Jump to content
TWF - Tex Willer Forum
  • Smonta dalla sella, srotola la coperta ed accendi il fuoco!

  1. TWF consiglia

    1. 829
      posts
  2. AMMINISTRAZIONE FORUM

    1. Regolamento

      Da rispettarsi!

      1
      post
  3. TUTTO SU TEX

    1. 24.9k
      posts
    2. Le storie inedite

      Sino alla comparsa della nuova storia, poi spostati in "Storie Recenti"

      954
      posts
    3. 25k
      posts
    4. 14.7k
      posts
    5. Gli Autori

      Per discutere sui vari autori di Tex

      4.7k
      posts
    6. 108
      posts
    7. Galleria Texiana

      Spazio dedicato esclusivamente alle immagini su Tex

      3.3k
      posts
    8. 1.4k
      posts
  • Albi Prossimamente in Edicola

    • Dal 30/07/2021 in edicola


      Dal 20/08/2021 in edicola


      Dal 28/08/2021 in edicola


      Dal 14/08/2021 in edicola


      Dal 07/08/2021 in edicola


      Dal 06/08/2021 in edicola


      Dal 04/08/2021 in edicola


  • Albi Attualmente in Edicola

    • Dal 29/07/2021 in edicola


      Dal 21/07/2021 in edicola


      Dal 07/07/2021 in edicola


      Dal 03/07/2021 in edicola


      Dal 20/07/2021 in edicola


      Dal 15/07/2021 in edicola


  • Today's Birthdays

    1. Barbanera
      Barbanera
      (41 years old)
  • Upcoming Events

    No upcoming events found
  • Discussioni

  • Messaggi

    • Grazie sia Grande Tex sia a Ymalpas, anticipazioni succosissime!
    • Due storie parallele dalle quali ogni tanto qualche personaggio si stacca e va a caratterizzare l'altra. Ottima descrizione della frontiera vera e propria, delle difficoltà di rapporti fra tribù indiane quasi più che fra le stesse e la novità rappresentata dai coloni. Che sono di tutti i tipi e che in realtà, vedi Fort Owen, a parte qualche gruppo di balordi attabrighe (ovunque diffusi) rappresentano un perfino inatteso esempio di cooperazione e integrazione. All'interno di comunità che verrebbe da dire esemplari e che sembrano prepararsi, irrobustendosi, alla prevedibile calata dei cercatori d'oro con basi già strutturate e solide. Non tutto è idilliaco, la tensione per il futuro è ben presente ad esempio nella figura del Maggiore Owen, ma per il momento la storia ha una sua sorte di lieto fine. Con Tex e Carson che si sfiorano e con il secondo che ribadisce la sua "indifferenza" nei confronti di quello che già a Sud è comunque un ricercato. Entrambi tornano verso le terre calde e con il "senno di poi", assume contatti più precisi la triangolazione Carson, Lena, Clemmons; con il primo che lascia campo d'azione al terzo. Vedremo nel prosieguo come ci si legherà all'episodio sul mensile - il primo di Boselli - sul passato di Carson e le successive allusioni/illusioni sul suo successivo rapporto con una Lena che saluta il ranger facendomi venire l'idea che al momento la cottarella lei l'abbia presa eccome.
    • A parte le schermaglie amorose (che per me però ci volevano e stan bene così) e un eccesso di strategia e dialoghi nella prima parte abbondante del secondo albo, un difetto effettivo di cui sono consapevole anch'io, mal supportato da rare battute di Carson che si perdono nell'insieme e per la inesistente recitazione dei personaggi, la storia con Manuela non è scritta diversamente da questa, anche perché è stata  scritta contemporaneamente all'altra un giorno sì e uno no.... Forse Diablero capisce che cosa voglio dire.
    • Oh, finalmente una storia di Tex come si deve! Western (non come quella del pistolero vudù), d'atmosfera (non come quella del ritorno di Manuela Montoya), saporita e ricca di dettagli (non come quella del monaco cinese). Ci voleva una storia di un albo scritta da Boselli per spazzare via l'intontimento dovuto al triello di storie più brutto mai apparso su Tex. Una bella storia, dal soggetto classicissimo, con Tex granitico, Tiger sempre in formissima (è davvero un piacere vederlo in azione, grande Tigerone!!!) e i soliti lestofanti che lucrano sui Navajos. Una buona dose d'azione lega il tutto ed è una vera boccata d'aria e un piacere da leggere. L'unico difettuccio sono i soliti dialoghi-fiume, ma stavolta ci si passa su, anche perchè nelle scene più movimentate per fortuna i baloon non straripano. E bravo bravo bravo Boss! Posso dire la parola "finalmente"? Plauso anche a Dotti, specie per la cura maniacale dei dettagli (per un western buff come me è un piacere per gli occhi), ma sono sempre convinto che dovrebbe migliorare nella rappresentazione degli... occhi.   Voto soggetto: 6 (classico classico) Voto sceneggiatura: 7 Voto disegni: 7,5
    • Come già detto da Grande Tex, Il mistero della montagna, è il seguito della storia sul Monte Rainer. Quella vecchia storia di Nicolò nacque su proposta di Giorgio Bonelli che ne elaborò un soggetto. GLB che stava cedendo ormai Tex a Nizzi ne tirò fuori una storia in cui il soggetto originale risultò alquanto sforbiciato, il numero di pagine infatti non copre i due albi. Anche il giovanissimo Boselli aveva elaborato un suo soggetto sul tema che non fu preso in considerazione (era il tempo in cui i due, Giorgio e Mauro, proponevano soggetti a GLB). Di questo vecchio soggetto Boselli ci raccontò di aver perso le tracce e di non ricordare molto della sua trama, sta di fatto che un paio di anni fa qualche idea deve essergli venuta e, dato il tema fantastico, la storia dovrebbe essere abbastanza appetitosa.   La storia di Dry Tortugas invece è idea abbastanza vecchia (se ne parlava già sette /otto anni fa).  L'idea era quella di far spostare Tex addirittura alla Cayenna, troppo lontano fu la conclusione, mentre più possibilista Boselli si dichiarò per questo penitenziario perso nelle acque cristalline nella piccola isola di Dry Tortugas, non lontano da Key West. Un'idea che Boselli ha quindi tenuto in caldo per anni e anni, io personalmente avevo anche smesso di crederci, sta di fatto che forse ha trovato il personaggio giusto che gli mancava, il pezzo che mancava nel puzzle, Nick Castle per l'appunto, che è stato rinchiuso proprio laggiù. Quale sarà il motore dell'azione è tutto da scoprire. Sta di fatto che l'ambientazione eccezionale e il disegnatore designato, Dotti, lasciano pensare a una grande storia. Dotti ci lavorerà a partire dal 2022 e se tutto va bene la leggeremo forse già nel 2025.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.