Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[Strisce Anastatiche di Tex]


Recommended Posts

<span style="color:red">12 minuti fa</span>, Il Berna dice:

Sinceramente trovo il costo del raccoglitore eccessivo (un quaderno ad anelli e 13 "plastichette") ma non ho trovato alternative vantaggiose: per le buste si potrebbero usare quelle dedicate al collezionismo di banconote ma anche acquistandole su internet il risparmio (almeno dopo le mie ricerche iniziali) è marginale.

 

Da quanto vedo sono presenti solo le buste divise in 3 per le strisce, nulla di dedicato agli opuscoli. Credo che aggiungerò in coda delle classiche buste A4 per conservarli.

Quindi il formato sarebbe l'A4?

 

E le buste per le banconote, sono dello stesso formato? Ed eventualmente ce ne starebbero ancora un paio nel raccoglitore?

 

Grazie.

Gianpaolo.

Link to comment
Share on other sites

La migliore soluzione di archiviazione, pratica ed economica, cioé salvaspazio e salvaportafoglio, è la classica scatola da scarpe.

C'è una alternativa comunque a buon mercato e buona resa: Carrefour, reparto cartoleria, raccoglitori A4 ad anelli di OTTIMA fattura, colori rosso, blu, nero e marrone, con tasca trasparente in copertina per poterci infilare un foglio (o una brochure) = 1,49 euro l'uno. Pacco da 50 fogli A4 trasparenti forati lateralmente per inserirli negli anelli, nei quali infilare direttamente i fogli cartonati che ospitano le terne di strisce = 1,99 euro. Con 1,49 x 6 = 8,94 euro + 1,99 euro = 10,93 euro abbiamo i 6 raccoglitori. Nella tasca trasparente di copertina inseriamo un disegno di Tex, ricavabile ritagliando il cartone della confezione in edicola (le brochure direttamente in ulteriori fogli trasparenti interni) e siamo a posto con 1/6 della spesa da edicola.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">37 minuti fa</span>, ComixComunity dice:

Quindi il formato sarebbe l'A4?

 

E le buste per le banconote, sono dello stesso formato? Ed eventualmente ce ne starebbero ancora un paio nel raccoglitore?

 

Grazie.

Gianpaolo.

Sì è il classico raccoglitore ad anelli per formato A4.
Le buste per banconote esistono, su base A4, di diverse dimensioni. Alcune tasche potrebbero essere troppo strette per infilare la striscia.

Non so quale sarà lo spessore finale una volta riempito, ma il raccoglitore è molto spesso quindi credo che sarà possibile aggiungere delle pagine, cosa che pensavo di fare per i fascicoli. Non escludo inoltre, se troverò le buste, di usare un raccoglitore "anonimo"

<span style="color:red">32 minuti fa</span>, PapeSatan dice:

Pacco da 50 fogli A4 trasparenti forati lateralmente per inserirli negli anelli, nei quali infilare direttamente i fogli cartonati che ospitano le terne di strisce = 1,99 euro

Ma il cartone giallo in cui sono alloggiate le strisce mi pare troppo alto, non credo possa entrare in una busta A4 purtroppo

<span style="color:red">1 ora fa</span>, PapeSatan dice:

No, proprio a sinistra della testatina, parallela a metà tra il bordo sinistro della pagina e la cornice della testatina. Ho fatto caso che ce l'ho anche a pagina 3, nella stessa posizione. Quella che dici tu é la marcatura del taglio pagina, molto netta, ce l'ho anch'io, mentre quella che dico io è più spessa, tenue e molto sfumata, sia a pag. 1 sia a pag. 3.

Questa?
Se sì, la vedo anche in altre pagine, più o meno marcata
p.jpeg?fv_content=true&size_mode=5

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Il Berna dice:

 

Ma il cartone giallo in cui sono alloggiate le strisce mi pare troppo alto, non credo possa entrare in una busta A4 purtroppo

 

Vero, l'altezza del cartone giallo è poco più di un formato A4 ma poiché le buste trasparenti sono aperte in alto potresti lasciare che i cartoni sporgano un pelino in alto, altrimenti c'è spazio per rifilarli in alto e in basso. La larghezza invece è già ok.

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Il Berna dice:

Questa?
Se sì, la vedo anche in altre pagine, più o meno marcata
p.jpeg?fv_content=true&size_mode=5

Il link alla foto non mi funziona, ma intuisco che sia proprio quella.

<span style="color:red">2 ore fa</span>, Il Berna dice:

Seconda uscita comprata questa mattina, incluso il raccoglitore.

Ci sai dire se con il raccoglitore è presente un adesivo numerato da attaccare in costola (dove ho visto essere presente un riquadro con bordo bianco che sembra fatto apposta) per sequenzializzare i vari raccoglitori?

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">3 ore fa</span>, PapeSatan dice:

c'è spazio per rifilarli in alto e in basso. La larghezza invece è già ok.

