Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

Tavole, Strisce, Vignette... Inedite!

Messaggi consigliati/raccomandati

In uno dei suoi articoli contenuti nella "Posta di Tutto Tex", Sergio Bonelli risponde col suo noto stile colloquiale a una lettera scritta da un lettore, che gli chiedeva di far luce sulle tante rarità, che secondo una leggenda metropolitana, sarebbero custodite in un cassetto della sua scrivania...

Si tratta di scarti di copertine, tavole, strisce oppure semplici vignette di cui l'Editore non ha mai voluto promuovere la pubblicazione.

Secondo Sergio Bonelli l'archivio si compone di poche cartelle. Ne ha aperta una per gli appassionati lettori, quella che riporta la copertina e la striscia dell'ormai famoso pugno "censurato" di Tex a Carson, che sarebbe dovuto figurare nell'albo intitolato "Ore disperate".

Se escludiamo qualche copertina inedita, che abbiamo avuto modo di ammirare negli ultimi mesi per gentile concessione di Aurelio Galleppini e non dell'Editore, nient'altro è trapelato sui tesori che sospettiamo con buona ragione debbano essere custoditi in via Buonarroti, 38 a Milano.

Aprendo questa discussione voglio dare un piccolo contributo alla causa dei tanti lettori che vorrebbero che quel materiale fosse reso pubblico.


EDIT

 

Elenco delle tavole inedite aggiornato ad Aprile 2015.

 

1) Negli anni Sessanta, Sergio Bonelli si rivolse a Enzo Magni, l'allora celebre disegnatore di Pantera Bionda, uno dei grossi successi degli anni '50, affidandogli una bella storia su uno splendido stallone nero: "Silver Star". I risultati furono incoraggianti, ma poi, inaspettatamente, Magni abbandonò l'impresa e la storia fu affidata a Erio Nicolò.  Probabilmente nel cassetto di Bonelli non figurano più di cinque pagine.

 

2) Conosciamo tutti la grande amicizia che legava Sergio Bonelli al grandissimo e Hugo Pratt. In un' intervista televisiva, l'editore di Tex avrebbe dichiarato che l'illustre disegnatore avrebbe realizzato delle tavole per Tex, specificando anche la natura della storia, che l'avrebbe visto opporsi a un Drago(ne) Nero!

 

3) Nel 1980 Galleppini ridisegna due o tre tavole nella storia "Il segno di Cruzado" in cui Tex colpisce un febbricitante Carson con un pugno, Kit Willer gli rovescia invece addosso una secchiata d'acqua per calmarlo mentre il vecchio Kit è a bagno in una tinozza, sequenza che la redazione boccia

 

4) Nel 1986 Guglielmo Letteri ridisegna la parte finale della storia "La minaccia invisibile". Il numero delle tavole inedite, più o meno 18, erano ambientate nella villa del Maestro dove l'antagonista di Tex trovava la morte.

 

5) Negli anni ottanta Marcello Toninelli scrive la breve storia di 16 pagine "Plano Quemado" destinata agli aspiranti nuovi disegnatori che si volevano cimentare su Tex.

 

6) All'argentino Victor Hugo Arias, nella seconda metà degli anni ottanta, venne consegnata parte di una sceneggiatura di Claudio Nizzi. Le prime tavole furono bocciate dall'editore forse per insufficienza artistica o forse perchè, graficamente, si discostavano troppo dai canoni texiani.

 

7 ) Sono 38 le tavole inedite di Letteri della storia nolittiana "Gli uomini giaguaro" del 1993, pubblicate di recente nel primo volume degli Archivi Bonelli dell'editore Lizard.

 

8) Il texone di Nadir Quinto “I lupi del Colorado”, da lui iniziato nel 1992, è finito sulla serie regolare ridisegnato da Fusco nel 1995. Secondo la figlia del disegnatore che detiene tutte le tavole, la storia è completa. Il texone è stato quindi riposto nel cassetto della scrivania per insufficienza artistica.

