Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
Guest Colonnello_Jim_Brandon

[494/496] La Maschera Dell' Orrore

voto alla storia  

39 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Non sto criticando la tua libertà di giudizio, Grande Tex. È che mi riesce difficile pensare al finale di questa storia, che ricordo di maniera più che sentito, come uno dei più struggenti della saga. Per come si è svolta la storia (nel mio commento risalente al 2009 scrissi "botte di culo sceneggiate alla grande") un finale che, peraltro lessi molto tempo dopo l'uscita pur avendo comprato l'albo regolarmente in edicola, la sequenza conclusiva è di una superficialità disarmante. All'epoca seguivo regolarmente solo due serie, Tex e Magico Vento (Zagor era ancora un acquisto altalenante), e avevo ben presente la differenza tra un prodotto scritto con tutti i crismi (l'opera di Manfredi) e una sceneggiatura arida e solo di mestiere (il Nizzi sempre più stanco che stava per sbracare nella centuria successiva). Pur non essendo ancora diventato un antinizziano, preferivo decisamente le storie scritte da Boselli, frenato solo da un certo buonismo che mi ha sempre infastidito e che, per fortuna, col passare degli anni è in gran parte scemato. All'epoca potevo fare confronto anche con la Golden Age presente sulle pagine della Nuova Ristampa. Sia con MV che con la NR, Nizzi perdeva su tutta la linea. Ben presto avrei capito che non era più lo stesso autore che aveva scritto La congiura o Furia Rossa, qualcosa era cambiato in lui. In peggio.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non mi riferivo  a te, Mister P, ma a Ymalpas. Ok, forse ho un po' esagerato  paragonandolo a tra due bandiere, ma io questa  severità  di giudizio nei confronti  di questa  storia non la capisco proprio:  mi sembra distamte anni luce  dai successivi orrori nizziani: anzi, si puo' dire che è  la sua ultima  grande storia.

Comunque, so di avere dei gusti  strani, quindi  prego tutti gli utenti  di avere pazienza con me e mi scuso con loro in anticipo se in qualche modo dirò  qualcosa  di inappropriato.

Modificato da Grande Tex

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io credo sia anche un pregio dire cose non comuni. Sai che noia leggere sempre le stesse cose, cosa si scriverebbe a fare? Poi spesso sono anche d'accordo. A me questa storia piace e mi pare che abbia poco del declino imminente di Nizzi. Non la ritengo un capolavoro ma una bella storia.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La storia in questione non è assolutamente mediocre, anzi, è a tratti una storia eccellente...

Ci sono pero alcuni limiti di sceneggiatura:

Per esempio, l'alleanza tra Teschio e  l' agente indiano Charlie Ford come diamine si fa a spiegare?!:(

Ford non sembra un personaggio "idealista" ma un bieco lazzarone...che interesse poteva avere ad assecondare i piani del Teschio?!

 

Lo stesso Teschio afferma che avrebbe attaccato il forte,ma avrebbe consentito ai soldati di abbandonarlo,dopo essersi fatto consegnare il maggiore:ma come si fa a pensare che i soldati avrebbero consentito di consegnare il proprio comandante ad un pazzo sfigurato aiutato da un centinaio di indiani armati fino ai denti!?

 

Detto ciò,Nizzi al solito se la cava col "mestiere": gli viene in aiuto il magnifico personaggio del coureur de bois francese,un ottimo e riuscito comprimario: ecco,devo dare atto a Grande Tex che in effetti l' addio tra Tex e Il "Francese" è commovente,non certo struggente.per il resto,salvano la storia i magnifici disegni di Ortiz e la sceneggiatura comunque ben strutturata.ma non parliamo di capolavori,please.... né di scene struggenti.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Barbanera dice:

ecco,devo dare atto a Grande Tex che in effetti l' addio tra Tex e Il "Francese" è commovente,non certo struggente.per il resto,salvano la storia

Mi riferivo slla storia  del teschio.

Io non ho mai detto che questa  storia  è  un  capolavoro, ma che lo é  il finale.

<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Barbanera dice:

Charlie Ford come diamine si fa a spiegare?!:(

Ford non sembra un personaggio "idealista" ma un bieco lazzarone...che interesse poteva avere ad assecondare i piani del Teschio?!

 

Forse per denaro? ;)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">7 ore fa</span>, ymalpas dice:

lo fanno proprio tutti una volta che si accorgono che un tale utente scrive solo scemenze.

Ma bene! Quindi  i miei giudizi che  tu non condividi sono scemenze!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La parte centrale dell'episodio, quella della Stella del Lago, era la migliore. Non paragono certamente questa storia a certe cadute pubblicate appena un anno e mezzo dopo. Circa 10 anni fa le detti 6+ e concordo ancora con quel voto. Forse potrei allungarmi al 6,5. Ma oltre non oso andare. Per rispetto di Nizzi stesso e delle sue storie migliori.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con Mister P e Barbanera: storia piacevole ma ben lontana dall'essere tra le migliori di Nizzi e per carità non facciamo paragoni con "Tra due bandiere."

Uno dei limiti della storia, almeno per chi , come me, ha svariati anni di letture alle spalle. Chi fosse realmente il Teschio mi è stato subito chiaro come pure quale sarebbe stato il finale.

Resta comunque una buona storia, ultimo colpo di coda di un autore che subito dopo avrebbe definitivamente sbroccato.

Modificato da Carlo Monni

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

È  stata  una pagina  di scambio di opinioni su questa  storia su cui utenti  hanno dato il loro giudizio su questa  storia. Ps: Carlo, per quel  che mi riguarda l' identità  del teschio e il finale non me li aspettavo proprio.

  • +1 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Grande Tex dice:

Carlo, per quel  che mi riguarda l' identità  del teschio e il finale non me li aspettavo proprio.

Uh, chi sia il Teschio si deduce da metà del primo albo -_-.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">20 minuti fa</span>, Mister P dice:

Uh, chi sia il Teschio si deduce da metà del primo albo -_-.

Sarà... e sì  che sono un lettore  accanito di gialli. Mah, sarò  stato distratto :)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Grande Tex dice:

. Ps: Carlo, per quel  che mi riguarda l' identità  del teschio e il finale non me li aspettavo proprio.

 

Ma dai, sul serio? Non riesco a crederci.:o

Non appena ai due pards viene raccontata la storia del Capitano Lorraine ho capito che lui era il Teschio e per il resto della storia ho sperato di sbagliarmi perché era troppo scontato.

Voglio chiarire che questo non è un punto che inficia la storia che è forse l'ultima tutto sommato ben raccontata da Nizzi prima del suo crollo finale 

Del resto anche in tante vecchie storie di GLB o altri l'identità del cattivo misterioso non era e non voleva nemmeno essere una gran sorpresa.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non so che dire! La prima volta che la lessi, anni fa, ricordo che mi era piaciuta abbastanza e che le avevo anche dato un buon giudizio di gradimento. Rileggendola, invece, l'ho trovata molto pesante e noiosa.

Innanzitutto, l'idea base è quella già utilizzata da GLB ne "Il grande re", ma lo scorrere della sceneggiatura fa acqua da tutte
le parti.

Ci sono troppi cambi di scena, tranelli, tradimenti, agguati e "origlioni", per andare a concludere, poi, con quel finale improbabile e melenso che rovina, a mio parere, quel poco di
buono che c'era stato.

I disegni di Ortiz, a colori, sono molto belli, soprattutto nella rappresentazione dei paesaggi.

Voto alla storia: 6,5

Voto ai disegni: 7,5

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.