Il link alla foto non mi funziona, ma intuisco che sia proprio quella.

Ci sai dire se con il raccoglitore è presente un adesivo numerato da attaccare in costola (dove ho visto essere presente un riquadro con bordo bianco che sembra fatto apposta) per sequenzializzare i vari raccoglitori?

Ho provato ad inserire il cartone ma andrebbe rifilato anche in larghezza. Personalmente il gioco inizia a non valere la candela :)

Mi spiace che non si veda la foto,comunque sono due tenui linee verticali, sfumate, fra la didascalia e la spillatura.

SÌ, confermo che ci sono 6 adesivi quadrati (1 1 2 2 3 4) che dovrebbero corrispondere alle serie. Non comprendo molto la loro utilità, a questo punto tanto valeva stampare il numero sul cartone, ma suppongo che in questo modo uno possa decidere che raccoglitore usare per quale serie.

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

15 hours ago, Il Berna said:

La lettura, che ho intenzionalmente effettuato ad un ritmo rallentato rispetto alle mie abitudini, mi ha riservato due grosse sorprese.


La prima è un apprezzamento maggiore dei disegni di Galep. La mancanza delle censure rende davvero onore ad alcune rappresentazioni di Tesah, ma più in generale (probabilmente per la forma mentis con cui ho approcciato la lettura) ho gradito di più il tratto e l'abilità con cui pochissime pennellate trasmettono l'azione e il movimento. Emblematica per me già la prima striscia, coi cavalli lanciati al galoppo in fondo alla valle: una manciata di segnetti neri ed è tutto lì.


La seconda sorpresa riguarda il ritmo della storia. Noi siamo abituati a ragionare a tavole e la sceneggiatura inevitabilmente è guidata dalla gabbia a 3 strisce. Le pause, i cambi scena, il "montaggio" è legato indissolubilmente al concetto di pagina.

Con la striscia vera il ritmo cambia, le pause hanno una cadenza diversa e "mini cliffhanger" sembrano guidare il lettore paginetta dopo paginetta.

Non so se è solo una mia suggestione ma si è trattata di un'esperienza di lettura nuova e gradevole.

 

Confermo. È la stessa sensazione che provai all'epoca quando provai a leggere le vecchie storie sulle strisce originali (quelle poche che ho) o sulle anastatiche di Piacentini.

 

Quando lo fai, ritrovi finalmente il giusto ritmo di lettura.

 

Quando leggiamo quelle storie sugli albi giganti, sono accelerate, come un film messo ad una velocità tale che tutti si muovono come Ridolini. Mentre con le strisce la narrazione scorre lineare, come un film, senza distrazioni e con il tempo di girare la pagina, con il gigante vediamo a colpo d'occhio 6 strisce. È una lettura MOLTO più veloce.

 

La critica che vedo spesso fare sul ritmo delle prime storie sarebbe da ritornare al mittente. Non è GL Bonelli che sceneggiava con un ritmo esagerato, è il lettore moderno che non sta leggendo nel modo giusto.

 

Io invito ancora tutti non solo a comprare queste strisce, ma a LEGGERLE, man mano, settimana dopo settimana. E riscoprire un esperienza di lettura di Tex che abbiamo perso. (e quando vi capiterà più nella vita di leggere una storia di GLBonelli e Galep che vi possa sorprendere?)

 

19 hours ago, ComixComunity said:

- il raccoglitore dovrebbe contenere 13 fogli. Sono tutti dedicati alle strisce?

Nel mio ce ne sono 14. E sì, sono tutti per strisce.

 

Ho già stroncato questo pessimo contenitore nel thread apposito, qui:

https://texwiller.ch/index.php?/topic/5281-raccoglitori-strisce/&do=findComment&comment=173574

 

Ma fra i tanti difetti mi ero dimenticato di questo: non hanno nemmeno messo lo spazio per i fascicoli!

 

Io continuo a sconsigliare quaderni ad anelli e simili, e a consigliare invece la soluzione più semplice e pratica: scatola da scarpe e eventualmente le buste apposite per strisce, che proteggono molto di più dei fogli ad anelli

 

Se per qualche motivo non volete usare scatole da scarpe, ci sono scatole apposite per strisce che trovate online o in qualunque fumetteria.

 

Edited by Diablero
  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

L'iniziativa delle strisce è riuscita a farmi vincere la ritrosia a fare degli interventi. Se la proposta delle strisce anastatiche sembra partita col piede giusto, lo stesso non si può dire per il sistema previsto per la conservazione delle stesse. Devo ancora passare in edicola (di solito vado al sabato oppure la domenica), ma dai vostri interventi e da alcuni video visti su Youtube ho capito cosa mi troverò davanti.

Purtroppo la mia esperienza mi fa concordare con voi sul fatto che il raccoglitore ad anelli presenta solo "contro" e nessun "pro" (lasciando stare l'aspetto economico che comunque non è irrilevante).

