Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Vaughn Steele

Membri
  • Posts

    2
  • Joined

  • Last visited

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    181
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    El Muerto

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

Vaughn Steele's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

  • Reacting Well
  • One Month Later
  • Dedicated
  • Week One Done
  • First Post

Recent Badges

0

Reputation

  1. All’epoca non avevo letto questa nuova storia di Proteus e l’ho recuperata recentemente sull’app della Bonelli. La storia in sé non è male, però ha il difetto, almeno ai miei occhi, di far fare ingiustamente la figura del becaccione a Kit Willer, sacrificato sull’altare di due trovate di Ruju: 1) il duello tra i due Kit (immortalato persino in copertina); 2) la capacità di Tex di riconoscere Proteus dagli “occhi da serpente velenoso”. Per riuscire a mettere in scena queste due idee, sicuramente suggestive, Ruju però tradisce il personaggio, in quanto la trama impone che Kit esca sconfitto dal corpo a corpo con Proteus, per essere salvato dal padre. Dico tradisce perché questo Kit è ben diverso dal Kit che si guadagna il rispetto dei gauchos in “Patagonia”, o compie spettacolari imprese individuali in “Il Grande Re”. Il Kit Willer di questa storia è “sbagliato”, perché è il figlio di Tex Willer e non può fare così facilmente la figura del pollo. Proteus si sarà pire indurito nel suo soggiorno a Yuma, però non avrebbe dovuto avere gioco così facile nel prevalere (gli è bastato un cazzotto). Per chi non credesse nel fattore ereditario, bisogna considerare anche l’impareggiabile educazione di Kit Willer: ha imparato a cavalcare, tirare con l’arco, seguire le tracce e andare a caccia da Tiger Jack, ha imparato a sparare dal padre ed è il figlioccio di Kit Carson (leggenda del West e il più grande ranger della storia insieme a Tex). Spesso si sottolinea una presunta inesperienza del giovane Kit, ma è comunque molto più esperto, quanto a duelli e sparatorie, di quanto lo fosse Tex quando si era recato in Messico con Gunny Bill per vendicare la morte del padre. Kit in questa storia si mostra anche poco sveglio. Messo di fronte ad un sosia perfetto, capace di imitare atteggiamenti e voce di chiunque, non trova di meglio che dire al padre: “No… Non dargli retta… Kit sono io!”. Mentre leggevo la storia ho subito pensato che, al posto di Kit, avrei semplicemente parlato in navajo, togliendo così ogni dubbio su chi fosse chi. Tex e Kit, infatti, parlano entrambi navajo, mentre non vedo come Proteus potrebbe conoscere questa lingua.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.