 

9) L’ultimissima storia di Galleppini è “Golden pass”, di cui realizza nel 1993 circa sessanta tavole. La storia e poi ripresa dall’inizio da Ticci anni dopo.

 

10) Nelle pagine conclusive della storia "Il ritorno della Tigre Nera" di Claudio Nizzi, la giovane Lohana moriva intercettando una pallottola di Tex diretta alla Tigre. Fabio Civitelli disegnò da par suo la commovente scena ma Sergio Bonelli non accettò questo finale, contrario al canone. L'artista aretino ha ridisegnato dunque un nuovo finale, che vede la fuga di entrambi gli antagonisti.

 

11) La quarta storia di Aldo Capitanio doveva essere, come è risaputo, "Colorado Belle". Il maestro ne aveva tracciato nel 2000 gli schizzi delle prime dieci pagine iniziali, poi rifatte ex-novo da Font.

 

12) Nel novembre del 2001 Carlo Raffaele Marcello inizia a disegnare "Morte nella Nebbia". Le 220 tavole, una volta consegnate, non sono considerate all'altezza, l'artista era infatti già da tempo malato. La storia rimane nel famigerato cassetto e viene ridisegnata due anni dopo da Font.

 

13) Nelle tavole del texone “Le iene di Lamont” dell''argentino Ernesto Garcia Seijas ci sono troppi personaggi femminili. Nel 2004 L'editore fa ridisegnare 11 tavole all'artista.

 

14) Almeno due tavole del texone di De Angelis sono parzialmente ridisegnate dall'artista nel 2004 perchè contengono una sequenza ritenuta particolarmente violenta dalla redazione.

 

15) Freghieri aveva iniziato a disegnare il maxi del 2008 "Lo squadrone infernale" realizzando una trentina di tavole. L’albo fu poi ripreso da capo e finito da Cossu. Nel 2011 gli è affidata invece la storia fluviale “Delta Queen”, poi finita sul Color Tex disegnata da Civitelli.

 

16) Carnevale aveva iniziato  nel 2011 a disegnare la storia “Luna insanguinata” destinata originariamente a un Texone per abbandonare poi le tavole circa un anno dopo. Ora è al lavoro su un altro Texone.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Quando sceneggiava le sue storie, G. L. Bonelli si serviva di schizzi, nei quali dava delle indicazioni meticolose ai disegnatori.

Nessuna licenza era concessa agli artisti ( con la sola esclusione, forse, di Galleppini ), nessuna libertà era tollerata e il pap? del fumetto italiano, talvolta, obbligava lo sfortunato di turno a ridisegnare nuovamente la vignetta ( oppure la striscia ) incriminata...

Cosè successe, ad esempio, al buon Virgilio Muzzi allorch? disegnando una tavola del numero 131 intitolato "Wanted", inser? il personaggio del losco Sam Garner senza i baffi... Curiosamente anche la striscia corretta e quindi pubblicata ( la prima che vedete riprodotta sotto ) contiene un errore: la camicia del barman è a quadretti, mentre in tutte le tavole restanti è chiaramente a rombi!


Immagine postata

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Colonnello_Jim_Brandon

Beh, la seconda cancellatura sono molto più che disposto ad accettarla, alla fine l'errore poteva saltare all'occhio.... ma la prima... qui ricadiamo nel solito ECCESSO da foga di Polically Correct!!!!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Wasted Years

Nel primo caso davvero oggi appare un "censura" eccessiva. Nel secondo, trattandosi di un errore è più comprensibile, però mi domando come mai insieme ai quadretti sono scomparsi anchi i mustacchi dell'uomo con il reward. altro errore?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Colonnello_Jim_Brandon

Bah Wast, non sono scomparsi solo i baffi, è cambiata tantissimo anche la fisionomia del ricercato e la struttura dell'avviso di taglia... Mi sa che il vecchio GLB si è arrabbiato parecchio col povero Muzzi in quell'occasione.... haha haha haha hahaPer quanto riguarda le pallottole al volto... anche io me ne ricordo tantissime, e se non erro la maggior parte di queste sono tavole di Letteri... che questa volta sia incappato in un SB più "censore" del solito? Chissà.....