Volendo vedere il bicchiere mezzo pieno preferisco che le strisce siano un prodotto valido e solo l'aspetto della loro conservazione sia carente, perchè ad esempio Diablero ha fatto chiaramente capire che con un po' di ingegno si possono ottenere dei risultati soddisfacenti in alternativa ai contenitori ufficiali.

Per quanto mi riguarda credo che acquisterò il primo raccoglitore solo per averlo fisicamente (come "dovere istituzionale"), ma mi guarderò bene dall'usarlo. Le strisce al momento le stiperò in uno scaffale che di solito uso come "centro di prima accoglienza", in attesa di capire quale soluzione è meglio usare per dare la giusta collocazione al materiale.

Link to comment
Share on other sites

Il 19/10/2021 at 14:45, PapeSatan dice:

Quella che dici tu é la marcatura del taglio pagina, molto netta, ce l'ho anch'io

Sperando che la mia domanda sia ancora "in topic", mi ricollego alla discussione con PapeSatan: ho notato che la mia copia della 3a striscia (Terrore a Calver City) presenta svariate righe "di taglio", sia orizzontali sia verticali, per buona parte dell'albo.

Ho anche notato che le vignette non sono centrate orizzontalmente, come se fossero state tagliate nella posizione sbagliata, esponendo le guide in alto.

Allora mi domando: è un errore nella produzione moderna? È anche questo un errore volutamente riprodotto? E nella prima ipotesi (errore di produzione dell'anastatica) potrebbe aver senso chiedere un cambio in qualche modo? Mi irritano assai :D

 

Link to comment
Share on other sites

Le linee marcatrici dei tagli le ho anche nella mia copia della 3a striscia (e anche della 4a). Sono vicinissime al bordo pagina, per cui non danno fastidio e quasi non si notano. Penso che sia dovuto a un leggero sfalsamento nell'allineamento dei fogli all'atto del taglio delle strisce, nulla a che vedere con gli originali.

Se la tua copia è notevolmente sfalsata, prova ad andare dall'edicolante lamentando il difetto: se ha ancora una copia in giacenza non dovrebbe essere un problema sostituirtela, tanto lui poi le manda in resa e, se è compiacente, un "difetto" maggiore lo genera lui (es. un taglio con forbice, una macchia di inchiostro, ecc.). A me è capitato qualche volta, rendendomi conto solo dopo essere tornato a casa che la copia del Tex mensile appena acquistata aveva segni da imballaggio o piccoli strappi e il giornalaio, da cui compro da decenni, me l'ha sempre sostituita.

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Procedendo nell'acquisto e lettura di queste meravigliose anastatiche, alcune considerazioni :

 

-Nella doppietta "Terrore a Calver City"/"La Mano Rossa", la censura di maggior rilievo, come avevo immaginato (si capiva dove erano le censure dei dialoghi dal lettering diverso) è quando Tex esce dal forte dopo aver promesso al colonnello di catturare i membri della Mano Rossa...se nella versione modificata si produceva in un melenso (vado a memoria) "Finalmente avrò l'occasione di liberarmi del titolo di fuorilegge" qui supera le mie più goduriose aspettative con uno scorrettissimo "Uh ! Ha detto di portargli i colpevoli...Ma non ha precisato se li voleva vivi o morti ! Ha ha !" con tanto di risata compiaciuta finale ! E la vignetta dopo rincara la dose con "Accontenteremo il colonnello, Dinamite, ma alla nostra maniera"...insomma, c'è poco da girarci intorno, il Tex prima maniera, eroe senza paura, dalla parte della giustizia e in difesa dei deboli e tutto quello che si vuole, ma era all'occorrenza un killer a sangue freddo, e ci prendeva pure gustoB):lol:

Un po' di questo "lato selvaggio" mi sarebbe piaciuto ritrovarlo nella serie "Tex Willer" (come anche dissi a suo tempo) ma a sto punto penso che questo aspetto ce lo siamo giocato...e d'altro canto capisco che sia difficile un simile approccio nell'epoca di neo-puritanesimo che viviamo e anche avendo a che fare con lettori che si indignano per una blanda scena di linciaggio...peccato !:rolleyes:

 

Inoltre :

 

-"La radura delle Orchidee" mi sta appassionando, anche se Maso Brandi è un po' un minchione che a momenti fa uccidere il povero indigeno Webi:lol:

-Leggendo i prezzi degli abbonamenti delle varie collane Audace, si nota che il super-successo "Tex" era la più economica, e il floppone "Occhio Cupo" era la più costosa, quindi fra i vari fattori che hanno decretato la storia del fumetto, forse non va sottovalutato quello più tera tera:D 

-Il raccoglitore l'ho preso, ma graficamente è veramente brutto, pare un quaderno di scuola di 30 anni fa...potevano sforzarsi un minimo di fare qualcosa anche esteticamente di valore, ma alla Bonelli attuale delle grafiche di copertina se ne fregano, e questo conferma il trend...

