile e accettabile, sebbene con alcune riserve. E’ evidente di come l’autore cerchi di sopperire con mestiere alla crisi d’ispirazione latente, cavandosela abbastanza bene con una sceneggiatura valida, avvalorata dagli ottimi disegni di Monti, giunto all’apice della sua maturità artistica. Tuttavia alcuni snodi narrativi opinabili rendono un po’ scontata la vicenda e, dopo un’interessante incipit, la trama si appiattisce un po’. La presenza dell’apache Hondo, sul sentiero della vendetta a causa dell’assassinio della sorella, rischia di tramutarlo in una sorta di deus ex machina che sminuisce l’opera dei nostri. Proprio dal fiero apache Tex apprende la vera identità dell’assassino e nell’epilogo, il losco Maker cadrà sempre per opera del guerriero sfuggito dalla riserva. A nulla servono le raccomandazioni di Tex, l’inferocito apache agirà di testa sua, completando l’opera incompleta dei due pards, accettando solo alla fine di farsi condurre nuovamente nella riserva, per evitare le ripercussioni delle Giacche Blu. Non male la caratterizzazione del Bounty Killer Maker, un verme tutto d’un pezzo, come non dispiacciono le presenze del giovane Talberg, la bella Bessie e la vedova Desmond. La parantesi rosa tra i due piccioncini, non disturba, anzi poteva essere messa in più risalto per aumentare l’intensità del finale. Ciò che delude un “Carsoniano” della mia risma è  l’evanescenza del nostro Capelli d’Argento tra le pagine. Proprio la gestione dei due pards rappresenta, a mio modo di vedere, il termometro dell’ispirazione nizziana: durante il suo centenario d’oro, i due amici erano in perfetta sintonia, imprescindibili un dall’altro e molto simpatici durante i numerosi e spassosissimi siparietti ironici. Il Carson che vediamo agire in questo episodio, si fa pescare addormentato da Hondo durante il suo turno di guardia, si lamenta come una vecchia suocera inacidita e pende dalle labbra di Tex, facendosi spiegare tutto, neanche fosse incapace di fare due più due :craniate:. Davvero una brutta involuzione di un così prezioso alleato, che sembra uno svogliato esodato costretto ad attendere altri anni per andare in pensione :P. Sui disegni di Monti, ribadisco ciò che già avevo su accennato: davvero rappresentativi, dinamici e molto bilanciati tra chiari e scuri. Ottime inquadrature cinematografiche e superbe rappresentazione degli apache; a voler trovare il proverbiale pelo nell’uovo, solo troppo ripetitive alcune fattezze dei personaggi, ma già in altri commenti avevo espresso questo mio giudizio, che poco incide sulla notevole qualità grafica del compianto disegnatore. Proprio l’ineccepibile prova grafica comporta l’innalzamento di almeno un punto nella mia valutazione complessiva. Il mio voto finale è 7    

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.