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ho modificato i miei primi due messaggi perchè contenevano degli errori :indianovestito: .


Qualche anno fa ha visto la luce del sole anche qualche tavola dell'ultima storia che Aurelio Galleppini ancora disegnava quando sopraggiunse la morte. Si tratta dell'avventura "Golden Pass" poi completamente ridisegnata da Giovanni Ticci.


Immagine postata


Altro materiale inedito dovrebbe riguardare le seguenti storie:


"I Lupi del Colorado" inizialmente assegnata a NADIR QUINTO, questa storia avrebbe dovuto vedere il suo esordio sulla serie di Tex. Non fu mai conclusa a causa dell'improvvisa morte del disegnatore e fu quindi fatta ridisegnare a Fernando Fusco.

Qualche tavola di Enzo Magni, assoldato forse per la storia "Silver Star", che abbandon° l'incarico.

Alcune pagine di "Colorado Belle", storia creata da Boselli per Capitanio, uscita poi con i disegni di Font.

La versione scomunicata di "Morte nella nebbia", disegni "inguardabili" del povero Marcello, bocciati in sede redazionale. Tutte le tavole sono state poi ridisegnate da Font.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Colonnello_Jim_Brandon

Sarà onesto. A dire il vero queste tavole di Galep non mi affascinano come quelle di Ticci... mi spiego prima che qualcuno decida di linciarmi!!!! L'inizio di Golden pass si svolge proprio sull'omonimo passo e le vignette di "incipit" fatte dal Maestro Ticci rappresentano, secondo me, un passo più Irto, impervio, difficoltoso, direi "montano" rispetto alla "larga autostrada" disegnata da Galep!!! Certo il Tex e Il Kit del Grande Aurelio sono inimitabili, ma a livello di ambiente la tavola non mi convince molto... La tavola di Magnus... che devo dire... sto ancora sbavando copiosamente.........

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

io, che arrivo in ritardo, faccio un post unico!!!Pallottola in faccia: secondo me è giusto che sia stata tolta... nonostante il volto sia coperto dalle mani, l' immagine era davvero cruda. camicia a quadri.... errore molto visibile, ok correzione!!!Le tavole di Galep?bhe devo dire che cominciava a perdere un po di colpi.... il tex a cavallo con quella "testa quadrata" , esprime tutta la sua stanchezza... a mio parere dovevano lasciarle, tanto sappiamo che grandi opere ci ha regalato Galep.... questo era il suo lato del momento....

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Wasted Years

Beh... la tavola di Magnus è un capolavoro come tutte quelle che ha fatto con Tex, mentre Galep obiettivamente non era piu' lui. Ticci ha fatto un lavoro molto accurato, anche se dispiace che la stopria di Galep non sia mai stata pubblicata. Foss'anche un orrore la sua ultima storia, Galep è Galep e meritava di andare in edicola. La avrei voluta leggere ed avere nella mia collezione colorata e varia.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Colonnello_Jim_Brandon

Concordo col mio "momonimo" davis, davvero molto belle le tavole di quinto... diavolo sembra di vedere delle tavole disegnate dai "grandi" del passato e poi il suo tratto pulito è fantastico... anche se messo accanto al Masto Fusco il Tex "quintiano" non sfigura minimamente, anzi.... GRANDIOSO!!!!!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

A quanto ne so io, il grande Nadir Quinto doveva realizzare un texone. Mor? purtroppo prima della conclusione o della pubblicazione e la redazione non consider? sufficientiemente buone per la stampa le sue tavole e di? a Fusco il compito di ridisegnare da capo la storia. Per più informazioni al riguardo dell'artista: http://www.nadirquinto.it/

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.