-Packaging sempre esageratamente abnorme per le strisce, vieni a casa con un cartone di un metro totalmente inutile che poi devi smaltire...per carità niente di troppo problematico, ma si può anche evitare;)

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Ho appena finito di rileggere, tutta di seguito, la prima avventura, "Il totem misterioso", che possedevo solo nella versione censurata del gigante seconda serie. Storia semplice, diretta, ma non ingenua come puó apparire superficialmente, direi piuttosto schietta e senza fronzoli (ingenue e "bambinesche" sono, nella mia visione, le prime strisce di Zagor). Molta azione, dialoghi crudi. Pure in inferiorità numerica (la norma, in quel Tex solitario degli esordi) il nostro ha sempre la meglio con l'astuzia, il coraggio e la velocità. Per contrappasso sono poi andato a rileggermi quella sequenza in cui un certo Tex recente, che sta beatamente dormendo pur sapendo di un imminente attentato alla nave su cui sta viaggiando per proteggerla (!), nel momento in cui la nave ha un violento scossone improvviso esce dalla cabina in mutande, disarmato, si domanda cosa starà mai accadendo e si fa beccare come un pollo dagli attentatori, di fronte ai quali non puó che calare le braghe (ah, già... non le aveva già piú...). GLB si sarà rivoltato nella tomba.

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">24 minuti fa</span>, PapeSatan dice:

Ho appena finito di rileggere, tutta di seguito, la prima avventura, "Il totem misterioso", che possedevo solo nella versione censurata del gigante seconda serie. Storia semplice, diretta, ma non ingenua come puó apparire superficialmente, direi piuttosto schietta e senza fronzoli (ingenue e "bambinesche" sono, nella mia visione, le prime strisce di Zagor). Molta azione, dialoghi crudi. Pure in inferiorità numerica (la norma, in quel Tex solitario degli esordi) il nostro ha sempre la meglio con l'astuzia, il coraggio e la velocità. Per contrappasso sono poi andato a rileggermi quella sequenza in cui un certo Tex recente, che sta beatamente dormendo pur sapendo di un imminente attentato alla nave su cui sta viaggiando per proteggerla (!), nel momento in cui la nave ha un violento scossone improvviso esce dalla cabina in mutande, disarmato, si domanda cosa starà mai accadendo e si fa beccare come un pollo dagli attentatori, di fronte ai quali non puó che calare le braghe (ah, già... non le aveva già piú...). GLB si sarà rivoltato nella tomba.

Pensa che a me, rileggere per l'ennesima volta questa storia, ha indotto considerazioni all'opposto delle tue.

Era un Tex che non doveva "recitare" pedissequamente la parte del superumano invincibile che non sbaglia ne si fa sorprendere mai...

Per come si fa sorprendere a inizio storia mentre sta a bivaccare con Tesah (e Coffin e i suoi gli arrivano alle spalle senza che lui si accorga di niente) al giorno d'oggi molti griderebbero al sacrilegio, al "Tex piccione" e via di questo passo.

Nella striscia dopo, "La Roccia Parlante" Tex si fa sorprendere di nuovo da Coffin e Dente di Lupo nascosti ad aspettarlo, e viene tramortito con una botta in testa...la famigerata botta in testa a Tex ! Che se uno sceneggiatore si permette di mettere su Tex oggidì viene bollato come un malvagio iconoclasta nel migliore dei casi, e come un incapace rimbambito nel peggiore... 

In entrambi i casi Tex si salva per puro culo, diciamocelo:lol:

Ma faceva parte anche della formula a striscia, dove l'eroe doveva andare in difficoltà e uscirne di continuo, per tenere l'attesa e il ritmo ai massimi livelliB)

Altra considerazione : scene d'azione veloci, e più "realistiche" di quello che sarebbe poi diventato lo standard della serie, con le sue (splendide) sparatorie prolungate e iperboliche, la velocità e precisione di Tex che diventano facoltà quasi super-umane:D

Qua invece ci sono sparatorie brevi e secche, dove sono soprattutto i nervi d'acciaio di Tex a fare la differenza...

Comunque gran storia...una delle migliori del primo centinaio, per me...

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">4 ore fa</span>, Testa di Vitello dice:

 

Per come si fa sorprendere a inizio storia mentre sta a bivaccare con Tesah (e Coffin e i suoi gli arrivano alle spalle senza che lui si accorga di niente) al giorno d'oggi molti griderebbero al sacrilegio, al "Tex piccione" e via di questo passo.

Nella striscia dopo, "La Roccia Parlante" Tex si fa sorprendere di nuovo da Coffin e Dente di Lupo nascosti ad aspettarlo, e viene tramortito con una botta in testa...la famigerata botta in testa a Tex ! Che se uno sceneggiatore si permette di mettere su Tex oggidì viene bollato come un malvagio iconoclasta nel migliore dei casi, e come un incapace rimbambito nel peggiore... 

 

Ti seguo nel ragionamento, però converrai con me che un conto è essere colto di sorpresa e preso alla sprovvista quando non te lo aspetti (Tex non ha il sesto senso dell'Uomo Ragno), un altro è fare la figura dell'imbecille quando SAI che sta per avvenire ciò per cui sei stato chiamato a protezione e invece vai a dormire e quando si comincia a ballare esci in mutande (!), disarmato (!) e domandi al primo che passa se sa cosa sta succedendo (!). Non ci siamo!

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Eccoci all'elenco delle modifiche e censure più appariscenti.  Ho deciso che aspetterò alcuni giorni prima di postarle ogni volta (se le continuerò a postare, e non è detto) per lasciare lo spazio alle reazioni più "genuine" di chi scopre queste storie "non censurate" per la prima volta, tipo:

 

13 hours ago, Testa di Vitello said:

-Nella doppietta "Terrore a Calver City"/"La Mano Rossa", la censura di maggior rilievo, come avevo immaginato (si capiva dove erano le censure dei dialoghi dal lettering diverso) è quando Tex esce dal forte dopo aver promesso al colonnello di catturare i membri della Mano Rossa...se nella versione modificata si produceva in un melenso (vado a memoria) "Finalmente avrò l'occasione di liberarmi del titolo di fuorilegge" qui supera le mie più goduriose aspettative con uno scorrettissimo "Uh ! Ha detto di portargli i colpevoli...Ma non ha precisato se li voleva vivi o morti ! Ha ha !" con tanto di risata compiaciuta finale ! E la vignetta dopo rincara la dose con "Accontenteremo il colonnello, Dinamite, ma alla nostra maniera"...insomma, c'è poco da girarci intorno, il Tex prima maniera, eroe senza paura, dalla parte della giustizia e in difesa dei deboli e tutto quello che si vuole, ma era all'occorrenza un killer a sangue freddo, e ci prendeva pure gustoB)

 

E ti dirò che nelle prossime strisce ci saranno modifiche ancora più evidenti, anche allo svolgimento delle storie! (ti do un indizio: Lucas quando ha modificato la scena fra Han e il cacciatore di taglie nel bar, non è stato il primo...  :cool: )

 

Striscia numero 3, Terrore a Calver City:

 

pag. 1 vignrtta 3, Tex ai tempi dava del voi, oggi è più sbarazzino e dà del tu...

 

pag. 3, vignetta 2, Coffin era il "predone" di tutto, poi è diventato il "padrone" (questa comunque mi pare una svista del solito letterista...)

 

Pag 3, vignetta 3, "Città" diventata poi "cripta"

 

pag 5 vignetta 1, ritroviamo gli indiani "pinte"...

 

pag. 5, vignetta 2, qui iniziamo a vedere modifiche più sostanziali. In originale l'indiano fa promettere a Tex "giura... [...] che ucciderai Coffin".  E Tex lo giura.  Nelle ristampe diventerà "Che farai vendetta", anche in punto di morte Dente di Lupo ci tiene a rispettare la legge...

 

pag. 5, vignetta 3: eddai, Tex, anche tu ti ci metti, se insisti ad usare il nome di Dio invano ("Perdio!") per forza le parrocchie poi proibiscono di leggerti! (nelle ristampe hanno semplicemente tagliato l'esclamazione, lasciando uno strano spazio bianco nella nuvoletta)

 

Pagina 8, vignetta 1, in originale Tex dice a Tesah "mentre tu te andrai al sicuro a S. Thomas", nelle ristampe è stato cambiato in "ti metterai al riparo a S. Thomas".  Ma che senso ha? Boh, a volte mi pare che cambiassero solo per il gusto di pasticciare...

 

pagina 8, vignetta 2, "Stai in guardia, Tex! Sei un fuorilegge e Coffin ha molti amici a Calver City, lo sai!" diventa "ricorda che sei solo e Coffin ha molti amici"

 

Pagina 8, ancora la vignetta 2, Tex risponde "Certo che lo so Tesah ma stai tranquilla, prima che lo sceriffo possa muoversi con i suoi uomini..." mentre nelle ristampe diventa "certo che lo so Tesah, ma sta tranquilla, prima di un paio di giorni...".  Il senso della modifica è chiaro, e cambia parecchio la situazione. A Calver City c'è lo sceriffo, ma Tex è un fuorilegge, non denuncerà Coffin e non cercherà nessun aiuto, farà fuori Coffin e se ne andrà prima che lo sceriffo lo becchi. Nella ristampa tutto questo viene tolto e sostituito con un generico e blando "in due giorni ho finito"..

 

Pagina 9, vignetta 1, il letterista colpisce ancora! Black Panyon! :laughing:

 

Pagina 14, questo è un cambiamento molto più sostanziale. In originale dice "Potrei uccidenti come un cane, Coffin... ma così sarebbe troppo bello... avrai quello che avevi destinato a me... il terrore prima della morte!"  Nella ristampa diventa "Potrei uccidenti come un cane, Coffin... ma così sarebbe troppo bello... finirai i tuoi giorni in una lurida cella!"

 

Pagina 19, prima vignetta, "Branco di idioti" diventa "branco di pecore"

 

Pagina 19, seconda vignetta, alla domanda di Coffin "chi sei", Tex risponde "Lo saprai un attimo prima di morire, Coffin!", nelle ristampe gli fanno dire "Sono l'uomo che ti farà varcare le soglie dell'inferno". Evocativo ma molto meno chiaro sulle sue intenzioni...

 

Ma è nella pagina successiva che davvero le censure cambiano completamente il senso dell'azione di Tex.

pagina 20, vignetta 1: "prendi la tua pistola e difenditi, cane! Io sparerò solo quando avrai in pugno la tua pistola!" diventa nella TuttoTex "l'ho promesso al povero piute che tu hai assassinato, e Tex Willer mantiene sempre la sua parola!"

È solo nella versione originale che le azioni di Tex hanno un senso! In originale Tex è un ricercato che va ad assassinare un uomo, davanti a testimoni. Ovvio che si copra il volto e non dica chi è! Nella ristampa TuttoTex invece non si capisce che intenzioni ha ("l'ho promesso al piute", ma nella ristampa censurata il piiute non gli fa giurare di uccidere Coffin, ma solo di "fare giustizia". Che fa nel saloon Tex? Vuole arrestare Coffin? Con che autorità? Vuole sfidarlo a duello? Ma allora che senso ha mascherarsi se poi dice il suo nome davanti a tutti?

La cosa è tanto insensata che il dialogo viene "aggiustato" ulteriormente nella Nuova ristampa, dove Tex dice ""l'ho promesso al povero piute che tu hai assassinato, e io mantengo sempre la parola!", dando almeno un senso al fatto che Tex si copra il viso (svarioni come questo fanno capire la cura e l'attenzione con cui venne fatta la TuttoTex...)

Anche quello che succede viene cambiato: nella ristampa, Tex come un pollo si fa sorprendere, sta tenendo Coffin sotto tiro, ma non si capisce cosa voglia fare, se sparargli o consegnarlo allo sceriffo... In originale è Tex che ha DETTO a Coffin di prendere in mano la pistola, perchè sta per ucciderlo e non vuole farlo a sangue freddo sparando ad un uomo disarmato. Quindi in originale è Tex che sta giocando con lui come il gatto col topo, lasciandogli anche il primo colpo.

 

Pagina 20, vignetta 2, in originale Coffin dice "All'inferno allora, maledetto!", nella ristampa diventa "All'inferno ci andrai tu, dannato"

 

Pagina 21, vignetta 2 e 3 (unendo due nuvolette): "Maledetto... e non ti potrei uccidere ora? ...sei nelle mie mani...  e l'Inferno ti attende, Coffin...  ma può attendere ancora un poco, Coffin...La vita è bella, vero? E allora ti lascerò vivere ancora un poco, cane! ", nelle ristampe censurate diventa "questo per impedirti di scordare la condanna che ti attende. Goditi gli ultimi momenti, Coffin, fra poco tornerò per saldarti il conto" Fra l'altro per rifare i balloon, nella TuttoTex mettono una nuvoletta messa alla "c##zo di cane" che tocca il bordo del cappello di Coffin, che è un errore da penna rossa per un letterista. Nella nuova ristampa cambiano completamente (di nuovo!) i balloon... e mantengono lo stesso errore! (in generale, hanno massacrato migliaia di tavole originale per cambiargli i balloon...  peggiorandoli, quelli della TuttoTex sono messi davvero male e coprono i disegni, e quelli della Nuova Ristampa non sono molto meglio)

 

Pagina 22, vignetta 1, in originale era "Oh, non respirare ancora... vivrai ancora... ma per poco, Coffin... molto poco. Ricordalo!"  Nella tuttotex diventa "e non cercare di fuggire, amico, saprei scovarti anche in capo al mondo!"

 

Pagina 24, nella ristampa Tex si nasconde "in una folta macchia", ma in originale era un più virile "folto macchione"! :laugh:

 

Pagina 27, in originale Coffin ha tutta la mano bendata e inutilizzabile, nelle ristampe ha una piccola fasciatura da leggero taglietto

 

Ragioniamo sui cambiamenti:

 

1) versione originale: Tex sembra che stia semplicemente giocando con Coffin, ma sta invece ragionando lucidamente e sta seguendo un piano astuto. Tesah gli ha già fatto notare che se uccide Coffin verrà catturato probabilmente dallo sceriffo e dai suoi uomini. Tex va nel saloon, spaventa Coffin e lo ferisce, ma poi fugge. E si fa inseguire dagli uomini di Coffin, portandoli su una falsa pista e allontanandoli. Se avesse ucciso Coffin al saloon avrebbe avuto addosso tutti subito dopo, compreso lo sceriffo. Invece così lo sceriffo non lo chiamano nemmeno e Coffin gli manda addosso solo i suoi sgherri, rimanendo solo con una guardia del corpo. Poi, ad uccidere Coffin, Tex non va più in pubblico, ma lo fa fuori tranquillamente entrando nella sua camera di notte e svignandosela alla svelta prima che avvertano qualcuno.

Altrra cosa: in questa versione è chiarissimo che Coffin è morto, o comunque Tex lo lascia per morto. Perchè ucciderlo "come un cane" è dall'inizio il suo scopo, il suo obiettivo.

 

2) Ristampa censurata tre stelle. Non si capisce cosa voglia fare Tex. Cincischia, pare indeciso, prima si maschera e poi dice il suo nome, affronta Coffin e si lascia sorprendere, poi se ne va e poi torna...  visto che non si capisce che vuole fare, rimane dubbia anche la scena finale, e cosa succede a Coffin.

 

3) Ristampa censurata nuova ristampa: almeno correggono lo svarione di Tex mascherato che dice il suo nome.

 

Ma insomma...  non è chiaro come la storia originale non sia solo più avvincente e "tosta", ma ha pure più senso?

 

(la striscia dopo la faccio domani che ci ho messo troppo con questa, ci sono davvero un sacco di censure...)

 

 

 

Edited by Diablero
  • +1 7
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">14 ore fa</span>, PapeSatan dice:

Ti seguo nel ragionamento, però converrai con me che un conto è essere colto di sorpresa e preso alla sprovvista quando non te lo aspetti (Tex non ha il sesto senso dell'Uomo Ragno), un altro è fare la figura dell'imbecille quando SAI che sta per avvenire ciò per cui sei stato chiamato a protezione e invece vai a dormire e quando si comincia a ballare esci in mutande (!), disarmato (!) e domandi al primo che passa se sa cosa sta succedendo (!). Non ci siamo!

Ma infatti per me non ha alcuna accezione negativa, tutto ciò...ci sta che l'eroe, anche se è uno super-tosto come Tex, possa sbagliare, distrarsi, essere preso alla sprovvista di tanto in tanto, in fondo è umano anche lui. e se si caccia nei casini ma poi ne esce alla grande il tutto non fa che accrescere la sua statura di super-duroB)

La scena in cui viene colto di sorpresa mentre sta bivaccando con Tesah, oggi sarebbe da molti vista come una piccionata, perchè ha abbassato la guardia, perchè non si è messo in posizione adatta a osservare l'eventuale avvicinamento degli inseguitori, perchè non si è accorto di nulla etc.

Ma per me invece ci sta tutta, non mi dispiace un Tex un pochino più "fallibile" e meno vincolato al ruolo di superumano che non sbaglia mai;)

Sulla "Rupe del Diavolo" ho già detto quanto pensavo nel topic apposito, e non mi pare il caso di rivangare l'argomento:D;)

 

Diablero, ciò che dici è musica per le mie orecchie ! Aspetto con trepidazione la scena in cui...:DB);)

 

Sul raccoglitore...grafica brutta a parte, è funzionale, ma un po' tanto ingombrante...e potevano metterci qualche cartellina in più già che c'erano, non penso proprio che quelle bastino per tutte le strisce programmate...

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Il 24/10/2021 at 11:32, Testa di Vitello dice:

Ma infatti per me non ha alcuna accezione negativa, tutto ciò...ci sta che l'eroe, anche se è uno super-tosto come Tex, possa sbagliare, distrarsi, essere preso alla sprovvista di tanto in tanto, in fondo è umano anche lui. e se si caccia nei casini ma poi ne esce alla grande il tutto non fa che accrescere la sua statura di super-duroB)

La scena in cui viene colto di sorpresa mentre sta bivaccando con Tesah, oggi sarebbe da molti vista come una piccionata, perchè ha abbassato la guardia, perchè non si è messo in posizione adatta a osservare l'eventuale avvicinamento degli inseguitori, perchè non si è accorto di nulla etc.

Ma per me invece ci sta tutta, non mi dispiace un Tex un pochino più "fallibile" e meno vincolato al ruolo di superumano che non sbaglia mai;)

Sulla "Rupe del Diavolo" ho già detto quanto pensavo nel topic apposito, e non mi pare il caso di rivangare l'argomento:D;)

 

Diablero, ciò che dici è musica per le mie orecchie ! Aspetto con trepidazione la scena in cui...:DB);)

 

Sul raccoglitore...grafica brutta a parte, è funzionale, ma un po' tanto ingombrante...e potevano metterci qualche cartellina in più già che c'erano, non penso proprio che quelle bastino per tutte le strisce programmate...

Infatti ce ne vorranno ben 6, sempre che non proseguono 😅

Link to comment
Share on other sites

La SBE non conosce le mezze misure: prima un packaging da far invidia alle vele dell'Amerigo Vespucci, almeno con bei cartoni rigidi in cui ospitare con dovuta protezione le strisce, adesso una misera bustina trasparente leggerissima che sottopone il fascicolo allegato e le strisce (buttate lí dentro) all'umore di chi li maneggia (incartatore, distributore, giornalaio). Forse si saranno resi conto che non ci stavano più nei 4,99 euro?

  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

  • co fondatore

ALLARME!

ALLARME!

 

Il prossimamente de La freccia della morte: confrontatelo con l'1 del Gigante non censurato. Da dove spunta quella 'm', quando ci dovrebbe essere una 'k'?

 

(vedere discussione apposita sul forum di Vintage Comics)

Link to comment
Share on other sites

38 minuti fa, Mister P dice:

ALLARME!

ALLARME!

 

Il prossimamente de La freccia della morte: confrontatelo con l'1 del Gigante non censurato. Da dove spunta quella 'm', quando ci dovrebbe essere una 'k'?

 

(vedere discussione apposita sul forum di Vintage Comics)

Subito notato! Ma andando con la lente d'ingrandimento sembrerebbe una K con la barretta obliqua superiore molto corta, quella obliqua inferiore più lunga e una sbavatura di inchiostro alla congiunzione delle due che fa apparire il tutto come una M. Nell'originale la K è più netta perché la barra superiore obliqua e la stanghetta verticale a sinistra sono leggerissimamente più alte. Difettuccio delle ristampe in anastatica e della carta molto porosa e assorbente, ma tale da suscitare un vespaio che non vedo l'ora di leggere...

Oppure, senza il parere di un grafologo, magari in SBE (o Gazzetta/Corriere) qualcuno si è divertito a tirare fuori l'ennesima primizia da collezionisti?

Edited by PapeSatan
Link to comment
Share on other sites

A me sembra proprio una M stampata... non una sbavatura d'inchiosto. E' leggermente diversa dalle altre M ma molto netta

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">5 ore fa</span>, Il Berna dice:

A me sembra proprio una M stampata... non una sbavatura d'inchiosto. E' leggermente diversa dalle altre M ma molto netta

Se qualcuno mi spiega come allegare un'immagine, provo a esemplificare in una bitmap disegnata da me come una K può facilmente sembrare una M.

Link to comment
Share on other sites

  • co fondatore

Carichi l'immagine in un host tipo Imgur, poi ne metti l'indirizzo tra i tag [ img ] e [ /img ] (senza gli spazi).

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

Allego un esempio di come una K scritta a mano può diventare involontariamente (o volontariamente?) una M:  è sufficiente che la scansione non legga la parte soprastante la linea rossa (per mancato contatto, piega, originale sbiadito o graffiato in quella parte...).

Ringrazio Mister P per l'istruzione tecnica di caricamento immagine.

 

https://imgur.com/a/vM2LxE2[/img]

Edited by PapeSatan
Link to comment
Share on other sites

Il 25/10/2021 at 17:40, Lone Ranger dice:

Infatti ce ne vorranno ben 6, sempre che non proseguono 😅

Stanno fuori come un balcone !!:lol:

Ok, primo e ultimo raccoglitore che prendo, mi sa che vado di scatole da scarpe anch'io, anche perchè mi avete messo la pulce nell'orecchio con sta storia che possono fare il trasferello sulle cartelline di plastica<_<

Link to comment
Share on other sites

Lette le nuove 2 strisce "La Freccia della Morte" e "Pista Insanguinata" :

Anche qui massima è la goduria nel leggere i dialoghi nella loro forma originaria, che restituiscono il giovane Tex prima maniera nella sua spietatezza hard-boiled...a tutti gli effetti un giustiziere glaciale che gioca con le sue vittime come il gatto col topo, terrorizzandole a morte prima di finirle (purtroppo questo modus operandi si trova soprattutto nelle prime 2, bellissime, storie, per andare poi scemando nelle successive)...

Ne "La Freccia della Morte", dopo avere giustiziato Burke palesemente a sangue freddo (con la Freccia della Morte, appunto), la versione censurata proporrà un ridicolissimo "Avrei preferito consegnarlo vivo, ma non ho potuto fare altrimenti"...cosa che contraddice palesemente le immagini, dove invece Tex uccide Burke senza tentennamenti, e con gran soddisfazione...

In "Pista insanguinata" a cadere sotto il bianchetto e il pennellino della censura, dapprima le considerazioni dei paesani che mostrano scarsa stima nei confronti della categoria degli sceriffi:lol:

...poi, la scena in cui Tex sorprende Topler e Welles nella grotta : mentre nella versione censurata intima loro di arrendersi e consegnarsi mani in alto, nella stesura originale in realtà propone loro un duello all'ultimo sangue, quindi senza nessuna intenzione di consegnarli vivi-come peraltro ha dichiarato fin da subito al fido Dinamite:D

Insomma, come già analizzava Diablero per le precedenti strisce, la versione originaria/non censurata, ci restituisce a tutti gli effetti una storia di gran lunga più dura, oltrechè più coesa e coerente...

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.